JohnnyColt

Cowboy
  • Contatore Interventi Texiani

    112
  • Iscritto

  • Ultima attività

Tutto il contenuto pubblicato da JohnnyColt

  1. [Texone N. 09] La Valle Del Terrore

    E che dire della mano fantasma di Carson?
  2. Nuova collana con il Corriere della Sera

    Grazie NK, giusta osservazione...
  3. Tex Al Cinema: Quali Storie E Quali Attori?

    Il film americano su DYD non è stato gestito dalla Bonelli... Comunque io sarei più interessato a fare una serie su Tex, tempi più lunghi e maggior tempo per sviluppare la trama...
  4. Anteprima Copertine

    Bravo Natural! Non mi ricordavo questa copertina subacquea... In che senso? Sulla copertina non c'è Carson...
  5. Anteprima Copertine

    Nel senso che un Carson che salva Tex manca dal 1958 sulla serie regolare, non c'è mai stato! Sulle altre serie non ho controllato e neppure sulle pubblicazioni precedenti la seconda serie del Tex Gigante.
  6. I Numeri Da Leggere

    @none91 @Mimmo Vi consiglio di leggere, oltre ai già citati albi, La gola della morte, Sangue Navajo, La sconfitta, Il giuramento, El Muerto, Il passato di Carson e gli eccellenti texoni di Magnus, Frisenda e Civitelli (quest'ultimo per i disegni). Il peggiore albo secondo me è stato il numero 364, Il medaglione spagnolo, vignettato da Letteri, una storia completamente sconclusionata dall'inizio alla fine ma l'ultima storia di Giovanni Luigi Bonelli e, per questa ragione, merita di essere letta prima di tante altre. Vi consiglio inoltre di evitare all'inizio di leggere i centenari che spesso, a causa della lunghezza scarsa, risultano non più che buoni e non aggiungono nulla alla storia del personaggio.
  7. Anteprima Copertine

    Il pozzo dei sacrifici e Catena di omicidi raffigurano sì episodi sott'acqua ma, se mi ricordo bene, non propriamente sottomarini. In Il pozzo dei sacrifici troviamo l'acqua lacustre di un pozzo maya con un animale che tutto ricorda fuorchè la fauna marina, piena di colori e toni sull'azzurro. In Catena di omicidi se ben rammento la storia vediamo il Nostro in un enorme vascone costruito palesemente dall'uomo contenente acqua salata e squali. L'elemento inedito del numero di marzo è che sembrerebbe proprio una scena ambientata in mare, presumo nel porto di San Diego, caratterizzata da squali, pesci e un fondale che ricorda molto più un fondale marino che fondali i lacustri o fluviali. Che le ambientazioni siano marine o meno, ho sempre adorato i soggetti subacquei: la mia copertina preferita dell'era Villa è proprio Catena di omicidi ma credo che non lo sarà ancora per molto... A voi piacciono o vi sembrano fuori luogo?
  8. Anteprima Copertine

    Copertina favolosa! Tecnicamente realizzata ad arte, perfetto posizionamento dei personaggi e soggetto sottomarino che reppresenta una novità. Adoro le assi di legno che stanno colando a picco e impazzisco per quei colori, quelle sfumature grigiastre, sulla camicia gialla di Tex. OTTIMA COPERTINA anche se avrei preferito un ribaltamento di ruoli una volta tanto, Carson che salva Tex. Dal 2010 abbiamo visto Tex salvare i suoi pard (in copertina) ben 3 volte (Uccidete Kit Willer!, Soldi Sporchi ed ora Paura a San Diego) mentre Tex salvato da qualcuno, tra l'altro neppure da uno del quartetto, una sola volta in L'uomo di Baltimora. Capisco che la testata sia di Tex e che la mia precisazione sia una piccolezza ma mi piacerebbe vedere un Carson che salva Tex, un Carson che manca dal 1958 sulla serie regolare. Personalemente questo soggetto mi manca... Tex è gia stato salvato più volte nelle copertine, perchè non farlo fare dal suo mentore, migliore amico e fratello acquisito?
  9. Nuova collana con il Corriere della Sera

    Curiosità: la copertina de L'oro del sud è stata pubblicata con la colorazione di Villa? A me sembrerebbe proprio di si ma con qualche piccola correzione.
  10. [688/689] Il messaggero cinese

    Storia, per ora, senza particolari fronzoli, lineare ma con un ottimo ritmo. Dialoghi e azione ben calibrati che ci permettono di respirare appieno il mondo dei sobborghi di un quartiere cinese. Per ora nell'albo di esordio della storia si è detto poco, ci sono buoni personaggi interessanti a partire dal colosso maori. Chissà che cosa combinerà questo ammasso di muscoli nel prossimo numero... Io mi aspetto un ruolo importante. Spero inoltre che potremmo vedere maggiori "tranelli" e azioni "nell'ombra" alla cinese perchè per ora abbiamo pregustato poco. Trama non originalissima ma godibile comunque. I disegni di Cossu mi sono piaciuti ancora di più rispetto alle passate tavole, china più accentuata e sfondi più rifiniti. BRAVO COSSU! Le due copertine di Villa sono davvero molto valide. La seconda la trovo davvero favolosa per le sue sfumature di colore.
  11. Commenti Alle Anteprime

    Si, hai ragione. I Magazine li chiamo ancora almanacchi perchè non mi piace la parola magazine.
  12. Commenti Alle Anteprime

    Grazie Carlo, ti risulta che a breve vedremo un ulteriore gioco da tavolo di Tex?
  13. Commenti Alle Anteprime

    Usciranno 3 volumi con tutte le copertine del Tex Gigante II Serie, il primo volume coprirà gli anni tra il '58 e il '78 e verrà 26 euri. I Maxi da quest'anno dovrebbero diventare semestrali e quindi raddoppiare. Gli Almanacchi dovrebbero essere due, uno che è uscito una settimana fa e l'altro verso novembre/dicembre. Sul gioco da tavolo non saprei ma credo che sia quasi certa l'uscita di statuette di Tex entro dicembre.
  14. Tex Classic

    Grazie Carlo, ho compreso. Scusate per la domanda stupida ma non capivo affatto.
  15. Commenti Alle Anteprime

    Non mi ricordavo affatto il 104 e il 575
  16. Commenti Alle Anteprime

    Grossomodo anche io mi ricordavo fosse apparso in quegli albi... Mi pare di ricordre che anche Satan abbia fatto una miseriosa fine come il buon Dinamite. Non mi dispiacerebbe rivederlo sulle pagine del Nostro.
  17. Tex Classic

    Solamente a me questa copertina con questo titolo fa impazzire? Mi piace davvero tantissimo. NK ti chiedo una piccola cosa che senz'altro saprai visto il tuo interesse verso questa serie. Se a suo tempo Galep aveva utilizzato la copertina dell'Albo d'Oro, ritagliando Tex, per realizzare Fuorilegge, come ha fatto la Bonelli a ritrovare il disegno originale di Galep con il relativo sfondo? C'è qualcosa che non mi torna. Per il numero di questo mese la Bonelli ha optato per la tua seconda ipotesi!
  18. Dopo Il 700

    Tema molto interessante, senza ombra di dubbio, di cui anche io ne ignoravo l'esistenza. Gli skinwalkers rappresentano un'ulteriore credenza mistica dei nativi americani che pur essendo molto particolare effettivamente non vedrei affatto male sulle pagine del Nostro. Non mi dispiacerebbe vedere un'ambientazione solamente indiana per una volta... Concordo con Borden sul fatto che ci voglia molta misura ad inserire elementi tanto fantastici in Tex ma credo anche che una storia con gli skinwalkers non stonerebbe affatto insieme a similari racconti con Alieni, Fiori Strani, Zombi, Mummie, Licantropi, Sasquatch ecc. Bisogna anche considerare che questi strani elementi sono di origine indiana e non sarebbe affatto male una storia basata e ambientata proprio all'interno della riserva, senza troppe influenze "bianche"; penso che questo possa essere un modo per ovviare allo sbilanciamento della trama verso temi fantastici e mantenere l'attenzione sul genere western.
  19. Commenti Alle Anteprime

    Questo mette fine ai dubbi di chi, come me, si ricordava la storia ma non perfettamente il dialogo... Dinamite non viene ucciso in Dramma nella prateria perciò effettivamente questo cavallo sparisce ad un certo punto della continuity narrativa. Rimane l’incignita su dove sia finito; per me é andato nelle celesti praterie a correre con Lilith però questa sparizione non viene spiegata in nessun albo glbonelliano. Grazie Dawn per averci fatto riassaporare queste storiche vignette che sono sempre un piacere ammirare e leggere! L’”allorquando” é il tocco da maestro!
  20. [Magazine 2018] Detenuto modello - L'anima del guerriero

    Accantonando l'aumento di prezzo che non è mai piacevole per alcuno, ho letto le due storie ieri sera e ne sono rimasto piacevolmente soddisfatto. "Detenuto modello" mi è piaciutà per la sua originalità e ho gradito molto il protagonista. Bello il finale anche se forse leggermente scontato, cosa però normale per una storia di questa lunghezza. Storia godibile e senza voli pindarici inutili. Per una volta, Bravo Faraci! I disegni mi hanno un po' deluso, li ho visti un po' troppo sporchi, rozzi. Secondo me però non è tanto un problema di disegni in se quanto di stampa non eseguita in maniera eccezionale per questa storia. "L'anima del guerriero" é una storiella davvero ben architettata, lineare e egregiamente disegnata. Godibile il Tiger Jack decisamente abile nell'insolito ruolo di protagonista. Disegni di Bruzzo che ho apprezzato veramente e devo ammettere che questa storia merita di più di un Almanacco, si meriterebbe inanzitutto il colore e poi il grosso formato. Quando tutti iniziano a rinnegare il Maxi e l'Almanacco, la Bonelli li pubblica con storie del calibro di Nueces Valley, Detenuto modello e L'anima del guerriero. Almanacco azzeccato in pieno, brava SBE!
  21. [548/549] Documento D' Accusa

    Ottima storia, davvero ottima. Una storia che avevo sullo scaffale da qualche anno e per qualche stranissima ragione non avevo mai letto, fino ad oggi. Che dire? Mi è piaciuta! Parto dal principio. "Documento d'accusa" promettente con un bellissimo ed efficace flashback che oramai ci siamo abituati a vedere sull'intero primo albo, poco male. La storia parte con l'azione nuda e cruda: un omicidio. Si avvia il flashback con Tex che racconta ai due Kit i vari antefatti che hanno portato alla crescita di quel bambino e al suo ultimo gesto. La trama mi pare davvero ottima per un Nizzi che 12 anni fa tutto era fuorchè innovativo ed emozionante, una trama ben architettata con i vari personaggi indirizzati nel migliore dei modi nelle loro azioni. Da questo primo albo Natay si è rivelato un ottimo elemento, ripeto ottimo: tempra giusta, "incazzatura" legittima e un'onestà di cuore che spesso non si vede realmente nei vari personaggi nizziani. "Corte marziale": oltre ogni mia aspettativa questo secondo albo è risultato in flashback per i 3/4 della narrazione. Non me lo aspettavo affatto tanto da rimanere leggermente spaesato quando a pagina 70 ancora stavo legendo la storia nel passato. La trama si è conclusa nel migliore dei modi possibili con la forse ovvia dal titolo fucilazione del figlio di Natay. Se in un primo tempo l'intera narrazione mi sembrava sbilanciata verso il passato, completando la lettura mi sono ricreduto, appoggiando di conseguenza la scelta dell'autore. Gli aspetti negativi della trama sono essenzialemente tre: il primo vede l'espressione poco degna verso Tiger, la seconda riguarda l'ammissione di responsabilità del tutto spontanea e ben poco credibile del vile contrabbandiere mentre la terza è inclusa nell'ultima pagina del secondo albo. Questa pagina, per dirla papale papale, non ha per nulla ragione di esistere così come è stata architettata. Il microdialogo tra Tex e il Colonnello mi è sembrato assurdo grazie ad una frase ad effetto di Tex per nulla aggraziata e del tutto fuori contesto quale: "Comunque, lasciatemi dire che il Generale Leland ha avuto il fatto suo! Andiamo (riferito ai pard)! Finisce così la storia. Non mi è andata giù! Avrei preferito un silenzio lungo una pagina dopo l'esecuzione che facesse risaltare disegni che mi sarebbero maggiormente piaciuti se fossero stati differenti. Passiamo a Venturi. Applausi, soltanto applausi! Un'interpretazione dei personaggi azzeccatissima, volti magistralmente realizzati e un tratto bellissimo. Ciò che più mi ha colpito sono gli sguardi e le angolazioni delle vignette totalmente cinematografiche: la terza vignetta di pagina 32 è favolosa (n°548). Questo senso cinematografico, come dicevo prima, mi sarebbe piaciuto vederlo anche nella fucilazione finale. Dopo "Fuoco!" (4^ di p.113, n°549) mi sarei aspettato una vignetta nera, completamente nera. Nell'ultima pagina avrei inserito un singolo vignettone con i Nostri che si allontanavano in silenzio dal forte con un'inquadratura di fronte. Nel compesso ottima storia e disegni magnifici. VOTO 8 ALLA STORIA VOTO 9 AI DISEGNI
  22. Un viaggio nel tempo per Tex

    Ritengo l'opzione la più sensata e rispettosa per entrambi i personaggi. Attendiamo altre idee
  23. Un viaggio nel tempo per Tex

    Questa è un'opzione che non avevo contemplato. Potrebbe essere una buona idea però bisognerebbe spiegare perchè Carson non abbia tirato fuori il nome di Zagor. Zagor non è un personaggio comune, è un essere che spicca dalla massa, seppur ben dotata. Non aver mai nominato un EROE del genere in passato e trovarselo tutt'a un tratto nella storia secondo me incasinerebbe parecchio il lettore. Secondo me si correrebbe anche il rischio di fare una storia simil ritorno di Lupe. Spiego: tutta l'attenzione puntata sulla prima parte in flashback e flop clamoroso e trama inconsistente per la seconda. E' una buona opzione quella da te avanzata ma bisogna ponderare al massimo qualsiasi guizzo creativo se si dovesse sceglierla. Io continuo a sognare la stessa storia vista con le due visioni differenti
  24. Un viaggio nel tempo per Tex

    @pecos purtroppo il discorso è nato dal cercare di avvicinare Zagor a Tex.
  25. Commenti Alle Anteprime

    La famosa storia di Albertarelli hahaha Me la ricordo ancora!