Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Ahmed Jamal

Membri
  • Content Count

    37
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Ahmed Jamal last won the day on September 9 2020

Ahmed Jamal had the most liked content!

Community Reputation

4 Neutra

About Ahmed Jamal

  • Rank
    Visitatore

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Interests
    fumetti

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    0
  • Favorite Pard
    Tiger Jack
  • Favorite character
    El Morisco

Recent Profile Visitors

667 profile views
  1. Guarda, se c'è una cosa che "rimprovero" a Boselli è proprio quella di utilizzare troppo spesso il Tex ranger a discapito del suo ruolo di capo dei Navajo che invece nelle storie di GLB era molto più preponderante con molte grandi avventure ambientate quasi totalmente in ambito indiano, nella riserva o nei suoi dintorni. Se ti rileggi le storie ti accorgerai che l'elemento filoindiano e la cultura indiana in generale è molto più presente nel Tex di GLB rispetto a quello di Boselli.
  2. Ma che stai dicendo tu... Lilyth una bella brunetta in costume? Sangue Navajo, una delle due o tre più importanti storie di Tex, squalificato come una storia su 400? Ti faccio solo presente che Tex non vive in un ranch o in una casetta nella prateria come un cowboy, Tex vive in un villaggio indiano e ha sposato totalmente il modo di vivere dei Navajo, decine di volte viene additato come rinnegato nelle storie di GLB che evidentemente, contrariamente a te, aveva ben presente le problematiche razziali insite nella scelta del nostro ranger.
  3. Forse ti sfugge che Tex è il capo di una tribù indiana, il suo grande amore era un'indiana, suo figlio è un mezzosangue e tecnicamente un cowboy lo è stato solo in gioventu. E non sono stati dei cattivi sceneggiatori con la mania dell'innovazione a renderlo così, ma proprio il suo creatore, quel GLB di cui continui a riempirti, a sproposito, la bocca. Che poi mi sembra di capire che a questo punto l'ormai famoso "Vero Tex" non è manco più quello di GLB ma quello del gioco Clementoni. Le meraviglie di questo mondo non finiscono mai.
  4. Gianbart, posso reggere i tuoi commenti quasi sempre sgradevoli ma le storielle inventate ad uopo per darti ragione da solo quelle no, ti prego risparmiamele.
  5. Ottimo, ci mancava solo il contatto telepatico con Boselli per chiudere in bellezza.
  6. A me non da fastidio nulla compadre, basta che la cosa sia reciproca e non ci si inalberi per un "vecchia zitella" con tanto di faccina. Il resto è una tua opinione e quindi saranno guai per te, io ce lo vedrei benissimo e ne sarei molto lieto.
  7. Uh... il mio riferimento ai ricalchi ti offende invece postare la foto della rinoplastica è fine umorismo scommetto. Quanto a saccenterie e presunzione nel tuo post qua sopra se ne vedono a carrettate, come in tutti quelli precedenti del resto. Hasta luego amigo, vah....
  8. Ma quale partito preso?! Quando vedo un maestro del calibro di Breccia, che magari qualcosa al fumetto ha dato sino a prova contraria, venire sbeffeggiato in questa maniera mi sembra normale cercare di riportare la discussione a livelli sensati, qui si è arrivati a dire che chi ha apprezzato le sue caratterizzazioni di Tex e Carson non ama e non capisce il personaggio. Poi le opinioni sono tutte legittime per carità ma per me non non tutte hanno lo stesso valore come si vorrebbe far credere, se uno dice che Alberto Tomba non sapeva sciare buon per lui ma mi dispiace resto convinto che sia una stronzata e mi sento liberissimo di farlo notare.
  9. No problem, del resto è risaputo che l'Italia è il paese dei criticoni per eccellenza, non solo tutti CT della nazionale ma evidentemente anche tutti sceneggiatori e disegnatori navigati.
  10. A me rattrista più che altro vedere quello che dovrebbe essere motivo di gioia, cioè la prova texiana di un grande autore come Breccia, risolversi in queste discutibili polemiche tra l'altro trite e ritrite - caratterizzazioni assurde, inguardabili, mancanza di rispetto per il personaggio, addirittura accusarlo di aver vogli di primeggiare su non si sa bene chi o che cosa- polemiche che sia detto per inciso troverei risibili anche se parlassimo di qualunque altro artista, grande o meno. E a volte mi viene da pensare che qualcuno se li merita i faccioni di Monti appiccicati sopra al lavoro di Wilson.
  11. Ti rispondo eccome: sulla questione non sono affatto d'accordo con Boselli.
  12. Si, sicuramente dopo più di 30 anni che lo leggo devo farmi insegnare cosa è e cosa non è Tex da utenti che tanto per cambiare si autocertificano gli unici fini intenditori oltre che ovviamente preservatori del sacro e immutabile verbo. Comunque io non contesto che la faccia di Tex o Carson possa o non possa legittimamente piacere - al contrario di te che tacci coloro che l'hanno giudicata positivamente come non amanti/non conoscitori a prescindere, e a proposito di arroganza e superiorità - contesto che la discussione su un'opera come questa, attesa e aspettata con ansia da lettori e appassionati di fumetto un po' ovunque, venga ridotta a una francamente risibile querelle sul naso troppo adunco del nostro ranger con toni petulanti - lo dico e ribadisco - da vecchie zitelle. Niente più e niente meno.
  13. 1- Non sono più un giovanotto, mi dispiace 2- Trovo il Tex di Breccia, dalla punta degli stivali al cappello passando ovviamente per il naso, semplicemente monumentale.
  14. E' la sproporzione che colpisce, tra un particolare, tra l'altro opinabilissimo e tutto sommato secondario, e una prova grafica chiaramente maiuscola. Magari si potrebbe chiedere a Boselli di fornire a Breccia della buona vecchia carte ricalcante in modo che non incappi più in questo imperdonabile errore.
  15. Ma se son tre pagine che, di fronte a un fumetto che graficamente offre ben altri spunti, continuate con sta storia del naso? Sarebbe come se uno criticasse Maradona perché in una partita dove ha fatto 2 assist e un goal non ha battuto un calcio d'angolo come andava a voi.... Poi con quel "forumisti" indicavo la categoria in generale, cioè gente che su qualunque argomento non fa altro che passare il tempo a cercare il pelo nell'uovo e se non lo trova allora comincia a smaronare gli zebedei perché il lavoro di un artista non appaga il loro particolarissimo gusto personale.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.