Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Dix Leroy

Allevatore
  • Contatore Interventi Texiani

    440
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    10

Tutto il contenuto pubblicato da Dix Leroy

  1. Dix Leroy

    [Tex Willer N.0]

    Anche il mio. Mi sembra sia uscito anche in economica. Ordinatelo o fatevelo arrivare in libreria e fra una settimana tutti qui a commentarlo. E' diviso in capitoli brevi e ogni capitolo tratta un avvenimento preciso. Il tutto è legato dall'intervista che Jack Granger fa all'anziano ranger. E poi ci sono i "dagherrotipi" di Civitelli. Imperdibile.
  2. Dix Leroy

    [Tex Willer N.0]

    Si, infatti sono stato impreciso. Ho letto che hai di tutto ma leggi solo le cose impegnate. Quelle te le lascio tutte e volentieri, infatti ti rovinano l'umore invece io tendo a rilassarmi con fumetti di pura avventura e non mi importa quanto vecchi sono.
  3. Dix Leroy

    [Tex Willer N.0]

    Mi piacerebbe andare a trovare Ken51. Se è vero quello che dice ha la casa piena di fumetti interessantissimi che però ha solo sfogliato. Invece ho letto da qualche parte (non in un libro visto che a me piace leggere i fumetti), che chi non usa le sue cose farebbe bene a liberarsene. Io prima o poi me li leggo tutti quelli che compro, ma ho un brutto vizio otto/nove ore al giorno che non mi permette di farlo quando e quanto vorrei. Ma è grazie a quel brutto vizio che guadagno soldi sufficienti per comprarmeli. E leggili questi cavoli di fumetti!
  4. Dix Leroy

    [Tex Willer N.0]

    Preso in edizione cartonata e in e-book (ahimè speravo fosse solo l'inizio) E letto in entrambe le versioni perché oltre ad essere una lettura gradevolissima scorre veloce anche per chi i libri proprio non li regge. Forse per quello molte volte preferisco un brutto fumetto a un bel film (o libro) Nelle altre mie letture senza le figure rientrano un tal Fleming (non quello della penicillina), un veronese che scriveva avventure ambientate in mezzo mondo ma raramente usciva di casa e un tal Giovanni Bonelli, di cui vi ho detto posseggo un tomo che sembra proprio una avventura di 007.
  5. Dix Leroy

    [Tex Willer N.0]

    E poi si arrabbia se gli dico che mi fa divertire. Ma come si fa a non aver ancora letto "Il romanzo della mia vita" e frequentare questo forum.
  6. Dix Leroy

    [Tex Willer N.0]

    La storia della ricerca degli assassini di Arkansas Joe è bellissima, ma resta sempre il rimpianto di non aver potuto conoscere il personaggio. Dopo tanti anni Borden esaudisce un mio grande desiderio. Ho già detto che di questa serie comprerò due copie per ogni albo e userò il 2019 a trovare un nuovo lettore per queste copie doppie. E spero di riuscirci.
  7. Dix Leroy

    [Tex Willer N.0]

    E ora non lo vogliono far oziare nemmeno nei 10 anni in cui per Bonelli non era successo nulla di importante!
  8. Dix Leroy

    [Tex Willer N.0]

    Se nel fumetto "Tex Willer" si iniziasse con un giovane Tex che pensa di essere inseguito ma che invece incontra per la prima volta Tesah e con lei cercherà il totem misterioso questo si sarebbe un remake. Stesso dicasi se in seguito affrontasse e sconfiggesse la banda della Mano Rossa. Poi sono d'accordo che il confine è formale: in pratica si vuole rinverdire il personaggio ma senza rinnegarne il passato. Qui si tratta di leggere cosa Tex ha fatto prima e dopo le avventure che abbiamo già letto. Un fumetto nuovo, fortemente ispirato a quelle storie e molto probabilmente con deboli agganci, in quanto il rischio di impantanarsi con le varie sviste del passato è forte.
  9. Dix Leroy

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Ti invito a essere di parola (io per esempio ne ho una sola) e uscire definitivamente dall'OT. Cercavo di anticiparti rogne e te la prendi con me, se credi che ti abbia offeso non parliamo la stessa lingua. Rileggi quello che hai scritto sulla competenza sui fumetti (d'epoca) e poi riderai assieme a me. E domani parliamo della storia di Tex in corso. Hasta Luego compadre.
  10. Dix Leroy

    [696/699] L'ombra del Maestro

    A me fai morir dal ridere Ken51, spero solo Letizia lasci perdere, ma ne dubito fortemente...
  11. Dix Leroy

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Sono d'accordo solo sull'ultima riga
  12. Dix Leroy

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Non ha senso comparare Pecos Bill, Miki, Blek, o anche Ken Parker a Tex. Le ispirazioni sono diverse, i caratteri degli scrittori lo stesso e pure il pubblico a cui sono indirizzati. E neanche Tex e Zagor sono comparabili (e infatti sono molto pochi i lettori a cui piacciono tutti e due). Poi la mia idea personale è che NESSUNO passa davanti a Tex, ma è solo una opinione di parte.
  13. Dix Leroy

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Tex è un'opera di FANTASIA, ambientata in un west fantastico che esiste solo nel cervello di chi scrive le storie. Possono essere belle storie, storie così così o brutte. Aderenti ai fatti storici solo quanto e quando serve.
  14. Dix Leroy

    I Nuovi Libri Sbe

    Permettete l'opinione di un collezionista? A parte il discorso che è sicuramente sempre meglio spendere soldi per aiutare qualcuno piuttosto che arricchire qualcun'altro (nello specifico chi specula sulla mania di collezionismo altrui), la copia del cartonato con la scritta sbagliata va regalata a chi ha commesso l'errore, con l'obbligo di tenerlo sempre in vista e ricordarsi di stare più attento in futuro. Il resto della tiratura non dovrebbe essere distrutto (è un delitto!) ma dato a chi lo vorrebbe ma non lo potrebbe comprare (o alle biblioteche, o alle scuole). Ai fini collezionistici si tratta solo di una copia con un errore, quindi al massimo vale il prezzo indicato nel retro.
  15. Dix Leroy

    Il Mercato Di Tex

    Però nella canzone è "My name is Tex, Tex Willer" Io invece ho le prove che Ian Fleming copiò da G.L. Bonelli, ma per un altra faccenda.
  16. Dix Leroy

    [Tex Willer N.0]

    Se pensi che sono nella stessa situazione ma io leggevo i miei primi Tex quando tu eri nella culla stiamo messi bene entrambi...
  17. Dix Leroy

    I Nuovi Libri Sbe

    Stavolta però qualcuno poteva anche accorgersene (dalla bozza alla rilegatura non c'è proprio nessuno che sappia leggere?)
  18. Dix Leroy

    [Maxi Tex N. 23] Deserto Mohave

    Beh, ora sarebbe finito in un librone tiratura limitata "speciale Lucca", meno copie e prezzo maggiore...
  19. Dix Leroy

    [Maxi Tex N. 23] Deserto Mohave

    Non posso che sottoscrivere ogni parola, ma andiamo… quella storia l'avevano fatta, pagata e letterata: ci stampavano la carta igienica di Tex? Prima o poi dovevamo trovarcela nella collezione, con l'impegno che non succederà (forse) più.
  20. Dix Leroy

    [Maxi Tex N. 23] Deserto Mohave

    Non fatemi aprire gli scatoloni per copiare pari pari le frasi di introduzione dei primi Maxi. Il Texone è nato per storie tradizionali (o comunque scritte dai consueti sceneggiatori), ma disegnate da fuoriclasse che mai si erano cimentati con il ranger, mentre il Maxi doveva contenere fumetti realizzati dai soliti disegnatori ma scritti da chi aveva una fama ma non aveva mai fatto parte degli scrittori di Tex. Due intenti onorevoli e lodevoli ma che presto avrebbero fatto i conti con sceneggiatori non a proprio agio con Tex, disegnatori che non se la sentono di affrontare la quantità di tavole necessarie e qualche volta la richiesta di artisti dello staff che chiedevano di realizzare albi giganti per mettersi alla prova. Così c'è stato il Texone di Seijas (pubblicato poco dopo la scomparsa di Sergio Bonelli che proprio non voleva farlo uscire) i Maxi di Segura, quelli di Repetto, di Ortiz e di Diso. Poi è successo che qualcosa destinato originariamente alle altre collane sia finito nel Maxi, ma è fisiologico: il materiale previsto non è pronto (o è troppo pronto a seconda dei casi) e si cambia programmazione. Io al Maxi malgrado tutto sono affezionato, quelle rarissime volte che voglio passare un pomeriggio a leggere una unica lunghissima storia me ne prendo uno, spengo tutto il resto e comincio. Molto spesso succede che al termine non mi ricordo più come era cominciato, ma ormai è un problema mio ricorrente!
  21. Dix Leroy

    Nuovo Utente . Ho bisogno di consigli :)

    e anche perbacco.
  22. Dix Leroy

    Tex - 70 anni di un Mito

    Guarda, a me hanno insegnato che domandare è lecito e rispondere è cortesia, e spesso dato che prima o poi la figura dell'ignorantone la fanno tutti (chi più chi meno) tanto vale farla subito e levarsi la curiosità! Ora sappiamo che ogni mostra che si rispetti ha il suo bel "Catalogo" e che i ponti li fanno e li passano meglio in Sardegna. Possiamo andare a dormire più saggi di ieri sera.
  23. Dix Leroy

    Tex - 70 anni di un Mito

    Anche io sono fermo a Postal-Market. Ma sono stato zitto per non far brutta figura. E anche io non so cosa sono i ponti (inteso come giorni lavorativi che altri passano a casa).
  24. Dix Leroy

    [Maxi Tex N. 23] Deserto Mohave

    Ho visto sia sul maxi che sul mensile l'annuncio interno sulle figurine: "Eccole qui: le potete attaccare sull'albo oppure dove più vi piace… sono un omaggio… non offendetevi!" Beh… quasi mi vergogno per averne parlato "male". Mi comprerò qualcosa di doppio per staccarne un paio e metterle sul fianco del mio cavallo. Dimenticavo: può essere che lo spessore delle vignette della storia di Nespolino sia stato ingrossato per fare il paio con la breve di Ginosatis? Che io ricordi solo lui si diverte a fare così spesse.
  25. Dix Leroy

    Nuovo Utente . Ho bisogno di consigli :)

    Per un neofita la scelta di contenere le storie in due o tre albi (che molti dei forumisti non approvano) è la soluzione migliore per avvicinarsi a Tex, senza dover ogni volta trovarsi senza l' inizio o la conclusione della storia. Da ragazzetto i buchi nella collezione mi facevano infuriare e magari mi mancavano 20 o 30 tavole... I primi cento numeri sicuramente risentono più dell'età e dell'originale pubblicazione a striscia (pieno di capitoletti e di climax troppo ravvicinati per i gusti moderni). Personalmente mi terrei distante dal centinaio 500-600 che va collezionato e letto sicuramente, ma non è periodo di massimo splendore. Tranne la parte gestita da Boselli, le avventure di Tex sono casuali e le storie per cui occorre aver letto qualcosa di precedente (di solito ben evidenziato con una apposita didascalia) sono solo una manciata. Buona lettura Butch, ti attendono ore e ore di Avventura, con la "A" maiuscola!
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.