• Avvisi

    • TexFanatico

      ! Perdita Dati !   23/09/2017

      I motivi dell'assenza sono elencati nella seguente discussione:   In breve:   Sono stati persi tutti i dati da inizio agosto ad oggi Chi si fosse registrato in quel frangente dovrà rifarlo   Scusandomi per il disagio, vi ringrazio per la comprensione, pazienza e, spero, indulgenza.

Garet

Cowboy
  • Contatore Interventi Texiani

    59
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    4

Garet ha ottenuto l'ultima riconoscenza il 20 Luglio

Garet ha pubblicato il contenuto maggiormente apprezzato!

Info su Garet

  • Rango
    Timido pubblicatore
  • Compleanno 02/06/1986

Informazioni sul profilo

  • Sesso
    Maschile
  1. [682/683] Il ritorno di Lupe

    Completamente d'accordo. La bellezza di Lupe nell'anteprima non trovo parole per descriverla! Tuttavia, pur piacendomi molto i disegni di Piccinelli, trovo che un pò troppo spesso disegni agli uomini dei nasi un pò troppo grossi, me li ricordo in storie come "Vendetta per Montales", "I trappers di Yellowstone", "La stirpe dell'abisso". Almeno questa è una mia impressione
  2. Passato o no?

    Il mio parere è lo stesso che hanno espresso molti altri: le storie riguardanti il passato di Tex secondo me devono esserci perchè aggiungono quel tocco di rude poesia al personaggio, tuttavia storie del genere devono essere centellinate come un buon vino perchè sono qualcosa di speciale... e se si cominciasse a proporle troppo spesso smetterebbero di essere speciali. Insomma... anche un buon vino finisce con il perdere il suo speciale sapore (al tuo palato) se poi cominci a scolartene una bottiglia al giorno. Ciò che rende speciali le storie del passato di Tex è anche il fatto di essere una rarità, ecco perchè quando viene annunciata una storia del genere noi lettori esclamiamo "Fantastico! Una storia sul passato di Tex!" e non "Ah, un'altra storia del passato di Tex..." Se si comincia a inflazionarle perderanno la loro specialità, quindi io dico: Attenzione!
  3. [682/683] Il ritorno di Lupe

    Mi sbaglierò... ma ho l'impressione che Carson non ci sarà in questa storia, in ogni caso io me lo figuro con aria complice che dice "uhm uhm" oppure con aria comprensiva che dice "sei perso tra i dolci ricordi satanasso?" Comunque piccolo OT: ho recuperato entrambi i mazzi delle carte di Tex (molto belle secondo me), le abbiamo inaugurate in famiglia e nelle prime due partite a "scala 40" al momento di mettere la carta nel mezzo del tavolo è uscito due volte di seguito l'asso di picche! Fortuna che non siamo superstiziosi ma solo scaramantici
  4. [682/683] Il ritorno di Lupe

    Inoltre mi piace come Borden nella storia abbia voluto mostrare "la storia che si ripete" con le nuove generazioni. Mi spiego: nella vignetta di anteprima postata da Ymalpas (che è un flashback visto che Tex ha i guanti) Tex trova Lupe svenuta; in quella succesivamente postata da natural killer abbiamo una situazione molto simile con i figli dei rispettivi personaggi.
  5. [682/683] Il ritorno di Lupe

    Ecco una storia che si farà desiderare! Bellissima copertina e molto intriganti le vignette di anteprima. Chissà se vedremo un Tex meno duro e più protettivo; se c'è una donna che può fare questo miracolo, Lilith a parte, quella è proprio Lupe. E sono contento di rivedere Nehdi, l'amico di Kit Willer apparso per la prima volta in "Morte nella nebbia". Adesso speriamo che non muoia
  6. [680/681] La pista dei Forrester

    Ho letto l'albo di giugno e al momento, per non fare spoiler, mi limito a dire che la trama è molto meno classica di quello che si poteva pensare all'inizio. E che mi piace la gestione della coppia Tex/Kit da parte di Ruju, anche se i rapporti padre/figlio mi sembrano leggermente più freddi rispetto a quelli che ho visto nelle storie di Boselli. Probabilmente quest'ultima è una mia impressione...
  7. Uno sguardo verso il futuro: la fascia 700 di Tex

    Come figura di generale Phil Davis mi è sempre piaciuto. E' poi vero che, dato il suo grado, può essere inserito in pochi contesti. Io ce lo vedrei in una storia in cui guida di persona un falso assalto contro una ribellione guidata magari dal generale Carrozo (quello di "attaco alla diligenza", si non mi odiate ) e chiede a Tex e Carson di fargli da infiltrati e recuperare qualcosa (o qualcuno). Magari giunti in un certo punto si incontreranno con Montales che in qualche modo li appoggerà.
  8. Uno sguardo verso il futuro: la fascia 700 di Tex

    La mia è, ripeto, solo un'ipotesi. L'ho formulata anche escludendo certe scelte che potrebbero rivelarsi banali, il fatto di essere gravemente (molto gravemente) ferito ed essersi ripreso dopo essere, per esempio, caduto nel fiume ed essere stato trascinato dalla corrente fino ad un certo punto e poi essere stato raccolto e curato da ignoti viandanti o una tribù indiana da lui poi magari soggiogata mi sa un pò troppo di "già visto". Per quanto riguarda il sosia: tu dici "perchè la Tigre dovrebbe averlo avuto a disposizione?" e io ti rispondo "perchè no?". Magari proprio perchè è in antitesi col personaggio la sua mente contorta potrebbe avere escogitato questa via di fuga pensando "nessuno se lo aspetterà mai!". Certo, non dico neppure che questa faccenda del sosia sia originalissima come trovata... Comunque... staremo a vedere! Anch'io confido in Boselli.
  9. Uno sguardo verso il futuro: la fascia 700 di Tex

    Il fatto è che alla fine della storia "i sette assassini" non abbiamo effettivamente visto il corpo di Jack Thunder, quello di Sumankan invece si... lo abbiamo visto eccome: schiantato su una roccia, dopo una caduta di metri e metri, con un proiettile di Tom Devlin in corpo. Comunque per il ritorno della Tigre Nera anch'io sono molto curioso di vedere cosa tirera fuori dal cappello Boselli, tanto curioso che ho fatto una mia personalissima teoria su come possa essere ancora vivo: POSSIBILE S P O I L E R Io credo che il principe dell'ultima storia della Tigre Nera fosse effettivamente lui... ma abbia ceduto il posto a un sosia durante la sua fuga. Mi spiego bene: Il principe ingaggia il duello con Tex a colpi di spada, il principe perde e si da alla fuga. Tex lo raggiunge, il principe gli spara un colpo con la pistola appena trovata e chiude dietro di sè la porta/parete, in quel momento il principe si nasconde dietro un'altra porta/parete o passaggio cedendo il posto a un suo sosia (ovviamente fedelissimo al punto di morire per lui) e gli ordina di portare Tex il più lontano possibile per sviare ogni sospetto del ranger. Questa è la mia teoria, teoria che potrebbe dar nuovamente prova della furbizia e scaltrezza di Sumankan e potrebbe perfino servire a giustificare l'ultima (secondo me) inaccettabile sequenza della storia in cui il principe fugge nonostante sia armato di pistola e Tex solo di una spada. A voi i commenti, non mi offendo se mi dite che sono una schiappa
  10. [678/679] Jethro!

    Lo stile con cui Boselli sta scrivendo Tex sta piacendo molto anche a me... ma non posso fare a meno di notare che c'è qualcosa che manca: Tex mi sembra sempre più Tex e meno Aquila della notte; intendo dire che mi mancano molto le atmosfere delle storie ambientate tra i suoi navajos come "Pueblo bonito". Quando leggo storie come quelle e vedo Tex vestito alla maniera indiana (ovviamente anche il suo vestito conta) io sento che Tex è Aquila della notte. So che sono una mezza frana con le spiegazioni ma spero di essermi fatto capire
  11. [680/681] La pista dei Forrester

    Una trama dal sapore classico... probabilmente non si griderà al capolavoro ma comunque fa ben sperare in una lettura piacevole e coinvolgente! Inoltre era da un pò che non vedevo una storia con protagonista esclusivamente alla coppia Tex/figlio, mi sembra anche la prima volta che Ruju la usi. (perdonate la mia ignoranza se non è così)
  12. [678/679] Jethro!

    Sinceramente le già citate slacciatine di Nizzi neanch'io le ho mai digerite bene, tra tutte quella della storia "Ritorno a Culver city" in cui Tex non solo si fa disarmare (e in quel caso magari ha dovuto arrendersi visto che il figlio era ferito), ma dice "un momento! Lasciatemi spiegare!". In quella scena mi sembra di vedere non Tex, ma piuttosto uno di quei pivelli con le lentiggini. Per cui io dico "lunga vita" alle reazioni come quelle a pag. 13 di questo albo!
  13. [678/679] Jethro!

    Giacchè nella discussione è saltato fuori Dinamite avrei una domanda: apparirà nelle scene di questa storia ambientate nel passato? Perchè nelle storie in cui appare non so se esserne contento o meno! Questo per il semplice fatto che, secondo me, la presenza di Dinamite strozza un pò la fantasia dello sceneggiatore e lo costringe a mantenersi su certi binari; perchè Dinamite è come Tex: non può essere ucciso! Facciamo un esempio: se Tex è inseguito da un gruppo di banditi sappiamo già che essi non riusciranno a colpire nè lui nè il cavallo e Tex riuscirà a sfuggirgli o perlomeno ad attestarsi a difesa tra le rocce con il cavallo in perfetta salute; oppure se Tex farà una sortita a cavallo tra i nemici sappiamo che gli riuscirà, o che almeno (in caso di fallimento) riuscirà a ritirarsi incolume.
  14. [676-677] Il ragazzo rapito

    L'originale di Villa è davvero un'opera d'arte, non capisco perchè distruggerla così solo per dare risalto alla camicia di Tex... oltretutto mettendo a confronto le due versioni io ho questa impressione: nell'originale Tex fa realmente parte del tutto, è parte dell'ambiente; in quella ritoccata Tex è una cosa a sè, tanto che sembra che gli abbiano messo uno sfondo finto dietro e poi lo abbiano fotografato! Insomma... secondo me hanno sbagliato di brutto! Perchè dare questo risalto esagerato a tutti i costi alla camicia di Tex? Per renderlo un bersaglio migliore a chi vuole ucciderlo?
  15. [673/675] Il segno di Yama

    Quando vedo storie di questo calibro neanche mi curo di eventuali incongruenze notate da altri! Una volta aperto l'albo mi sono sentito letteralmente tirato dentro, un pò come Yama viene tirato dentro lo specchio... e ne sono uscito solo una volta finito! Per quanto riguarda la storia non saprei davvero che complienti fare che non siano già stati fatti da altri, sia per quanto riguarda la storia che i disegni; devo anche dire che le vignette in movimento di Civitelli non mi hanno mai convinto molto ritenendolo un disegnatore troppo "statico"... ma in questa prova per me supera anche tale difetto!