Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum

Dix Leroy

Allevatore
  • Contatore Interventi Texiani

    353
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    4

Dix Leroy ha ottenuto l'ultima riconoscenza il 9 Maggio

Dix Leroy ha pubblicato il contenuto maggiormente apprezzato!

Reputazione nella comunità

18 Discreta

2 seguaci

Info su Dix Leroy

  • Rango
    Scrittore
  • Compleanno 25 Ottobre

Informazioni sul profilo

  • Sesso
    Male

Visitatori recenti sul profilo

1355 visualizzazioni del profilo
  1. Dix Leroy

    Claudio Nizzi

    Sarebbe un bel pensiero.
  2. Dix Leroy

    [Romanzi A Fumetti 08] Cinnamon Wells

    E' proprio una bella collezione.
  3. Dix Leroy

    Curiosità e aneddoti vari su Tex e i suoi autori

    Basta essere con i piedi sopra o sotto il marciapiede, alle volte.
  4. Dix Leroy

    Curiosità e aneddoti vari su Tex e i suoi autori

    Fate una semplice ricerca su google. Nel film che hanno girato assieme (Anche gli angeli mangiano fagioli) Gemma e Spencer sono quasi alti uguali, quindi Giuliano è più alto di Hill Poi c'è una foto con accanto Kirk Douglas, anche lì la differenza è minima Nella foto con Berger, Mucari e G.L. Bonelli il patriarca sembra un nanetto.
  5. Dix Leroy

    [Maxi Tex N.22] La grande corsa

    Allora, mi sono deciso questo pomeriggio ad affrontare il Maxi. Per la storia, i dialoghi e i personaggi niente da dire, non ho mai sbadigliato (le storie lunghe che piacciono alla maggioranza, spesso mi sanno solo di scene allungate ad arte) e nei maxi mi succede raramente. Il colpo di scena e i falsi indizi li ritengo ben congegnati. Guardando con attenzione l'aspetto grafico (prima avevo solo sfogliato il volume) ho notato che SE Roberto Diso si attarda su una vignetta la sa ancora rifinire. Il problema è che vuole al più presto passare a quella successiva, tanto che in redazione si è ritenuto necessario rifare qualche volto, soprattutto di Tex e Carson (in maniera minore), non mi sembra che nei precedenti suoi lavori fosse stato necessario. Le mani dei grafici impegati sono a mio parere molti e nessuno ha saputo "rifare" Diso (una volta c'erano imitatori migliori), ma quei Tex estranei mi sono molto piaciuti (non gli indiani della quarta vignetta di pag. 147, così sono capace anche io!), in particolare l'ultima vignetta di pag 127 che sicuramente non può essere di Diso. So di dire una vaccata, ma se facessero fare al maestro solo le matite lui si annoierebbe di meno (e forse produrrebbe ancora di più), e si potrebbero svezzare nuove leve alle chine, purché poi non si ripeta lo scempio di "Alaska!". Ribadisco che quando Diso riproduce paesaggi, bestie e animaletti è un grande, le marmotte di pag. 239 sono adorabili e mi sono fermato un bel pezzo ad ammirarle.
  6. Dix Leroy

    [Maxi 2013] Alaska!

    Tutto vero Salvi83, tranne per il fatto che questa storia in particolare è stata affidata a un noto cartoonist argentino (Lito Fernàndez) che ha pensato bene di delegare gran parte del lavoro ai suoi assistenti, che hanno realizzato una cosa passabile solo se non si fosse trattato di uno speciale dedicato al nostro amato ranger. Lo scrittore, che per sua stessa ammissione prepara la sceneggiatura un po' alla volta, mentre vede arrivare le tavole, è rimasto così amareggiato che ha finito di malavoglia il lavoro, contribuendo alla poco riuscita resa finale. Chi lo ha visto a colori ha detto che ne esce migliorato, spero almeno che il volume che ti accingi a comprare sia stampato in quadricromia. E te lo dice uno che è conosciuto qui per farsi piacere tutto!
  7. Dix Leroy

    Curiosità e aneddoti vari su Tex e i suoi autori

    State dando aria alle gengive. Galleppini e Bonelli non potevano sapere quanto esattamente era alto Gary Cooper e neppure Giuliano Gemma (fino al momento in cui GianLuigi lo incontrò durante le riprese di… quella roba là). Nel cinema gli attori vengono presi per la prestanza, il carisma (o le amicizie) e se andate a vedere i film con Cooper questi pur essendo un vero gigante non troneggia particolarmente con gli altri attori (o attrici), in quanto ci sono sempre stati gli effetti speciali (ci saranno stati sgabelli dappertutto). Attori tipo Swarzenegger o Cruise per citarne un paio usano qualsiasi stratagemma per sembrare più alti di quello che sono in realtà. Per fermarsi agli attori e non divagare troppo. Nella "carta d'identità" di Tex Willer è scritto chiaro e tondo che Tex ha i capelli neri. Nei primi 400 numeri, nei centenari (anche non disegnati da Galep) e nelle storie a colori di Repubblica Tex è castano, anche nelle storie disegnate da Villa. Nelle copertine dal 401 in poi Tex ha i capelli corvini, con un bel riflesso blu, di quelli che a quasi cinquantanni è molto raro non avere brizzolati.
  8. Dix Leroy

    [Maxi 2013] Alaska!

    UNDICI E CINQUANTA! e pensare che noi una volta letto volevamo i soldi indietro.
  9. Dix Leroy

    [693-694] Il ritorno di Proteus

  10. Dix Leroy

    [Color Tex N. 13] Piombo e oro

    Scascitelli aveva realizzato una storia di Tex in bianco e nero sull'almanacco del West 2015.
  11. Dix Leroy

    Grandi cambiamenti nella trama: a chi spettano?

    Si tratta certamente del nostro TexColor storie brevi 10 con la storia dei chupacabras di Burattini. Peccato non ti piaccia il filone sovrannaturale, comunque i casi su Tex non sono molto frequenti.
  12. Dix Leroy

    Grandi cambiamenti nella trama: a chi spettano?

    Okay, io parlavo dei crossover (che hanno una propria struttura ma che coinvolgendo varie testate è abbastanza comprensibile anche se non si segue tutto). Che sia una pratica abusata siamo d'accordo. Tu parli di quella che io definisco "neverending battle" perché ho seguito per anni quella di Superman e Batman. E' vero che sembra senza soluzione di continuità (molte volte appena sconfitto un nemico nella vignetta finale ne appare un altro!), con continui inserimenti di sottotrame più o meno influenti, specie quando cambia il curatore e certe cose di cui magari si era intrigati finiscono nel dimenticatoio! Tutto questo è improponibile nel fumetto italiano (Ratman a parte!), e meno che mai in Tex. Ma l'espediente di iniziare l'avventura subito dopo la precedente per me sarebbe bene accetta. Le avventure di Tex sembrano sempre "buttate là", tanto che io da ragazzo ero convinto che quando erano in solitaria si trattasse del "giovane Tex", quando era solo conTiger erano situate dopo la morte di Lilith e quando c'era il quartetto si fosse nel periodo più vicino a noi. Poi non sai che nervi mi vennero nella seconda storia di Yama sapere che ne era il seguito diretto. Cioè avevano aspettato tutti quegli anni per narrarci cosa in effetti era successo subito dopo!
  13. Dix Leroy

    Grandi cambiamenti nella trama: a chi spettano?

    Nei fumetti Marvel (e DC) i crossover(*) e i tie-in(*) sono all'ordine del giorno, ma non sono poi così complicati da seguire (c'è uno che vuol far fuori tutti e tutti cercano di farlo fuori o al limite riempirlo di mazzate!) Qui invece si chiederebbe una storia fiume in cui solo nell'ultima parte si riuscirà a venirne a capo e nel frattempo accade anche altro. Questo mi ricorda "Batman-Hush" che durava un intero anno (e infatti io mi sono annoiato a morte!) Secondo me con Tex sarà possibile in rarissimi casi un'operazione del genere, visto il sistema di scrittura (pressoché a braccio) e la produzione a varie velocità dei disegnatori. Serve un sistema ad incastro del lavoro troppo complicato. Al massimo, come credo già stia succedendo con la prossima puntata della telenovela "Mefisto", ci sarà una staffetta tra disegnatori per raccontare un'unica vicenda. (*)Io odio usare inglesismi ma alcune volte è necessario: Cross-over: trama che si svolge in varie testate, che occorre comprare tutte per capire come va a finire Tie-in: episodio con lievi accenni alla vicenda principale (non indispensabile alla comprensione del cross-over)
  14. Dix Leroy

    Grandi cambiamenti nella trama: a chi spettano?

    Da lettore appassionato ma che compra Tex solo per passare qualche momento di relax, devo ammettere che una "odissea" che si sviluppi in più albi mi terrorizza. Ho mollato un'altra serie Bonelli proprio perché, dopo parecchi albi in cui si svolgeva una sottotrama tra le varie vicende, non ero più in grado di capirci nulla. Se una storia di Tex si svolge in tre albi, devo sempre aspettare di averli tutti e leggerli in una volta sola. Però mi è piaciuto molto quando l'inizio di una storia seguiva quella appena conclusa, magari utilizzando alcuni dei personaggi visti in precedenza. Per la fine di Carson sarà anche un evento inevitabile e narrato nel libro, ma per me se Tex come fumetto dovesse terminare, lo dovrebbe fare con un finale aperto o privo di eventi traumatici.
  15. Dix Leroy

    [Color Tex N. 13] Piombo e oro

    A questo punto oggi mi tocca staccare telefono e computer, trovarmi un metro quadro d'ombra e leggermi questa ennesima "sola estiva". Vedremo poi da che parte mi schiererò.
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.