• Avvisi

    • TexFanatico

      Servizio anti-spam rigido   22/06/2016

      Buongiorno a tutti.
      Siete nuovi, volete iscrivervi ma non vi arriva il mail?
      Contattatemi direttamente mediante il modulo.
      Gmail ultimamente vien sempre più filtrato come indirizzo spam.
      Resto a disposizione
    • TexFanatico

      Auguri forum!   18/01/2017

      Il forum è con voi, e grazie a voi, dal 2006.   Abbiamo dunque superato, un po' in sordina per scaramanzia, il 10° anno e ci addentriamo nell'11°.   È un traguardo inimmaginabile nel mondo del web, e per questo diciamo grazie a voi e tanti auguri forum!
    • TexFanatico

      Il 16° numero del TWF MAGAZINE è online!   20/07/2017

      Al seguente link potrete trovare e scaricare il documento: http://texwiller.ch/index.php?/files/file/19-tex-willer-magazine-n°16/   Auguriamo una buona lettura e, se poi vorrete commentarlo, potrete farlo qui: http://texwiller.ch/index.php?/topic/4622-tex-willer-magazine-n°16/       Rammentiamo che gli "arretrati" sono scaricabili dalla sezione download: http://texwiller.ch/index.php?/files/  

rurales!

Membri
  • Contatore Interventi Texiani

    2
  • Iscritto

  • Ultima attività

  1. Salve a tutti! Seguo il forum da alcuni anni, provo a fare un commento su questa storia che lessi da ragazzino e ogni tanto rileggo. Il primo albo "El Morisco", in particolare, contiene momenti per me indimenticabili, come la sequenza in cui Tex rischia di essere inghiottito dalle sabbie mobili e si salva buttandosi in avanti con le mani protese ad afferrare le canne che Carson gli tende. O come quando Pablito con il viso sconvolto (per il dolore della ferita, certo, ma anche per un cupo presentimento) grida ai suoi due tirapiedi messicani: "Vi siete tirati dietro i primi veri nemici dei fligli del sole"; e si scorgono in lontananza nel deserto le figure di Tex e Carson, tanto piccole quanto fatali. L'inizio "quasi a rilento", con l'atmosfera narrativa che si carica di mistero, ha un grande fascino: i due pards camminano lentamente lungo le rive sassose del fiume, parlano pacatamente fra loro senza che nessuno li disturbi, in una luce abbagliante che contrasta con i contorni ancora oscuri della vicenda, e pian piano prende corpo la travolgente dinamica degli eventi.