• Avvisi

    • TexFanatico

      BUON NATALE   24/12/2017

      BUON NATALE e felici Festività a voi!

ymalpas

Rangers
  • Contatore Interventi Texiani

    8597
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    87

Tutto il contenuto pubblicato da ymalpas

  1. Naturalezza nello scrivere il TEX

    Per chi leggeva il Tex targato GLB questo era il Tex. Me la sono presa con il Tex di Ruju che un Wolfman qualsiasi mena per il naso. C'è chi lo ha scambiato, Tito Faraci, per un pistolero ammazzasette. Se ogni mese uscisse il Tex che così bene ha dipinto Wasted Years, il numero delle vendite risalirebbe a 500 mila. Ah, questo era Tex, e gli altri tre pard erano tizzoni d'inferno, perché erano come lui. Almeno Nizzi, nell'ultima storiellina del color, lo ha capito che tutto ruota intorno a Tex. Boselli lo sa che il Tex è ironico , spavaldo, attaccabrighe, però sono facce centellinate del Tex quelle che ci mostra ad eccezione dell'ultimo Maxi Tex dove ce le mostra a tutto spiano queste facce, ecco perché questo maxi mi piace un sacco.
  2. Nuova collana con il Corriere della Sera

    Uscite da non perdere!
  3. Questo topic è pensato per offrire una panoramica delle storie di Tex che si succederanno dal 2019 al 2022. Ho pensato di fare un po' di ordine tra i vari titoli in lavorazione e di elencare le uscite in base a delle previsioni basate sui tempi di ultimazione delle varie avventure. Stabilire delle scalette rappresenta sempre un azzardo, per cui vorrei che la vostra attenzione non si soffermasse tanto sull'alternanza dei vari titoli, alternanza soggetta a troppe variabili per essere studiata oggettivamente, ma che con questo topic si cercasse invece di fare le prime valutazioni su quella che inizia a delinearsi come l'impronta che il curatore Boselli sta imprimendo alla serie. Per questo motivo vorrei inizialmente soffermarmi su un ristretto numero di storie, da qui fino al febbraio 2019, che precedono il numero 700 e che anch'esse rientrano a pieno titolo nell'esperienza gestionale di colui che è anche il principale sceneggiatore di Tex. Le storie fino al 700. 682 - 683 ( agosto - settembre 2017 ) - LUPE (Boselli & Piccinelli) 684 - 685 ( ottobre - novembre 2017 ) - CUORE APACHE (Ruju & Ginosatis ) 686 - 687 ( dicembre - gennaio 2018 ) - STORIA "INVERNALE" (Ruju & Font ) 688 - 690 ( febbraio - aprile 2018 ) - EREBUS (Boselli & Bruzzo) 691 - 692 ( maggio - giugno 2018 ) - SANGUE MISTO (Faraci & Venturi) 693 - 694 ( luglio - agosto 2018 ) - "RITORNO DI PROTEUS" (Ruju & Ramella) 695 ( settembre 2018 ) - "STORIA DEI 70 ANNI: TEX CONTRO MALLORY" (Boselli & Ticci) 696 - 697 - ( ottobre - novembre 2018 ) - "STORIA DEL MOJAVE DESERT" (Manfedi e Nespolino) 698 - 699 - ( dicembre - gennaio 2019 ) - "STORIA DI SEIJAS" (Boselli & Seijas) Da quello che si evince da questa tabella un certo spazio sarà lasciato anche a Ruju e in parte a Manfredi. Con ogni probabilità leggeremo la storia del ritorno di Proteus, già da tempo in lavorazione, che andrà a sommarsi al ritorno di Lupe previsto per quest'estate. Ho spostato "Erebus" di qualche mese dal momento che Bruzzo è in forte ritardo per lasciare spazio invece alle storie di Font e di Ginosatis (già ultimate da tempo). Difficile inserire una storia tripla anche per via del numero del settantennale (servirebbe infatti una storia di un albo, per esempio "Chicago" di Ruju e Repetto che però risulta ancora in stand-by). Passiamo dunque alla fascia 700. Le storie dal 700 in poi. 700 - ( febbraio 2019 ) - TEX 700 "RITORNO DI TESAH" (Boselli & Civitelli) 701 - 703 ( marzo - maggio 2019 ) - MANHATTAN (Boselli e Dotti) 704 - 705 ( giugno - luglio 2019 ) - SULL'ORLO DELL'ABISSO (Ruju & Rossi) 706 - 708 ( agosto - ottobre 2019 ) - GUATEMALA (Ruju & Biglia) 709 - 710 ( novembre - dicembre 2019 ) - "STORIA HORROR COL MORISCO" (Manfredi e Bocci) 711 - 712 ( gennaio - febbraio 2020 ) - "TEX CONTRO MEFISTO" (Boselli & Cestaro) 713 - 715 ( marzo - maggio 2020 ) - "LA FIGLIA DI SATANIA" (Boselli & Benevento) 716 - 718 ( giugno - agosto 2020 ) - SULLE RIVE DEL MISSISSIPI (Manfredi & Rotundo) 719 - 720 ( settembre - ottobre 2020 ) - "TEX CONTRO LA TIGRE NERA (Nizzi & ? ) 721 - 722 ( novembre - dicembre 2020 ) - "STORIA DOPPIA DI COSSU" (Ruju & Cossu" 723 - 724 ( gennaio - febbraio 2021 ) - "STORIA DI VENTURI CON RITORNO DI VECCHIO NEMICO (Boselli & Venturi) 725 - 727 ( marzo - maggio 2021 ) - "STORIA TRIPLA DI RUBINI" (Boselli & Rubini) 728 - 729 ( giugno - luglio 2021 ) - "STORIA DOPPIA DI FONT" (Ruju & Font) 730 - 732 ( agosto - ottobre 2021 ) - "BARBANERA" (Boselli & Andreucci) 733 - 735 ( novembre - gennaio 2022 ) - "EPILOGO CICLO MEFISTO YAMA" (Boselli & Civitelli) Da quel che è noto la storia di apertura della fascia 700 dovrebbe essere propria la tripla incentrata sul ritorno del Maestro. Ragionevolmente leggeremo nel corso del 2019 almeno un'altra tripla e dovendone scegliere una tra le tante opterei per l'avventura che da Chihuahua porterà i nostri pards, in compagnia dell'immancabile Montales, in Guatemala (testi di Ruju e disegni del veloce Biglia). Completo con la storia horror di Manfedi e Bocci. Nel 2020 punterei nuovamente su due triple: quella di Benevento sulla figlia di Satania e quella di Rotundo ambientata in Louisiana. Nel 2020 leggeremo sicuramente anche il ritorno di Mefisto illustrato dai Cestaro. Perché così tardi per una storia di due albi ? E' ragionevole sospettare un certo ritardo data l'estrema lentezza dei fratelli Cestaro, chiaramente Boselli pubblicherà la storia non appena sarà pronta! Nel tardo 2020 potremmo forse leggere anche del ritorno della Tigre Nera, specie se la storia è in due albi (in tre anni dovrebbe essere pronta). Nel 2021 troveranno sicuramente spazio almeno altre due triple. La prima è quella di Rubini e Boselli, l'altra quella di Andreucci e (ancora) Boselli sul ritorno di Barbanera. Dovrebbe trovare spazio nell'annata anche la storia in lavorazione di Ruju e Font, quella di Boselli e Venturi. L'ultima storia che ho messo in programma (anche perché non ce ne sono altre) è quella di Boselli e Civitelli che chiuderà il ciclo di Mefisto. Per me non andrà in edicola prima del 2022, ma chissà non riesca a trovare spazio anche qualche mese prima. Le storie dal 735 al 750 sono ovviamente ancora da mettere in lavorazione (mettiamone in conto almeno una di Ticci, Dotti, Piccinelli, Acciarino, Mastantuono, Del Vecchio e forse Biglia). Magari i dati sulle uscite risulteranno alla fine tutti sballati, però mi interessava avere una visione d'insieme e nonostante la vaghezza delle ipotesi, cercare di ponderare ciascuna annata: tutte mi sembrano ricchissime di aspettative e tali da preconizzare un ritorno a livelli altissimi, cui contribuiranno ritorni eccellenti, ambientazioni e tematiche davvero speciali!
  4. Galep 100

    Non esageriamo, in circolazione ci sono persone che la sanno di gran lunga più di me, iniziando da Carlo Monni. Provate a stuzzicare lui, se vi riesce.
  5. Galep 100

    E che ho già scritto dell'argomento diverse pagine, da qui ti dico il piacere di riassumere tutto. Ma ci sono riferimenti precisi , parlo di notizie divulgate negli anni, di dati oggettivi (vignette), di statistiche, di studi sulle varie collane dell'Audace del periodo e del fumetto in generale anni cinquanta. Se interessano, ripeto, c'è la rivista del gruppo baci & spari. Perchè non c'è il tempo materiale e perché sarebbe un lavoro stressante ? Sergio Bonelli non si divertiva, anzi credo che avvenisse tutto il contrario. A leggerlo nelle sue interviste sembra un disco rotto. E alcune sue ricostruzioni sono anche inesatte o errate. In realtà credo che se si fosse voluta fare una storia editoriale di Tex le persone da consultare sarebbero dovute essere in primis un Decio Canzio, una Tea Bonelli, un Raffaele Cormio.
  6. Galep 100

    Sei incredula e anche perrmalosa, signorina!
  7. Galep 100

    Questa dei 4 moschettieri è una storiella più volte raccontata da Sergio Bonelli, più attento a raccontare la "leggenda" di Tex piuttosto che a fare storiografia ufficiale. Nel primo Bonelli non c'è l'idea del quartetto da "costruire" come dici tu. Se non ti bastano gli esempi che ti ho citato, dove GLB alterna varie spalle al suo eroe che nasce, ricordiamolo, fuorilegge solitario, a smentire la tua tesi basta quella della nascita di Kit Willer dovuta non a un desiderio dumasiano di ricreare i moschettieri, ma dettata dalle vendite molto basse delle strisce di Tex, che all'inzio non è un successo editoriale ma semplicemente vivacchia in edicola. Sull'onda del successo degli eroi bambini, vedi testate come "Il Piccolo Sceriffo", l'Audace progetta così il figlio di Tex che dovrebbe nellle loro intenzioni affiancare il padre nel giro di poco tempo. Ciò avviene circa un anno dopo, con la storia "Il tranello", n. 10, che presenta la prima vera cesura temporale (nei primi nove numeri le storie osservano una continuity temporale), con la storia raccoltata cinque o sei anni dopo l'ultima apparsa nel numero nove. Ovviamente per dare un figlio a Tex serve una madre. Nel numero sei abbiamo la prima proposta di matrimonio per Tex da parte di Lupe, ma la messicana si rivela inadatta a dargli il figlio (forse proprio perché è messicana), così dopo aver fatto da spalla nel corso dell'avventura che porta alla liberazione di Montales dall'isola di Tiburon, Lupe scompare dalla serie per ricomparire, come ben sai, solo nel 2017. Non sapremo mai, questo può essere detto, se GLB avesse realmente pensato a Lupe come possibile madre di Kit, certo stupisce quella proposta di matrimonio che viene rinnovata dopo poche pagine nel numero 7 da Lilith quando Tex, legato al palo, non può rifiutare o fuggir via a gambe levate. Lilith quando appare nella serie è un personaggio già morto. Nel senso che GLB le fa vivere qualche avventura accanto a Tex come spalla, ma ha già deciso di farla morire e di sostituirla con un nuovo personaggio più adatto a figurare nelle avventure di Tex (Lilith, in quanto donna, è un peso narrativamente parlando). L'eredità che Lilith lascia nella serie, a differenza di Lupe, è immensa: Tex diventerà capo dei navajos e troverà una "casa" (che non aveva) nella riserva. Chi è il personaggio che sostituisce la moglie di Tex? Tiger Jack. Il quale appare nel momento preciso in cui è data notizia della morte di Lilith. Ma Tiger stenta a diventare il quarto pard, appare pochissimo e in modo marginale nelle storie immediatamente successive, già questo serve a bocciare l'idea che GLB pensi a lui per creare il quartetto. Quindi, riassumendo, GLB pensa a Tex figura solitaria, occasionalmente affiancata non da spalle ma da coadiuvanti diversi per ogni storia. Successivamente, per ragioni editoriali, si tratta di far crescere il numero delle vendite, GLB gli affianca la figura del figlio eroe adolescenziale (dal n. 12). Non è un quartetto, non ancora, è solo un duetto. Poco a poco Carson e Tiger si ritagliano il loro spazio, per diventare poi veri e propri pards. Nell'ultimo Texone di Andreucci, Boselli non si serve di Carson. Inventa una spalla occasionale, esattamente come faceva all'inizio GLB. Si serve di questo personaggio, pistolero improbabile dell'est, figlio di papà, e se ne libera alla fine dell'avventura. Tutto come esattamente accade nei primissimi numeri della collana.
  8. Galep 100

    Sulla questione mi sono già espresso in un recente articolo pubblicato sulla rivista dell'amico F. Bosco, sulla base di dati oggettivi e conoscenze comuni nella materia paleotexiana. Se tu conoscessi a fondo i primissimi numeri di Tex, sapresti anche che Carson non nasce, come personaggio, per fare da spalla a Tex, che in quei primi numeri sono diversi attori a fare da spalla a Tex, sia maschili sia femminili, quando Tex non agisce in solitaria s'intende,. Che nei primi dieci numeri a Carson capita di fare anche da spalla a Tex, ma che il Kit Carson del n. 1, del n. 3 e ancora del n. 10 per citare qualche numero, è più una figura simile al Jim Davis nizziano che al pard che conosciamo, che ancora nel n. 10 la spalla non è Kit Carson ma Gros Jean (e Jim Brandon) e che nei numeri successivi al decimo è più facile vedere in coppia Tex con il figlio piuttosto che con Carson, anche se è in questa fascia che va formandosi, poco alla volta, lo storico quartetto.
  9. Galep 100

    Ricostruzione interessante, ma totalmente errata. Le cose andarono diversamente.
  10. La famiglia Willer

    Le recenti storie sul passato di Tex, molto coraggiose, hanno riscosso un meritato successo, anche perché sono state pensate e scritte magnificamente. I brontoloni si troveranno sempre, ma la maggioranza dei lettori è sembrata davvero apprezzare delle storie come l'ultima "Nueces Valley", dove finalmente ci sono rivelati i volti del padre e della madre di Tex e ampio spazio è lasciato anche al fratello Sam. Personaggi che sembravano fino a pochi anni fa tabù. Una bella storia di Nizzi e Civitelli, pubblicata una quindicina di anni fa, avrebbe dovuto avere tra i suoi personaggi il nipote di Tex, figlio proprio di Sam Willer, ma sull'originale soggetto di "Ritorno a Culver City", dovuto alla mano dell'artista aretino, fu drasticamente posto il vedo dell'Editore, restio a introdurre sconvolgimenti nella famiglia dei Willer. Eppure proprio Mauro Boselli, negli anni novanta dava vita a una compagna e a una figlia per il Vecchio cammello. Le due Parker hanno avuto modo di farsi apprezzare nelle due storie in cui sono apparse e se delle lamentele ci sono state hanno tutte riguardato la loro prolungata assenza dalla serie. Il progetto di una storia che ne contemplasse il ritorno è stato recentemente smentito in maniera secca dal curatore. Mi chiedo, per venire al topic attuale, se i lettori siano aperti al lancio di un ulteriore personaggio che venga a comporre la nuova famiglia Willer. Si, in passato, si era accennato a una moglie per Kit Willer e alla presenza di un nipotino per Tex ma l'ostacolo di una serie ancorata saldamente alla seconda metà degli anni ottanta dell'ottocento rende anocra oggi quest'idea praticamente impossibile. Però niente sappiamo di fratelli e sorelle di Ken o Mae Willer, cioè di zii,cugini o di nipoti di Tex. E Tiger Jack ci è sempre stato presentato come un solitario, anche nella storia del suo passato scritta da Nizzi. Ma sarebbe illegittima l'idea di un suo fratello ? E che pensare del padre o della madre ? Niente vieta di introdurli nelle storie di Tex che leggeremo nei numeri dal settecento all'ottocento. Possono rappresentare nuova linfa per la serie o costituire l'idea di una volta per qualche cartonato ? A voi la parola, pards.
  11. La famiglia Willer

    Dai troppo peso a quei mattacchioni pieni di livore. Per esempio, la loro nuovissima recluta, subito irregimentata dagli squadristi guidati dal talebano che una volta scriveva anche qui da noi (ma qui doveva moderarsi), un simpaticone che dichiara di non comprare più gli albi da quando tu ti sei messo a scriverli, poco giorni fa scriveva a proposito del tuo recente Texone: Insomma, hai capito come funziona! Finché postava qui da noi come un moscone i suoi messaggini spam che aveva scambiato per pagine d'alta letteratura, NADA. Ora che si è trasferito scopriamo invece che anche lui non compra più gli albi da tempo immemore (cioé da quando ha smesso Nizzi e hai inizato a scriverli tu). E che come gli altri, dopo aver interagito una o due volte con te in questo forum: Cioè, hai capito, siamo noi in questo forum che andiamo a nozze nel criticare il curatore e la SBE. E tu sei intollerante e sempre pronto a dare del matto o del visionario, come lamenta questo tizio, che da a noi del menga. Si, a sentire loro, Mister B tu diffondi terrore con le tue storie sul Tex giovane, piccolo e che deve nascere, si può essere così cretini.
  12. [686/687] La città nascosta

    Per Tex ci sono in lavorazione tre storie di Faraci destinate a degli speciali, tra cui il Texone di Altuna. Sono tutte storie scritte e approvate non meno 2 anni fa, al momento sembra essere fuori dallo staff di Tex.
  13. [601/602] I Giustizieri Di Vegas

    Hai appena scritto nel topic "Gli assassini": Si, insomma, la coerenza è una delle tue qualità, uno che è dieci volte più caricaturale dell'altro lo adori, l'altro è inguardabile. Ma che cavolo di commento è ? Vada per i tediosi ma non è assolutamente vero, dici che non solo "boselliani" ed è Mauro Boselli in persona che li ha scritti.... "troppo lunghetti" ma guarda che è lo stile dell'autore e vanno bene così, mica certi dialoghi non dialoghi per la loro brevità che abbiamo visto in certi color da parte di autori debuttanti. Si insomma, disegni inguardabili, storia che non ti è piaciuta, dialoghi verbosi e non boselliani, appena qualche scena che ti è piaciuta, e la giudichi positiva ? Di avvertimenti ne hai ricevuto a bizzeffe, adesso basta.
  14. [686/687] La città nascosta

    Non volendo ancora dilungarmi sulla trama per evitare spoiler, voglio portare la votra attenzione sul titolo di lavorazione della storia che era "Sangue misto" e che lasciava supporre una storia indiana con qualche meticcio o una storia su Kit Willer . In realtà niente di tutto questo, Faraci escogita qualcosa di più originale (anche se non troppo su Tex) e questo tema resta tutto sommato marginale (almeno nel primo albo). E' uno dei classici titoli di lavorazione che suscitano delle attese del tutto errate nel lettore che trova però maggiore appagamento durante la lettura dovuto proprio alla sorpresa.
  15. Anteprime (Niente Commenti)

    Un paio di notizie da facebook: 1 ) la storia di Boselli e Seijas riproporrà sulla serie gli indiani e i grandi spazi delle praterie. 2 ) Fabrizio Russo è al lavoro su un western cittadino per una storia breve destinata al Color Tex scritta per lui da Gabriella Contu, che dopo la breve già scritta per Filippucci, raddoppia quindi le sue storie scritte per Aquila della Notte. Per gli amici del forum ricordiamo che il bravo Russo è l'autore della copertina del Tex Willer Magazine n. 9 che il forum ha pubblicato tre o quattro anni fa (non so se siamo - anche - noi ad avergli portato fortuna, ma fa piacere vederlo alle prese con Tex).
  16. Le Storie Di Tex In Lavorazione

    CREDITS Nel quadro di rinnovamento del forum anche il tabellone delle storie in lavorazione subisce delle radicali modifiche: - le storie, raggruppate per autore, figurano ora in diversi messaggi; - le storie sono ordinate in base alla rispettiva collana di appartenenza; - la grafica subisce un cambiamento per permettere una maggiore visibilità delle informazioni contenute. N. B. Tutte le notizie provengono da fonti dirette o sono tratte dal web, sono pertanto attendibili, ma soggette a variazioni soprattutto per quanto riguarda la loro ultimazione e pubblicazione. Un sentito ringraziamento va esteso allo staff del forum ( per i preziosi e immancabili consigli ) e all'utente Carlo Monni, collaboratore e relatore di numerosissime informazioni utili alla compilazione di questo tabellone delle storie di Tex in lavorazione. Si ricorda in ultimo che nel presente topic non si accettano messaggi di commento che saranno cancellati immediatamente senza preavviso e/o successiva notifica.
  17. Le Storie Di Tex In Lavorazione

    LE STORIE DI MAURO BOSELLI DOTTI MANHATTAN 440 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE (300 tavole al 09/2017) IN EDICOLA: OTTOBRE 2018New York. Uno dei nemici più temibili di Tex, il psicopatico Andrew Liddell, detto Il Maestro, è rocambolescamente evaso dal carcere in cui era detenuto. Il criminale, coalizzato con Nick Castle, uno dei protagonisti della storia "El Supremo", ha riunito intorno a se le bande malavitose della citta, tra cui quella cinese. Tra spettacolari inseguimenti sui tetti dei vagoni della ferrovia sopraelevata i quattro pards gli daranno la caccia potendo contare anche su un quasi inedito mezzo di comunicazione, il telefono, di cui all'epoca la Grande Mela era già dotata. Intanto, nalla Bowery, il quartiere malfamato della Grande Mela, compare l'irlandese pat Mac Ryan, da anni assente dalla serie regolare mensile, pronto a dare una mano ai pards! TICCI TITOLO NON DISPONIBILE (STORIA DEL SETTANTENNALE) 110 TAVOLE A COLORI STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: SETTEMBRE 2018 La storia del numero 695, corrispondente al settantennale, in cui si fa largo uso dellla tecnica del flashback, mostra la terribile vendetta di Tex ai danni dello sceriffo Mallory di Culver City, uno dei superstiti della banda responsabile della morte del fratello Sam e che per primo mise una taglia sulla sua testa. CIVITELLI TITOLO NON DISPONIBILE (STORIA DEL NUMERO 700) 110 TAVOLE A COLORI STATUS: IN LAVORAZIONE (55 tavole al 02/2017) IN EDICOLA: FEBBRAIO 2019 La storia è celebrativa del numero 700. In parte ambientata nel passato di Tex, vede il ritorno di un personaggio importante della serie: Tesah! BRUZZO EREBUS TRA 220 E 330 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: NEL 2019La storia si dipana nell'estremo nord del Canada, vicino al Polo Nord, fra gli Inuit e le Giubbe Rosse di Jim Brandon. Nell'avventura è presente anche l'eroina delle storie "Giovani assassini" e "Winnipeg" Dallas, inasprita dalla morte del fratello e la meticcia Kathy Dawn, finora apparsa in due Maxi Tex. La storia parla della spedizione perduta di Lord John Franklin, ufficiale della marina militare britannica, che nel 1845 a bordo della nave a vapore Erebus iniziò l'esplorazione dell'Artico alla ricerca del famoso "passaggio a nord ovest". Lo stesso tema era stato trattato da Mauro Boselli in una vecchia storia di Zagor, probabilmente il suo capolavoro in quella serie. Il viaggio di Tex e di Jim Brandon verso le baie dell'Artico sarà volto a salvare da una terribile minaccia alcuni amici che erano partiti in spedizione proprio alla ricerca dell'Erebus di Franklin. Storicamente numerose spedizioni ebbero luogo nel corso del secolo per ritrovare la nave. BENEVENTO LA FIGLIA DI SATANIA 330 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE (60 tavole al 07/2016) IN EDICOLA: NEL 2019La bellissima Cora Gray, la Satania che Tex affrontò e sconfisse nel lontano numero 5, ha una figlia che nel frattempo si è fatta grande. E' forse lei che si nasconde dietro la maschera del nuovo misterioso nemico di Tex? CESTARO MEFISTO 220 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: DAL 2019 La storia vede l'attesissimo ritorno di Mefisto, con il figlio Yama al seguito. SEIJAS TITOLO NON DISPONIBILE 330 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: DAL 2019 Una storia con gli indiani e con i grandi spazi aperti. RUBINI TITOLO NON DISPONIBILE (SEMINOLES) 330 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: DAL 2020 Una storia, con un Tex giovane fuorilegge in fuga verso la Florida che per sfuggire a chi gli dà la caccia si arruola nell'esercito per combattere quella che è passata alla storia come la terza Guerra Seminole. Tex non tarderà, comunque, a prendere le parti di questi ultimi. ANDREUCCI TITOLO NON DISPONIBILE (BARBANERA) 330 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE DA NOVEMBRE 2017 IN EDICOLA: DAL 2020 La storia, di ambientazione marittima vede il ritorno dell'amico/nemico Barbanera. L'occasione del suo ritorno è dato dalle mire della Russia verso i territori della California. VENTURI TITOLO NON DISPONIBILE (TIGRE NERA) 220 o 330 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE DAL SETTEMBRE 2017 IN EDICOLA: DAL 2020 La storia vede il ritorno dal passato di un antagonista di Tex: la Tigre Nera, con cui Tex stringerà un patto! CIVITELLI TITOLO NON DISPONIBILE (STORIA FINALE DI MEFISTO) 110 TAVOLE A COLORI STATUS: IN LAVORAZIONE DAL 09/2017 IN EDICOLA: DAL 2020 La storia che chiude il ciclo di Mefisto e Yama. MAJO CORPO SPECIALE 224 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE (105 tavole al 03/2016) IN EDICOLA: GIUGNO 2018Una storia insolita con Carson che litiga (per finta) con Kit Willer e deve vedersela con dei Rangers spietati. ZUCCHERI TITOLO NON DISPONIBILE 224 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE (150 tavole al 07/2016) IN EDICOLA: GIUGNO 2019Tex incontra una vera leggenda del West, un antieroe di cui si ignora l'identità. CARNEVALE TITOLO NON DISPONIBILE 224 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE (160 tavole al 11/2015) IN EDICOLA: GIUGNO 2020La storia, a tinte horror, ha un'ambientazione western. E' presente il personaggio di Silent Foot. VILLA EAGLE PASS 224 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE (130 tavole al 10/2015) IN EDICOLA: GIUGNO 2022La storia mostra un'evasione dal carcere di Tucson e un lungo inseguimento caratterizzato da un susseguirsi di agguati e sparatorie con il quartetto al completo (nella seconda parte della storia). PICCINELLI TITOLO NON DISPONIBILE 330 TAVOLE STATUS: DA INIZIARE IN EDICOLA: OTTOBRE 2021Tex incontra i tre Bill! MASTANTUONO TITOLO NON DISPONIBILE 46 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: FEBBRAIO 2018Il cartonato contiene la seconda parte e la conclusione della storia di Tex iniziata contro i razziatori di bestiame del Texas. BRECCIA TITOLO NON DISPONIBILE 46 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: SETTEMBRE 2018Una storia ambientata nel recente passato, vedrà Tex assumere di nuovo i panni dell'Uomo della Morte per sventare le trame di uno stregone Hopi alleato con gli Utes, il pauroso Snakeman. Curioso aneddoto: Boselli ha detto di averne sognato i particolari la notte precedente e di aver scritto le prime sei pagine quella stessa mattina. Nella storia sarà presente anche Lilyth. VENTURI (Walter) TITOLO NON DISPONIBILE 78 TAVOLE STATUS: TERMINATA IN EDICOLA: GENNAIO 2017Una storia western con soldati e apaches. LAURENTI TITOLO NON DISPONIBILE 32 o 78 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: GENNAIO 2018Una storia breve con Kit Willer. BABINITETON PASS32 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: NOVEMBRE 2018La storia è ambientata in primavera tra le nevi delle catena montuosa del Jackson Mole nel Wyoming. Una persona di spalle, una giovane e bella ragazza, nascosta tra gli abeti, scruta l'arrivo di Carson che scende il ripido pendio innevato... DE ANGELISTITOLO NON DISPONIBILE160 TAVOLE STATUS: IN LAVORAZIONE IN EDICOLA: AGOSTO 2019La storia vedrà protagonista un giovane Tex.© TEX WILLER FORUM
  18. [686/687] La città nascosta

    La più interessante delle storie, finora, scritte da Faraci.
  19. La famiglia Willer

    Ma è un topic di semplice divagazione.
  20. Anteprima Copertine

    La copertina di gennaio. Ritorna il logo per celebrare il settantennale (l'avevamo avuto anche per i 50 anni di Tex). Personalmente ne avrei fatto a meno, non mi piace. Titolo che sa di già visto. originale la colorazione del cielo, questa si azzeccata!
  21. Galleria Di Fernando Fusco

    Un Tex inedito di Fusco alle prese con improbabili ragni giganti (poco amichevoli).
  22. Soggetto e sceneggiatura: Claudio Nizzi Disegni: Andrea Venturi Periodicità mensile: Luglio 2003 - Agosto 2003 Inizia nel numero 513 e finisce nel numero 514 Strane cose accadono al campo dei taglialegna che lavorano per monsieur Leroux. Furti, manomissioni, incidenti mortali? Ma il francese è amico di Gros-Jean e il gigantesco trapper conosce un paio di tizzoni d'inferno, laggià, nelle terre calde, poco disposti a tollerare un'ingiustizia. Tex e Carson perciò, nelle inedite vesti di boscaioli, si introducono nel campo per dare un volto e un nome ai sabotatori? © Sergio Bonelli Editore
  23. [171/175] Il Laccio Nero

    - - Soggetto e sceneggiatura: Gianluigi Bonelli Disegni: Guglielmo Letteri Periodicità mensile: Gennaio 1975 - Maggio 1975 Inizia nel numero 171 a pag. 105 e finisce nel numero 175 a pag. 36 La bella e astuta Ah-Toy, la Figlia del Drago, è ai vertici di una nuova e potente thong, un'associazione segreta che ha asservito più della metà della popolazione cinese di Frisco. Se la gestione delle numerose case da gioco è affidata direttamente a intermediari come il viscido Wong-Ah-Gum, ogni anno l'affascinante donna fa ritorno col suo veliero nella nativa Hong Kong e risale con una giunca il fiume Peikiang, fermandosi nei diversi villaggi per comprare le figlie dei poveri, che sono quindi messe all'incanto nel mercato di Portsmouth Square [ notizia storica tratta dal San Francisco Chinatown di Charles Dobie ]. Da Canton, dove viveva con la sua famiglia commerciando merci di ogni genere con il suo disadorno sampang, una tipica imbarcazione orientale larga e piatta, giunge nella cittadina portuale americana il giovane Ho-Nan, che ha seguito in tutti i suoi spostamenti la Figlia del Drago, che ne ha rapito la sorella Min-Ly. Il giovane cantonese spera di ricomprare la sorella evitando così di scontrarsi apertamente contro la potente organizzazione criminale. Ma Ah-Toy e il suo fedele alleato Lao-Tan, l'Artiglio Nero, hanno occhi che vedono molto lontano e il suo piano fallisce miseramente nell'umida viuzza dei bassifondi del porto, dove un sicario, l' hatchet man ( l'uomo con la scure, nella parlata gergale cinese ), lo aspetta nell'ombra con il suo laccio di seta nera, dai lunghi pendagli a forma di serpente alato, pronto a soffocarlo. Dopo aver trascorso una piacevole serata in uno dei tanti ristoranti di Chinatown, i quattro pards texani e l'amico Tom Devlin sono però testimoni dell'aggressione di Wei-Ho sul suo compatriota, che fallisce grazie al provvidenziale intervento del nostro tizzone d'inferno. ? la quarta volta che una storia di Tex è ambientata a Frisco e curiosamente riprende e amplifica un singolo episodio dell'avventura precedente [ si veda San Francisco # 155 ] che vedeva nella parte iniziale il ranger alle prese proprio con i cinesi, sempre nei sotterranei della città portuale. Anche la gang cinese del ?Drago? non è del tutto nuova agli appassionati di Tex, apparendo per la prima volta addirittura nel lontano 1949 nella cittadina di Maricopa, dove gestisce un imponente traffico di oppio [ si veda L'eroe del Messico # 4 e Satania # 5 ]. La setta del ?Drago Nero? risorge dalle sue ceneri a Galveston. Quando i quattro pards attaccano il covo della banda, nessuno dei micidiali trabocchetti sotterranei dello spietato Wang, capo della setta di trafficanti d'oppio che tiene in pugno Texas City, riesce a salvarlo dal piombo di Tex Willer! E nemmeno Espinosa, referente messicano della thong cinese, vedrà più la luce del sole! [ si veda Il sicario # 46 ]. Tre anni dopo, sempre a Texas City, ritroviamo un nuovo Drago Nero a capo di una nuova banda di trafficanti d'oppio. Il lugubre covo del nuovo avversario è stavolta in una cripta sotterranea. Il Drago Nero, braccato dai pards, torna nella sua tana per appiccarvi il fuoco, nel tentativo di distruggere le prove della sua losca attività di trafficante. Ma è troppo tardi! Quando la sua vera, insospettabile identit? viene scoperta, il Drago Nero tenta un'ultima sortita, finendo schiacciato sotto le ruote di una diligenza! Alla piovra è stata tagliata la testa, ora tocca ai tentacoli: così Kit Willer e Tiger Jack puntano su Hermosillo, in cerca di don Manuel Benavides, ricco hacendero custode dei depositi di droga [ si veda Chinatown # 110 e ss ]. Non dimentichiamo quindi la storia che vede protagonista Mefisto e il Drago Rosso, seppure estranea a questo filone. Wong-Ah-Gum è il primo ?nemico? di questa storia a fare la conoscenza dei quattro pards. Gestisce la casa da gioco di Dupont Street, la meglio frequentata di Frisco, dove fornisce ai clienti cibi e vini raffinati e li rallegra con danze eseguite dalle migliori ballerine cinesi. è un uomo che non cammina sulla retta via e deve raccontare molte menzogne, contraddicendo uno dei suoi tanti proverbi, per questo motivo Tex, che ne sospetta l'appartenenza alla thong e la complicità nella mega rissa di Chinatown che ha visto protagonista il ranger e i suoi pards, lo tratta con estrema durezza e sono parole roventi quelle sospirate dalle sue labbra che non mancano di allarmare il biscazziere: - Che vi dispiaccia non ci giurerei troppo, mister Wong , a meno che alle vostre parole non si debba dare il valore che meritano le frasi che si dicono in simili circostanze! - Se mi conosceste meglio, usereste con me un tono diverso, mister Willer. - Probabile, mister Wong, e poich? questa è una lacuna che intendo colmare al più presto, vi prometto che farà di tutto per imparare a conoscervi molto bene e molto a fondo! Da Wong si mangia bene, per la gioia di Carson ( peraltro del tutto assente il consueto siparietto sul famelico appetito del vecchio ranger ), che poco dopo al tavolo, questa volta della roulette, è protagonista di una delle più geniali scenette mai concepite dalla mente di Gianluigi Bonelli. Nel tentativo di scatenare una rissa, che assumer? proporzioni epiche ( ben tredici pagine ), il vecchio cammello inizia infatti provocando l'ignaro e malcapitato croupier: - Cosa devo giocare ? - E lo chiedete a me ? - E a chi diavolo dovrei chiederlo, se non a voi è Dovete sicuramente conoscere tutti i trucchi della macchinetta che sta girando in questo momento, perciò potete dirmi su quale numero puntare per vincere! E poco dopo ecco una delle frasi - storiche - dell'intera saga: - Mancherebbe altro di dover perdere dei soldi sacrosantamente guadagnati portando a spasso un mucchio di dannati vitelli? Per tutti i lettori che non lo hanno conosciuto, questo era il vecchio Carson. Se un pazzo ti insulta, dice Wong, non adirarti e lascia che prosegua per la sua strada, sarà la sua stessa pazzia che lo spinger? alla perdizione. Niente di più sbagliato. Questo gesto di magnanimit? nel vecchio cinese, accecato dalla rabbia, che sembra perdonare i suoi avversari che in Dupont Street gli hanno appena demolito il locale è una condanna a morte. Fatalmente la Figlia del Drago è meno generosa nei suoi confronti, la morte di Wong è ineccepibile e si pone sulla scia di quella di Wei-Ho, il mancato assassino di Ho-Nan. La thong è implacabile con coloro che falliscono la propria missione e mettono in pericolo l'esistenza dell'associazione, nessuno è intoccabile al suo interno eccetto la stessa Ah-Toy e il suo fedele cane da guardia Lao-tan. L'Artiglio Nero tenta di sottrarlo alla morte, ma la carismatica e intelligente Ah-Toy è inflessibile nella sua crudeltà. Wong si è comportato come uno stupido inetto, dopo tutti gli errori commessi si è giocato la reputazione e l'onore, dice la Figlia del Drago, con la stessa freddezza che caratterizza il suo gesto del tirare il cordone rosso che pende dal soffitto, l'ordine di esecuzione per i fidati uomini della scure. La thong sopprime i suoi membri con estrema facilit?, la sorte di Wong, strangolato in una viuzza poco distante è però invidiabile, perchè di solito l'Artiglio Nero precipita quelli che commettono un errore direttamente nelle fogne di Clay Street. Lim-You, l'uomo che a Canton dirigeva una catena di fumerie, il figlio segreto di Wong, morto quest'ultimo, diventa l'alleato ideale e insperato di Tex, che permette di svelare tutti i misteri della Figlia del Drago e della sua organizzazione. Questo è uno dei punti deboli della storia, d'altronde l'intero albo L'ora della violenza ? nel suo insieme piuttosto mediocre, perchè suggerisce ai nostri tizzoni d'inferno la soluzione su un piatto d'argento. Vengono così le missioni punitive, a Yreka, sulla Costa dei Barbari, da parte dei muscolosi amici guidati dalla nostra vecchia conoscenza, Lefty Potrero ( peccato siano assenti Bingo e Angelo ), vigilantes improvvisati ( a differenza di quelli che ritroviamo nell'omonimo albo # 63 ), che dopo un ennesimo epico pestaggio, mettono a ferro e fuoco il locale della thong e provocano la tragica morte di un altro biscazziere della setta, Yat-Sing, intrappolato tra le fiamme. I cappucci che celano le loro identit? simbolicamente sono la risposta ideale a quello che copre il volto dell'artiglio nero. Con un'altra memorabile scorribanda viene distrutto l'altro locale, quello di punta San Pedro, fatto saltare in aria con la dinamite. Mentre la rete si chiude implacabile sull'associazione, non manca però l'ultimo, bellissimo, colpo di coda del drago moribondo. Va in scena dunque il caratteristico carnevale cinese, con la sfilata del drago cinese che si snoda sulle vie di Chinatown e quindi in quelle dell'Alameda Hotel, dove Carson viene rocambolescamente fatto prigioniero e trasportato nei sotterranei di Clay Street, dove l'associazione ha il suo covo. è l'ora della violenza e della vendetta, tra gli artigli del crudele Lao-Tan. La "camera delle torture" non è la ?casa delle regine? immersa tra i fumi dell'oppio, il vecchio cammello viene legato a una trave e frustato, mentre le sue ferite sono immediatamente cosparse di sale. La reazione del "vecchio cane dal pelo grigio" è furente, Carson riesce a impossessarsi della frusta e a farne le spese sono ben presto i suoi aguzzini, i guardiani del Drago. Lo stesso Lao-Tan, marchiato nel volto da una scudisciata, furibondo, promette la più dura delle vendette e mostra la botola, quella che i cinesi chiamano con il nome poco rassicurante di "pozzo delle mille morti" e attraverso la botola viene calata la gabbia con il suo macabro inquilino: uno scheletro! L'apertura da infatti su uno dei canali delle fogne di San Francisco, popolato da torme di famelici topi. Coloro che hanno osato sfidare la collera della Figlia del Drago, vengono prima sottoposti alle più raffinate torture e poi rinchiusi nella gabbia che viene calata fino ad immergersi di poche dita, quanto basta perchè i piedi della vittima siano a portata dei denti dei topi. Poi la si riporta su per dare il tempo al condannato si recuperare forze e coraggio e si riprende il giochetto fino a quando il cuore del malcapitato regge? Nel numero 174, a pag. 78 fa la sua drammatica ed emozionante comparsa il famoso orologio che scandisce, lentamente, il tempo che precede la liberazione del vecchio cammello. Le lancette del tempo corrono veloci verso l'ora del drammatico scontro. Mentre il capitano Markam dirige in superficie le operazioni di rastrellamento nel quartiere cinese, Kit e Tiger perlustrano le fogne col signor Brent, che le conosce come le sue tasche. Giungiamo così finalmente alla liberazione di Carson. Con i quattro pards finalmente riuniti insieme, niente è impossibile e i nostri riescono persino a catturare l'Artiglio Nero. Lao-Tan cade però nella botola che da sulle fogne, sotto Clay street. Inutile il disperato tentativo di salvataggio, con migliaia di topi che l'assalgono: un ultimo disperato grido ripiomba nelle nere acque del canale ormai pullulante di topi. Una fine che ci ricorda quella di Mefisto. La Figlia del Drago non si d' per vinta e prepara la sua fuga, allagando i sotterranei dove si trovano i quattro pards e le sventurate ragazze destinate al mercato di Portsmouth Square. Mossa inutile. Ho-Nan riabbraccia la sorella e la polizia mette le mani sulla "bellezza color zafferano". Ah-Toy, una delle più grandi avversarie di Tex, è assicurata alle mani della giustizia e un lungo soggiorno l'attende in qualche penitenziario della Costa dei Barbari, dal quale nessun autore si è ancora permesso di farla evadere. Tom Devlin è tenuto per buona parte della storia all'oscuro dei metodi, non del tutto ortodossi, usati dai quattro pards e dalla banda di Lefty per debellare la piaga della thong cinese. Lo vediamo così, giornale in mano che avanza perplesso, ci godiamo la simpatica espressione nel volto di Tex, incredulo e bugiardo. Sembra quasi offendersi davanti alle ?insinuazioni? del capo della polizia, supportato in questa divertentissima scena anche dal comune amico Mike Tracy: - Se ti sembra giusto e logico tentare di mettere in gabbia un lupo feroce che cerca di azzannarti lla gola, sei liberissimo di farlo. Io preferisco puntargli una 45 e gonfiarlo di piombo! Non lasciamoci ingannare però dal gioco di parole, alto è il grado di complicità che anima l'irreprensibile capo della polizia di San Francisco, che favorisce giustamente e nessuno ne dubitava, il trionfo della giustizia. Una parola sugli autori di questa storia. Un Gianluigi Bonelli ispiratissimo, che giganteggia nei dialoghi, moltissimi da antologia. Tom Devlin chiede a Tex se ha bisogno di una scorta. - Scherzi ? gli risponde lui. - Come non detto, continua Tom, era una proposta fatta a fin di bene. - Kit, hai un fazzoletto ? Proprio attraverso i dialoghi, Bonelli sottolinea la complicità affettuosa di Tex e suo figlio. Il ruolo svolto da Kit Willer in questa storia è assai interessante ed è trattato con infinita accuratezza dallo sceneggiatore. Piccolo Falco è sempre in primo piano e per una volta mette in ombra Tiger. Un grande elogio va speso anche per l'immenso lavoro di Guglielmo Letteri, di cui potete vedere sopra una vignetta che esemplifica la cura prestata dal disegnatore nel dare un volto e un corpo, se non addirittura un'anima a due ?cattivi? della storia, che hanno lasciato una tanto profonda impressione nella nostra memoria. Semplicemente grandissimo!
  24. Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli Disegni: Marco Santucci ( matite ) e Marco Bianchini ( chine ) Periodicità mensile: Ottobre / Dicembre 2008 Inizia nel numero 576 e finisce nel numero 578 New Orleans, città di intrighi e di misteri, dove due bande rivali, quella di Diamond Johnny, re dei gangster di colore di Storyville, e quella di Gaston Lagrange, boss indiscusso del Quartiere Francese, si dividono zone d'influenza e imprese criminali... Ma un inafferrabile ?fantasma? e alcuni bizzarri delitti rischiano di rovinare gli affari a entrambi. Tex e Carson, giunti in città per aiutare lo sceriffo Nat Mac Kennett a dipanare il complicato e sanguinoso groviglio, si trovano subito a combattere su più fronti: da un lato, gli intraprendenti criminali, che hanno annusato profumo di dollari, e, dall'altro, l'enigmatico avversario, che uccide per procurarsi il segreto nascosto in certi antichi libri d'alchimia... © Sergio Bonelli Editore
  25. La famiglia Willer

    Ma le storie del passato di Tex sono un filone come un altro, certo poco sfruttato in passato, ma questo di per se non vuol dire niente. Anzi, meglio vengano queste storie volte al passato, dove Boselli autore sembra sentirsi più libero di riproporci quel Tex che ci piaceva. Nel Tex della serie regolare ormai è prevalsa l'idea di un Tex maturo e non più mattacchione, va loro però a spiegare che le storie di un tempo ti prendevano di più. E' per questo che mi cadono le brabbia davanti al Tex contro il pianista o quel coso di Wolfman, per tacere delle altre storie brevi del color Tex. Se mi ci metto seriamente a scriverne una io sono sicuro di farla più glbonelliana di tutti loro messi assieme.