Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

San Antonio Spurs

Allevatore
  • Content Count

    338
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Everything posted by San Antonio Spurs

  1. In effetti, Christopher Houston Willer in onore del vecchio cammello non suona benissimo, sempre rimanendo sul semiserio.
  2. Infatti in "Tex Willer" il falso nome che usa è Ben, in onore del nonno paterno
  3. Claudio Villa ha il grande merito, e per fortuna la capacità, di saper variare e dunque regalare copertine sempre molto caratteristiche e diverse fra loro. Provate a pensare a questa o alla Signora del Rancho Verde in confronto a quella - mi verrebbe da dire "stilizzata" - dello Scontro Finale. Poi, a mio parere, le cover in notturna gli vengono sempre particolarmente bene.
  4. Di Fairfax a me fregava, finché c'era - quanto di un giornalista esperto di basket italiano a commentare i pro e contro della Brexit. Faremo a meno del Regno Unito cugino, faremo a meno del cronista cestofilo senza rimpianti. Anche perché fai che cos'altro avrebbe potuto aggiungere? Simpatia per zanzare e anfibi, Ad anni di distanza? No, "fuori dalle" una volta per tutte. P.S. Nessun commento sul giornalista di basket, grazie. Anche perché EX quanto un compagno di classe di Kit Carson, ormai.
  5. DIrei che "finale affrettato" è ormai un marchio di fabbrica ormai decennale, come se il lettore aspettasse l'ultimo spot o lo spoiler del numero successivo. E'un'usanza che non mi piace, in mezzo a decine di vignette rivedibili e trasformabili, ma io sono solo il lettore e mi affido al curatore Anzi, al curandero.
  6. Solo due dubbi: il presunto colpo di fulmine con "lu bravo quajone" Castillo e la doppia dose di sonnifero, che nel secondo caso il rural manipola alla "Sim sala bim" come se avesse già visto otto spettacoli di Silvan. Non vedo in Ramona una dark lady, può essere che salti fuori un particolare a sorpresa, non ce la immagino entrare in pianta stabile nel canone tediano, nemmeno fra una ventina d'anni ai ricordi di un bivacco.
  7. Nonostante il titolo da fotoromanzo in stile Lanciostory, l'albo ha una storia discreta e concreta. Solo due annotazioni. Da pagina 56 i due pard avvertono l'avvicinarsi di una minaccia. Sono a letto ma trovano il tempo di vestirsi; particolare che avrà fatto piacere a chi li criticava perché in mutande ne "La rupe del diavolo". Scascitelli è bravo ma esagera nel ricoprire corpi, volti, mani e vestiti di trame di righe nere. Sarà il suo stile, non inficia il giudizio positivo nel suo complesso, perché lo salva la dinamicità trasmessa, Però gli rallenta di sicuro il lavoro. Affari suoi, dirà giustamente qualcuno. Quindi, non capisco ma mi adeguo. Jesus?
  8. Dalla prefazione (anonima) del Color: "Non vi sarà difficile , infatti, riconoscere fra i protagonisti di questa storia la fisionomia di alcune star hollywoodiane che tanta parte hanno avuto nella nascita di un immaginario intramontabile". Ovviamente riferito ai film western. Parte la caccia al riconoscimento ed è un gioco piacevole. Io inizio con il dire Rita Hayworth e Anthony Quinn, ma sono ancora alle prime pagine.
  9. Bologna: no. Il che comporta probabilmente anche lo slittamento dell'albo mensile. Ecco, queste sono cose che me le fanno un po' girare ma il capro espiatorio bello pronto c'è: i distributori. Quando ero direttore di un settimanale che si stampava a Bologna e che il martedì mattina era nelle edicole di Sondrio, per dire, a Reggio Emilia lo si trovava solo il mercoledì.
  10. Wikipedia ringrazia per la moltitudine di gente che hai indotto a consultarla.
  11. Certo che nella serie "giovanile" Tex in materia di avventure esplicite con le donne fa come si faceva una volta con il 740: sta andando a credito, Così che si capisce come nella serie parallela, storica e canonica, dopo la moglie niente più, grazie. Beata gioventù. Oppure si nasce incendiari e si muore pompieri. Forse. ;-)
  12. Giusta rilevazione, ho pensato anche io la stessa cosa. E mi piace.
  13. Sono nato a Bologna, ma anziché andare all'asilo, dai due ai cinque anni ho vissuto in campagna. Dai nonni. Non c'erano cavalli, solo mucche. Dunque mi dichiaro incompetente in materia ;-)
  14. Dai, Mauro... A parte il fatto che ho precisato di essere pignolo e ficcanaso - altrimenti non avrei fatto il giornalista - ma davvero uno nel 1880 e dintorni sa stabilire una traccia grazie alla cacca? Odore, consistenza, forma? Poi, davvero, ho scritto che era solo un inciso e vorrei davvero chiuderla qui e così. Anche se il bello di Tex è che provoca confronti anche solo sui dettagli. Grazie dell'attenzione.
  15. Chiarisco e concludo: si fanno peli e contropeli ai tipi di fucili usati o alle usanze dei nativi americani prossimi al Canada rispetto a quelli vicini al Messico; sì è il bello di un forum. Nel mio piccolo e per un evento molto secondario - una frase in una vignetta che non cambiano né il corso né il senso di una storia - ho fatto il pignolo, ho cercato l'ago nel pagliaio. E' che l'ho trovata strana, quella battuta, da parte di un autore attentissimo. P.S. Strano che nessuno abbia citato Pat Mc Ryan che guida la macchina, a proposito "di".
  16. Risposta alle tue domande. Ho parlato della vignetta con l'accenno alle sei ore perché fa parte dell'albo in questione. Dicesi coerenza, ma rischiamo di scivolare nell'etimologia e io la chiuderei qui.
  17. Perché è quella che ho notato nell'albo di cui si sta parlando e questa è coerenza.
  18. Tex nel tempo è cambiato, lo sappiamo e ne discutiamo da tempo. Alcune cose sono state escluse, altre aggiornate. Per me, in meglio. Ma pensare che Tex metta l'orecchio per terra e capisca che si stanno avvicinando cavalli al galoppo - faccio un'ipotesi parallela - nel 2020 farebbe (sor)ridere. Perché è vero che ci sono regole precise nel canone, ma è altrettanto vero che i lettori di oggi sono molto più smaliziati di quelli di decenni fa.
  19. Apprezzo lo sviluppo della storia su diversi piani paralleli, anche in questo secondo albo, l'alternanza di situazioni e protagonisti. Rilevo quelle che mi sembrano due incongruenze. 1) Pagina 55, terza vignetta, indiano che dice "Le ultime tracce che abbiamo esaminato risalgono a sei ore fa", manco fosse un dottore di Medicina Legale su un cadavere; 2) Pagina 94. Tiger Jack ferma Kit che sta per bere e quando arriva Tex conferma.: "Hanno gettato in fondo alla pozza delle carogne di animali riempiendole di sassi per non farle risalire in superficie. L'acqua è torbida e non possiamo vederle". Ora, a parte che è buio e non si sarebbero viste comunque, si deve presumere che Kit abbia problemi di olfatto. I disegni: Seijas a volte sfiora il caricaturale e il grottesco, ma ha una sua sicura forza espressiva anche se fra la Guardia Rural uno si aspetta sempre che esca il nipote di Cico di Zagor. Il pregio di una storia è comunque quella di far crescere l'attesa per il numero successivo e in questa l'obiettivo è stato perfettamente raggiunto.
  20. Ovviamente parlo solo per me. Non c'è nessuna prevenzione verso Claudio Villa, semplicemente in un forum di confronto delle opinioni ho espresso una perplessità. Scrivo per mestiere e so bene che in tutta la mia più che trentennale produzione mi sono uscite cose fatte bene ed altre insufficienti. Molto più di questa copertina. E Villa è stato criticato molto di più - ma non da me - per altre opere. Avessimo tutti la stessa opinione non saremmo qui a, maso: divertirci.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.