Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

gilas2

Allevatore
  • Content Count

    433
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

gilas2 last won the day on January 23

gilas2 had the most liked content!

Community Reputation

14 Decent

About gilas2

  • Rank
    Scrittore

Profile Information

  • Gender
    Maschile

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    1
  • Favorite Pard
    Tiger Jack
  • Favorite character
    Pat Mac Ryan

Recent Profile Visitors

1,153 profile views
  1. Ce ne sono molte altre che si aggirano in quella 'fascia' di voti. I Ribelli del Canada, per dirne una (che pure diversi 'contestano')
  2. gilas2

    [Romanzi A Fumetti 09] L'uomo dalle pistole d'oro

    Considera però che si tratta di un periodo della saga di Tex, quello di un carson di passaggio tra il moro della gioventù ed i capelli d'argento della maturità, che finora non aveva mai disegnato nessuno, se non forse qualche vignetta del primissimo galep che alla sfumatura dell'età e del capello e pizzetto 'sale e pepe' certo non ha mai nemmeno pensato
  3. @Grande Tex a Leo non toccargli il passato di carson... che poi ci sviene e tocca andare a prendere i sali ;-) (basta anche solo che vedi il suo avatarrrrrrr.... )
  4. gilas2

    [701/702] La regina dei vampiri

    Ma... su Tesah che per entrare nella caverna segreta in Tex Willer si 'abbiglia' nello stesso identico modo, nessuno ha avuto niente da ridire. Anche in quel caso non sarebbe stato più naturale che si fosse tuffata del tutto ignuda? Vorremo mica fare due pesi e due misure?
  5. gilas2

    Galleria Di Tex Di Disegnatori In Generale

    Il mio nome è Willer. Tex Willer. *BANG*
  6. gilas2

    [696/699] L'ombra del Maestro

    C'è chi la pensa diversamente Dal mio personalissimo punto di vista (e che rimane tale), ce ne sono di migliori, anche dello stesso Boselli (Patagonia per me è due spanne al di sopra, proprio perchè c'è l'Epica)
  7. gilas2

    [701/702] La regina dei vampiri

    E quindi fessi 'noi' ad 'accontentarci' di leggere un fumetto per quello che è, invece di metterci a spulciare i punti e le virgole altrimenti non dormiremmo la notte. Basta saperlo
  8. gilas2

    [701/702] La regina dei vampiri

    Oh beh... Da dove veniva il dottor Sandoval? L'alieno de La Valle della Luna? Come fanno ad essere ancora vivi i dinosauri in una remota valle? I fiori della morte? Quali erano esattamente i poteri delle pietre del Signore dell'Abisso? L'astronave de Il Mondo Perduto? I poteri del Diablero? Gli uomini giaguaro? Rakos? Come fanno i fanatici egiziani a resuscitare le mummie? Gli zombie di Omoro? I poteri del voodoo? E non apriamo nemmeno il capitolo dei poteri e delle capacità di Mefisto e Yama... Non a tutte le domande bisogna per forza dare una risposta, o pretendere che ci sia Un fumetto, basato per definizione sulla 'sospensione dell'incredulità', non può pretendere di essere 'razionale' e dare una spiegazione ai punti ed alle virgole, altrimenti invece di farlo scrivere a Boselli, Bonelli senior e junior, Nizzi, Manfredi e chi altro, facciamolo scrivere ad Angela padre e figlio o a Carlo Rubbia, che magari potrebbero anche spiegarci come mai il 99,9% delle pallottole di Tex colga infallibilmente il bersagio, pur non essendo nella realtà possibile nemmeno per un campione olimpionico. E ssu
  9. gilas2

    [701/702] La regina dei vampiri

    A me del perchè e percome e da dove venisse Etzil interessa poco. In un fumetto, il 'background' del cattivo di turno rileva fino ad un certo punto, se non è strettamente funzionale alla storia (e, in questo caso, non lo era). Ymalpas farebbe prima a dire 'a me non piace Manfredi, a prescindere da qualsiasi cosa possa scrivere' e la chiudiamo qui
  10. gilas2

    [701/702] La regina dei vampiri

    Dissento in toto E' una storia DI Tex, che per le atmosfere ricorda molto da vicino - se non migliore - "I misteri di Villa Diago" (non a caso anche quella con El Morisco ed Eusebio, ed i misteri del Messico profondo). Il paragone non è casuale, perchè per gran parte di entrambi questi ultimi albi sembra di leggere Boselli, e non Manfredi; o meglio, sembra di leggere autore di Tex a suo agio con la trama e la sceneggiatura nel solco tradizionalmente texiano, senza 'alzate di testa' come il Tex prima 'sindacalista' e poi 'leguleio' di Oro Nero, per esempio. Fin dal primo albo, Tex è l'unico che ha 'già capito tutto', a partire da Ikal e dal doppio gioco del curandero, con entrambi che si riveleranno decisivi nel secondo albo; idem con la decisione di lasciare il prigioniero ai rurales e poi per la decisione di prendere la via del fiume, lasciando che i rurales diventino il più efficace dei diversivi nell'avvicinamento e nell'attacco al tempio. Gli indios erano un gruppo di fanatici e come tutti i veri fanatici visti nel corso dei decenni non si arrendono finchè non vengono fermati da un proiettile. Carson, Kit e Tiger hanno ognuno un proprio ruolo ben definito, soprattutto Tiger, mentre Carson si distingue, oltre che per l'idea di arrostire i vampiri nel primo albo, anche per il costante contraltare al sempre lugubramente pessimista Eusebio. Non è ancora forse un capolavoro assoluto, ma una bella storia da promuovere senza riserve, quello sicuramente si.
  11. gilas2

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Errori ce ne sono anche in serie più 'blasonate', come i cappelli sghembi di Dotti in più di una copertina di Tex Willer, eppure non mi pare nessuno si sia indignato o si sia sentito 'mancato di rispetto'. "Vabbè, ho confuso ottobre con novembre, mica luglio con frrrrragosto!" (cit.)
  12. gilas2

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Mi accodo ai commenti positivi espressi finora. Boselli aveva promesso due storie 'classiche' e, in effetti, lo sono. Ho colto alcuni rimandi a 'storiche e classiche' storie di Tex: nel primo episodio, Canyion Diablo dove si interrompe la ferrovia non può non richiamare al mitico 'Una stella per Tex', dove la ferrovia era altrettanto protagonista, e ad uno dei finali più pirotecnici mai visti Nel secondo episodio, la carovana composta da 'insoliti' con tanto di pastore 'eccentrico' rimanda ovviamente all'altrettanto mitico "Terra promessa', mentre la presenza degli Utes richiama ovviamente 'Gli eroi di Devil Pass', dove gli Utes erano al comando di Cane Giallo (mentre qui sono al comando di Lupo Giallo), e come in precedenza l'impasse viene risolto da un duello al coltello. Mignacco quindi promosso in quanto si vede che ha studiato e conosce la materia Quanto ai disegni di Cossu, il Maxi richiede soprattutto velocità di esecuzione e seppure con qualche 'difetto' richiamato in altri commenti, tutto sommato scorre via piacevole e senza intoppi (cosa che, per i miei gusti personali, non avviene con l'altrettanto rapido Diso che rimane invece piuttosto indigesto). De gustibus Balenottero promosso
  13. gilas2

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    In centro a Milano stamattina non c'è.
  14. "La sconfitta" "El Muerto" Il duello è uno dei 'topos' tipici ed assoluti del west
  15. gilas2

    [Tex Willer N. 5 / 6 / 7 / 8 / 9] I due disertori

    ma che scherzi, pane burro e zucchero è la colazione dei campioni!
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.