Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Garet

Cowboy
  • Contatore Interventi Texiani

    66
  • Iscritto

  • Ultima attività

Reputazione nella comunità

5 Neutra

Info su Garet

  • Rango
    Timido pubblicatore
  • Compleanno 02/06/1986

Informazioni sul profilo

  • Sesso
    Maschile

Visitatori recenti sul profilo

L'opzione per mostrare i visitatori recenti del profilo attualmente è disabilitata.

  1. Garet

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Mi accodo ai complimenti già fatti su questo bellissimo primo albo introduttivo, la lettura mi ha lasciato pienamente soddisfatto. Mi è piaciuta la reazione di Tex e Carson alla vista di un mondo a loro così estraneo come New York, mi è piaciuta al punto che mi ci sono immedesimato: per gente così abituata a vivere alla maniera indiana... la vista di quell'inferno grigio di grattacieli, strade e fumo dev'essere un vero incubo. Divertente il cambio di opinione di Carson quando prende gusto alle comodità dell'albergo di lusso, un grazie anche per avermi fatto vedere quel Kit Carson che ho visto in "missione a Boston": piedi scalzi, vestaglia da camera e sigaro; avrei solo voluto una vignetta che lo mostrasse interamente così. Ho esprimere una perplessità sul prologo, ma è una sottigliezza su cui si può passare sopra: nella storia "El supremo" è stato detto che l'isola della nebbia dista a più di trenta miglia dalla costa; non mi pare che tutte queste miglia di oceano siano percorribili da una barchetta come quella che hanno usato quei due disgraziati. Un piccolo pronostico: secondo me Muggs chiuderà la sua carriera per mano di Pat, colosso contro colosso!
  2. Garet

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Ciò che tu dici, a mio parere, può verificarsi quando ci si trova di fronte a storie "costrette" in due albi... ma stavolta io direi che ciascuno ha spazio sufficiente per dire la sua senza esser sminuito dall'altro!
  3. Garet

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Contentissimo di avere un' altra storia-kolossal da quattro albi come "El supremo", spero che sia altrettanto avvincente. Ancora più contento del fatto che il disegnatore è Dotti, che si è dedicato alla storia appena citata. E infine... felicissimo per la partecipazione di Pat l' irlandese. Nutro grandi aspettative!
  4. Garet

    [693-694] Il ritorno di Proteus

    Un primo albo perlopiù "parlato" mirato a creare il campo per l'azione che si è svolta nel secondo. E direi che le aspettative create non sono state affatto deluse, almeno per me! Una storia con un colpo di scena dopo l'altro, condita dalla giusta dose di dubbi (dubbi su chi fosse proteus) durante la vicenda. Un cattivo ulteriormente incattivito dall'odio causato dalle passate sconfitte per mano di Tex privo di qualsivoglia moralità e sentimento; se prima sembrava che tenesse almeno un pò al suo vecchio mentore... poi ha provveduto a toglierci ogni dubbio! Una domanda: quante sono, con questa, le copertine in cui Tex non appare? Se non sbaglio l'ultima è stata con l'albo "Una trappola per Carson" tanti anni fa...
  5. Garet

    [693-694] Il ritorno di Proteus

    Credo che il fatto che abbia qualcosa di disturbante sia un effetto un pò voluto, visto il tipo di avversario con cui Tex avrà a che fare; Io la trovo anche intrigante sopratutto perchè Proteus si sta truccando per assumere le sembianze di Tex.
  6. Garet

    [Texone N.33] I Rangers Di Finnegan

    Secondo me non sono parole abbastanza immediate per la situazione. Considerando che si sono appena pestati forse ci starebbe bene "sputar fiato".
  7. Garet

    [Texone N.33] I Rangers Di Finnegan

    Queste anteprime mi lasciano di stucco! Com'è possibile che Kit si ribelli in questo modo? Voglio dire... conosciamo il suo carattere abbastanza per dire che, in condizioni normali, non si metterebbe mai contro Carson; qui invece arriva addirittura quasi (non voglio credere che lo faccia davvero) a tirar fuori la colt con la tipica espressione degli indianelli arroganti che Tex ha poi sempre messo in riga a suon di cazzotti! Insomma: le volte che abbiamo visto Kit Willer da nemico è stato sempre quando non era in sè (vedi "la gola della morte" e "L' uomo senza passato"), mentre qui è perfettamente cosciente e in sè! Sono davvero curioso!
  8. Garet

    [682/683] Il ritorno di Lupe

    Completamente d'accordo. La bellezza di Lupe nell'anteprima non trovo parole per descriverla! Tuttavia, pur piacendomi molto i disegni di Piccinelli, trovo che un pò troppo spesso disegni agli uomini dei nasi un pò troppo grossi, me li ricordo in storie come "Vendetta per Montales", "I trappers di Yellowstone", "La stirpe dell'abisso". Almeno questa è una mia impressione
  9. Garet

    Passato o no?

    Il mio parere è lo stesso che hanno espresso molti altri: le storie riguardanti il passato di Tex secondo me devono esserci perchè aggiungono quel tocco di rude poesia al personaggio, tuttavia storie del genere devono essere centellinate come un buon vino perchè sono qualcosa di speciale... e se si cominciasse a proporle troppo spesso smetterebbero di essere speciali. Insomma... anche un buon vino finisce con il perdere il suo speciale sapore (al tuo palato) se poi cominci a scolartene una bottiglia al giorno. Ciò che rende speciali le storie del passato di Tex è anche il fatto di essere una rarità, ecco perchè quando viene annunciata una storia del genere noi lettori esclamiamo "Fantastico! Una storia sul passato di Tex!" e non "Ah, un'altra storia del passato di Tex..." Se si comincia a inflazionarle perderanno la loro specialità, quindi io dico: Attenzione!
  10. Garet

    [682/683] Il ritorno di Lupe

    Mi sbaglierò... ma ho l'impressione che Carson non ci sarà in questa storia, in ogni caso io me lo figuro con aria complice che dice "uhm uhm" oppure con aria comprensiva che dice "sei perso tra i dolci ricordi satanasso?" Comunque piccolo OT: ho recuperato entrambi i mazzi delle carte di Tex (molto belle secondo me), le abbiamo inaugurate in famiglia e nelle prime due partite a "scala 40" al momento di mettere la carta nel mezzo del tavolo è uscito due volte di seguito l'asso di picche! Fortuna che non siamo superstiziosi ma solo scaramantici
  11. Garet

    [682/683] Il ritorno di Lupe

    Inoltre mi piace come Borden nella storia abbia voluto mostrare "la storia che si ripete" con le nuove generazioni. Mi spiego: nella vignetta di anteprima postata da Ymalpas (che è un flashback visto che Tex ha i guanti) Tex trova Lupe svenuta; in quella succesivamente postata da natural killer abbiamo una situazione molto simile con i figli dei rispettivi personaggi.
  12. Garet

    [682/683] Il ritorno di Lupe

    Ecco una storia che si farà desiderare! Bellissima copertina e molto intriganti le vignette di anteprima. Chissà se vedremo un Tex meno duro e più protettivo; se c'è una donna che può fare questo miracolo, Lilith a parte, quella è proprio Lupe. E sono contento di rivedere Nehdi, l'amico di Kit Willer apparso per la prima volta in "Morte nella nebbia". Adesso speriamo che non muoia
  13. Garet

    [680/681] La pista dei Forrester

    Ho letto l'albo di giugno e al momento, per non fare spoiler, mi limito a dire che la trama è molto meno classica di quello che si poteva pensare all'inizio. E che mi piace la gestione della coppia Tex/Kit da parte di Ruju, anche se i rapporti padre/figlio mi sembrano leggermente più freddi rispetto a quelli che ho visto nelle storie di Boselli. Probabilmente quest'ultima è una mia impressione...
  14. Garet

    Uno sguardo verso il futuro: la fascia 700 di Tex

    Come figura di generale Phil Davis mi è sempre piaciuto. E' poi vero che, dato il suo grado, può essere inserito in pochi contesti. Io ce lo vedrei in una storia in cui guida di persona un falso assalto contro una ribellione guidata magari dal generale Carrozo (quello di "attaco alla diligenza", si non mi odiate ) e chiede a Tex e Carson di fargli da infiltrati e recuperare qualcosa (o qualcuno). Magari giunti in un certo punto si incontreranno con Montales che in qualche modo li appoggerà.
  15. Garet

    Uno sguardo verso il futuro: la fascia 700 di Tex

    La mia è, ripeto, solo un'ipotesi. L'ho formulata anche escludendo certe scelte che potrebbero rivelarsi banali, il fatto di essere gravemente (molto gravemente) ferito ed essersi ripreso dopo essere, per esempio, caduto nel fiume ed essere stato trascinato dalla corrente fino ad un certo punto e poi essere stato raccolto e curato da ignoti viandanti o una tribù indiana da lui poi magari soggiogata mi sa un pò troppo di "già visto". Per quanto riguarda il sosia: tu dici "perchè la Tigre dovrebbe averlo avuto a disposizione?" e io ti rispondo "perchè no?". Magari proprio perchè è in antitesi col personaggio la sua mente contorta potrebbe avere escogitato questa via di fuga pensando "nessuno se lo aspetterà mai!". Certo, non dico neppure che questa faccenda del sosia sia originalissima come trovata... Comunque... staremo a vedere! Anch'io confido in Boselli.
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.