Jump to content
TWF MAGAZINE N°19 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

San Antonio Spurs

Cittadino
  • Content Count

    274
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

San Antonio Spurs last won the day on February 9

San Antonio Spurs had the most liked content!

Community Reputation

14 Decent

About San Antonio Spurs

  • Rank
    Scrittore
  • Birthday 05/12/1960

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Interests
    Leggere e scrivere.
  • Real Name
    Franco

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    43
  • Favorite Pard
    Kit Carson
  • Favorite character
    Mefisto

Recent Profile Visitors

1,515 profile views
  1. San Antonio Spurs

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Copertina molto bella, con un ma e qualche altra impressione. Copertina: le frecce per essere piantate su un muretto a secco mi fanno presumere che sullo stesso sia stata messa della terra o sia spuntato del muschio; in entrambi i casi, boh? Tex, non so perché, visto di profilo (e capita raramente di essere disegnato così) mi ricorda Fausto Leali. Copritemi pure di insulti. Ed è comunque la rappresentazione di un Tex "maturo", nel senso che dimostra più anni del solito. Il personaggio alla sua sinistra, al volo mi ha evocato John Wayne in "Sentieri Selvaggi", sempre senza un perché: tu chiamale, se vuoi, impressioni. E ho citato uno dei miei tre film preferiti. Gli altri due non sono western. Ah, Filippucci al top, degno erede della "Ligne Claire", oserei dire. Tanto è bravo Ticci nel rendere il Grande Nord delle foreste, tanto è bravo lui a dare l'idea della solarità delle Terre del Sud. Direi che questo 2019 è stato, nel complesso, un gran bell'anno, molto migliore del 2018 da anniversario, ma anche con qualche caduta; lieve, senza troppe conseguenze.
  2. San Antonio Spurs

    [708/709] La tribù dei dannati

    Due svarioni che mi lasciano molto perplesso sulla cura dei dettagli per quello che riguarda i testi. Pagina 8. Ala domanda se Tex lo abbia mai battuto Makua risponde: «Sì, andò così ma non HA VOLLE prendere la mia vita». Pagina 42, attacco indiano. Carson dice: «Sono in SEI». Tex risponde: «DUE A TESTA». Facciamo TRE, ma come voto massimo, in Aritmetica alle Elementari?
  3. San Antonio Spurs

    [Tex Willer N. 10 / 11 / 12 / 13] Pinkerton Lady

    Giusto per curiosità. Ieri sera, in una puntata dell'Eredità su Rai 1 è stato posto il quesito su a chi abbia contribuito a salvare la vita Allan Pinkerton da un attentato . Quattro le opportunità: il concorrente ha risposto in maniera corretta Abraham Lincoln.
  4. San Antonio Spurs

    [Maxi Tex N. 25] Il boss di Chicago

    A Bologna arrivato martedì, come previsto da Sam Stone. Rimando il giudizio come sempre alla seconda rilettura. Alla prima mi perplime (bello, eh?) come nell'episodio "La tempesta" i due pard si muovano al buio in una caverna, trovando indizi preziosi mentre fuori si scatenano le forze della natura e dunque non c'è tutta questa luce; ma avrebbero fatto fatica anche in agosto in California in riva al mare, evabbeh. Poi vorrei chiedere il parere di chi ha interpretato o di chi sa (Borden): nel primo episodio i disegni di Repetto terminano a pagina 96, giusto?
  5. San Antonio Spurs

    [708/709] La tribù dei dannati

    Pensavo che alla vigilia dell'inizio del terzo decennio del nuovo millennio la menata del Tex di destra o di sinistra fosse ormai relegata alle fisime di un'altra epoca, ma evidentemente non è così, con tanto di velata "presingiro" citando l'angela dallo schiocco di dita. Prima, due italiani reali che nella loro vita non sono proprio stati con le mani in mano, a godersela. Non ho capito la necessità delle indicazioni né, come detto, il ritorno nella palude del dove collocare politicamente Tex. Perché usando gli stessi ferri del mestiere del ragionamento che hai proposto uno dovrebbe allora cadere nella tentazione di credere che ti piacesse un ranger giustizialista, in storie ideologicamente spostate a destra. Ovviamente è una mia opinione, riguardo - non contro - la tua e aggiungo quella di aver visto un Tex non troppo distante da quello che ho conosciuto nel 1967; semmai aggiornato per quello che oggi è il cosiddetto Zeitgeist, ovvero spirito del tempo. o forse, spero, anticipandolo: come poi capitava già nel 1948.
  6. San Antonio Spurs

    [708/709] La tribù dei dannati

    Quando Tex lascia Makua nel villaggio, e naturalmente dopo aver visto la copertina, si capisce il senso del termine dannati: forse sarebbe più congruo definirlo "dei condannati". Al di là dei giochi di parole, ho trovato del tutto accessoria, ai limiti dell'inutile, la parte dedicata alla ragazza che fugge e che addirittura cade dopo aver sbattuto la testa contro un ramo.Pagine che giudico sprecate, sperando di non doverle criticare maggiormente in uno di quei non rarissimi finali concentrati in poche pagine; per non dire affrettati.
  7. San Antonio Spurs

    [708/709] La tribù dei dannati

    Piccola correzione necessaria e chiarificatrice, nel mio intervento. Il passo completo sulla raffigurazione di Tex e Carson doveva concludersi così " (...) sembrerebbero riguardare altri personaggi, fratelli e cugini". Poi, ad un secondo passaggio - nel primo mi incuriosisce sempre di più la lettura - per il giudizio sui disegni mi sposto dalla tua parte, Ymalpas: il barometro che per Font tendeva al bello ha invece segnato un deciso rilassamento dell'alta pressione. Con altre nuvolette che riguardano un paio di dubbi ancora da non poter esprimere, per non spoilerare.
  8. San Antonio Spurs

    [708/709] La tribù dei dannati

    Primo albo in crescendo, con finale che giudicherei autoconclusivo, come nel primo dei due albi con Makua, 620 e dintorni. Ovvero, come scrisse a suo tempo qualcuno, due storie in una. Inizio all'insegna del buonismo senza aggiungere nulla per non spoilerare , sviluppo in stile - tanto per rimanere alle celebrazioni di oggi per il film "Le Iene" - che piacerebbe a Quentin Tarantino. Gruppo di bastardi rappresentati da Font, a volte con distorsioni esagerate, grottesche, nei nasi soprattutto, ma che bene rappresentano o fanno immaginare la loro crudeltà, più il grottesco della loro situazione di bastardi senza gloria (e daje). Gli interventi di Tex e Carson, come si diceva ai miei tempi al liceo, scarni ma efficaci, nella forma delle parole e nella sostanza delle azioni. Due sole perplessità: una nella trama, ma che riporta al rischio di spoileraggio e quindi rimando tutto. La seconda: i disegni di Font, per me sono molto diseguali; dalla cura dei dettagli nei paesaggi a delle scene biancoprevalenti e pard, soprattutto, che nel confronto fra alcune vignette sembrerebbero riguardare personaggi, fratelli e cugini. In ogni caso, peli nell'uovo a parte, una gran bella storia scritta e disegnata. Ah, il titolo dell'albo è azzeccatissimo. Ma a posteriori. Mentre... No mi fermo.
  9. San Antonio Spurs

    La migliore (impossibile) donna per Kit Willer

    Primo Tex letto, nel 1967. Poi mai perso uno, dunque 52 anni di lettura e rilettura. Kit Willer mi ricorda un po' il Robin di Batman, mentre Carson sta a Tex come il Dottor Watson sta a Sherlock Holmes. Tiger è, come nei ruoli del bel calcio di una volta, un battitore libero. Ruolo degnissimo, eh! Penso a Beckenbauer e Scirea
  10. San Antonio Spurs

    Ancora Su Tex & Zagor

    Garibaldi, che visse a New York per qualche tempo dal 1850, ospite e collaboratore di Antonio Meucci. Una volta, molti anni fa, proposi a Decio Canzio una storia che si svolgeva in Italia con poche basi: Garibaldi aveva incontrato Tex e aveva fatto qualcosa per lui; Tex si sdebitava assistendo Garibaldi nella spedizione dei Mille nel 1860. Molto fantascientifica, lo ammetto, oggi, e Decio Canzio - il cui bisnonno Stefano era stato generale garibaldino - bocciò immediatamente l'idea "in fieri" sostenendo che non ci si poteva immaginare un Tex di parte, di una parte, in un'operazione militare con italiani contro italiani. Chissà come sarebbe andata, invece, e parliamo di realtà, se Garibaldi avesse accettato la proposta di Lincoln di combattere nella guerra civile americana. Dicesi ucronia... In quanto all'incontro fra Tex e Zagor, forse mi ripeto ma l'evidenza è che o uno dei due - più facile lo Spirito con la Scure - fa un salto nel tempo nell'epoca dell'altro oppure avremmo uno dei due di una ventina abbondante di anni più vecchio. Ricordiamo che la data di nascita di Tex è stata stabilita nel maggio del 1838, quando Zagor è presumibilmente nel pieno della sua attività. Ah, per concludere: non oso immaginare gli eventuali duetti fra Cico e Carson.
  11. San Antonio Spurs

    [705/707] La maschera di Cera

    La tendenza al recupero del vintage è assodata e direi nemmeno troppo criticata. Non è neppure una novità, pensiamo solo alla riproposizione di Mefisto a relativamente pochi numeri di distanza, sul rettilineo finale del primo centinaio di numeri. Resto dell'idea che più della quantità delle riproposizioni conti la qualità delle stesse; quindi delle nuove storie in maniera indipendente da quella delle vecchie. Anche se è evidente che ritornano personaggi di spessore, dal passato. Ecco, l'operazione però presenta o anzi rischia uno sbilanciamento fra vecchi e nuovi lettori. Fra chi ricordava benissimo i personaggi di ritorno e chi invece si è avvicinato molto dopo la loro prima apparizione, Tesah o Satania che fosse. Un'Operazione Nostalgia che appassiona, in positivo o in negativo, chi c'era e leggeva e che magari spiazza chi è arrivato dopo o che lo priva degli strumenti giusti per giudicare, nell'impossibilità di ricordare. All'interno del dibattito - non qui e ora, perché si tratta di numeri specifici - mi piacerebbe però capire lo spirito di questa evidente spinta al recupero continuato di personaggi di ieri. Che sia una strategia editoriale è indubbio, che non mi dispiaccia nemmeno, ma mi piacerebbe capirne di più. Provo a ragionare come se fossi un lettore che di anni ne ha 29 anziché 59.
  12. San Antonio Spurs

    Un viaggio nel tempo per Tex

    Per il nome del primo albo propongo "Dai tempo al tempo". Ma poi, lo pubblichiamo sulla serie di Zagor o su quella di Tex? E se è uno speciale, facciamo Tex Zagor, perché Zagor Tex letto tutto insieme sembra un nuovo tipo di tessuto per gli abiti degli escursionisti: "Ha provato questo giubbotto impermeabile in Zagortex?"
  13. San Antonio Spurs

    Un viaggio nel tempo per Tex

    Esiste una data certa: Tex è nato nel mese di maggio del 1838. Carson ha 15/16 anni di più, certificato anche questo e dunque ipotizziamo una comparsa al mondo nel 1823/24. A Zagor ne attribuirei almeno cinque in più e facciamo 1818. Un ipotetico incontro non potrebbe avvenire prima del 1855/58. Tex di 17/20 anni, Carson di 32/35; Zagor di 37/40 ovvero l'età d'oro presunta di Tex. Temo troppi incastri rischiosi, Ma per uno speciale, hai visto mai...
  14. San Antonio Spurs

    [705/707] La maschera di Cera

    Allora, nessun duello. Solo una bistecca alta due dita e una montagna di patate fritte innaffiate da una pinta di birra e poi un fetta di torta di mele.
  15. San Antonio Spurs

    [705/707] La maschera di Cera

    Se non sbaglio sei di Siena. Io sono stato "adottato" da una contrada. Dimmi qual è la tua e poi semmai ci sfidiamo a duello sulla main street. ;-)
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.