Classifica


Contenuto popolare

Mostrando i contenuti con la più alta reputazione dal 22/10/2017 in tutte le sezioni

  1. 2 points
    Dix Leroy

    Quanti Vorrebbero Un Ritorno Di Claudio Nizzi Su Tex?

    Eppure c'è stato un periodo in cui pensavo davvero che fosse una palla al piede. Per fortuna non è più successo e ora in un paio di volte il vecchio cammello è stato presentato come "il maestro di Tex". Non sai quanto mi ha fatto piacere. Ma i pards sono quattro: mentre Tex non può starsene alla riserva a poltrire per ovvi motivi, quando parte per una missione vorrei avere sempre il dubbio su chi lo accompagnerà.
  2. 2 points
    ymalpas

    Uno sguardo verso il futuro: la fascia 700 di Tex

    Le storie di Tex che leggeremo nei prossimi anni denotano una pianificazione equilibrata da parte del curatore Mauro Boselli nel fare spaziare la narrazione tra i generi più disparati. Non sempre è stato così, e ciò mostra un grande dinamismo in seno alla testata. Il western, resta, com’è ovvio, quello più preponderante, con i rangers (il texone del prossimo anno “Corpo speciale” di Majo), i fuorilegge (il texone “Eagle Pass” di Villa) e gli indiani ( “Cuore apache” di Ginosatis e “Sangue misto” di Venturi ), i vecchi personaggi che qualche volta ritornano per redimersi (la seconda parte della storia “Il ragazzo rapito” di Acciarino) o più semplicemente per dare altre noie ai quattro pards ( il machiavvellico Proteus, con qualche sorpresa come nel caso della rediviva Tigre Nera, personaggi che ci parleranno del loro passato nelle avventure di Ramella e di Venturi ), personaggi ripresi addirittura da altre serie ( i bonelliani “Tre Bill” nel maxi su cui da quest’anno è al lavoro il sempre più bravo Piccinelli ). E ancora, come altri ingredienti, le sparatorie (l’avventura “Sull’orlo dell’abisso” di Rossi), le mandrie al pascolo (il cartonato di Milano), il sole che incendia la prateria ( le miniere a cielo aperto nel Mojave Desert illustrate dal campano Nespolino), per finire con la frontiera ( il maxi “Verso il confine” degli inossidabili Ticci e Nizzi, di ritorno sulle pagine di Tex). Un nuovo capitolo, quello tutto dedicato a raccontare la giovinezza di Tex, che da qualche anno vede impegnato soprattutto Mauro Boselli a svelare i segreti celati nel passato dell’eroe, è al centro di circa una decina di western stories che saranno pubblicate già a partire dal prossimo anno nelle varie serie ( la resa dei conti contro lo sceriffo Mallory e il ritorno di Tesah, eletta la più bella donna mai apparsa sulla serie qualche anno fa in un sondaggio condotto su i due principali forum italiani, per i pennelli dei veterani Ticci e Civitelli, negli albi che festeggeranno prima i settant’anni della vita editoriale di Tex e quindi il traguardo dei 700 numeri pubblicati, un altro record per un personaggio che si mantiene sempreverde ). Per la gioia dei lettori ritorneranno anche altre eroine che hanno segnato la vita di Tex nei primi numeri pubblicati in Italia nei primi anni cinquanta del secolo scorso, dalla sfortunata Lilyth ( nel cartonato “Snakeman” di Breccia in cui vedremo Tex vestire di nuovo i panni scheletrici dell’uomo della morte) alla figlia di Satania ( in una storia illustrata dal quasi esordiente Benevento ). E ancora, a proposito del passato del ranger, l’ultima eredità lasciata da Sergio Bonelli nell’idea di raccontare di un giovane Tex coinvolto nella terza guerra dei seminoles, non lontano da Fort Myers in Florida, disegni del promettente, è dir poco, Rubini. Non mancheranno, naturalmente, quelle storie, particolarmente amate dai lettori in cui i quattro pards si trovano costretti a sorbirsi lunghissimi viaggi lungo la rotta del Canada e del polo nord ( con Jim Brandon alla ricerca della spedizione dell’“Erebus”, in una lunga e glaciale storia disegnata da Bruzzo ) o nelle tumultuose acque del Pacifico per sventare il complotto dei russi che tentano di appropriarsi della California, potendo contare però sulle doti di un vero lupo di mare come capitan Barbanera ( in una storia su cui molto presto si metterà al lavoro il grande Andreucci ). Più nutrito il numero delle storie ambientate invece in Messico (tra le quali figurano la promettente “L’assedio di Mezcali” di Nizzi e Filippucci e il color “Piombo e argento” di Scascitelli). All’appello sarà presente anche l’amico Montales che a Chihuahua si unirà a Tex e Carson in un’avventura che li porterà addirittura nella giungla del Guatemala. Ritonando negli States, questa volta nelle grandi e popolose città, leggeremo storie ambientate nella calda ed esotica Louisiana ( “Sulle rive del Mississipi” di Rotundo ), nel cuore di New York, per la precisione a "Manhattan", per contrastare i piani omicidi del Maestro ( un’epopea illustrata da Dotti ), a Chicago in una breve storia per il momento ferma a causa dei malanni del disegnatore Repetto, in chissà quale città invece altre storie ( tra cui “La grande congiura” di Nizzi e Alessandrini, che ripresenterà sulla serie i diabolici intrighi dei politicanti. Un'altra pagina di non minore importanza è rappresentata da quelle storie in cui la componente magico-esoterica la farà da padrone. Oltre alle due storie di Yama e Mefisto che concluderanno il ciclo recentemente inaugurato dalla storia di Civitelli, altre storie promettono spettacolo a scena aperta, in particolare il texone di Carnevale e la storia di Manfredi e Bocci con El Morisco... che si candida ad essere il capolavoro manfrediano sulla serie, almeno tanto quella di Biglia nel centro America che testerà le possibilità di Ruju. Insomma, grande vitalità e non certo il raschiare il fondo della pentola come molti lettori pessimisti sembrano suggerirci. E Boselli è lontano dallo sbottonarsi con altre epiche storie che proprio in questi giorni stanno vedendo la luce.
  3. 1 point
    valerio

    Claudio Nizzi necessita di una rivalutazione?

    Apro io questo topic, visto che se ne parla nel topic sull'albo in edicola. Ebbene, l'autore di Tex per tanti anni, Claudio Nizzi, dopo aver portato quasi da solo sulle spalle Tex per lungo tempo e avere scritto moltissime storie importanti, è stato accusato da più parti, a volte in maniera anche pittoresca ed esagitata, di aver poi dilapidato la sua credibilità come grande autore in particolare nel suo ultimo centinaio di lavoro (il 500, giacchè nel 600 ha fatto ben poco). Il "declino" di Nizzi ha scatenato critiche biliose e ferocissime. Ora, a distanza di anni dal ritiro e anche in vista però di un parziale ritorno, direi di rianalizzare la figura di Nizzi serenamente, cercando di non farsi prendere dalla dietrologia, e capire l'effettiva importanza di questa figura per Tex e se necessita o meno di far giustizia del trattamento che gli è stato riservato. Quindi commenti, ricordi, critiche, lodi, analisi qui su questo topic dedicato.
  4. 1 point
    Grande Tex

    [369/ 371] Ladri Di Bestiame

    figurati e speriamo in un buon ritorno per il nostro Drake
  5. 1 point
    Barbanera

    Quanti Vorrebbero Un Ritorno Di Claudio Nizzi Su Tex?

    Per me Nizzi rappresenta il massimo sceneggiatore di Tex. Nessuno, a parte naturalmente il vecchio Bonelli, può reggere il confronto con lui Posso solo dire che le storie di Nizzi (e non sono l 'unico a pensarlo) rappresentano le migliori storie mai scritte sul Nostro Eroe.
  6. 1 point
    Su questo concordo in pieno, però mi sembra che il verso che aveva preso la discussione nella chat si sia fatto ancor più intrigante. Confrontare i diversi tipi di collezionismo, da chi aspira agli albi storici in formato striscia o Albo d'Oro, a chi insegue le novità e i gadget che vengono proposti adesso, passando tra chi cerca di accaparrarsi entrambi e chi si limita a leggere le storie ricordando i vecchi fasti e sperando di incontrare ancora in futuro. E la vena ironica di Antonio che dice di non aver più voglia di infervorarsi mentre dai suoi post traspare esattamente il contrario, fino alla spassosa provocazione del paginone centrale alla Playtex. Aspetto poi la promessa esibizione con la diavoletto
  7. 1 point
    Salve pards, vi informo che per martedì 12 dicembre alle ore 17.00 presso la Sala Borsa a Bologna si terrà l'inaugurazione della mostra "Artisti Bolognesi tra Fumetto e West" organizzata da Anafi e Little Nemo, di tavole originali dedicate non solo a Tex ma alla frontiera del West in generale. Ecco cosa mi ha scritto il nostro carissimo amico Lucio in merito:"La Mostra verte in gran parte sul west. Saranno tutte tavole originali. Sergio Tisselli avrà illustrazioni western con qualche tavola del Tex Color. Giovanni Romanini avrà molti quadri western con anche pezzi su Tex ma anche altre cose come Compagnia della Forca e Martin Mystere. Io avrò una parte Tex, una Western e una con Martin Mystere. Su tutti la parte western prevarra'" Alle ore 20 circa a fine inaugurazione si terrà una cena organizzata da Anafi e Little Nemo presso un ristorante tipico bolognese in zona, se siete interessati fatemi sapere che creiamo una lista che sarà girata al sign.Sarti dell'Anafi, che si occupa dell'organizzazione dell'evento, il costo della cena (dal primo al caffe') sarà mi ha detto di 25€ ma forse anche meno comunque sarà sufficiente una lista di nominativi per partecipare. Grazie a tutti!!!
  8. 1 point
    Rienzo

    Galleria Di Roberto De Angelis

    In attesa del Tex del maestro De Angelis nel 2018... 4 albi in tutto!
  9. 1 point
    TexNordEst

    [684/685] Wolfman

    Buon primo tempo che ho trovato interessante senza intoppi nella trama. A me i disegni piacciono e ritengo il tratto adatto all'ambientazione invernale. Rimango curioso di scoprire come si concluderà la storia. Immagino che sapremo qualcosa di più su Wolfman nel prossimo numero, magari proprio attraverso lui stesso.
  10. 1 point
    Rienzo

    Galleria Di Roberto De Angelis

    Prima di caricare sul sito questa splendida immagine di Roberto De Angelis, la voglio condividere con voi...
  11. 1 point
    Johnny Colt

    Tex È Un Fumetto Per Vecchi!

    Concordo con molti post passati Io ho solo 17 anni ma non per questo non mi piace Tex, anzi lo seguo con costanza ed entusiasmo. Poi ovvio alcune iniziative o manovre editoriale possono non piacere ma credo che ogni singola azione della SBE sia finalizzata al conoscimento del personaggio (parlo solo di Tex) Penso che per "svecchiare" Tex, che tra le altre cose secondo me si è svecchiato parecchio con il passaggio di testimone GLB - Claudio Nizzi, servirebbero, più che la pubblicità, iniziative che vorrebbero davvero i lettori. Per esempio si potrebbero fare dei sondaggi sul sito per varare nuove collane... Se poi mi hanno stufato le colorazioni piatte o le rubriche di Frediani (povero, le sue rubriche si prendono tanti di quegli insulti... )sono gusti miei personali e l'unica cosa che la SBE potrebbe fare per dare ascolto ai lettori sarebbero i già citati sondaggi. Un'ultima cosa dico che non conosco nessuno della mia età appassionato a Tex. Si, lo conosce, lo legge ogni tanto ma niente di più. Purtroppo, come è avvenuto negli anni '80 con le moto, il mercato italiano è stato battuto da quello statunitense e nipponico e non possiamo farci niente. Ai giovani di oggi attira tutto quello che non è italiano. Vorrei sapere cosa ne pensa mr.B a riguardo, dato che è il curatore di questo personaggio. Io continuo a dire che invece delle rubriche di Frediani sarebbe meglio avere(magari curate ancora da Frediani )delle rubriche che raccontano il dietro le quinte della storia. Punti da cambiare per il rilancio di Tex (in ordine): -Un miglior rapporto SBE e lettore -Meno pubblicità di altre serie su Tex ma più pub. di Tex su altre serie -Apertura al multimedia: primo fra tutti il Cinema -Rubrica Frediani -Colorazioni Copertine/Color/Centenari
  12. 1 point
    Johnny Colt

    La Striscia Comica Del Tex Willer Forum

    Guardar cosa ho scritto sta notte Fatemi sapereTEX - LA DILIGENZA DELLE 5:00Tex e Carson stanno aspettando l'arrivo di una diligenza - Ore 5 del mattinoTex si svegliaCarson:RONFFF RONFFF RONFFFTex: (Pard, e poi sei tu quello che dorme con un occhio aperto... Sarà meglio che ti svegli senn° perdiamo la diligenza.)Ehi, Vecchio Bisonte... alzati perchè hai già svegliato tutta Phoenix che sta a 30 miglia da noi... Carson:RONFFF RONFFFTex: Niente caff? per ora ma vedrai che sistemato l'affare ci rifacciamo al saloon!Carson:Tex, pure nei sogni mi rompi le uova nel paniere!!! Ero in compagnia di un paio di ballerine e... Tex: Carson, non è da te brontolare tanto, stai forse diventando troppo vecchio per seguirmi?!?Carson: CODE DI MILLE SATANASSI!!!ACCIDENTI A TE E A TUTTI I TUOI AMICI CHE MI FAN VIAGGIARE CON TE!!!Tex: Calma, ma che hai stamattina... sono anni che dormiamo due ore a notte quando siamo fuori dalla riserva... Carson: FACILE A DIRLO PER TE: SEI NATO CHE AVEVI GI? VENT'ANNI IN MENO DI ME!!! IO SONO NATO VECCHIO!!!Tex: Ok, pard. Ma non è mica colpa mia!Carson: APPUNTO, è COLPA DI TUTTI QUEGLI AMICI CHE TI SEI FATTO PRIMA E DOPO AVER INCONTRATO ME!!!I CANADESI JEANLUIS E CLOUDETE LI SEI DIMENTICATI?!?E IL RUSSO SERGEJ?E COME SI CHIAMA QUELL'ITALIANO CHE CONOSCI COS? BENE???Tex: Mauro. Si chiama Mauro. Carson: Appunto. Sono quasi 70 anni che ti seguo per le TUE avventure muovendomi e sparando come se fossi un giovanotto!!!Tex: L'hai detto! E' colpa loro! Io in tutto questo che centro?Carson: CENTRI! IO TI SEGUO PER TUTTE LE TUE AVVENTURE E NON HANNO NEANCHE PENSATO AD UNO SPINN-OFF TUTTO PER ME MENTRE A TUO FIGLIO, CHE, TRA PARENTESI, NESSUNO HA ANCORA CAPITO QUANTI ANNI C'HA, AVEVANO GI? DISEGNATO LA COPERTINA DEL PRIMO!!!Tex: Tutte decisioni prese dai nostri capoccia, vecchio amico brontolone... Ma comunque se ti sei stufato di questa vita puoi sempre ritirarti alla riserva con una sqaw... Carson: DANNAZIONE!!! COSA DEVONO SENTIRE LE MIE ORECCHIE!!! Con una vecchia sqaw indiana con cinque figli... MAI!!!Tex: Beh, puoi sempre ritirarti e farti un ranch con una ballerina... Carson: E ammuffire tra quattro mura fino alla fine dei miei giorni quando posso stare all'aria aperta a mangiar polvere con i tre tizzoni più bollenti dell'inferno... Per chi mi hai preso?!?Tex: Bueno. Carson: A che ore hai detto che passa la diligenza?Tex: Non l'ho detto... Carson: Beh, a che ora passa?Tex: 5:15Carson: Ma sono le 5:20! E' già passata!Tex: Hai faticato ad alzarti!Carson: Satanasso... CI? NON VUOLE NUOCERE AL RICORDO DEI COMPIANTI GIANLUIGI E SERGIO BONELLI O OFFENDERE CLAUDIO NIZZI E MAURO BOSELLI () pensieri
  13. 1 point
    Pedro Galindez

    [480/482] Le Colline Dei Sioux

    Anche per me questa storia è bellissima, non tanto per la trama in sè ( che potrebbe essere descritta come una versione semplificata di "Sioux"), quanto per l'atmosfera crepuscolare e malinconica che la pervade. Nizzi compie, a mio avviso, un esperimento estremamente interessante ( anche se forse ci augureremmo di vederlo ripetuto raramente ): mostra al lettore la reale conclusione storica delle guerre indiane in una vicenda inventata e, di conseguenza, mette Tex in una condizione simile a quella in cui si trova nella vicenda ( storica davvero ) di Apache Kid, facendolo risultare sostanzialmente sconfitto ( anche se salva il salvabile ); stavolta però la sconfitta del ranger non è dovuta al puro e semplice rispetto del dato storico, ma all'intervento del destino che, inserendo minuscoli granelli di sabbia nell'ingranaggio narrativo già sperimentato in "Sioux" , lo spinge ad un esito tragico. Il ruolo che Tex assume è quello dello stratega e del mediatore ( come uomo d'azione, invece, non spicca troppo e delega tale funzione agli amici, come Carson, il capitano Orwell e Cervo Veloce ) e lo svolge molto bene ( riesce persino a tirare dalla sua parte gli emissari del governo ); la cosa però, riesce solo a farlo cozzare meglio contro la sorte e ad accentuare la frustrazione e l'amarezza del lettore e sua, una frustrazione e un'amarezza che contagiano anche molti dei protagonisti positivi della vicenda: l'onesto generale Davis, l'abile capitano Orwell e soprattutto l'eroico Nuvola Bianca. L'impostazione della trama fa sè che anche la caratterizzazione del principale "cattivo", il colonnello Drake, pur rifacendosi a un modello consolidato ( il militare nemico degli indiani perchè assetato di gloria ), lo interpreti con una certa originalità, giacch? il suo ottuso odio non lo rende monodimensionale e caricaturale I disegni di Monti, alla sua ultima storia completa, sono eccellenti, e talora persino migliori di quelli di Ticci in "Sioux" : sono privi infatti di quei piccoli cedimenti al caricaturale che il disegnatore toscano aveva avuto con uno dei personaggi principali di quest'ultima storia, il perfido scout Zanoby. In conclusione, la mia valutazione ?:soggetto 8sceneggiatura 9disegni 10