Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

borden

Autori TexWiller
  • Content Count

    3,611
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

3 Neutra

About borden

  • Rank
    Autore di Tex!

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Real Name
    Mauro Boselli

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    1
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Pat Mac Ryan

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Anche la mia. Attento, Piombo caldo... Sempre pericoloso non leggere il contesto. Io rispondevo a QUESTA domanda. E dunque che cosa significa il tutto, secondo te?
  2. E allora? Le copertine sono copertine. E non c'è un solo albo in cui Tex veste dall'inizio alla fine integralmente la divisa.
  3. Mi devo trattenere dallo sfoderare il mio spaventoso sarcasmo. DAVVERO state discutendo se in una storia di Tex csi sia o non ci sia PERICOLO??? Ma SECONDO VOI?....
  4. Del tutto d'accordo. Grazie per la risposta che hai dato, mi sembra chiarisca la mia (e tua) posizione contro le obiezioni. Risposte da parte nostra legittime, mi sorprendo che qualcuno si risenta.Io ho solo chiarito che non devono fare il processo alle "intenzioni", ossia a qualcosa che loro temono ma che non si è dimostrato ancora, tranne in un punto, forse... E intendo Mefisto. Su questo qualche ragione forse l'avete, ma se non avessi dato qualche potere in più a Mefisto sarebbe stato impossibile farne un personaggio carismatico degno del vero Mefisto che conosciamo e imbastire una storia decente. Le ragioni della narrazione vengono prima di qualunque cosa e di ogni obiezione da "fanzinaro", come avrebbe detto autorevole e sprezzante (e come diceva) Decio Canzio, Il Mefisto di GL visto con Montales soffre del fatto di essere nato senza -ovviamente- la conoscenza del futuro. Quando ci arriverò, conto di tirare fuori il classico coniglio dal cilindro per quadrare il cerchio. Ma se non vi fidate, è chiaro che manca la necessaria complicità tra autore e lettore, anche se poi dite che la storia vi è piaciuta... E questo non lo capisco.
  5. Una persona di buonsenso. Qualcuno qui dimentica che stiamo parlando di narrativa. Di FICTION.
  6. Implicitamente ho già risposto a queste obiezioni. Inutile che tu le riproponga. Aggiungo che gli appassionati di Tex sembrano essere i soli al mondo che non accettano alcuna deviazione dalla norma, quando invece Tarzan, Sherlock Holmes, 007, Star Trek, Flash Gordon, Zorro, Don Chisciotte, Orlando, Lancillotto, Topolino, Braccio di Ferro e QUALUNQUE eroe popolare sono stati riprodotti in tutte le salse. Se fossero arrivati film e telefilm, che avreste detto? Che il dialogo e i dettagli minimi erano diversi da quelli di Galep? L'avete detto del romanzo! Gli adattamenti a un altro medium o serie non sono REBOOT (non credo sappiate bene che cosa significa, evidentemente) ma adattamenti ad altro medium o serie con conseguente diverso ritmo narrativo. Ripeto. Le incongruenze pazzesche nella sola serie mensile neanche le vedete e vi attaccate a quelle che incongruenze non sono, bensì pure variazioni sul tema che non intaccano minimamente il personaggio! Quello non è Tom Smith, è TEX! Nessuno direbbe che il Bond di Connery e quello di Craig non abbian entrambi diritto a essere James Bond. O il Tarzan di Foster e quello di Manning. Ma tra loro sono molto diversi. Mentre Tex è relativamente sempre uguale, e, se è diverso, lo è per ovvie ragioni storiche e autoriali anche nella serie mensile! Il Tex della Mano Rossa non è quello del Giuramento e quello di Nolitta non è quello di Nizzi... (ma per me lo sono, sia ben chiaro!)
  7. Stiamo parlando di un personaggio seriale la cui verginità parzialmente si rifà a ogni avventura, che non potrebbe umanamente averne vissute neanche la centesima parte etc...Capisco quel che intendi , ma non lo condivido. Nella saga ci sono contraddizioni ben più grandi. a volte ENORMI. Questa, a mio parere, è una pagliuzza.
  8. Questa considerazione, fatta da molti, è senza senso. Dovremmo rinunciare dunque ad altri racconti del passato? O da quando avremmo dovuto rinunciarvi? Dal 1970, 80, 90,. 2000? E Lupe? E Jethro?? E che ne sapete che non le abbia già raccontate FUORI SCENA quelle storie? Il PRESENTE di Tex è tale da quarant'anni almeno. Magari le racconterà. il che significa che le ha già raccontate. Quando? Nell'Ottocento! i
  9. Quindi la mia conclusione è che Grecchin non fosse adatto. E forse anche GL lo aveva capito, non si trattava solo di pregiudizio, ma di giudizio
  10. E' così. Vivi nelle favole Gli errori ci sono PRIMA dei nostri interventi, ovviamente. Chi dovremmo licenziare? Tutti i nostri disegnatori e letteristi ? Allora chi farebbe il lavoro?' Si vede che non hai mai lavorato in una Casa editrice. E i 200 errori stanno in 62 pagine in 110 almeno tre-quattrocento Non so i programmi. Ma nei TESTI di un GIORNALE, prima della correzione bozze, c'è un errore ogni due righe! Sono ambiti diversi. Tipografi, letteristi e disegnatori non sono programmatori. Non sono neppure quasi mai intellettuali. Anche gli amanuensi medievali lasciavano fior di refusi, come sa chi ha fatto filologia e critica del testo Credevate che fosse facile fare il redattore... Ecco perché ve la prendete tanto per un singolo errore sfuggito.
  11. Ipotizzo che la sceneggiatura non fosse granché. Dopotutto Oklahoma vide la luce. Questa invece no. Di Grecchi esiste almeno un'avventura completa di Mister No, La spedizione scomparsa. Lo so che non è giusto estrapolare così, ma dal valore di quella e da quanto sia aderente ai canoni di Mister Mo. si può dedurre se Grecchi fosse realmente adatto non dico a Tex, ma ai ritmi e stilemi bonelliani. Io ho una mia idea.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.