• Avvisi

    • TexFanatico

      Servizio anti-spam rigido   22/06/2016

      Buongiorno a tutti.
      Siete nuovi, volete iscrivervi ma non vi arriva il mail?
      Contattatemi direttamente mediante il modulo.
      Gmail ultimamente vien sempre più filtrato come indirizzo spam.
      Resto a disposizione
    • TexFanatico

      Auguri forum!   18/01/2017

      Il forum è con voi, e grazie a voi, dal 2006.   Abbiamo dunque superato, un po' in sordina per scaramanzia, il 10° anno e ci addentriamo nell'11°.   È un traguardo inimmaginabile nel mondo del web, e per questo diciamo grazie a voi e tanti auguri forum!
    • TexFanatico

      Il 16° numero del TWF MAGAZINE è online!   20/07/2017

      Al seguente link potrete trovare e scaricare il documento: http://texwiller.ch/index.php?/files/file/19-tex-willer-magazine-n°16/   Auguriamo una buona lettura e, se poi vorrete commentarlo, potrete farlo qui: http://texwiller.ch/index.php?/topic/4622-tex-willer-magazine-n°16/       Rammentiamo che gli "arretrati" sono scaricabili dalla sezione download: http://texwiller.ch/index.php?/files/  

due

Ranchero
  • Contatore Interventi Texiani

    2022
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    2

due ha ottenuto l'ultima riconoscenza il 12 Marzo 2016

due ha pubblicato il contenuto maggiormente apprezzato!

1 seguace

Info su due

  • Rango
    definito "romanziere"

Modalità di contatto

  • URL sito personale
    www.matteocamenzind.com

Informazioni sul profilo

  • Sesso
    Maschile
  • Nome reale
    Matteo Camenzind
  1. Una buona storia, che starebbe in piedi tranquillamente anche con altri due personaggi principali. A me è piaciuta, forse non la migliore storia dell'ultimo lustro, ma comunque un episodio valido. A chi parla di visto e rivisto, ricordo che del personaggio di Tex non c'è nulla di originale, e solo alcune storie possono essere classificate nel mai visto (a dire il vero, mi viene in mente "Il passato di Carson", che poi non è nemmeno originalissimo se non fosse che è un soggetto mai visto sulla serie). Cari lettori intransigenti, i topoi della letteratura sono venti un tutto, secondo alcuni ricercatori addirittura soltanto sette... Questo per dire che se tutte le volte che leggiamo una storia dobbiamo valutarla considerando che non c'è nulla di nuovo partiamo con un preconcetto perdente in partenza. Per uscire dal mondo dei fumetti, sarebbe come pretendere che chiunque voglia fare musica nuova si inventi nuove note, dato che limitarsi ai dodici semitoni conosciuti equivarrebbe riproporre qualcosa di già conosciuto. Questa storia, a me me piasce.
  2. Apperò... grazie mille della notizia, pard. Dopo quattro anni e mezzo scopro che manco erano i quattro pards, ma statuette riciclate... Peccato!
  3. Invece io penso che non sarebbe molto apprezzato, purtroppo... A me piace molto (? stato uno degli autori con cui ho conosciuto Nick Raider), ma purtroppo non penso sia un tratto molto appetibile, per i lettori di texoni. In questo sito puoi vedere alcune sue tavole, e questa è una sua tavola di Magico Vento. Sai com'?, è una vita che non uso il computer...
  4. Solo per completezza, l'autore si chiama Siniscalchi, Sandro.
  5. Pard06, leggi bene il regolamento della sezione. O hai tante immagini di Milano?
  6. Ragazzi, leggete bene le istruzione della sezione, prima di aprire un nuovo topic!
  7. Questo è un difetto di cui ho già sentito parlare... ma che io, sinceramente, non ho mai rilevato, forse perchè le tavole di Capitanio mi piacciono così tanto che i difetti non riesco a vederli Eheh! Io, invece, essendo abituato a tenere in mano la matita, noto al volo. Peccato per me, perchè gli ambienti sono fantastici, ed anche i corpi.
  8. Non sono assolutamente d'accordo, amigo Capitanio è rimasto, per quanto riguarda i volti di Tex e Carson, abbastanza consequenziale... nel senso che i suoi Tex e Carson non hanno subito variazioni, tra questo Texone e "Matador". Se poi a te non piacciono, va benissimo, perchè ognuno giustamente ha i suoi gusti;ma se non ti piacciono questi Tex e Carson, non dovrebbero piacerti nemmeno quelli di "Matador".. A me i suoi due pards piacciono moltissimo anche qui:mi sembrano duri e grintosi al punto giusto, e questo Carson un p? più giovane secondo me è riuscitissimo:vedilo arrabbiato a pag.37, secondo me è spettacolare;o vedi le ultime due vignette di pag.22:l', secondo me, i due pards hanno delle espressioni splendide. Cosè come il Tex un p? barbuto dell'ultima vignetta di pag.200. Non sè se Capitanio abbia lavorato di fretta(io sapevo che era molto lento), ma comunque la sua scelta di disegnare direttamente a china è secondo me solo una prova del suo evidente virtuosismo, non della sua fretta;virtuosismo secondo me visibilissimo:le pagine da 32 a 35, pag.208. E poi tutte le sue vignette sono secondo me realizzate in maniera meticolosissima:a me non sembrano nemmeno disegni, ma vere e proprie incisioni a stampa. Forse ho sbagliato a non precisare: i volti sono evidentemente sproporzionati. In Matador no.
  9. Concordo anche sulle virgole!'Il Soldato Comanche' l'ho riletto ieri ed è una meraviglia ( tra l'altro ho notato una vaga somiglianza con Magnus ) ... davvero non capisco le critiche... Leggo solo ora questi messaggi... Beh, ragazzi, diciamocelo, il texone di Capitanio è veramente schifoso. Voglio che il termine sia letto nel senso letterale, ossia "da schivare, evitare", perchè il maestro ha evidentemente lavorato di fretta, e probabilmente sotto pressione. Una tecnica di Capitanio era, perlomeno per gli schizzi, quella di disegnare direttamente a china, ed ho come l'impressione che quasi tutte le 240 pagine siano state fatte così. Nulla da togliere al maestro, ma quell'albo, almeno per quanto riguarda i volti, è la sua pecora nera.
  10. Beh almeno abbiamo trovato un bel punto in comune, anche tex è granitico con l' età e, flashback a parte, è sempre uguale a se stesso come età... Anche se a pensarci bene è una caratteristica di quasi tutti i personaggi di fumetti.. Diciamo che dovrebbe preoccuparci il contrario :generaleS: Hai ragione, però non consideri il fatto che Tex vive in un preciso periodo (va bene, più o meno preciso), mentre Dylan vive nel presente, che cambia anno per anno. Giusto per dirti i paradossi cui porta questa scelta, in un numero dei primi del '90, l'indagatore si vede arrivare una cliente dal futuro, e così vediamo poi anche lui nel 2015 (o già di l'), brizzolato ed invecchiato, mentre chiaramente questa situazione sarà anacronistica, fra pochissimi anni, quando la testata raggiunger? quell'anno ed il protagonista dimostrer? sempre 33 anni... Tu, Zuzzu, hai toccato un tasto molto caldo: è vero, Dylan ha anche una buona fetta di pubblico femminile, sicuramente più consistente di quella di Tex.
  11. Leggendo l'ultimo messaggio di Pippo nella galleria di Bruno Brindisi (vedi) ho dovuto pensare al rapporto che c'è tra i due personaggi, visti gli autori che hanno lavorato su entrambi (al volo mi vengono Villa, Brindisi, Venturi, Cossu per i disegnatori, Manfredi e Faraci per gli sceneggiatori). Beh, una prima constatazione è questa: Tex è il classico duro che vive solo per vincere, quasi un insensibile, mentre Dylan è una specie di anti-eroe, pieno di fobie e preoccupazioni, molto sensibile, quasi troppo, anche un perdente. Poi ho subito pensato ai comprimari. Per chi non conoscesse l'indagatore dell'incubo, il suo assistente è un pazzoide costruito sulle fattezze del mito Groucho Marx, dotato di una comicit? incredibile (oppure definibile psicopatica): non c'è numero in cui non racconti barzellette, più o meno sensate. Paradossalmente, queste annoiano il più delle volte i personaggi, ma divertono il lettore. Fidato amico di Dylan è un ispettore di Scotland Yard, Bloch, cui sottost? tale Jenkins, un vero idiota, che prende tutto alla lettera, portando dunque ad assurde situazioni. A tutti gli effetti, l'horror-splatter di casa Bonelli (ma forse di tutto il mondo) per eccellenza è anche comico: lo stesso protagonista, Dylan Dog, è un umorista. Tex. No, lui no. Va bene, qualche battutina ogni tanto, il più delle volte con Carson, ma nulla di più. O sbaglio? Andiamo un po' più in l': ho visto piangere Tex veramente di rado (era nel Segno di Cruzado?), mentre Dylan è molto più propenso alle lacrime. Tex è stato sposato ed è fedele alla propria consorte, oramai deceduta; Dylan è alla continua ricerca di una donna (almeno una per albo), è stato sposato (ma è poi veramente successo?), ha fatto più volte la proposta di matrimonio... Insomma, siamo un po' agli antipodi... Che dire poi? Per me, Dylan e Tex sono completamente diversi ma, paradossalmente, molto molto simili. Questo breve ragionamento può essere sicuramente più completo, ma non voglio scrivere un articolo tutto io, per cui vi invito a dire la vostra! Vi faccio presente che io, per ora, ho parlato dei personaggi senza nemmeno prendere in considerazione la loro collocazione storico-geografica. Secondo voi, Dylan Dog e tex possono essere paragonati?
  12. Riguardo al volto, voci autorevoli hanno detto "Quello non è Tex!". Altre immagini sono visibili al link, se vuoi.
  13. Scusate la scarsa qualità, ecco qualche tavola del suo texone: Foto Uchronia 2008
  14. Certo che sè! Non so se conosci Laura Zuccheri. Se no, recupera qualche suo Julia e poi fammi sapere. :generaleN:
  15. Da questo mese. Penso si possa vedere in seconda di copertina di qualsiasi albo di questo mese. Io lo so da Homerus J. Bannington, su SCLS.