Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

ymalpas

Collaboratori
  • Content Count

    7,927
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    82

ymalpas last won the day on April 17

ymalpas had the most liked content!

Community Reputation

458 Incredible

6 Followers

About ymalpas

  • Rank
    Utente emerito del TWF

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Real Name
    Sandro

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    250
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    El Morisco

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Non mi offendo per così poco. Però cerchiamo davvero una maggiore serenità nei giudizi e nel modo di porci verso gli altri forumisti. E soprattutto ricordiamo che nessuno qui tra noi detiene verità assolute per il semplice motivo che non esistono. Insomma cerchiamo di non litigare per cose che restano puerili. Se Galep poteva contare su Corteggi e dei coloristi che valorizzavano le sue copertine, la colorazione photoshop rende un pessimo servizio a quelle di Villa. Hai voglia di sperimentare quando poi il tuo lavoro è penalizzato nella fase conclusiva da scelte sbagliate
  2. Chi scrive esprime la sua opinione, poi che sia una verità universale non sta scritto da nessuna parte. Piuttosto, un tuo intervento come questo: Non ti atteggi tu qui più di tutti gli altri a detentore di verità universale ? Non sei maleducato nei miei confronti quando esprimo una mia critica (motivandola peraltro), tacciando le mie parole o le mie idee di "idiozia" ? Ti segnalo ai moderatori per questo.
  3. La discussione ha un po' assunto involontariamente i contorni di partigianeria tra chi preferisce Galep e chi difende a spada tratta Villa. Quando in effetti non si discutono come copertinisti ne l'uno ne l'altro. Più che di stile o bravura a bucare, io parlavo di contenuti e ancora non ho capito chi vorrebbe un Villa con una copertina meno ricca di dettagli, chi vorrebbe un Tex più centrale o dinamico, chi vorrebbe un copertina a tinta unita e chi con i veri colori, cioè chi se la prende con il colorista o con chi gli detta questi colori che siamo d'accordo tutti sono del tutto i
  4. D'accordo, Tex c'è MA NON E' CENTRALE. Il succo del mio discorso sta tutto qui. Nelle copertine di Galep c'era Tex, nelle copertine di Villa c'è ANCHE Tex. Metto il maiuscolo per mettere in evidenza il concetto. Per spiegarmi meglio: In questa copertina Tex è centrale. Tex è in movimento. Ci sono la strega e ci sono i lupi, ma sono secondari, il senso di pericolo grava su Tex. Questa è una copertina di Tex. In quella di Villa Tex è statico e difatti il senso di pericolo non è dato dalla lotta strenua di Tex contro i lupi ma solo dall'immagine s
  5. Non ho molto da dire su questa storia, l'ho letta la settimana scorsa e già quasi dimenticata. Parlo di quella di Nizzi il cui maggior pregio è forse l'assenza di grossolani difetti, per il resto una classica storia western ma senza guizzi particolari, sceneggiatura di Nizzi meno tonica rispetto a quella per Mastantuono della serie regolare. Ruju sugli speciali ormai non lo leggo nemmeno più. Oggi stavo dando una ripassatina a un classico, "Trapper", quando mi sono detto: "Toh, mi resta ancora quella di Ruju & De Luca inedita da leggere...", ma niente, ho continuato a leggermi GLB e Nicolò
  6. Si ma anche: Quante di Villa con un Tex imbambolato che guarda ? Quante volte nella stessa posizione con la pistola in mano, una volta a destra una volta a snistra, in mezzo piano ? Le copertine di Galep avevano solo un soggetto: Tex. La ricerca era quella di trovare sempre una nuova posizione, una nuova angolatura. Le copertine erano spoglie di dettagli, volutamente. Al lettore non interessava altro, dopotutto. L'unica cosa che voleva vedere nella copertina era Tex. Ora, quoto il messaggio di Diablero, nella copertina del mese pros
  7. L'idea di questo topic mi è stata data dalla lettura di un articolo di Arduino de Bonis del 2 marzo 2021 intitolato LE NUOVE COPERTINE DI ZAGOR NON REGGONO QUELLE DI TEX (clicca sul link per visionare l'articolo) Estrapolo qualche passo interessante: Quando Galep lascia Tex nel 1994 Civitelkli rischia di essere declassato a Mister No: Stano poteva essere il nuovo copertinista di Tex: L'autore continua a disquisisre sulle copertine per arrivare alla fi
  8. Ritornando a Nostra Signora degli Zombi, a pagina 114 nella prima vignetta dice al figliol prodigo: "Quei due uomini... non sono come gli altri. Affrontarli potrebbe essere un errore." Ma come? Uno lo ha già affrontato (Tex) e Carrillo si è beccato un po' di piombo nel polmone. Magari era una pallottola a salve. Sta di fatto che credeva di essere davvero morto e c'è voluto l'intervento della strega: alzati e sbrigati, che quello torna! Come se la scena incriominata non si fosse mai svolta. Questo il senso delle parole di Marine. Poi perché un errore affront
  9. L'amico Francesco Bosco ha fatto del "manierismo" di Aurelio Galleppini e di tutti gli altri disegnatori (italiani o internazionali) due bei libroni e dovrebbe essere a buon punto con il terzo. L'ha fatto per amore di quel Tex e per lo stesso Galleppini, al quale ha reso uno straordinario omaggio, peccato che non tutti l'abbiano capito e non gliel'abbiano perdonata. Bisognerebbe scindere le due cose: si parlava di schemi narrativi, non di parti copiate di sana pianta o imitate con lo stile "manierista". Ora se a un autore viene richiesto di mantenersi fedele, cioè ha qu
  10. Il libro fu scritto da due universitari tirati su per dirla in sardo... a pani et casu ( con pane e formaggio), cioè con in braccio le opere di Propp, Greimas, Genette, Todorov ecc, che non risolvono facilmente la questione in tre momenti come fai tu da profano. il manierismo è una tua fissazione, ma sta alla base di tutte le opere letterarie (non è solo una prerogativa di Nizzi). Il libro di cui ho postato sopra la copertina ovviamente non si riduce solo a contare quante pallottole ha sparato Tex e altre amenità simili (come fa negli anni novanta il libro di Paglieri, attenti a non confondere
  11. Non sono piaciuti nemmeno a me. Finale che rovina una - fino ad allora - ottima storia. Così come i lucertoloni nella storia del ritorno di Zhenda. Finali che anche Nizzi onestamente riconosce non riusciti. E' vero che in entrambi i casi la redazione lo obbligò a cambiare le carte in tavola. Nella storia di Zhenda, lei doveva morire e Tex fare una strage dei Sinaguas. Finale tagliato e sostituito con la sequenza nella caverna. Nella seconda storia - riporto quanto dice lui stesso dal libro di Guarino - le colpe le ha anche lui:
  12. Ma uno zombie non si muove come Carrillo, non ha una volontà propria, una coscienza, non si fa pagare con moneta sonante. Uno zombi, almeno uno zombi classico alla Sergio Bonelli o alla GLB, è un corpo riportato in vita ma senz'anima, senza pensiero, senza parola, nel senso che cammina meccanicamente, cioè si fa guidare a distanza, fa quello che gli si ordina e poi ritorna nella tomba. Non colleziona pistole, non brama di diventare il più forte. Mi chiedo che razza di letteratura fantastica abbiate mai letto? Il fantastico in Bonelli e in Tex non guarda alle boiate della recente cinematografia
  13. Documentata tra l'altro nel libro del 1979: A me le parti più interessanti sono risultate quelle quando parla del texone di Buzzelli e di quello di Magnus. Poi le spiegazioni che dà sul texone di Seijas. Per il resto e su Boselli in particolare, più diplomatico del solito.
  14. Certo, ma è IL come si ritorna dalla morte. Tra l'altro Ruju è recidivo. Il Texone di Roi con Vladar. Basta, abbiamo capito., la ripetitività stanca e non basta aggiungere una spruzzata di spezie per fare un buon brodo. Senza spiegazione logica, la presente storia fa ridere (o piangere). Quando gli autori riciclano i propri soggetti incomincio a sentire puzza di bruciato. Bocciato anche Borden come curatore, ma questo lasciatemelo dire il mese prossimo dopo la lettura del secondo albo.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.