• Avvisi

    • TexFanatico

      ! Perdita Dati !   23/09/2017

      I motivi dell'assenza sono elencati nella seguente discussione:   In breve:   Sono stati persi tutti i dati da inizio agosto ad oggi Chi si fosse registrato in quel frangente dovrà rifarlo   Scusandomi per il disagio, vi ringrazio per la comprensione, pazienza e, spero, indulgenza.

borden

Autori TexWiller
  • Contatore Interventi Texiani

    2131
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    1

borden ha ottenuto l'ultima riconoscenza il 27 Settembre 2014

borden ha pubblicato il contenuto maggiormente apprezzato!

5 seguaci

Info su borden

  • Rango
    Autore di Tex!
  1. Passato o no?

    Sì. è stata svista. Dove essere "lasciato" , è stato scritto "venduto".
  2. Passato o no?

    Comunque sia ben chiaro che Dick non è affatto morto.
  3. Passato o no?

    Lo rivedremo due volte in pochi mesi. Cominciando dal MAXI di ottobre.
  4. Passato o no?

    Mistero.
  5. Passato o no?

    Quello era una specie d ROMANZO, non un fumetto... L'altra tua osservazione è per me del tutto enigmatica. Non so affatto a che cosa ti riferisci.
  6. Passato o no?

    Tex vecchio però non lo vuole vedere nessuno, in primis chi decide ossia noi della Casa editrice. Rassegnati!!! L'unico che lo vuole è Roberto Recchioni. Ti rendi conto?
  7. Passato o no?

    Non sei pazzo, ma secondo me ti sbagli. I personaggi dei fumetti popolari non devono invecchiare mai. Sotto la mia egida questo non accadrà.
  8. [680/681] La pista dei Forrester

    La storia di Tabla Sagrada era ovviamente un soggetto da due albi, a meno che non si pensi che possa avere interesse stare, dopo l'albo iniziale, per DUE MESI interi in un piccolo villaggio sotto assedio. Ci sarebbe voluto un intreccio più cmplesso, vi pare?
  9. [680/681] La pista dei Forrester

    Si fa GIA' così. E le storie in tre albi sono più difficili da scrivere di quelle in due.
  10. Passato o no?

    Questo mai!
  11. [680/681] La pista dei Forrester

    Ripeto un concetto che ho ripetuto molte volte. Il problema tecnico, oltre la possibilità con le storie multiple di programmare in modo sensato, e ciò appare evidente, è la velocità dei disegnatori. Con un numero di pagine fisso in sostanza si può programmare e se non se la ci fa, se ne mette un'altra. Non ci sono più i Bignotti e i Donatelli e i Galep di una volta, che si mettevano sotto e ne facevano cinquanta al mese. Non voglio dire che i disegnatori di oggi siano tutti fighetti che stanno su Internet ma certo a volte si vantno di farne dieci al mese, come se fosse un traguardo pazzesco (e oggigiorno lo è!!). A volte, anche ai tempi d'oro delle strisce, le storie finivano frettolosamente, più spesso ancora di oggi, perché a un certo punto si doveva pubblicare e quindi si finiva in fretta e si pubblicava quello che si aveva. Il fumetto non è un'opera d'arte come I Promessi Sposi o Guernica o il Canzoniere del Petrarca,, ha dei tempi di produzione che vanno fissati. Detto questo l'innovazione prende vita negli anni Settanta, e anche prima, con le storie a durata fissa della Storia del West, Ken Parker, Gil, poi Dylan negli anni Ottanta e, su suggerimento di Castelli e Queirolo, viene adottata da Martin Mystère e poi dalle altre serie alla fine di quel decennio. Ormai è più storica e consolidata questa dell'altra!!!
  12. [680/681] La pista dei Forrester

    NON SAI che i disegnatori attuali disegnano dieci pagine al mese se sono veloci mentre quelli di quaranta anni fa ne facevano trenta o quaranta??? Non è affatto uno scoop. Tutti lo sanno tranne te... Le storie Bonelli son già le più lunghe del pianeta. Non possiamo lasciarle bloccate e impubblicate per lustri. E poi ci sono mille altre ragioni tecniche. Quelle pagine di Sergio Canzio fece bene a tagliarle, erano solo un riempitivo per fa lavorare il velocissimo Letteri durante una mancanza d'idee (di Sergio)
  13. [680/681] La pista dei Forrester

    No, penso che avesse da dare questo e nulla più. Anzi, personalmente, di quel matto non ne potevo più da mo'...
  14. Passato o no?

    Quindi ne deduco che per te è un valore aggiunto per la serie avere ANCHE storie ambientate nel passato...
  15. [680/681] La pista dei Forrester

    A volte ci sono ancora, saltuariamente, ma non so se hai notato che la suddivisione in multipli precisi da 110, utilissima per poter fare una programmazione in tempi di disegnatori numerosi e poco veloci, è stata introdotta all'inizio degli anni Ottanta-Quasi QUARANTA anni fa. Ripeto. QUARANTA. Se vogliamo essere predici forse 35, ma tant'è...