• Avvisi

    • TexFanatico

      Servizio anti-spam rigido   22/06/2016

      Buongiorno a tutti.
      Siete nuovi, volete iscrivervi ma non vi arriva il mail?
      Contattatemi direttamente mediante il modulo.
      Gmail ultimamente vien sempre più filtrato come indirizzo spam.
      Resto a disposizione
    • TexFanatico

      Auguri forum!   18/01/2017

      Il forum è con voi, e grazie a voi, dal 2006.   Abbiamo dunque superato, un po' in sordina per scaramanzia, il 10° anno e ci addentriamo nell'11°.   È un traguardo inimmaginabile nel mondo del web, e per questo diciamo grazie a voi e tanti auguri forum!
    • TexFanatico

      Il 16° numero del TWF MAGAZINE è online!   20/07/2017

      Al seguente link potrete trovare e scaricare il documento: http://texwiller.ch/index.php?/files/file/19-tex-willer-magazine-n°16/   Auguriamo una buona lettura e, se poi vorrete commentarlo, potrete farlo qui: http://texwiller.ch/index.php?/topic/4622-tex-willer-magazine-n°16/       Rammentiamo che gli "arretrati" sono scaricabili dalla sezione download: http://texwiller.ch/index.php?/files/  

borden

Autori TexWiller
  • Contatore Interventi Texiani

    2125
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    1

borden ha ottenuto l'ultima riconoscenza il 27 Settembre 2014

borden ha pubblicato il contenuto maggiormente apprezzato!

5 seguaci

Info su borden

  • Rango
    Autore di Tex!
  1. Non sei pazzo, ma secondo me ti sbagli. I personaggi dei fumetti popolari non devono invecchiare mai. Sotto la mia egida questo non accadrà.
  2. La storia di Tabla Sagrada era ovviamente un soggetto da due albi, a meno che non si pensi che possa avere interesse stare, dopo l'albo iniziale, per DUE MESI interi in un piccolo villaggio sotto assedio. Ci sarebbe voluto un intreccio più cmplesso, vi pare?
  3. Si fa GIA' così. E le storie in tre albi sono più difficili da scrivere di quelle in due.
  4. Questo mai!
  5. Ripeto un concetto che ho ripetuto molte volte. Il problema tecnico, oltre la possibilità con le storie multiple di programmare in modo sensato, e ciò appare evidente, è la velocità dei disegnatori. Con un numero di pagine fisso in sostanza si può programmare e se non se la ci fa, se ne mette un'altra. Non ci sono più i Bignotti e i Donatelli e i Galep di una volta, che si mettevano sotto e ne facevano cinquanta al mese. Non voglio dire che i disegnatori di oggi siano tutti fighetti che stanno su Internet ma certo a volte si vantno di farne dieci al mese, come se fosse un traguardo pazzesco (e oggigiorno lo è!!). A volte, anche ai tempi d'oro delle strisce, le storie finivano frettolosamente, più spesso ancora di oggi, perché a un certo punto si doveva pubblicare e quindi si finiva in fretta e si pubblicava quello che si aveva. Il fumetto non è un'opera d'arte come I Promessi Sposi o Guernica o il Canzoniere del Petrarca,, ha dei tempi di produzione che vanno fissati. Detto questo l'innovazione prende vita negli anni Settanta, e anche prima, con le storie a durata fissa della Storia del West, Ken Parker, Gil, poi Dylan negli anni Ottanta e, su suggerimento di Castelli e Queirolo, viene adottata da Martin Mystère e poi dalle altre serie alla fine di quel decennio. Ormai è più storica e consolidata questa dell'altra!!!
  6. NON SAI che i disegnatori attuali disegnano dieci pagine al mese se sono veloci mentre quelli di quaranta anni fa ne facevano trenta o quaranta??? Non è affatto uno scoop. Tutti lo sanno tranne te... Le storie Bonelli son già le più lunghe del pianeta. Non possiamo lasciarle bloccate e impubblicate per lustri. E poi ci sono mille altre ragioni tecniche. Quelle pagine di Sergio Canzio fece bene a tagliarle, erano solo un riempitivo per fa lavorare il velocissimo Letteri durante una mancanza d'idee (di Sergio)
  7. No, penso che avesse da dare questo e nulla più. Anzi, personalmente, di quel matto non ne potevo più da mo'...
  8. Quindi ne deduco che per te è un valore aggiunto per la serie avere ANCHE storie ambientate nel passato...
  9. A volte ci sono ancora, saltuariamente, ma non so se hai notato che la suddivisione in multipli precisi da 110, utilissima per poter fare una programmazione in tempi di disegnatori numerosi e poco veloci, è stata introdotta all'inizio degli anni Ottanta-Quasi QUARANTA anni fa. Ripeto. QUARANTA. Se vogliamo essere predici forse 35, ma tant'è...
  10. Per anni noi lettori di Tex abbiamo sognato di scoprire parti ignote del passato del nostro eroe, quando giovane ranger, quando era fuorilegge, i suoi genitori, le prime avventure con Carson, il vagabondaggio durante il lungo interregno tra l'infanzia e l'adolescenza di Kit... Abbiamo sognato anche di rivedere vecchi personaggi come Lupe, Tesah e altri ancora, che erano stati accantonati nell'epico passato... Avevo l'impressione che questo non interessasse solo a me, ma a molti altri fans di Tex... La domanda è la seguente: Va bene o no raccontare storie dei periodi un po' sconosciuti di Tex? Va bene rivedere i vecchi personaggi? E se la risposta è no, perché no?
  11. Ehm... io credo invece che la storia Ruju l'aveva pensata così. Perché credere il contrario? A che sarebbe servito un altro albo di assedio interminabile e di fratelli psicopatici? Mah! Certe volte von vi capisco... ma basterebbe chiedere allo stesso Ruju, che questo forum lo frequenta: questa era una storia da tre albi? Scommettiamo che vi dice di no?
  12. http://c4comic.it/recensioni/tex-speciale-32-il-magnifico-fuorilegge/
  13. Non te lo posso mandare... Se ci vieni a trovare in redazione però te lo autografo!
  14. Duecentomila lettori e duecentomila punti di vista. E poi ci sono pure quelli che s'incazzano e ne fanno un problema personale...
  15. Non è tanto se sia possibile o meno, visto che tutto è possibile, in teoria. La pratica è una cosa ben diversa. CHI scrive una storia del genere che già sulla carta è controversa? Sempre il tanto vituperato sottoscritto? Chi me lo fa fare?