Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

joe 65

Cittadino
  • Content Count

    260
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

1 Follower

About joe 65

  • Rank
    Scrittore
  • Birthday 12/09/1965

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Interests
    Mare e marineria, astronomia, tiro, bricolage, giardinaggio, boschi e foreste, mountain bike, fumetti, lettura, storia antica e moderna, Grande Guerra e molto altro...

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    154
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    El Morisco

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. joe 65

    10 - Tex Willer Magazine

    Veramente un gran bel lavoro Massimo!
  2. joe 65

    [645/646] Furia Comanche

    Il fatto di essere ''immune'' ai proiettili mi ricorda Wyatt Earp, che fu appena sfiorato decine di volte senza mai essere colpito anche solo leggermente. ( storica la sfida all'OK Corral)Ricordo i films ''Tombstone'' e ''Wyatt Earp'' in cui preso a segno da fuorilegge, sparava e ricaricava avanzando freddamente verso di loro senza curarsene e uccidendoli senza pietà. (sembra che questa non sia una leggenda ma un fatto reale; Wyatt mor? di vecchiaia nel 1929 ed al suo corteo partecip? Tom Mix, uno dei primi miti del cinema western. Tom pare che piangesse) Perdonate il lungo OT. Comunque sono curioso anch'io di leggere la storia che si preannuncia interessante. Aspettiamo ...
  3. joe 65

    Matrimonio Di Kit Willer

    Ma che ??Un pesce d'aprile?
  4. joe 65

    [22/23] La Croce Tragica

    Basti pensare a John Moses Browning, (decimo!) figlio di un fabbricante d'armi mormone e geniale costruttore (se si può definire genio costruire strumenti di morte...) che assembl' un fucile tutto suo, realizzato e costruito a soli 10 anni. In seguito modificando un Winchester, introdusse il ciclo di riarmo automatico dell'otturatore alla fine dell'800, citando la famosa frase:''Se gli europei vogliono scannarsi, cerchiamo di creargli lo strumento adatto''Pochi decenni dopo insieme all'infelice scoperta di Nobel, il Vecchio (e Nuovo) Mondo non sarebbe stato più lo stesso. Un pensiero a quell'Immane conflitto che proprio in quest'anno ricorre il centenario. Fine OT
  5. joe 65

    [color Tex N.4] L'uomo Sbagliato E Altre Storie

    Non sono particolarmente un appassionato del colore però devo dire che quest'albo tra disegni e colorazione stessa è molto ben realizzato. Anche le storie pur brevi non mi hanno deluso. Bella anche la copertina da incorniciare. Mi piacerebbe vedere i disegnatori sulla serie regolare. Che dire? Speriamo continuino così.
  6. joe 65

    [637/640] El Supremo

    Molto bella la copertina, dinamica e ben colorata. Curatissimi i disegni di Dotti, tratto davvero piacevole che lascia ben sperare per il futuro. La storia: già dal numero di pagine ero speranzoso (ci son cresciuto con episodi ''lunghi''...) e dopo aver letto l'inizio della trama con i personaggi e l'ambientazione, la speranza è divenuta quasi certezza. Staremo a ved'...
  7. 'Mmazza che disegni e che inquadrature reg?... le chiacchiere stanno a zero. Non vedo l'ora che venga settembre :deserto
  8. joe 65

    [Color Tex n. 3] Lo Sciamano Bianco

    Letto e piaciuto. Grande Ticci come sempre, magari i volti un p? approssimati (o meglio '' frettolosi'': lo preferisco) ma che comunque comunica l'energia e il movimento come pochi. Il colore: a me piace il bianco e nero ma sinceramente non riesco a capire cosa lamentano in tanti, forse la colorazione notturna, che nella realtà poi è molto simile a quella rappresentata. E' anche vero che la colorazione appiattisce il disegno, ma credo che la resa su questo tipo di carta sia e resti così. SPOILERLa storia: ben orchestrata con passaggi giusti senza forzature o allentamenti, bello il flashback (si mi piacciono i racconti del passato: ora come ai tempi delle Medie sisi ) comunque necessario per spiegare (anche se narrato ad un bamboccio insulso) l'amicizia che esisteva tra vicini di casa/amici di giovent? ed il Nostro con lo sviluppo degli eventi che li ha fatti mettere in caccia. Simpatica la rivelazione di Edith riguardo i balli, pistole e cavalli con Tex e le sue considerazioni su Gunny Bill, ''educatore'' un p? particolare :shock: Tra le cose che non ho gradito metto la facilit? in cui sono stati catturati Tex e Tiger, come se fosse stato tutto programmato da copione senza tener conto delle inevitabili variabili. Doloroso (? il caso di dirlo) lo stillicidio della tortura con accessorio duello che ha impegnato uno spossatissimo Tex, costretto a lanciare il bowie (e vorrei ben vedere) in extremis (caso mai successo prima a mio ricordo; anzi contravvenendo ad una delle prime regole di questi scontri) - (Andr? a rileggermi per sicurezza il Regolamento Internazionale dei Combattimenti all'Arma Bianca )Altra cosa non gradita è stato quel testadicavolo presente per tutto l'albo sin dall'inizio che ha fatto da freno alla storia impedendo uno sviluppo diverso, costringendo i nostri a fargli da balia asciutta e avendone in cambio il servizio cainesco. Una terza freccia gliela avrei scagliata volentieri anch'io, ma mi hanno soddisfatto le due degli Snake :capoInguerra: P. S. il duello di Tex mi ha ricordato l'epilogo de ''Il Gladiatore'' con un giusto già ferito che riesce a vincere (diciamo)Un saluto.
  9. joe 65

    [629/630] L'inseguimento

    Noto che godi di ottima memoria per andare a riprendere un mio intervento dello scorso gennaio, ma pecchi di scarsa attenzione nel non essere andato a leggere il mio intervento conclusivo di quel post in cui affermavo che ti ho solo preso ad esempio di un modo di fare eccessive pulci alle storie e non ce l'avevo personalmente con te. Ad ogni buon conto, tu tiravi in ballo un mirino in una unica tavola di un'intera avventura, io stavolta cito in generale le armi che si vedono parecchie volte nella sola prima parte e spesso appaiono "piatte", almeno a me. Facile sarcasmo a parte, ognuno ovviamente ha le proprie opinioni.Giustappunto. Ora rileggi tu con calma i vari passaggi della discussione, rileggi pure quanto dettoti dall'attento Virgin. Per me finisce qui visto che siamo OT. Una buona giornata a te ed al tuo amico.
  10. joe 65

    [629/630] L'inseguimento

    POTREBBE CONTENERESPOILERLetta e devo dire che mi è piaciuta per quanto riguarda la trama, un p? meno per i disegni. Poi non ci vedo quel brodo allungato o filone sfruttato come qualcuno dichiara ma una storia ben architettata con intermezzi quali lupi, ponti, indiani e quant'altro ben inseriti nella trama stessa. Insomma una discreta storia che lascia sperare una qualche (piccola) sorpresa nella seconda parte, una storia che magari non lascer? il segno ma che ci permetter? di farci un commento sopra. Un'altra cosa sola, ma riferita a beneficio di Anatas:una volta hai puntualizzato una mia osservazione su un dettaglio di un winchester, ora parli anche tu di ''armi che appaiono troppo piccole e mancanti di tridimensionalit?'' (?)Magari nella prossima storia troveremo un '94 non ancora inventato a quei tempi o vedremo un bossolo a percussione anulare in primo piano, o perchè no, magari anche un giubbotto di foggia odierna indosso a qualche cowboy o magari un'ombra non proprio in linea col sole allo zenith...
  11. joe 65

    [627/628] Salt River

    Oib? :shock: Mi son perso qualche passaggio? doubt
  12. joe 65

    [623/624] Braccato!

    OK, la storia non sarà ricordata come un capolavoro ma a me è piaciuta, lineare e semplice, con magari qualche ''eccesso'' ma non poi così condannabile come fatto da qualcuno a come letto sopra. S P O I L E RLe ferite: Siamo abituati ad un Ranger d'acciaio, con una tempra fisica fuori dal comune ed ora si urla all'inconcepibile per il fatto che il Nostro non sia stato mandato almeno in coma da due proiettili (cavillando pure sul fatto che il secondo non sia stato rappresentato nella traiettoria residua nell'uscita (presunta) dalla spalla!) Voglio giocare anch'io al ''Piccolo Perito Balistico'': ... immagino la scena così: Piove già da un p?, l'aria umida rende la vecchia polvere nera (fortemente igroscopica) meno detonante e quindi meno propulsiva, di conseguenza il primo colpo dopo essersi appiattito contro il masso (all'epoca i proiettili blindati non esistevano per tutti i calibri e di conseguenza quelli in piombo nudo erano molto comuni) si frammenta investendo Tex con molte schegge di piombo e roccia provocando dolore acuto e vistoso sanguinamento da numerose ferite comunque superficiali. Con il secondo colpo ha avuto ancor più (diciamo così) fortuna: il proiettile animato da insufficiente velocit? per i motivi elencati sopra e per la distanza, impatta sul deltoide dx, penetra per pochi mm e viene respinto fuori, provocando una leggera emorragia circoscritta da una evidente tumefazione dei tessuti muscolari.(nel frattempo ho cambiato gioco: sono passato all' ''Allegro Chirurgo''...)Tornando seri, nessuno ricorda più ferite importanti riportate dal Nostro in momenti per niente adatti ad una continuazione di ''ostilit?'' verso avversari di tutto rilievo come Ruby (albo 99) o gli Hualpay(168) o decine di altri episodi che certamente conoscete. Ebbene su quelli nessuno esprime niente? Non ricordo di aver letto commenti negativi sulle storie delle prime centinaia. I fratelli Dekker: che cosa avrebbero dovuto fare 'sti due? Impegnare Tex per 50 pagine poi essere feriti, arrestati e portati via mentre gli giuravano vendetta per essere poi riproposti tra qualche decennio? Boh!Il ragazzo tontolone: a me è risultato subito simpatico e non mi auguravo proprio che finisse male come sembrava dovesse andare nella prima parte. Bello pure il rapporto con il sergente, padre adottivo di un figlio che non aveva mai avuto e complementari l'uno con l'altro. La dinamite: più che l'errore in questa storia viene evidenziato quello in altre. Mi spiego: le mirabolanti esplosioni con successivo annientamento dello squadrone di bandoleros, lanciati al galoppo ad opera di Tex e del suo preciso tiro su di un solo candelotto, sono praticamente impossibili. Una stecca di dinamite non compressa (foro riempito nella roccia, cofano autovettura ecc.) detona senza troppi danni a meno di non avercelo in mano. (la nitroglicerina componente della dinamite brucia senza deflagrare in piccole quantit?, come pure molti altri esplosivi; vedi la miccia di polvere dei forti minati)Nella nostra storia l'esplosivo era comunque tanto, tanto che avrebbe rischiato pure lo sceriffo a spararci sopra.
  13. joe 65

    MAXI TEX: Una Serie Da Chiudere ?

    Ho votato anch'io per la prima opzione e, credo, di essere d'accordo con Sam per quanto riguarda il resto. Ho letto tutti i volumi dalla prima uscita ed escluso qualcuno non proprio convincente non mi sembrano da condannare a priori come storie di serie B, indegne di figurare sull'inedito e relegate, come già detto, in uscite di riempimento. Altro discorso la storia del colore. Non vedo come una doppia uscita annuale possa supplire all'eventuale soppressione del ''balenottero'', forse in virt? del colore stesso o della novità come pubblicazione o ancora del ridotto numero di pagine (storie più facilmente realizzabili e magari meno impegnative per autori e lettori)Magari una bella colorata e voila; l'effetto è servito... Per me la situazione sta bene come sta (finch? che dura certo) ed il colore (sempre per me) non è che una ''simpatica variante'' del classico, senza strafare ovviamente.
  14. joe 65

    [maxitex 2012] La Legge Di Starker

    Quoto in tutto quanto detto da Cheyenne. Una storia che va al di l' di quanto letto nella recensione, buona trama ben sceneggiata. Peccato solo per i disegni non proprio eccelsi.
  15. joe 65

    Raccolta Frasi Famose

    ''C'è da vergognarsi di essere bianchi nel vedere come agisce la gente della nostra razza.''
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.