Jump to content
TWF MAGAZINE N°19 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

San Antonio Spurs

Cittadino
  • Content Count

    294
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

San Antonio Spurs last won the day on February 9 2019

San Antonio Spurs had the most liked content!

Community Reputation

17 Decent

About San Antonio Spurs

  • Rank
    Scrittore
  • Birthday 05/12/1960

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Interests
    Leggere e scrivere.
  • Real Name
    Franco

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    43
  • Favorite Pard
    Kit Carson
  • Favorite character
    Mefisto

Recent Profile Visitors

1,647 profile views
  1. San Antonio Spurs

    L'età di Carson

    1838, maggio. La decina di anni di differenza fra i due ci sta tutta, così come la comprensione per l'approssimazione di date relative ai primissimi numeri. Forse anche per questo ancora più godibili nella memoria di chi, come me, li ha letti da bambino un bel po' di anni fa.
  2. San Antonio Spurs

    L'età di Carson

    Ho un vuoto di memoria, nonostante ne abbia scritto io stesso. In un albo viene dichiarata la precisa età di Tex e Carson, che battibeccano su quella del secondo. Mi pare di ricordare che fosse per la creazione di due documenti di identità falsi che sarebbero serviti per entrare in un penitenziario a liberare un amico ingiustamente incarcerato. Qualcuno sa dirmi che albo era, se ricordo tutto tranne il particolare delle due età, che potevano essere tex 40 e Carson 55 o 56?
  3. San Antonio Spurs

    [712/713] I forzati di Dryfork

    Storia avvincente e convincente, al di là dell'assalto al carcere, in effetti poco credibile nella sostanza. Ma vabbeh, non è un trattato di fisica quantistica e in in tanti anni abbiamo visto situazioni ancora meno verosimili. Però è la seconda storia consecutiva con diversi, numerosi, attori non protagonisti e da qui alla conclusione ci si aspettano sorprese suoi ruoli. Una storia "sporca", nel senso di particolarmente dura e non solo nel penitenziario, ma anche nel paese in cui Carson - anche qui, seconda volta consecutiva - agisce da solo e in maniera tutto sommato efficace, in buona sostanza. Perplessità per le dimensioni del fucile di Tex in copertina, rafforzate dal confronto con quello del Texone proposto in quarta.
  4. San Antonio Spurs

    [Tex Willer N. 14 / 15] Paradise Valley

    il livello qualitativo di questa serie si conferma altissimo. E sento quasi un'aria nuova di entusiasmo per un personaggio più che ringiovanito, rinnovato. La trovo in chi scrive e in chi disegna, come se ci fosse più libertà di espressione, minor tradizionalismo e soprattutto meno rischi di confronto con la leggenda. Arrivo a dire (o addirittura oso'?) che si tratta quasi di un personaggio diverso e scomodo un paragone impegnativo. questo Tex sta a quello adulto come il Ringo di "Ombre rosse" sta all'Ethan Edwards di "Sentieri selvaggi". Davvero complimenti.
  5. San Antonio Spurs

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Riletti il primo e il secondo albo, do un ulteriore giudizio. Avvio un po' macchinoso, ma storia in crescendo e con diversi colpi di scena. Quasi (quasi, eh!) come in Twin Peaks nessuno è come appare. E per fare un'altra citazione (Totò) specola morte è una livella. Gli Yaqui sono una quantità, non una qualità. Spaventano perché nella storia sono un elemento accessorio, ma è curioso che con un pericolo incombente in alcuni la faccia invece da padrone la cupidigia per quel sacchetto di pepite che in realtà è poco più di un pugno di dollari. I due pard: Tex appare come mai prima un po' bolso, vista la data di uscita del secondo numero deve forse smaltire ancora pranzi e cene delle feste (battuta, consentitemela), ma anche presuntuosetto. Carson invece si rivela individualista e decisionalista come poche altre volte; vuol fare e fa di testa sua e alla fine si rivela come il vero attore protagonista della vicenda. In conclusione, una storia insolita e inattesa. Migliore della precedente, molto più scontata.
  6. San Antonio Spurs

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Seconda puntata con molti colpi di scena, in un crescendo di conferme e smentite sui personaggi. Ottima sceneggiatura di Nizzi, proprio perché non c'è nulla di scontato. Anzi. Senza spoilerare niente, sottolineo solo un'autonomia decisionale di Carson inattesa e che alla fine si rivela risolutiva, con un Tex difensivista per quesi tutto il numero. Mi piace il tratto di Filippucci, secco e arcigno con dei chiaroscuri molto equilibrati, con pagine 48 e 49 magistrali nella descrizione visiva dei cavalli spaventati.
  7. San Antonio Spurs

    Le feste di Tex

    So bene che nel contesto generale delle storie, le feste comandate hanno un significato secondario e direi terziario se non corressi il rischio di scivolare nella geologia, ma qualcuno sa ricorda se nel corso delle avventure dei nostri pard si sia mai fatto riferimento ad un Natale, ho detto Capodanno ma giusto perché scrivo il 31 dicembre e in fondo questa è una maniera per fare gli auguri a tutti. Naturalmente non considero lo speciale Tex Willer appena uscito, il cui titolo "Fantasmi di Natale" è più allusivo (e Dickens non c'entra nulla) che reale. Buon 2020 texiano a tutti.
  8. San Antonio Spurs

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Chiedo scusa anche per la sovrapposizione/confusione nelle risposte ma oggi il mio computer ha deciso di andare in ferie a momenti alternati. Beh, Buon Natale a tutti! Ho come l'impressione che postura e fisionomia dell'indiano all'attacco sulla copertina del numero di gennaio siano molto simili a qualcuno/qualcosa visto molto di recente, diciamo a novembre. Qualcuno ha avuto la mia stessa impressione? Ah, Buon Natale a tutti
  9. San Antonio Spurs

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Caro Carlo... Ehm, ehm, sono uno studioso della Costituzione, lo sapevo, ma visto che siamo sotto Natale vado fuori tema e vi racconto una storia - vera - che pochi forse conoscono ma che la dice lunga su quel periodo. Preciso e preannuncio: faccio nomi di politici, ma erano quelli della Costituente, non esiste alcun nesso con il 2019. Storia che ho riferito in un intervento durante un corso del mio Ordine, quello dei giornalisti, alla vigilia del referendum dl 2016. Primi giorni di dicembre del 1947. Palmiro Togliatti chiede che i lavori si fermino, perché il testo già concordato venga proposto ad un esperto linguistico e poi, dove nel caso, doverosamente reso e trasformato perché sia il più chiaro possibile, a tutti. L'assemblea, tutta, approva e si ferma una settimana per dare modo al professor Concetto Marchesi, parlamentare e insigne linguista, di limare e semplificare il testo.Che entra in vigore l'1 gennaio 1948 Chiedo scusa per la digressione, ma è una vicenda che mi è piaciuto ricordare
  10. San Antonio Spurs

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Articolo 140. Ah, l'anno è lo stesso e non a caso: 1948
  11. San Antonio Spurs

    [Speciale Tex Willer N. 1] Fantasmi di Natale

    Beh, a proposito della baracca e di chi la abita in quel momento non ci discostiamo molto da quanto visto al cinema in "The Hateful Eight".
  12. San Antonio Spurs

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Ottimi disegni. Storia con qualche probabile deja vu, ma con interrogativo di fondo su chi sarà il vero cattivo di fondo e di concretezza e sostanza
  13. San Antonio Spurs

    [Speciale Tex Willer N. 1] Fantasmi di Natale

    Caro Carlo, ho un'età alla quale ho sviluppato molti anticorpi contro la permalosità (mia). Però mi dà fastidio il classico "Se non ti piace non comprarlo", quando ho precisato benissimo che l'avrei comprato, l'ho comprato, e solo dopo averlo letto ho espresso un giudizio negativo. Che sia quasi l'unico ad averlo espresso, mi fa essere certo in minoranza, ma non mi fa cambiare idea. Come avrei potuto esprimere il mio gradimento, non lo avessi appunto comprato e letto? Ecco, quella contestazione capziosa a prescindere non l'ho digerita. Finendo con il prezzo, ho dichiarato che, per professione ormai antica, di logiche editoriali me ne intendo, dunque non dico che siano sbagliate ma che a me possono piacere il giusto. Non sono un uomo di conti, ripeto che alla maturità ho preso 2 in matematica - è vero - e per fortuna che mi sono rifatto con il tema di Italiano e con l'orale di Storia, dunque alzo le mani e passo oltre. E' stato comunque un ottimo 2019 per Tex, ogni tanto uno scivolone -a mio giudizio - ci sta e te lo dice uno juventino il giorno dopo la partita con la Lazio. Non crocefiggetemi per il mio endorsement calcistico...
  14. San Antonio Spurs

    [Speciale Tex Willer N. 1] Fantasmi di Natale

    La chiarezza è la buona educazione di chi scrive, io devo essere stato maleducato e allora ci riprovo. Tengo distinta la qualità del prodotto dal prezzo. Se all'epoca il Texone di Magnus me lo avessero fatto pagare 100.000 lire, le avrei spese comunque. Questo speciale non mi è piaciuto e il prezzo mi ha lasciato perplesso, sentimento che ho visto essere condiviso da altri. In quanto alle logiche editoriali, 32 anni di giornalismo - e quasi dodici di direzione - qualcosa mi hanno insegnato. Come il diritto di critica. Riassumendo, spero definitivamente: l'albo mi è parso essere costoso e la storia non mi è piaciuta. Penso che questo sito sia un luogo di confronto e io ho espresso un'opinione.
  15. San Antonio Spurs

    [Speciale Tex Willer N. 1] Fantasmi di Natale

    Come a dire che se mangi in un ristorante il 12 luglio e il 15 agosto paghi due prezzi differenti per le stesse cose che hai ordinato. Metti su l'etichetta "Speciale" e sei autorizzato ad aumentare il prezzo: perché? Soprattutto in rapporto al Color. Poi, se mi dici che la trama l'ha scritta Papa Francesco e i disegni sono di Bansky, posso anche capire. Così no e non perché la sceneggiatura non mi sia piaciuta, avrei sostenuto la stessa tesi anche in presenza di un capolavoro come il Texone di Magnus. Metti un'etichetta e aumenti il prezzo; senza ragione e senza rispetto. Contando sull'affezione e, un bel po', sfruttandola. Poi se è perché necessario per tenere in piedi e in vita la struttura, capiamo e ci adeguiamo anche perché, parlo solo per me, conosco bene certe logiche editoriali essendo stato direttore di tre riviste a diffusione nazionale per dodici anni.
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.