Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

JohnnyColt

Allevatore
  • Content Count

    650
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    9

Everything posted by JohnnyColt

  1. JohnnyColt

    Tex Nel Mondo

    Una delle ultime volte che sono andato oltralpe ho potuto acquistare un volume cartonato della collana Spécial Tex edito da Claire de lune: una serie decisamente molto curata e di buona fattura che ristampa in lingua francese i nostri Texoni. Per chi sa il francese ed è intenzionato a prendersi qualcosa di Tex io consiglio vivamente questa edizione! Questo il mio volume:
  2. JohnnyColt

    Tex Nel Mondo

    Le copertine realizzate tra il '77 e l'82 di chi sono?
  3. JohnnyColt

    Galleria di Giuseppe Candita

    Qui di seguito la galleria personale di Giuseppe Candita.
  4. JohnnyColt

    Galleria di Giuseppe Candita

    A me Candita piace davvero un sacco!
  5. Siccome abbiamo fatto sondaggi sulle migliori copertine dal 2007 ad oggi mi sono chiesto: Perchè non fare anche quelle pubblicate prima del 2007? Ed eccoci qui, in un periodo tutto sommato tranquillo per il forum a votare per la miglior copertina del 2006! Mettiamo indietro le lancette e ritroviamoci nel 2006, ho 8 anni, Ciampi lascia il posto a Napolitano, Berlusconi lascia il posto a Prodi, Benetto XVI è al suo primo anno di pontificato, l'Italia ha vinto ai mondiali in Germania, in radio danno Mas Que Nada e Sei Nell'Anima, in edicola troviamo Zagor, Nathan Never, Magico Vento e purtroppo l'ultimo ciclo di storie di Mister No. E Tex? Abbiamo i 12 mensili, il Texone, il balenottero annuale e l'almanacco ancora in bianco e nero. Votate la vostra copertina preferita!
  6. JohnnyColt

    Miglior copertina del 2006

    Hai votato al sondaggio qui sopra? Non vedo la spunta
  7. JohnnyColt

    Miglior copertina del 2006

    Hai messo il voto?
  8. JohnnyColt

    Miglior copertina del 2006

    Condivido! Secondo me però la copertina tecnicamente meglio riuscita dal punto dell'inquadratura é Un infame ricatto...
  9. JohnnyColt

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Nel Maxi non sento l’esigenza di leggere particolari trafiletti redazionali, mi piacerebbe piuttosto che sostituissero quella inutile rubrica di Frediani sul mensile!
  10. JohnnyColt

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Condivido! Balenottero promosso a pieni voti! Per quanto sia/sia stato importante Diso nella storia del fumetto italiano devo dire che pur piacendomi ancora è in picchiata totale. Diso è un vero Maestro è per questa ragione non sai quanto mi duole dirlo... Purtroppo gli anni passano per tutti...
  11. JohnnyColt

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Mignacco mi è piaciuto davvero tanto in questo Maxi! Lo stile di Boselli è riconoscibile anche da un lettore poco allenato, lo stile di Faraci è riconoscibile dalle inutili sparatorie e dalle storie sconclusionate, lo stile di Ruju non è ancora molto inquadrato. Lo stile di Mignacco è molto personale, per quanto abbiamo potuto vedere fino ad ora, e si distacca totalmente dai precedenti tre, noto una grande attenzione alla denuncia dei soprusi, indipendentemente dal colore della pelle dei carnefici o delle vittime. Ottimo modo di interpretare Tex!
  12. JohnnyColt

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Letto anche la bella La carovana dei Cherokee. Storia di tutt'altro respiro rispetto alla prima, meno frenetica ma decisamente più avvincente e strutturata. Ho apprezzato l'idea della carovana pellerossa e lo scontro ideologico con i guerrieri di Lupo Giallo. Ogni personaggio funziona bene e non ci sono sbavature, Lupo Giallo non è affatto un brutto personaggio e penso che in futuro possa ancora trovare spazio sulle pagine del Nostro, magari in un Magazine. Finale per me totalmente inatteso, mi aspettavo un duro scontro molto classico invece la svolta che Tex ha dato alla battaglia è stata una mossa tanto azzardata quanto corretta. I disegni di Cossu abbastanza sotto tono rispetto alla prima storia, ci sono sbavature... I disegni sono belli, le scene notturne sono ben fatte e anche gli scontri non lasciano nulla al caso ma purtroppo, come precedentemente ripetuto, ci sono seri problemi di proporzioni dei cavalieri. "Il ragazzo si farà" diceva qualcuno ma è un peccato perchè su un simile maxi di buona qualità certe cose stonano. Mignacco è stata una piacevole riscoperta e sono convinto che con queste due storie si sia dimostrato un autore che effettivamente potrebbe dare qualcosa a Tex. Avendo letto anche la seconda storia non posso che storcere il naso per il titolo dell'albo: il solo titolo della prima storia sminuisce la seconda... Secondo me il titolo azzeccato per l'albo sarebbe stato "Orgoglio indiano"! Comunque queste sono piccolezze, dico Bravo Mignacco!
  13. JohnnyColt

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Domani leggerò la seconda storia. Per come l’ho vissuta io la prima é lineare e semplice ma ricca di significato e pathos.
  14. JohnnyColt

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    A non prenderlo faresti uno sbaglio per me!
  15. JohnnyColt

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Per ora ho letto solo la prima storia e l'ho apprezzata davvero molto. Copertina bella e suggestiva, frenetica e con magnifici chiaro/scuri... Il cavallo di ferro è una, per me, splendida storia di giustizia. Parto dai disegni perchè riguardo la storia di Mignacco devo parlarvene per bene: Cossu a me piace, mi piacciono molto i suoi bianchi, mi piacciono molto i suoi dettagli apparentemente semplici, mi piace la caratterizzazione dei pards e ho apprezzato la suspence che ha saputo dare magistralmente alle pagine 81 e 122. Alcune vignette non le ho molto digerite ma sono la goccia di un lavoro secondo me fatto molto bene. Ora passo alla storia, ne avrò da dire perchè vi anticipo che, pur essendo abbastanza lineare e semplice, non ho potuto fare a meno di darle connotazioni molto particolari…
  16. JohnnyColt

    [400] La Voce Nella Tempesta

    Quanto ti capisco! Sono più giovane, è vero, ma il mio primo Tex preso in edicola è stato Caccia infernale (n°606). Il mio primo centenario è stato il 700... Condivido la tua opinione sulla storia. Non sono molto d'accordo sul fatto che non debbano esistere i centenari, comunque segnano un traguardo e ogni centenario non si limita alla storia che ha all'interno, ogni centenario è un pezzo di storia. Noto comunque un grande freddezza nelle tue parole, la storia è mediocre, come lo è di fatto Il medaglione spagnolo, ma personalmente non riesco a rimanere impassibile e distaccato. Non può non venire almeno un po di magone di fronte alle ultime storie dei creatori del Nostro!
  17. JohnnyColt

    [10] [Almanacco 2003] Eroe Per Caso

    Riletta dopo tanto tempo e anche questa volta sono stato piacevolmente sorpreso dalla grande qualità sia di testo sia di storia. Ogni dettaglio non è lasciato al caso, la storia è eccezionalmente gestita e intrecciata, "fast" Dan è un personaggio fenomenale perchè ben costruito e come sempre né bianco né nero. I disegni sono veramente molto curati considerando il fatto che si tratta dell'esordio del nostro Andreucci, ottime le ombre e le scene notturne. Sicuramente tra le migliori storie degli Almanacchi!
  18. JohnnyColt

    [Tex Willer N. 1 / 2 / 3 / 4] Vivo o morto!

    A pene di segugio potrebbe essere una giusta traduzione!
  19. JohnnyColt

    [Tex Willer N. 1 / 2 / 3 / 4] Vivo o morto!

    Io non li trovo patetici ma molto irritanti. Comunque sia bisogna ammettere che si è placata tantissimo rispetto a tempo fa, bisogna denderle atto! Il danno effettivamente è nullo ma prima che l'admin decidesse di specificare il lavoro amatoriale fatto da Letizia, il messaggio poteva trarre in inganno il visitatore compomettendo magari una potenziale vendita.
  20. JohnnyColt

    [Tex Willer N. 1 / 2 / 3 / 4] Vivo o morto!

    "Patetica" è un bruttissimo termine e in questa circostanza è quantomai improprio. Certo è che Letizia ha passato la parte iniziale della sua vita forumistica a spammare aggressivamente pubblicizzando le sue fanfic... Più volte ho mostrato la mia contrarietà a questo suo atteggiamento e per fortuna ha capito, o almeno spero...
  21. JohnnyColt

    Tex Classic

    Non ufficiale! Esattamente come tutte le pubblicazioni della casa editrice precedenti il 1958... Lo rimarco da tempo, il marketing di Bonelli é penoso: il target sono dai 30/40enni in su... I giovani non leggono Tex, chiedi a 10 giovani entro i 25 anni e vedrai quanti ti diranno “Leggo Tex!”... La Bonelli deve imparare a formare i nuovi lettori della sua punta di diamante, stai pur certo che i lettori di Tex non li cresci a suon di figurine!!! Il merchandising é giustissimo ma deve essere accompagnato da una promozione fresca e frizzante, che sappia valorizzare la propria storia ma senza cadere nell’errore di passare come prodotto valido solo ai 70enni. Purtroppo ad oggi la maggior parte dei giovani pensa questo! Ho 21 anni, ho una grandissima passione per Tex ma quasi quotidianamente mi sento dire dai miei coetanei “ é fumetto per vecchi”, “lo conosco perché lo leggeva mio nonno”, “in garage forse ho qualche scatolone”... Non é il luogo adatto per parlarne e se vuoi ne discutiamo nella apposita sezione ma checché ne dicano certi soggetti i giovani NON SONO ATTRATTI DA TEX! I giovani leggono perlopiú manga, leggono Marvel/DC grazie ai film e nei ritagli di tempo Dylan Dog. Piaccia o non piaccia i giovani ritengono che Tex sia da vecchi! I marketer Bonelli non stanno per nulla capendo questo concetto e stanno puntando tutto su cose che erano giovanili 30/40 anni fa... Tex non é valorizzato se consideriamo che l’obbiettivo primario é passarlo in mano alle nuove generazioni! Comunque é un discorso che ho già fatto perció la pianto qui. Se vuoi continuare il discorso taggami nell’apposita sezione
  22. JohnnyColt

    Tex Classic

    Te l'ho detto, non posso essere nella testa della Bonelli ma da quanto ho visto mi sembra proprio che vogliano fare il minor lavoro possibile sulle copertine... E secondo me è la scelta più azzeccata. Per le anastatiche secondo me avrebbero un mercato talmente ristretto che potrebbero non rientrar più dei costi-
  23. JohnnyColt

    Tex Classic

    Purtroppo in un mercato di libero scambio come il nostro il pubblico, e quindi gli acquirenti, te li devi creare. Siamo tutti d'accordo che sia più immediato fare le copertine della Gigante II ma oggettivamente che beneficio danno? Va bene, non costa nulla farlo e fanno strapagare il volume, poi? Tutto il mondo sta vincendo pundando dulla storia dei propri marchi, la moda odierna e puntare sulla tradizione e sulla storia. Hanno Tex in casa dal '48 e non riescono a valorizzarlo, i progetti che fanno sono vecchi: diorama, poster, figurine... Possono funzionare come contorno ma devono capire che per salvarsi e avere nuovi lettori devono far funzionare le meningi... Un volume simile attirerebbe tanta gente se sapessero venderlo nel modo giusto.
  24. JohnnyColt

    Tex Classic

    Appunto! Secondo me in Bonelli stanno mungendo una vacca da carne. Hanno un patrimonio immenso prima del '58 (rimango in ambito texiano) che oggi, nel 2019 è ai più inedito, ma cosa gli costa pubblicarlo con qualche inserto redazionale carino e frizzante? Fanno uscire tre bei volumoni con le strisce, le raccoltine, gli albi d'oro e la 1/29, hanno pure la scusa per alzare il prezzo, formano una generazione di nuovi lettori e avvicinano i nostalgici che hanno abbandonato Tex. Cosa vogliono di più? A volte ci si lamenta della concorrenza USA ma a volte bisognerebbe un po' apprendere dalla Marvel e dalla DC. La Bonelli potrebbe avere l'occasione di pubblicare i tre volumi e poi piano piano implementare gli arretrati con le pubblicazioni precedente il 1958... Per me va fatta questa cosa! Va fatta per meri motivi economici, va fatta per gli appassionati, va fatta per la settantennale storia di Tex per la ottantennale storia della casa editrice! P.S. E' veramente raro sentirmi dire "Bisogna imparare dagli americani!"
  25. JohnnyColt

    Tex Classic

    Non posso che condividere! Sarebbe stata davvero una bella trovata che avrebbe messo il cuore in pace a tanti appassionati e avrebbe fatto magari conoscere a sbarbatelli splendide copertine del primo Galep. In quarta di copertina avrebbe comunque rubato spazio alla pubblicità dell'albo seguente, non sarebbe stata una mossa saggia. La scelta corretta secondo me sarebbe stata pubblicarla in cartolina ma facendo ciò il prezzo sarebbe salito scontrandosi con tanti lettori che già mal digeriscono il prezzo della mensile Tex Willer. Entro velocemente in OT per uscirne subito. Sono convinto, invece di far buttare via soldi agli appassionati con le copertine della 1/701, che sarebbe una cosa buona e giusta pubblicare su volumi da libreria le copertine degli albi d'oro e della 1/29: il fascino sarebbe veramente unico, avrebbero un ruolo formativo verso quei lettori che si soo avvicinati da poco a Tex e sarebbero molto interessanti. Ricordo poi che sul sito Bonelli non c'è una pubblicazione che sia una databile prima del '58 (Tex e non), secondo me è inaccettabile per una casa editrice seria e importante come la SBE. Ma vi sembra normale sta cosa? Boh
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.