Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum

Leo

Collaboratori
  • Contatore Interventi Texiani

    1262
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    1

Leo ha ottenuto l'ultima riconoscenza il 20 Maggio

Leo ha pubblicato il contenuto maggiormente apprezzato!

Reputazione nella comunità

51 Eccellente

1 seguace

Info su Leo

  • Rango
    Utente emerito del TWF
  • Compleanno 01/05/1978

Visitatori recenti sul profilo

L'opzione per mostrare i visitatori recenti del profilo attualmente è disabilitata.

  1. Leo

    [691/692] Cuore Apache

    Quoto quasi tutto, sulla storia. Non concordo con quel tuo amico sui comprimari: i comprimari del primo Boselli, ad esempio, erano eccellenti ed erano incastonati in grandi storie. Erano credibili, avevano motivazioni concrete, verosimili, si muovevano come uomini e non marionette. Glenn Corbett, il sublime Shane, Ray Clemmons, ma anche il più recente Jethro. Se poi mi propini quest'avvocato che, sporcatasi la faccia, diventa il peggiore degli apache, il problema non è il comprimario, ma la concezione della storia in sé!
  2. Leo

    [691/692] Cuore Apache

    Ma infatti la sceneggiatura in sé è buona e si vede l'impegno per portare a termine un buon lavoro. Ma importanti sono anche le motivazioni che sottendono a determinati gesti. Se questi ultimi sono immotivati, o perlomeno non adeguatamente motivati, o se addirittura sono folli e insensati, è lo stesso presupposto della storia a risultarne fallato. E ciò ai miei occhi compromette la storia per intero, che sta in piedi solo a patto di ingoiare una forzatura rilevante. "Non abbiamo altra scelta", dice Johnny. Non c'altra scelta che quella di mettersi a razziare ranch e a scatenare una rivolta indiana: assurdo è che un'opzione simile venga contemplata (peraltro dopo ore di meditazione...) da uno che ha studiato a West Point, o che è cresciuto a Washington. Non c'è altra scelta??? Ma perché? L'unica reale motivazione della scelta è quella di fare andare avanti la storia.
  3. Leo

    [691/692] Cuore Apache

    Quoto tutto, con amarezza. Altro passo falso di un settantennale finora deludente: un ragazzo istruito a West Point che, di fronte alla proposta senza senso (perché questa è, non prendiamoci in giro) di Mathalay (cominciare in tre una rivolta contro i bianchi) ci pensa, ci ripensa, ci ripensa ancora, poi si alza, si sporca la faccia, ed eccolo ubbidire al richiamo del sangue apache! Dopo anni di studi! Dopo essere cresciuto a Washington! Abbiamo altra scelta, gli chiede il suo compagno di follia? "no. Non l'abbiamo", risponde Johnny. Ma non l'abbiamo perché? Per quale ragione Johnny non ha altra scelta che quella di iniziare una missione suicida con altri due pazzi come lui? Ma gli altri due almeno sono teste calde, cresciute in un villaggio apache; lui invece è un ex accademico del più prestigioso istituto di formazione militare d'America, cavolo! Soldi buttati e braccia rubate all'agricoltura. Ribadisco che le forzature e le incongruenze mi tolgono ogni possibilità di entrare in empatia col personaggio. Mi dispiace
  4. Leo

    [Texone N.33] I Rangers Di Finnegan

    L anteprima è magnifica, anche se ho qualche riserva sul volto di Carson. Queste anticipazioni però fanno desiderare che arrivi subito il 20 giugno, e manca invece più di un mese e mezzo. Così ci accorciamo la vita, nu se po' campa'. Fatele più brutte, 'ste anteprime
  5. Leo

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    Forse di Letizia può infastidire l'insistenza, ma d'altronde è così spudorata nel promuovere i suoi scritti che a me non riesce proprio a risultarmi antipatica o fastidiosa. Prima o poi li leggerò. Ma concordo con pecos che forse questo è proprio il topic giusto per riportarli e per invogliare alla lettura potenziali fruitori. Forse hai ragione, è stato un escamotage elegante per non mandarmi a quel paese.
  6. Leo

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    E' mio, ma evidentemente il mio giochino non era troppo chiaro. Io non volevo proporre un soggetto alla Ken Parker, volevo proporre il famoso team up CON Ken Parker, che dopo l'omicidio durante lo sciopero poteva giustappunto essere ricercato dai due nostri mastini su ingaggio della Pinkerton. Risolveremmo anche il problema della morte di Ken, visto che l'avventura si porrebbe nel periodo della sua latitanza (1879-80 appunto...) Spero non ti incavoli per questa mia insistenza, ma il mio è un sogno che, per quanto impossibile, non smetterò mai di coltivare...
  7. Leo

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    Avevi già premesso che era un soggetto classico e Nizziano. Lo trovo intrigante, d'altronde l'originalità su tex è forse impossibile a livello di soggetto (cosa diversa probabilmente per le sceneggiature).
  8. Leo

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    Non la perdo no, amico pecos! spero che borden mi risponda, se non si è incacchiato
  9. Leo

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    Ma tex e Carson i dubbi se li faranno passare presto... Finché non capiranno con chi hanno a che fare... Che te ne pare, Mauro?
  10. Leo

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    Chi deve capire ha capito, Wasted
  11. Leo

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    L'idea di Ymalpas è divertente e i consigli di Borden, almeno per me, ben accetti. Io ho la creatività di un pezzo di legno, e quindi non sarei tagliato per questo gioco, ma mi ci provo lo stesso (col rischio di far incacchiare il nostro curatore ) Durante uno sciopero a Boston, nel 1879, un operaio, per difendere un ragazzo, uccide un poliziotto. Si scatena una serrata caccia all'uomo, non solo per via dell'omicidio, ma anche perché l'omicida non è un vero operaio, bensì un infiltrato che avrebbe dovuto denunciare gli operai e fermare lo sciopero, non unirsi a loro! L'uomo riesce a nascondersi, poi a fuggire nell'Ovest, da dove peraltro proviene. La Pinkerton gli scatena contro i migliori segugi, ma non c'è nulla da fare, il falso operaio biondo sembra inarrestabile. Allora l'Agenzia si rivolge a Tex e Carson, che cominciano la loro ricerca. Ma, quando di fronte si troveranno il "pericoloso fuorilegge" che gli avevano descritto, cominceranno i dubbi e i pensieri... (4 righe e mezzo) OK, OK, sono un testardo, ma io ci provo, come quegli innamorati che non si danno per vinti. E' una battaglia personale che perderò, ma che non mi stancherò di combattere...
  12. Leo

    [Maxi Tex N.22] La grande corsa

    Bell'albo, ma il finale? S P O I L E R un killer che non si accontenta di vendicare l'omicidio della moglie uccidendo il suo assassino, ma andando a cercare anche parenti e affini fino al ventesimo grado. Chi se ne frega se la storia sta in piedi oppure no, l'elemento thriller deve entrarci per forza, sennò la trama è spenta...le motivazioni del killer per tutti questi omicidi sembrano quelle dell'antagonista della storia Il ragazzo rapito, e ho detto tutto... E poco importa che parenti e affini da ammazzare siano tutti concentrati tra le persone che abbiano a che fare con la corsa, dagli sgherri del boss fino al povero taverniere: sembra che tutti questi poveri animali da macello, sfortunati parenti o comunque complici tra di loro, si siano dati appuntamento tutti là, lungo la pista, per dare agio al killer di sgozzarli tutti insieme, allegramente...altra scelta a tutela della verosimiglianza, non c'è che dire. Ma perdiana, confondiamo ancor di più le acque: facciamo in modo che Calvin sembri il killer: a pagina 256 gli facciamo prendere il coltello, e gli facciamo dire ad Alma che potrebbe arrivare un killer da un momento all'altro. Poi, quando tutti avranno pensato che il killer sia effettivamente lui, cambiamo le carte in tavola, diciamo che abbiamo scherzato, il povero Calvin è un agnellino innocente...e la scena di pag.256? E lui che prende il coltello, perché lo fa? Boh. E questa sarebbe una buona storia? Bell'albo ho detto all'inizio, ed è vero, perché leggere Ruju è sempre un piacere. Ma la trama, signori, la trama, a me sembra che faccia acqua da tutte le parti. Mi sbaglio?
  13. Leo

    [690] Le schiave del Messico

    Storia che è una boccata d'aria fresca, bei personaggi, bei dialoghi, gran bei disegni. Il tratto di Prisco è forse ciò che ho apprezzato di più, così simil-ticciano (ma in qualche caso richiama anche Fusco) e così bravo nelle vignette "panoramiche". Ruju ci mette il consueto mestiere, non solo quello generale di scrittore, ma quello specifico di scrittore di Tex, quale lui ha indubbiamente dimostrato di essere. Speriamo che i recenti infortuni non si ripropongano più. Qui ho ritrovato il fresco Ruju texiano che conoscevo.
  14. Leo

    La serie regolare è alla canna del gas?

    Ovvio che siano fatti vostri. Ma noi, lo sai, come lettori affezionati, come zoccolo duro, ci sentiamo sempre molto coinvolti, è inevitabile. Buon lavoro Mauro. A te, a Pasquale, al redivivo Claudio, e a tutti coloro che si cimenteranno col nostro ranger. Confidiamo in voi
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.