Vai al contenuto
TWF MAGAZINE N°18 è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum

ymalpas

Collaboratori
  • Contatore Interventi Texiani

    9082
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    19

Tutto il contenuto pubblicato da ymalpas

  1. Collana Romanzi a fumetti n. 2 Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli Disegni, colori e copertina: Mario Alberti Periodicità semestrale: 25 settembre 2015 Nel carcere messicano di Frontera langue un misterioso prigioniero, che la bella francese Blanche Denoel vuole libero a tutti i costi, perché lo aiuti nella sua vendetta! Ed è solo la miccia che accende una colorata esplosione di avventura e violenza nelle assolate praterie del SudOvest, tra pugni, cavalcate, spari e Comanches! Incontrerete un giovane Tex come non lo avete mai visto prima, nelle sensazionali tavole a colori di Mario Alberti! © Sergio Bonelli Editore
  2. Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta Disegni: Fernando Fusco Periodicità mensile: Settembre 1977 è Gennaio 1978 Inizia nel numero 203 a pag. 87 e finisce nel numero 207 a pag. 27 Roger Goudret, un mite predicatore che rifugge da ogni forma di violenza, si trova ospite delle prigioni di Great Falls in seguito alla sua intensa opera di "apostolato" a favore degli indiani che vedono in lui una specie di profeta mandato dal cielo. Le idee che diffonde con estrema facilità hanno causato infatti numerosi episodi di violenza e di ribellione in alcune riserve indiane, sedati nel sangue. Tex ha ricevuto l'incarico di trasferire Goudret nella città di Winslow dove lo attende il processo. Mentre scendono le prime ombre della notte, il capitano Jim Brandon giunge inaspettatamente nel piccolo villaggio del Montana. Le popolazioni del Saskatchewan, sobillate dallo stesso Goudret, minacciano una ribellione al dominio inglese, col fine di rendere la regione una nazione indipendente e le giubbe rosse, dopo i primi segnali sempre più preoccupanti, hanno deciso a loro volta di fermare la sua opera di proselitismo. Ma la propaganda di Roger Goudret è seguita con un certo interesse anche dal cugino Pierre, detto Big Bear, un avido fuorilegge che vede nella rivoluzione una facile opportunità di arricchirsi. A dargli manforte è il capitano Donovan, un giuda in divisa, il cui intervento provvidenziale permette la liberazione del "profeta". Stordito Tex e ucciso lo sceriffo, anche Jim Brandon, ferito da un proiettile, cade in una pozza di sangue. Mentre le fiamme della ribellione si alzano sempre più alte ed incontrollate nel cielo e la falce della morte miete le sue prime innocenti vittime, il ranger e la giubba rossa, si lanciano in una palpitante corsa contro il tempo, per chiudere la partita con i fuggiaschi. Le formose ragazze di Lilly Bijoux, che generosamente si concedono agli sguardi nostri e del pubblico, ballando uno scatenato can can, attirano una clientela sempre numerosa al Roman Palace, il locale notturno più frequentato dell'intera Great Falls. E in questo peccaminoso affresco di fine ottocento, tra i più conturbanti mai visti, seduto ad un tavolo accanto allo sceriffo, ritroviamo Tex Willer, evidentemente poco allettato dallo spettacolo del Mago di Parigi, che richiama a gran voce le "famose ragazze". E non possiamo dargli torto, merita poca fede il suo goffo tentativo di scusarsi davanti a Jim Brandon, insensibile al fascino della bella Lilly che lo provoca visibilmente, trattando le artiste da piccolo branco di gallinelle che sgambettano sul palcoscenico. Questo piccolo e godibile siparietto, dovuto immancabilmente alla penna di Nolitta, illustra un lato meno conosciuto del personaggio, lasciando intuire al lettore che ancora molto resta da raccontare sulla vita sentimentale e sessuale del ranger. Non lasciamoci ingannare, per il lettore come per i protagonisti di questa storia, è la classica calma prima della tempesta. Le popolazioni di origine francese che abitano le regioni del Canada meridionale vogliono liberarsi dal soffocante dominio britannico. Respiriamo l'estrema tensione che genera la sfilata delle giubbe rosse nel piccolo villaggio di Bowness, gli sguardi pieni di odio e l'inquietante silenzio della gente, il bambino che scaglia una pietra: "fuori gli inglesi, fuori gli invasori dal nostro paese!", che contrastano visibilmente con l'allegra scena vissuta poco prima nel covo di peccatori a Great Falls. Le idee di Roger Goudret sono tutt'altro che sballate e in alcune parti coincidono con la stessa visione di Tex del problema indiano e delle identità nazionalistiche, ma i tempi non sono ancora maturi per realizzare un nuovo tipo di società e le parole del profeta ottengono solo l'effetto di eccitare gli animi. E in questo clima di violenza e crudeltà sguazza il cugino Big Bear, un killer senza scrupoli, un cattivo magistralmente caratterizzato da Nolitta e dalla penna dell'immenso Fusco. Roger lo accusa di servirsi della causa rivoluzionaria solo per vendicarsi di tutti coloro che in passato, per tanti anni, gli hanno dato la caccia, lo accusa di volersi atteggiare a rispettabile capo-popolo pur restando invece un volgare ladrone. Roger, che parla come uno dei tanti figli dei fiori sessantottini, forse anche perchè assomiglia un poco a John Lennon, si indigna contro il cugino per i massacri indiscriminati e le torture sui prigionieri, lui che avrebbe voluto trattare con le autorità inglesi, lui che si indigna per l'ondata di violenza scatenata da Big Bear e i suoi accoliti, la cui virulenza diffonde un'immagine del suo movimento ben diversa da quella che aveva progettato. Roger e Big Bear non hanno la stessa visione del problema, ed a un certo punto lo scontro è inevitabile. Big Bear spara alle spalle Roger, con la stessa vigliaccheria che aveva caratterizzato lo sparo sul corpo inerme di Jim Brandon a Great Falls. Il personaggio di Donovan è più complesso. Nella cittadina del Montana impedisce a Big Bear di uccidere a sangue freddo Jim e Tex, ma è anche il traditore che favorisce l'eccidio di Fort Brooks. Animato da nobili ideali di libertà, nato da una famiglia di coloni francesi, Donovan è consapevole che nelle loro fila si annidano criminali del calibro di Pierre Goudret, ma questo secondo lui è lo scotto che ogni movimento rivoluzionario deve pagare. La rivolta al dominio inglese è sacrosanta e Tex sembra quasi capire le sue motivazioni e non si sbaglia sull'uomo, che nelle ultime pagine morirà per salvare la loro vita, riscattando così, almeno in parte, gli errori passati. Questa epica avventura al nord, quella che dopo la mitica "Sulle piste del nord" inaugura il ciclo canadese, è uno dei massimi capolavori del terzo centinaio. Bellissimo il lungo inseguimento di Tex e Jim agli inafferrabili Goudret, l'incontro con gli Uroni che porta al salto dalla Rupe Nera, nessuno si era mai gettato in quelle acque! quindi l'orgia di sangue ovvero l'orrore di Fort Brooks e l'incontro con il simpaticissimo trapper Soublette. L'arrivo in canoa dei tre al villaggio di Elbow, la tana del lupo, l'incontro sfortunato con Donovan nell'uffico del reclutamento, la fuga, l'inseguimento e infine il palo della tortura. Tex e Jim vengono seviziati dagli indiani per quasi un albo intero [ il 206 ], sono delle scene di una ferocia e di una bellezza unica, commoventi le parole d'orgoglio e d'incitamento che i due, ormai consapevoli della loro fine imminente, hanno l'uno per l'altro. Quindi lo sparo di Big Bear. La folla commossa e incredula degli indiani, raccolta intorno al cadavere del profeta, che dopo la sua morte abbandonano la causa rivoluzionaria e i ribelli francesi al loro triste destino.L'arrivo delle giubbe rosse che spazzano gli ultimi tentativi di resistenza. La fuga di Pierre Goudret, l'intervento successivo di Donovan che impedisce l'assassinio dei due pards ancora legati al palo, la rincorsa rabbiosa e furiosa di Tex al fuggiasco che finisce presto, il volto inacidito di Big Bear finalmente prigioniero e pronto per una bella corda insaponata che lo attende già nel Montana. Personalmente ho sempre trovato discutibile solo una cosa in questa grande storia, parlo dell'ingiustificata assenza del meticcio di origine francese, l'immenso Gros Jean. Non sapremo mai se con il suo peso avrebbe potuto far pendere l'ago della bilancia dalla parte dei rivoluzionari! © Sergio Bonelli Editore
  3. Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta Disegni: Guglielmo Letteri Periodicità mensile: Gennaio 1993 - Giugno 1993 Inizia nel numero 387 a pag. 79 e finisce nel numero 392 Di notte, fra le rovine della casa di El Morisco, distrutta da fantomatici esseri, Tex incontra Eusebio, l'aiutante dello studioso. El Morisco, rifugiato in un grotta, racconta al Ranger dell'assalto degli Uomini Giaguaro, guidati da un fanatico mascherato da Tezcalipoca, una sinistra divinità azteca! Il folle aveva sottratto al brujo un prezioso codice precolombiano e rapito Kit Willer. Visto che una parte del manoscritto è conservata nella missione di San Diego, Tex e il Morisco partono per anticipare le mosse degli assassini, scoprendo che hanno trucidato sul loro cammino un avamposto militare. © Sergio Bonelli Editore
  4. ymalpas

    [282/283] Un Mondo Perduto

    Soggetto e sceneggiatura: Giovanni Luigi Bonelli Disegni: Erio Nicol' e Vincenzo Monti Periodicità mensile: Aprile 1984 - Maggio 1984 Inizia nel numero 282 e finisce nel numero 283 a pag. 47 Nel Grande Nord, un'ignota tribù scende dal Monte Rainier per rapire le donne dei Klamath e Gros-Jean, proprietario di una compagnia per il commercio di pellicce a Yakima, organizza una spedizione con l'aiuto di Tex. Il gruppo, al quale si accoda Hans Steiner in cerca del padre sparito anni prima, è tallonato a distanza da brutti ceffi attratti dal miraggio di un giacimento aurifero, che vengono però sterminati da loschi figuri incappucciati. Raggiunta la vetta del Monte Rainier è fra misteriosi macchinari e arcane incisioni rupestri è i pards cadono prigionieri di orrendi uomini squamati come rettili! © Sergio Bonelli Editore
  5. ymalpas

    ③ La storia più bella della fascia 600 - 699

    Per me: LUNA INSANGUINATA I RANGERS DI LOST VALLEY IL SEGNO DI YAMA
  6. ymalpas

    ② La storia più bella della fascia 600 - 699

    26 voti. Passano le prime tre classificate: EL SUPREMO (20 voti) GIOVANI ASSASSINI (14 voti) LA STIRPE DELL'ABISSO (13 voti)
  7. Votate contemporaneamente NEL SONDAGGIO IN ALTO fino a tre storie che giudicate le più belle del secondo lotto che raggruppa quelle dal 625 al 650. Passano le prime TRE che hanno ottenuto più voti! Il sondaggio resta aperto una settimana.
  8. ymalpas

    [Tex Willer N. 1 / 2 / 3 / 4] Vivo o morto!

    Sono dettagli. Orso non è nemmeno un personaggio, ma un "fantasma" nella striscia del 1948. Resto invece molto soddisfatto dalla resa di Tesah come l'ha disegnata De Angelis. Galep le donava, con le pose in cui la inquadrava, un tocco di sensualità in più, ma oggi forse sarebbero stucchevoli. Nell'immagine che è stata postata sopra, vedi anche la scollatura: è un bel vedere. Spero vivamente che Tesah appaia anche in altre storie oltre a quelle in cui è stata già annunciata. E che queste storie presentino, nello spirito di quelle prime mitiche avventure, tanti personaggi femminili. Sulla pagina facebook di Candita ci sono alcune pregevolissime illustrazioni di Tex con Lupe e Lilyth, Candita fa parte dello staff disegnatori ? Acc... su questa bellissima iniziativa editoriale , non sappiamo quasi niente, ci sarebbe il tanto di fare una mini intervista al grande Boselli per il prossimo magazine del forum in uscita la prossima primavera.... Si può fare Mauro o desideri mantenere, scaramanticamente o no, ancora un po' di riservatezza su quest'iniziativa editoriale IMO lodevolissima ?
  9. ymalpas

    [229-232] Il Clan Dei Cubani

    Soggetto e sceneggiatura: Giovanni Luigi Bonelli Disegni: Fernando Fusco Periodicità mensile: Novembre 1979 - Febbraio 1980 Inizia nel numero 229 a pagina 74 e finisce nel numero 232 a pagina 60 Indagando su un battello del Mississippi, i quattro pards infliggono una dura lezione a una cricca di gamblers... Facendone cantare uno a suon di pugni, scoprono che New Orleans è stretta nella morsa di un racket malavitoso guidato dalla misteriosa Maschera di Ferro e dal suo servo sudanese Hanubi, in combutta con il Clan dei Cubani. I farabutti ricattano le persone più ricche della città con minacce e rapimenti, e al minimo errore non esitano a sopprimere i loro stessi affiliati, usando serpenti e dardi velenosi! Allo sceriffo Nat Mac Kennet non resta che dare carta bianca a Tex. Cinquemila dollari! Questa è la taglia messa sulla testa di Tex e dei suoi pards dalla Maschera di Ferro, il misterioso capofila della gang che infesta New Orleans. I nostri, infatti, stanno procurando grossi guai ai gaglioffi che gestiscono il gioco d'azzardo e costringono onesti armatori del Mississippi, con il ricatto e il terrore, a cedere le proprie attività al sanguinario racket. Il Clan dei Cubani e i negri del vudù, subiscono pesanti smagliature nella loro rete criminale. E anche Conway, bieco e viscido avvocato della mala, inizia a sudare freddo. Ottanta miglia di Mississippi: questo il percorso che deve sciropparsi su un guscio di noce, legato, imbavagliato e con un remo solo. E con l'assalto a Villa Drake e alla bisca Lafayette, covi di lestofanti, ai pards resta soltanto da scoprire chi si celi dietro la Maschera di Ferro! © Sergio Bonelli Editore
  10. Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli Disegni: Alessandro Piccinelli Periodicità mensile: Dicembre 2008 / Gennaio 2009 Inizia nel numero 579 e finisce nel numero 580 Montales, uno dei più vecchi amici di Tex, è ridiventato un bandito. Si è unito all'esercito di desperados del terribile Nacho Gutierrez, suo antico compagno di imprese criminali. Deciso a comprendere le ragioni di quella sua strana scelta e, all'occorrenza, per aiutarlo, Tex cerca di arruolarsi nella banda sotto falso nome. Scoprirà una tragica e tenebrosa storia di morte e di vendetta, sepolta nelle antiche miniere di San Raquel, dove echeggia il lugubre suono delle campane fantasma... © Sergio Bonelli Editore
  11. ymalpas

    [526/527] I Fratelli Donegan

    Soggetto e sceneggiatura: Claudio Nizzi Disegni: Miguel Angel Repetto Periodicità mensile: Agosto 2004 - Settembre 2004 Inizia nel numero 526 e finisce nel numero 527 A Silver Town, turbolenta cittadina mineraria, di quelle nate dalla notte al giorno e che altrettanto rapidamente possono scomparire nel nulla, la legge è amministrata dai fratelli Donegan, gente che non ha bisogno di prove, n° di scrupolose indagini, per mandare al capestro qualche poveraccio. Sulle loro imprese, indaga un ranger sotto copertura, ma finisce per cadere vittima delle pistole dei discussi tutori dell'ordine. Purtroppo per loro, la cosa accade proprio sotto gli occhi di Tex e Carson. © Sergio Bonelli Editore
  12. Soggetto e sceneggiatura: Giovanni Luigi Bonelli Disegni: Guglielmo Letteri Periodicità mensile: Marzo 1983 - Aprile 1983 Inizia nel numero 269 e finisce nel numero 270 a pag. 93 Tex e Carson proteggono la spedizione archeologica dei fratelli Rick e Tony Roswell dagli attentati dei sicari ingaggiati da un nemico sconosciuto. Il primo indiziato è Domingo Ortiz, un tipaccio dalla grinta patibolare, ma quando Tex e i suoi pards entrano nella sua topaia per interrogarlo, lo trovano con la gola tagliata e accanto a lui giace il cadavere del suo stesso assassino! Il mistero si infittisce, mentre la spedizione scortata dai rangers raggiunge la Sierra Madre, lì dove un tempio sommerso sembra celare un antico tesoro azteco. Mentre i pards e gli uomini della spedizione Roswell lavorano di piccone per riportare alla luce il tempio azteco sommerso, in cerca del favoloso tesoro che vi è custodito, un nugolo di desperados messicani alleati con l'ignoto sabotatore è pronto ad attaccare! Tex e i suoi compagni sventano la minaccia e sulla sommità dell'inquietante teocalli cade finalmente la maschera del traditore! © Sergio Bonelli Editore
  13. ymalpas

    ② La storia più bella della fascia 600 - 699

    Loriano, non risulta il tuo voto a "Le catene della colpa". Hai cliccato su tutte le tre storie nel sondaggio ?
  14. ymalpas

    ② La storia più bella della fascia 600 - 699

    Per me: SALT RIVER EL SUPREMO LA STIRPE DELL'ABISSO
  15. ymalpas

    ① La storia più bella della fascia 600 - 699

    32 voti. Passano al GIRONE FINALE : I GIUSTIZIERI DI VEGAS SEI DIVISE NELLA POLVERE I SABOTATORI
  16. Votate contemporaneamente fino a tre storie che giudicate le più belle del primo lotto che raggruppa quelle dal 600 al 624. Passano le prime TRE che hanno ottenuto più voti! Il sondaggio resta aperto una settimana.
  17. ymalpas

    [Tex Willer N. 1 / 2 / 3 / 4] Vivo o morto!

    Altro numero di spessore, narrativamente parlando. E' un po' difficile arrivare a un commento vero e proprio, peraltro. La storia merita di essere valutata nel suo insieme, che è di quattro albi. Grande De Angelis ( sta lavorando, oltre a quella già finita, presumo, del ritorno di steve Dickart, anche su altre storie del Tex giovane ?), splendida interpretazione di Tesah (c'è una vignetta da infarto quando sale a cavallo , altro che l'innocua tavola di Carson nell'ultimo Color Tex!). Finché si reggerà questo ritmo e questa qualità non mi lamenterò mai di questi albetti che comunque ci costano circa 7000 delle vecchie lire. Nel dicembre 2022 uscirà il numero 50 e allora si potranno fare delle valutazioni complesssive.
  18. ymalpas

    ① La storia più bella della fascia 600 - 699

    Allo stato attuale I giustizieri di Vegas ormai prima classificata con cinque voti di vantaggio sulla seconda. Per il secondo e ultimo posto disponibile lotta a due tra "I sabotatori" e "Sei divise nella polvere" separate da un solo voto. Ah, 31 voti totali, un bel segnale di vitalità per il forum!
  19. ymalpas

    ① La storia più bella della fascia 600 - 699

    Alla fine si conteranno solo i voti del sondaggio! Le tre preferenze vanno date direttamente nel sondaggio: se qualcuno ha sbagliato inserendo magari solo un voto, lo segnali a me o agli amminstratori e provvederemo ad aggiungerlo noi manualmente.
  20. ymalpas

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    E' un giallo. Può essere il dato di partenza, non il soggetto intero dell'intera storia. Difatti non c'è sviluppo della trama.
  21. ymalpas

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    Qualche giorno di cavallo Scherzi a parte boccio la mia idea per il ruolo marginale tenuto da Tex nella vicenda. Come è risaputo tutto deve ruotare intorno a lui. Altrimenti leggiamo un altro western. E questo ha il sapore di un romanzetto rosa. Però Carson e Lena in pose equivoche sarebbe veramente uno spasso
  22. ymalpas

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    RITORNO A BANNOCK Il giovane piedidolci Ambrose ha intrapreso un lungo viaggio dallo stato della Pennsylvania per raggiungere Beth, la ragazza che vorrebbe sposare e che con la famiglia era partita qualche anno prima alla volta dell'Oregon e di cui da allora non ha avuto più se non scarne notizie. Lungo il percorso si imbatte con il coetaneo Kit Willer, che è diretto a Heaven in Montana, con cui fraternizza. Kit Willer si ripromette di aiutarlo nella ricerca della giovane. Dopo una sosta a Heaven, i due partono per la città X e scoprono che durante il viaggio la famiglia della ragazza era stata sterminata da una banda di fuorilegge guidata dal vecchio Avery che aveva risparmiato la vita alla giovane (di cui si era precedentemente invaghito) per farne, dopo averla usata, una maltrattata serva nel locale più importante della città di sua proprietà. A quello che ora è il pezzo grosso della città Kit e Ambrose riescono a strappare la ragazza per poi rifugiarsi precipitosamente a Heaven dove sono infine raggiunti dai fuorilegge di Avery che rivoglionoindietro la giovane e dare una lezione a Kit Willer per la sua (sanguinosa) intraprendenza. Alle pistole del giovane Willer, si aggiungono però quelle di una coppia di tizzoni d'inferno giunti (con qualche giorno di ritardo a Heaven) giusto in tempo per saldare il conto agli inseguitori. Avery riesce a sfuggire al loro piombo a gambe levate. Sarà raggiunto dai tre pards in una città fantasma, una certa Bannock, covo un tempo di altri serpenti a sonagli, dove per lui calerà il sipario. I giovani Ambrose e Beth, alla fine dell'avventura, novelli sposi, decidono di vivere insieme nella quieta cittadina di Heaven e i loro amori faranno da cornice, al chiaro di luna, a quelli di Kit Willer e Donna e del vecchio donnaiolo con la madre di quest'ultima.
  23. ymalpas

    ① La storia più bella della fascia 600 - 699

    Per me: Tex 600 / Sei divise nella polvere / I sabotatori.
  24. Qualche mese fa ero già incappato in delle pagine stampate male, per esempio sfocate. La stessa cosa si è riproposta oggi con magguior ampiezza con l'ultimo numero "Panico a teatro". Stavolta sono state tre le pagine stampate al "carboncino". Albi incellofanati, impossibile controllare quali copie siano buone e quali altre fallate. Se qualcuno ha avuto lo stesso problema, lo segnali qui. Il problema della stampa stà diventando qualcosa di estremamente seccante.
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.