Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Betta 53

Cittadina
  • Contatore Interventi Texiani

    268
  • Iscritto

  • Ultima attività

Reputazione nella comunità

14 Discreta

1 seguace

Info su Betta 53

  • Rango
    Scrittore

Informazioni sul profilo

  • Sesso
    Femminile
  • Interessi
    attualità, cucina, gialli e avventura, politica.
  • Nome reale
    Maria Elisabetta De Gaudentis

Visitatori recenti sul profilo

L'opzione per mostrare i visitatori recenti del profilo attualmente è disabilitata.

  1. Betta 53

    [Color Tex N. 14] L'apache bianco e altre storie

    Non solo un Carson giovane, ma anche un Kit decenne! E con l' arco mantiene le premesse viste ne "Il tranello".
  2. Betta 53

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Anche se è un personaggio realmente esistito niente impedisce di ritrovarlo. Anche Cody, come Custer o il colonello Mano Cattiva e tantissimi altri che troviamo su Tex sono realmente esistiti. In fondo la fantasia degli autori è infinita. Mi spiace, pazienza. A questo punto solo Mick Crane può rivelare a Tex di essere Nick Castle. Lo farà? Aspettare 3 mesi per scoprire cosa ci ha architettato questa volta quel geniaccio di Boselli!
  3. Betta 53

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Ottimo albo. Aspettare altri 3 mesi per l' epilogo sarà lunga! Ma le storie lunghe sono belle, piene di intrighi, personaggi e siparietti. Castle e il Maestro: due cattivi intelligenti e senza alcun scrupolo, nemmeno con gli alleati. Quale è il ruolo che Castle vuol far giocare Pat? L' attrazione principale dei nuovi locali che ha aperto? Oppure l' esca per Tex? Un nuovo personaggio di polizia, l' ispettore Byrnes, che accompagnerà i nostri. Diventerà un amico seriale come Devlin a Frisco o Nat a New Orleans? Scenari per il futuro. Castle: questa volta non deve riuscire a sfuggire, ma scommetterei che lo rivedremo ancora. nel Supremo solo Kit lo ha visto in faccia adesso Tex lo ha visto come Jeffords, e a Pat si è presentato come Mick Crane sarà Kit a smascheralo come Castle? Allora nei prossimi albi anche Kit e Tiger sarebbero della partita. Spero proprio che l' ultima vignetta della storia sia un bel "papagno" di Kit sul muso di Castle! Dotti è sempre un piacere per gli occhi! Boselli nella descrizione del penitenziario ci fa anche un po' di storia, in fondo Tex è anche istruzione!
  4. Betta 53

    [Magazine 70 anni] Il segreto di Lilith - Dinamite

    Commento le due storie, non ho ancora letto gli articoli. Lilyth : buona storia, complicità tra gli sposi, degna figlia di un capo indiano e degna moglie di eroe del west. Civitelli : sempre un piacere per gli occhi! Dinamite : ottima chiusura di una degna militanza. E' l' unico pard che può morire. E muore di fatica e vecchiaia, con la sua corsa più veloce di sempre Ci lascia i suoi eredi. Buona, come sempre, la performance di Carson! Dotti: finalmente un Kit bello! E d' ora in aventi lo voglio così! la pag 151 da antologia! in particolare il volto e lo sguardo di Tex!
  5. Betta 53

    Grandi cambiamenti nella trama: a chi spettano?

    Non sono d'accordo. A me Kit piace e soprattutto mi piace il quartetto.
  6. Betta 53

    [Texone N.33] I Rangers Di Finnegan

    Letto e riletto. Mi è piaciuto, da ottimo. E anche i disegni, veramente ottimi, con ambientazioni spettacolari (Austin, fort Cimbolo, la landa desertica e assolata di Presidio) e cura dei particolari negli abiti, nelle figure, volti e posture degli uomini. Nell' antefatto spicca un Carson combattente contro i Quahadi Comanche e un riferimento alla "Grande invasione" . E anche l' accenno a Silent Foot dà un segno di "continuità". Lavoro in coppie per i pards, con una coppia che fa la coppia "scoppiata". Ma chi è l' avversario? Per Tex (e Tiger)è Finnegan, ma va alla caccia di Robledo. Per Kit è Robledo ma deve infiltrarsi tra i ranger di Finnegan, spiarli anche se li ritiene degli eroi della frontiera e scoprire la verità. Finnegan e come Tex, combatte dalla parte della legge perché ha subito un lutto in gioventù, ma al contrario di Tex colpisce anche gli innocenti. Un uomo di legge, famoso e carismatico come è Tex, con una squadra che lo segue ciecamente. Dal fascino "incantatore". E Maio ce lo raffigura veramente affascinante, sicuro di sé, colui che riempie la scena. Un uomo che potrebbe veramente affascinare Kit, se fosse dalla parte giusta della legge e non nascondesse dietro la stella dei ranger la sua eterna vendetta personale e il suo sadismo (vignetta di pag 214 "divertimento" del "corpo speciale Finnegan"). Ma Kit subisce il fascino o svolge bene la sua indagine? Quando Finnegan lo affida all' altra squadra sente puzza di bruciato e anche la sera prima al bivacco capisce i segreti del gruppo. Costringe Gutierrez a salire all' Alamito per vedere con chi si è scontrato Finnegan e pur solo contro tutti li smaschera. Forse un comportamento azzardato, ma sa che c'è un "angelo custode" che lo segue. Kit non ha fatto prevalere le sue convinzioni (colpevolezza di Robledo) sul compito che il padre gli aveva affidato, anche se non era un compito gradito. E una volta capito chi erano i suoi "companeros" non ha avuto timori ad affrontarli. C'è la rabbia di chi si è sentito "tradito" in lui. Carson ha il timore che il fascino di Finnegan conquisti il figlioccio, ma Caine, da estraneo, vede con più lucidità la situazione. Carson, per affetto verso Kit compie l' errore di sottovalutarlo, come spesso facciamo noi genitori, temendo che i figli non siano ancora pienamente autonomi. Errore che invece non fa Tex ("quei due sanno perfettamente come cavarsela") ("é grande abbastanza"). Un Tex che da giovane era sicuramente più scavezzacollo del figlio. Ottima "performance" di Tiger ( l' assolo per salvare Klara) e come sempre con Tex si capiscono senza parlarsi, anche se è lui quello più preoccupato per Kit. Una bella parentesi quella a Fort Cibolo, con un personaggio indimenticabile come Faver, come il suo vecchio antagonista Robledo. Un finale scoppiettante con la giusta fine tra un vero eroe (Tex con soli 2 proiettili) e un vigliacco che ha irretito e "usato" una squadra di uomini di legge per suoi fini privati di vendetta e violenza. Tra chi colpisce i colpevoli e chi colpisce gli innocenti. Tex e Kit hanno guidato le due "coppie" per arrivare ai colpevoli. Naturalmente il "fiuto" di Tex è inarrivabile. "Come sempre avevi ragione tu." Tex! E come sempre ci hai regalato una bella avventura!
  7. Betta 53

    [691/692] Cuore Apache

    La storia mi è piaciuta, per il soggetto originale e anche per lo svolgimento. E' una storia di tragici errori, di pregiudizi e di concatenazioni di "tutto quello che poteva andar mele, va male". Johnny arriva tra gli apache senza conoscere niente del west, indifeso. Si lascia prima guidare dai "buoni" (Willer e Cochise), ma subisce dopo il fascino dei "cattivi" (Mathalay). La sua cultura giuridica avrebbe dovuto corazzarlo contro il fascino del "farsi giustizia da sé" di Mathalay. Questo "ribellismo" ( originato da ingiustizie subite) porta entrambi a credersi i salvatori del popolo rosso. Ma altro che "molti ci seguiranno", anche i loro seguaci li abbandonano e rientrano sotto la guida del saggio Cochise. Anche l' esercito questa volta si limita a processare Mathalay e non tutti i ribelli (non la definirei una sconfitta di Tex e Chochise) Tex e Cochise, insieme al colonnello Warthon, evitano una guerra indiana, anche se ci sono stati morti innocenti tra i coloni. Senza Tex ( che scopre la truffa dei soldati ai danni degli apache) la guerra ci sarebbe stata. Bravo Rujo, mi ha ricordato le storie "da amaro in bocca" di Sergio Bonelli. Ginosatis è un grande.
  8. Betta 53

    [Texone N.33] I Rangers Di Finnegan

    Mi intriga la trama e le anteprime. Anche io propendo per una "sceneggiata" tra i 2 Kit per permettere l' arruolamento del Kit giovane nei "ranger" di Finnegan (che mi ricordano tanto i "giustizieri di Vegas" nel modo di perseguire la legalità). Il ruolo di Kit da "infiltrato" è una situazione che apprezzo ( vedi El Supremo) e spero che Boselli lo renda eroico. E vediamo che il "cucciolo" è autonomo anche in altro! (ragazza in camera!) Un vecchio amico di Ken Willer è un' altra buona aspettativa. La carne al fuoco è tanta, speriamo in un ottimo pranzo (pardon: Texone!).
  9. Betta 53

    La famiglia Willer

    Io non pongo limiti alla fantasia degli autori. I pards sono 4 e 4 restano. Il passato mi piace se poi ha un riflesso sul presente, oppure è circoscritto in una storia breve. I personaggi che rivedrei con piacere sono Lilyth, Freccia Rossa e Tha-hu-nah. il fratello Sam era un tipo tranquillo per cui non vedo cosa possa fare in un' avventura. Il tempo successivo alla morte di Lilyth e prima de "Il figlio di Tex" permette anche di rivedere Carson con baffi e pizzo neri! Riguardo a Tiger lo vedrei "accompagnato" con la figlia di Nuvola Rossa ( quella rimasta vedova nel primo episodio di Ticci e tornata a vivere al villaggio), diciamo che a inizio o fine avventura lui è nel suo hogan e al villaggio ha una famiglia, qualche ricordo alla "Maria Pilar" per il fascinoso Kit e per il Kit giovane tante belle ragazze intorno e nessuna fissa! (come era per il padre prima del matrimonio).
  10. Betta 53

    [Maxi Tex N.21] Nueces Valley

    L' omaggio a Mae e a tutte le coraggiose donne del west c'è quando Bridger ricordandola dice a Tex. "una gran donna"! E lei ce lo dimostra quando nell' ultima pagina quando non ha paura di avventurarsi in terre sconosciute con un pancione così, "ti seguirei in capo al mondo", ma si preoccupa del futuro del figlio, dei figli che verranno. . Una madre, semplicemente un' eroica madre come tutte le madri del mondo, di tutte le epoche e di tutte le latitudini e longitudini. Non servono atti eroici per essere "una gran donna", o "la madre dell' eroe". E' la normalità di chi nella vita fa la sua parte al meglio delle sue possibilità. Ed è quello che anche Tex fa: la sua parte al meglio delle sue capacità e competenze.
  11. Betta 53

    [Maxi Tex N.21] Nueces Valley

    Meravigliosa. Mi sono commossa. La conquista del west: pionieri, apripista, carovane e relativi attacchi indiani, mandrie, città che nascono, scazzottate e marinai senza scrupoli. La formazione dell' eroe: Tex esce dal fumetto e diventa realtà. Conosciamo i sogni dei genitori e le traversie per raggiungere la terra promessa. Infanzia con la morte della madre e la crescita con soli uomini. Adolescenza con il primo viaggio attraverso il west, la mandria, gli scontri e la scoperta della "fiesta da ballo", (l' unica volta che Tex ad una scazzottata fa da spettatore!) Autonomia con gli amici, le nuove responsabilità e la nascita del leader. I riferimenti: un angelo veglia su Tex, un eroe veramente vissuto che rende Tex un personaggio reale, non solo di fantasia. Un omaggio a Bonelli e Galep quando Tex, rimproverato, risponde come suo figlio risponderà a lui ("ho mirato alla piuma"- "Piccolo Falco non sbaglia, ho mirato al cappello") e uno a Ford con Ken che parla alla moglie sulla sua tomba. Le analogie sentimentali: Tex e Kit entrambi orfani di madre cresciuti tra soli uomini, ma Tex ha dei ricordi. Il padre non si risposò più e altrettanto farà Tex. Gunny affianca Ken nella crescita dei figli come Tiger ha affiancato Tex nel crescere Piccolo Falco. La pagina finale; subito non la ho capita, ma poi l' ho collegata all'ultima frase di Tex: "mamma e papà, i tuoi nonni". Intrepidi pionieri che cresceranno un figlio "coraggioso, forte e selvaggio..come la frontiera!" Grazie Ken e Mae per il figlio che ci avete dato! Boselli : Grazie, un altro capolavoro! Una saga del west. Una perfetta fusione tra il passato e il presente che colma i vuoti lasciati da Bonelli. Del Vecchio: Grazie anche a te, tutto sembra reale.
  12. Betta 53

    [678/679] Jethro!

    Bella storia. La scelta di farla raccontare da Jethro mi è piaciuta e anche "il patto di soccorso" che non era minimamente immaginabile ne "La grande invasione". E che al "soccorso" abbiano partecipato anche Carson e Tiger è un valore aggiunto all' amicizia che Tex in gioventù aveva stretto con Jethro e Glenn. Un terzetto di amici diversi tra loro che più diversi non si può immaginare, ma che l' esperienza del combattimento comune contro le scorrerie indiane e l' atteggiamento di uomo giusto, senza pregiudizi, di Tex ha cementificato, perché il vero collante di quel terzetto è Tex e la sua sete di giustizia, una giustizia che se coincide con le leggi bene, altrimenti la porta ugualmente a termine. Pagine di veri scontri, di violenze inaccettabili, di cattiveria pura e di eroismo. Personaggi forti, anche nei loro dubbi, come Tom e Jethro, dove il desiderio di vita tranquilla è l' aspirazione, ma se serve si lotta furiosamente per poterla raggiungere. Il tema del razzismo affrontato nella cruda realtà storica del Sud perdente e non domo. Il potere esercitato con spregiudicato doppiogioco. E anche passaggi sentimentali, i segni nell' anima della morte di Lylith e l' accettazione di essa nel ritorno a casa e la gioia di Glenn nel sapere che il suo nuovo e "strano" amico Tex ritornava a casa, per accettare il suo destino di vedovo con figlio, ma inserito in una comunità che amava entrambi. Un saluto a Glenn finale che lascia aperta la possibilità di altre avventure del duo Tex-Glenn, fantasia di Boselli permettendo. Un Tex classico in una storia non convenzionale, due mesi passati bene. Voto storia ottimo Voto disegni ottimo. Non avrei voluto un altro disegnatore per queste atmosfere cupe, tragiche e dinamiche.
  13. Betta 53

    [678/679] Jethro!

    Ethan Edwards non aveva una divisa blu? Ambientazione perfetta per paesaggio e clima che si respira, un Sud sconfitto e rancoroso che odia i negri più di prima e i negri che sopportano come sempre e vivono giorno per giorno sapendo che la loro vita è alla mercè di ogni capriccio. Non mi aspettavo che fosse Jethro a (ri)raccontare la storia al figlio, ma Tex a raccontarla ai pard. ( ed è stata una sorpresa piacevole). Evidentemente alla fine del prossimo albo vedremo l' intervento di Tex, per me chiamato da Jaunito tramite gli apache. ( anche lui da bambino avrà sentito raccontare dell' amicizia di Jethro con Aquila della Notte ed è via da alcuni giorni perché tramite la tribù materna cerca di avvisare Tex). Probabile che ad accompagnare Tex sia il figlio che ha già conosciuto Jethro al funerale di Corbett. Siamo in Utah, quindi dopo la vendetta Jethro si è trasferito con la nuova famiglia, forse perché Tom e Samuel sono morti come la prima moglie e il fratello durante un attacco dei Klanmens. Avevo visto giusto nell' immaginare Corbett come terzo uomo. E' un abile combattente e combattere insieme a Tex è per lui come ricostruire la coppia con Doyle. L' uccisione del commesso mi ha colpito, ma ci sta tutta, appartiene al personaggio e alla situazione. Che personaggio il dottore! Invece non ho ancora inquadrato bene Stevens figlio, non so se un ex-ufficiale si nasconderebbe sotto un cappuccio. Morte di Lilyth: anche io come Leo ho immaginato che fosse trascorso un certo asso di tempo tra la battaglia finale di fort Quitman e la concessione della grazia, diciamo circa 6 mesi nei quali Tex torna a casa dove Kit ha la tosse e lo porta a Taos, si sviluppa l' epidemia di vaiolo e la caccia di Brennan e Teller, l' abbandono della caccia e tornato al villaggio riparte per comunicare la grazia a Jethro e Corbett. Il vagabondare con Tiger lo vedo successivo a questa avventura e anche dopo la spedizione in Canada dove conosce Gross Jean e Jim. L' accenno al non essere pronto a restare al villaggio senza Lilyth è stato molto delicato e molto gradito. Mastantuono è semplicemente grandissimo! Certo facciamo fatica a riconoscere Corbett dopo averlo conosciuto con i tratti di Marcello, ma ognuno ha il suo tratto e la sua personalità. Tutti gli altri personaggi, a parte Tex, sono creati dal disegnatore (baffi, cicatrici, basettoni, calvizie.....) per cui l' autore dà il massimo della sua arte. Il corpo di Tex è veramente Tex, il volto, storia dopo storia, ormai è caratterizzato e in questa, risalendo a quasi 20 anni prima, lo si vede meno segnato rispetto ad altre storie. Ormai anche sul volto Mastantuono ha dato continuità. Le scene con gli incappucciati sono da cult e poi, come sempre anche le case, gli interni, gli ambienti sono ben curati. Per ora la storia è degna de "La grande invasione".
  14. Betta 53

    [678/679] Jethro!

    Ho letto che insieme a Tex e Jethro c'è un terzo alleato. E' forse Glenn Corbett? Gran combattente, con Tex una vera coppia di fuoco!
  15. Betta 53

    La camicia di Tex, ne cambiamo il colore?

    "Smanettare" serve a tenere in esercizio le dita per usare poi i grilletti di Colt e Winchester! Carson non ha bisogno di "esercizi", tutt' al più "esercita le dita" con qualche segnorita.
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.