Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

Dix Leroy

Allevatore
  • Content Count

    686
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    19

Dix Leroy last won the day on April 6

Dix Leroy had the most liked content!

Community Reputation

67 Excellent

1 Follower

About Dix Leroy

  • Rank
    Scrittore affezionato
  • Birthday October 25

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    705
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Dinamite

Recent Profile Visitors

1,889 profile views
  1. Dix Leroy

    [705/707] La maschera di Cera

    Non credo (almeno da parte mia) che gli interventi vengano fatti per mettere a tacere il tuo gradimento verso questa storia: non dovrai certo fartela piacere a forza! Credo che ognuno abbia dei filoni che seguono con più interesse di altri. Per esempio è ben nota la mia avversione verso un "Tex romantico" che spero di non leggere mai, ma c'è chi sarebbe favorevole. Durante la "gestione Nizzi" tutto l'aspetto legato al sovrannaturale era stato messo in disparte, e molte vicende che lo sembravano nascondevano una realtà molto solida. Poi tutti si lamentarono del suo Mefisto e quindi in seguito solo "sparatorie e scazzottate".
  2. Dix Leroy

    [705/707] La maschera di Cera

    Volevo segnalare il fatto che stamattina, alla mostra mercatino dentro il centro commerciale, ho visto un tizio s'è comprato la versione similspillata del numero 5 giusto perché contiene l'antefatto di quella ora in edicola.
  3. Dix Leroy

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Mi era già parso che lo scrittore prediliga illustratori in sintonia con lo stile di Alessandrini. Questo Torti (che confesso di non conoscere) qui ha virato fortemente verso Ticci, anche se più verso la sua ultima versione. Voglio leggere l'albo prima di darne un riscontro: può essere che immergendosi nella storia la diffidenza possa sciogliersi.
  4. Dix Leroy

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Dai disegni in anteprima mi sa che questo sarà il color più contestato della storia di questa collana.
  5. Dix Leroy

    [705/707] La maschera di Cera

    Per esempio una cosa che non vedremo più è l'abbattimento di un coccodrillo o alligatore, il suo "svuotamento" interno e l'uso della carcassa come travestimento per passare allegramente sotto il naso dell'avversario di turno (visto almeno in tre collane diverse!)
  6. Dix Leroy

    [705/707] La maschera di Cera

    Lungi da me propormi come "esperto" (quello semmai è Mauro Boselli che lo ha conosciuto e ci ha lavorato assieme), ma posso dire di aver letto parecchie storie di Gianluigi Bonelli, di Tex e degli altri suoi personaggi. L'elemento fantastico è sempre presente nelle sue produzioni: in qualunque genere o ambiente inserisca i personaggi alla fine ci sarà un tesoro da trovare, una anacronistica comunità dimenticata dentro una valle nascosta e un posto infestato da creature preistoriche! Tex è un personaggio durato ben oltre le sue più rosee aspettative, quindi si arrivò a un punto in cui bisognava mettere dei paletti invalicabili, ma immagino non lo fece volentieri.
  7. Dix Leroy

    [705/707] La maschera di Cera

    L'aspetto di cui il buon Jim Brandon (e non è il solo comunque) è sempre stato allergico, è invece uno degli ingredienti principali della "ricetta Tex". A Bonelli piaceva molto inserire queste trame che a noi "con i calzoni corti" provocavano notti insonni e tanta smania di sapere come se la sarebbe cavata il nostro eroe in queste situazioni, in cui i "confetti calibro 45" potevano non essere sufficienti! Per tanto tempo queste storie sono state relegate in un angolino remoto della memoria ma finalmente, con la dovuta moderazione, stanno tornando.
  8. Dix Leroy

    [705/707] La maschera di Cera

    Che questa particolare maschera sia di cera o fosse di ferro io ho letto centinaia di fumetti (anche di Tex) in cui l'avversario ha il volto coperto e parla tranquillamente con i suoi sgherri senza farsi riconoscere. Questo particolare media può sfruttare il fatto che non possiamo sentire le "voci" dei personaggi e giocare con il lettore senza dare troppe spiegazioni. Tranne Fantozzi che con patata in bocca, molletta sul naso, fazzoletto attorno e parlando dentro un pentolone con accento svizzero viene smascherato subito, non ci vuole tutta questa abilità a voler camuffare la propria voce!
  9. Dix Leroy

    Tesah, Mary Gold, Lupe...

    Sinceramente ragazzi. La ragione in cui si inserisce la femmina (obbligatoriamente bellissima) per avere la solita e scontata situazione romantica col protagonista è per me odiosa. Non ha alcun riferimento nella realtà e a me ha stufato alla massima potenza, tanto che sempre più spesso lascio a metà film, libri e altri fumetti. La totale mancanza di queste situazioni è una dei motivi principali per cui compro ancora volentieri gli albi di Tex. Se ci devono essere donne esigo che siano belle ma anche brutte, buone o cattive, modeste o piene di sé, di buon carattere o da scaraventare senza remore dalla finestra... Oppure siano "nasone" di nome ma anche di fatto (e liberissime di offendersi) E spero convintamente che certe indianine appaiano come una sorella minore per cui nessun pensiero strano giri nella testa di un certo fuorilegge.
  10. Dix Leroy

    Tesah, Mary Gold, Lupe...

    A me sembra che sanno stringere la mano pure loro, anche se in realtà mi sono stupito della vigorosità solo un paio di volte.
  11. Dix Leroy

    Tesah, Mary Gold, Lupe...

    Ma volete proprio che interrompa le collezioni? Chi dice donna dice danno! Donne e motori gioie e dolori! Se chiamano Tex per toglierle da qualche guaio (ogni tanto, come fanno Brandon, Pat, Gros-Jean o Montales) ok, ma poi una vigorosa stretta di mano e ognuno a casa sua!
  12. Dix Leroy

    I Nuovi Libri Sbe

    Pensando alla qualità della colorazione "storica di Repubblica", si spera che il refuso sia riferito alle immagini...
  13. Dix Leroy

    [Texone N. 34] Doc!

    Texone preso oggi. Come al solito leggo questa pubblicazione quando sono in ferie e purtroppo manca ancora molto. La prima impressione è per i disegni. Non intendo essere troppo severo oppure troppo indulgente, quindi ho sfogliato l'albo dimenticandomi del nome dell'artista. Vignette molto particolareggiate e curate, con troppo spesso personaggi estremamente ridotti e centrati in basso in modo da far stare più testo possibile (anche quando non c'era bisogno). Almeno tre "attori" chiamati a impersonare Tex, tutti entrati con convinzione nel ruolo, anche se preferisco quello della fase centrale, rispetto al troppo "ticcioso" delle prime pagine e quello forse più personale di fine albo (per la precisione quello con il cappello più stretto).
  14. Dix Leroy

    [Tex Willer N. 1 / 2 / 3 / 4] Vivo o morto!

    Esatto. Quello che cerca "Testa di Vitello" (ma si può apostrofare una persona in questo modo cercando di portargli rispetto?) è una nuova interpretazione delle origini del personaggio, magari pensata secondo gli odierni dettami del fumetto. Cosa che a me inorridirebbe e non poco!
  15. Dix Leroy

    [705/707] La maschera di Cera

    Questa è una di quelle storie che funziona alla grande in un fumetto proprio perché non sentendo i dialoghi vorremmo scoprire l'identità dell'avversario da qualche particolare visivo (pur sapendo che gli autori possono tirarci in inganno). Ma è molto facile che una volta arrivati alla fine la storia non si presti a una rilettura. Quando invece succede è perché questo era solo uno degli aspetti che la rendevano interessante. Speriamo!
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.