Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

ymalpas

Collaboratori
  • Content Count

    9,133
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    34

ymalpas last won the day on June 3

ymalpas had the most liked content!

Community Reputation

243 Incredible

7 Followers

About ymalpas

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Real Name
    Sandro

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    250
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    El Morisco

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. ymalpas

    [04] ALBI A STRISCIA DELLA QUARTA SERIE

    Striscia n. 02 L'UOMO DAGLI SPERONI D'ARGENTO 15 gennaio 1952
  2. ymalpas

    [05] ALBI A STRISCIA DELLA QUINTA SERIE

    Striscia n. 02 UNO SFORTUNATO INCONTRO 01 luglio1952
  3. Striscia n. 02 UN AFFARE MISTERIOSO 19 maggio 1953
  4. Questa è una storia che prima o poi penso che si farà. L'antagonista è di "peso". Me lo ricordo morto, il povero Lao Tan ( Il resto del soggetto è abbastanza simile alla storia de "Il laccio Nero". Abbiamo avuto il Diablero, Sasquatch, Chupacabras e il Tex 600! Bien! Da lettore mi auguro proprio di no Il topic è a un passo dalle 25 pagine!
  5. LA NOTTE DEL SABBA. Villaggio centrale. Lo stregone, che ha apppena avuto una visione, avverte Tex che dovrà recarsi a nord della riserva nella Mystery Valley dove in un piccolo villaggio è stato ritrovato il corpo nudo e martoriato di ferite di una giovane ragazza. All'origine dell'omicidio ci sarebbe l'azione di uno iinzhid (stregone malefico) o comunque di uno yee naaldooshii (skinwalker), cioè uno sciamano dedito al male capace di trasformarsi in qualunque animale e preferibilmente in un corvo, lupo, coyote o coguaro. I quattro pards cercano di accertare i fatti mentre inquietanti episodi di necrofilia e ruberie nel cimitero sembrano confermare le inquietudini. Tex si scontra di fronte alla paura e reticenza degli abitanti del villaggio ma segue lo stesso quella che è una pista di sangue (altri bestiali omicidi) che conduce a un vecchio anasazi, con l'unico reale indizio rappresentato dagli occhi degli avversari che durante la trasformazione notturna restano umani. Gli skinwalker (perché sono più di uno) aspettano i nostri pards e pulizia non sarà fatta fino a che non si raggiungerà anche lo skinwalker alfa che sulla pista di Sedona li precede al grande sabba, dove altri giovani navajo saranno presto iniziati alla magia nera.
  6. ymalpas

    [703/704] La seconda vita di Bowen

    Una delle storie più riuscite di Ruju. Peccato per la qualità di stampa, anch'io devo segnalare la mia copia fallata, questa volta non da macchie di nero ma da sfocatura e testo illegibile. Sono un paio di pagine, ma ti rovinano l'albo e sinceramente, nel 2019 e con questo prezzo di coeprtina, la ritengo una cosa inaccettabile.
  7. ymalpas

    [428/429] I Lupi Del Colorado

    A proposito di chicche, una tavola inedita del TEXONE di Quinto:
  8. ymalpas

    [428/429] I Lupi Del Colorado

    "I lupi del Colorado" è una storia che nasce nel 1991 per un Texone da far disegnare a Nadir Quinto e si trascina nella sua realizzazione fino al marzo 1994 quando il disegnatore muore a Milano avendo completato o quasi completato le sue tavole. In questi due o tre anni Nizzi attraversa la sua crisi, Quinto non fa che entrare e uscire dagli ospedali, come mi raccontò la figlia Diana. Quando il disegnatore muore, il malloppo di tavole viene bocciato dalla SBE, si vocifera per insufficienza artistica o forse semplicemente perché resta incompiuto. Nizzi non era in forma e sappiamo che sin dall'inizio era poco convinto dall'idea di collaborare con il disegnatore, con il quale peraltro aveva collaborato a lungo anni e anni prima quando Quinto era al massimo della sua forma e uno dei maestri riconosciuti del fumetto europeo. Non parliamo di Sergio Bonelli, poco convinto anche lui per non dire peggio. Le tavole di Quinto a me non sono sembrate malaccio. Sta di fatto che la SBE non era proprio convinta da questo texone. Passa circa un anno e alla fine Sergio si decide e riaffida la sceneggiatura a Fusco, che la disegna velocemente per una pubblicazione già nell'estate del 1996. ( per saperne di più sui texoni, rimando alla lettura del nostro TEX WILLER MAGAZINE numero 14 del giugno 2016)
  9. ymalpas

    [425/428] Yucatan

    E' una delle storie a cavallo della celebre "crisi" creativa vissuta da Claudio Nizzi nel primo semestre dell'anno 1992. Claudio Nizzi scrive circa 1/3 della storia prima della crisi (cioè entro la fine del 1991). Il resto dell'avventura, quella in cui tu dici che si sgonfia notevolmente, è ripreso addirittura dopo l'estate del 1995. Se la storia fosse stata scritta tutta prima della crisi, molto probabilmente avremmo letto un'altra storia. C'è stata la crisi, la storia è stata ripresa molti anni dopo, con stanchezza , poca originalità, da qui la noia di cui tu parli.
  10. ymalpas

    [Tex Willer N. 5 / 6 / 7 / 8 / 9] I due disertori

    W la nuova serie Tex Willer. Perché è diversa dalla serie inedita mensile. Perchè le sue storie non potevano aver altro contesto che questa nuova collana a loro dedicata. Perchè ci permettono di riportare in vita storici personaggi e di leggere le loro storie nel loro contesto temporale. Perchè sono albi che ampliano e danno una prospettiva a quelle storie degli anni quaranta e primi anni cinquanta cui la critica ha guardato con accondiscendenza. Perchè questi albi sono curati maniacalmente e rivaleggiano in tutto e per tutto con il mensile. Perché a differenza delle altre collane che sono tutte riconducibili al mensile, queste sono storie diverse , concettualmente diverse, è un altro modo di raccontare Tex. Perché queste storie sarebbero piaciute a GLB e al figlio Sergio e di riflesso accontentano il 99 % dei lettori texiani. Perché, ancora una volta, dimostrano che Tex è un fumetto intramontabile. Perché sono di parte e muoio dalla voglia di vedere in azione Tesah, Mary Gold, Lily Dickart e Lilyth. Perché le copertine di Dotti sono delle opere d'arte e la SBE può inizare a pensare per il store di mettere in vendita dei quadri che abbiano le medesime come soggetto. Perché Boselli ha trovato una nuova vena creativa e si vede quanto si diverte a scriverle. Perché ogni mese si alternano (tra) i migliori disegnatori italiani. Perché è una serie destinata a diventare "cult" e tra otto anni festeggeremo il numero 100 a colori. Perché sono una cartina di tornasole per tutti quelli per cui Tex è solo una lettura domenicale e ancora non lo sanno.
  11. ymalpas

    [Texone N. 34] Doc!

    Non assomiglia e non frega, per inciso, un accidente. E' il Doc di Laura Zuccheri, è il Doc e basta. Spero in una buona storia di Borden, perché sto' texone mi attizza veramente poco, a cominciare proprio dai disegni che non mi paiono questa grande cosa. Il maestro Font, odiatissimo (su Tex), lascia di più il segno. Zuccheri può andare bene per gli speciali ma lontana dalla serie regolare.
  12. ymalpas

    [703/704] La seconda vita di Bowen

    Ottima prima parte, bravissimo Ruju.
  13. ymalpas

    Galleria Di Tex Di Disegnatori In Generale

    Eh si, la Lilyth di Ticci. Ma goditi il disegno senza pensare alle veraci native amerindie
  14. ymalpas

    Galleria Di Tex Di Disegnatori In Generale

    Meglio della Lilith di Villa e Civitelli.
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.