Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

JohnnyColt

Cittadino
  • Contatore Interventi Texiani

    261
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    3

Tutto il contenuto pubblicato da JohnnyColt

  1. JohnnyColt

    [05] [Almanacco 1998] Glorieta Pass

    Purtroppo Gattia non lo conosco ma ho visto qualche suo lavoro ed è molto molto molto bravo. Per Tex ha realizzato soltanto Glorieta Pass? La scheda poi fatta appunto da Gattia per il porfolio della Scarabeo poi è eccezionale...
  2. JohnnyColt

    Il remake di Tex si può fare?

    Sono dell'opinione che un reboot di Tex non si debba fare perchè snaturerebbe veramente le storie incerte e ingenue di GLB! Storie a volte imperfette o imprecise, storie diventati capolavori proprio per i piccoli errori di scrittura o per i cagnolini di Galep. Sono molto favorevole invece sull'approfondire sottotrame del passato di Tex che Bonelli, Nolitta e Nizzi non avevano trattato o avevavano rinchiuso in un limitato arco di pagine/albi. La ripresa di storici personaggi mi incuriosirebbe davvero molto e di conseguenza aspetto con ansia il ritorno della bella Tesah. Boselli, sotto questo aspetto, sta facendo un lavoro egregio perciò tanto di cappello e che si vada avanti con questo mood ancora per diverso tempo! P.S. Sono sempre stato contrario ai reboot/universi paralleli per i vari supereroi, figurarsi per Tex...
  3. E' da qualche giorno che mi chiedo se Tex possa davvero competere con i vari manga o con i vari comics che tanto ora vanno tra i giovani. Tex non è prettamente un fumetto per "vecchi" però rappresenta una nicchia di lettori, una nicchia appassionata di western e di azione un poco canzonata. Tex tra l'altro, è l'eroe tutto d'un pezzo che oggi si osteggia, si preferiscono personaggi dubbiosi e per alcuni aspetti deboli, si preferiscono personaggi più contemporanei e legati alla vita globalizzata e ipertecnologica. Se Tex negli anni '60 rappresentava un modello da seguire per migliaia di ragazzini, se Tex dava speranza in un mondo migliore a cui tutti potevano aspirare, oggi che cosa rappresenta? Che cosa può offrire Tex alle nuove generazioni ? Cosa può trasmettere ai giovani che preferiscono la frivolezza di un manga o di un comic? Personalmente penso che quei valori che Tex esprimeva negli anni '50/'60/'70 possano avere ancora oggi un'importanza rilevante, penso che farebbe bene far leggere Tex a più giovani affinchè possano comprendere le ragioni di libertà e giustizia che fanno agire Tex, affinchè possano comprendere che non esiste popolo superiore o popolo inferiore ma vi è una sola razza umana composta da buoni e cattivi (siano essi bianchi, rossi, neri o gialli), affinchè possano comprendere l'inutilità della guerra e degli stermini di popoli che ancora purtroppo esistono. In un mondo globalizzato e ipertecnologico come quello odierno, in un mondo profondamente razzista e classista Tex può davvero rappresentare un modello da seguire per le nuove generazioni rincitrullite da slogan politici, musica opinabile e reality show. Secondo voi è possibile far avvicinare quei giovani che preferiscono i comics e i manga perchè vanno di moda o il tutto si conclude con una mera questione di gusti? Per me le vendite parlano chiaro, i gusti c'entrano ma fino ad un certo punto. Credo sia più consono parlare di moda.
  4. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Anche io grossomodo riuscirei a riepilogare l'acquisto di quasi ogni mio albo.
  5. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    No di certo ma la visione che i giovani non leggano a causa per esempio di Instagram è del tutto irrealistica e di origine totalmente statistica.
  6. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Ho tantissime esperienze e persone che possono ben confutare questa affermazione.
  7. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Bisogni che cambino i giovani e che apprezzino l'arte e la qualità vera. I giovani decerebrati nei nuovi decenni schifano Bach solo perchè non è di tendenza, per esempio. Ditemi se gente cosi non è da linciare!
  8. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Meno male, con queste affermazioni sono rincuorato! Tex è Tex, o lo si ama o lo si odia perchè troppo diverso dal mondo odierno. Riguardo "il libro di Tex" è un mio errore di comprensione. In un articolo della Bonelli di qualche tempo fa avevo letto che c'era in progetto un libro su Tex quando era di Zagor mi sembra... Errore mio, pardon.
  9. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    2) I ragazzini non chiederebbero la digitalizzazione se leggessero le copie pirata... 3) Tex non ha alcuno appeal, il fatto che lo ha avuto precedentemente è solo perchè il western andava di moda e la società era veramente differente rispetto a quella odierna. Io credo che siano tutti valori ancora molto alti e validi, il problema è la società che non fa più nulla per assimilarli come propri. Si potrebbe pure cambiare l"Impostazione" di Tex ma i valori devono rimanere imperituramente quelli. Toglierli vuole dire snaturere Tex. Snaturare Tex vuol dire non vendere più una copia né tra lo zoccolo duro né tra i giovani. Non vendere vuol dire chiudere la testata. Una domanda a @borden, lei ha in mente qualche proposta per i giovani? Ha già qualche idea ulteriore a far ravvicinare i giovani a Tex? Il 70ennale è chiaramente nostalgico ma comunque tra cartonati e Color una certa rinfreescata c'è stata tutta. C'è in progetto il libro di Tex che potrebbe essere rivolto ai giovani lettori. Spero non ci sia veramente in programma una serie di Tex semplificata e ringiovanita, mi lascerebbe alquanto perplesso.
  10. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Buonanotte pards e viva Tex.
  11. JohnnyColt

    Miglior Storia Con Protagonista Pat Mac Ryan

    Io punto su Gli invincibili
  12. JohnnyColt

    Miglior Cartolina Di Villa

    Voto la 132
  13. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Sono decisamente che i 33 giri e 1/3 siano tornati di moda, un po' come i pantaloni a zampa. Le mode sono passeggere, i veri intenditori superano le mode. I vinili rimarranno una nicchia, oggettivamente sono troppo anacronstici. E secondo me è li il loro bello, c'è il rito del disco e della puntina, del tirare su la levetta dell'alta fedeltà. Sedersi e ascoltare Miles Davis oppure i Deep Purple, o ancora i Dire Straits non ha veramente prezzo, e una delle cose più belle che esistano al mondo. Cosa che purtroppo la gran massa che ascolta le playlist con Gemitaiz oppure Ghali su Spotify non capirà mai. Amen, cavoli loro. Io sono fedele al supporto e alla qualità. Ti dico una cosa: esiste la criptografia. E un sacco di altri espedienti per evitare la contraffazione spudorata e criminale. Non è impossibile bloccare le copie m bisogna volerlo.
  14. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Il digitale non si sotuirà alla carta nell'uso quotidiano, per i libri (e anche fumetti), musica e film il supporto chi prima chi dopo è destinato a sparire. Chi compra più un disco? Chi prende più un libro? Sempre sempre meno. Le dico la verità, io vorrei la carta e il disco tutta la vita ma con i ragazzotti rincitrulliti che ci troviamo oggi, estasiati da Spotify e, i più colti, il kindle ci stiamo orizzontando verso il digitale sfrenato. Ogni bambino ha un cellulare o un tablet, esistono ancora genitori che regalano ai figlio giochi di legno o costruzioni? Spero di si ma purtroppo vedo anche tanti bimbi con i loro tablettini. Twitter è passeggero, il digitale purtroppo ce lo cuccheremo ancora per molto molto tempo.
  15. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Tutto ciò che ho scritto non è per affronto a lei @Borden ma purtroppo quale rappresentante d Bonelli si è suo malgrado tutto il mio sfogo e la mia amarezza a vedere una Casa Editrice così blasonata ma anche impreparata al futuro. Lo leggerò senz'altro e la ringrazio per il link ma io parlo per vita vissuta. Mio malgrado conosco tantissimi "giovani" miei coetanei, o leggono manga, o comics, o digitale qualche cosa di italiano. Spesso ne parlo con loro e TUTTI sostengono che le case editrici sono indietro. Condivido il loro parere. Le tabelle dicono una cosa, i giovani affermano il contrario. Le tabelle sono fallaci perchè prendono i campioni, la massa giovane ha solo un'opinione. INFORMATIZZARE E DIGITALIZZARE, insomma STARE DAVVERO AL PASSO COI TEMPI. Io sono nato anacronistico, e infatti leggo Tex e ascolto Guccini, ma purtroppo coprirsi gli occhi non è mai salutare.
  16. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    La copia digitale OGGI è trascurabile in Bonelli. IN UN FUTURO PROSSIMO, quando l'informatizzazione prenderà ancora più piede e lo zoccolo duro di Tex sarà trapassato la Bonelli si troverà in difficoltà con la carenza, o comunque una forte diminuzione, di pubblico con l'impreparazione dal punto di vista informatico La Bonelli è molto indietro per risolvere questi due problemi. Per me è meglio che ci pensi su ora piuttosto che arrivare tirata a suo tempo. Non volete fare l'albo digitale? Non fatelo ma informatizzate un po' il tutto e avvicinatevi ai lettori più giovani perche sennò Tex dura ancora poco. E non per la scarsa qualità ma per la quasi assenza di pubblico. Non voglio fare i conti in tasca agli altri ma non ci vuole uno statista per capire che una delle esigenze di moltissimi giovani lettori e di qualche lettore più attempato sia la copia digitale. Ora magari i lettori del digitale sono ancora troppo pochi ma sono in costante aumento e non voglio neppure pensare a come sarà tra 10 anni. Il mondo purtroppo o per fortuna sta tirando per il digitale e non per il cartaceo. Se i vertici Bonelli si intestardiscono su tecniche superate e anni '80 davvero c'è il rischio di chiudere baracca e burattini. A me sinceramente spiacerebbe, poi non so voi...
  17. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Ho capito quanto costa produrre un albo, quanto costerebbe in più aggiungere il mensile sul digitale? I primi tempi sicuramente un po' ma velocemente con il sistema informatico e l'organizzazione realizzati voglio sapere veramente se la differenza di costo tra un cartaceo e un digitale sia insormontabile. Io le ho già risposto indirettamente mille volte ma probabilmente non vuole intendere... Il voro dei collaboratori si remunera con l'insieme dei cartacei e dei digitali.
  18. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Ma chi se le scarica le copie pirate in qualità scadente??? Posso capire le copie non censurate ma nessuno si scarica Tex mensile illegale. Hanno una qualità scadente e soprattutto non escono con regolarità. Le copie originali sono originali, le copie pirata sono soltanto una scusa nel non fare nulla.
  19. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    E comunque la pianto qui perchè tutti voi non avete la minima idea di ciò che i giovani richiedono e desiderano. Se il fumetto e Tex vende così poco tra i giovani magari due domandine sarebbe giusto farsele. Ma tanto non vi interessa, continuate imperterriti a leggere ciò che volete...
  20. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Scusami Mauro, qui non stai capendo. Non sto parlando di fare storie apposite ma di mettere in digitale ciò che esce in edicola di mese in mese. Non i 600 e passa numeri passati e neppure nuove serie. Quelli mensili, sembra che io parli arabo... Sono tremendamente incuriosito da questa bellissima proposta. Ho già ordinato l'ordinabile...
  21. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Io ho chiaramente detto un'altra cosa. Ho detto che si deve iniziare da ora a creare un catalogo valido. Ho ripetuto miliardi di volte che il catalogo passato sarebbe inutile e immane portarlo sul digitale. Legga più attentamente ciò che scrivo. E piantiamola di giustificare ogni scelta con queste cavolo di copie pirata! Sto parlando di copie ufficiali e originali, le coppie pirata vanno osteggiate in partenza e di conseguenza non devono neppure essere prese in considerazione sicchè illegali. Non voglio insegnare marketing ma puro buon senso, io continuo a prendere Tex cartaceo ma ci sono milioni di fans che lo preferirebbero digitale. Purtroppo la Bonelli come sempre non capisce. Informatizzare e essere lungimiranti, poi che faccia ciò che vuole la Casa editrice. Migliaia* Il digitale risulta negativo solo se non si sa gestire, è ovvio che la Bonelli non riconosca il potenziale...
  22. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Ma a dire la verità è lei che non legge ciò che stiamo scrivendo. Non vogliamo la sostituzione ma il rafforzamento del cartaceo con il digitale. Io sto inoltre affermando che la Bonelli ha bisogno di un progetto lungimirante di natura tecnologica e informatica mentre Dix sta sostenendo che la versione digitale, AFFIANCATA ALLA CARTACEA, sarebbe un un servizio offerto ai lettori che chiedono a gran voce e per varie ragione il digitale. Questo terrore di vedere il digitale come nemico e non come risorsa continuo a non capirla. Non sto parlando di spostare Tex su digitale, sarebbe un suicidio in termini di costi e in termini di vendite, ma di offrire la possibilità di acquistare l'albo in edicola anche su tablet. L'investimento sarebbè soltanto per i primi tempi (per organizzare principalmente questa nuova proposta) perchè poi nel lungo periodo i costi sarebbero minori, e la Bonelli offrirebbe davvero un servizio coinvolgente e completo. Io amo la carta, amo il profumo di albo nuovo, amo il profumo di inchiostro, amo il profumo di polvere ma so già che prima o poi dovrò definitivamente abbandonare questo supporto, mio malgrado. Perchè non essere lungimirante e vedere avanti un pochettino invece di fermarsi a ragionare con politiche vincenti negli anni '80 ma fallimentari oggi? Noi ci sentiamo eccome, i costi li conosciamo, non quanto lei certo ma li conosciamo, a me pare che ci sia una gran paura del digitale. Ed è giusto averla se non si hanno progetti lungimiranti, se li si avesser, oltre ad avere la strada spianata per i prossimi lustri, il digitale diventerebbe il più forte degli alleati. P.S. Se quei 4 albi inseriti nell'iTunes Store non hanno portato grandi profitti è perchè avete proposto pochi volumi, spesso gratuitamente e spesso datati di anni. Il consumatore richiede un catalogo ampio e aggiornato, un servizio che coccoli. Non vuole albi vecchi buttati li giusto come contentino. Se si iniziasse a pubblicare i vari mensili della SBE vedreste che i download nei mesi aumenterebbero esponenzialmente. Non ci vuole uno statista per capire che se l'offerta digitale è limitata e ferma da tempo i download non aumentano.
  23. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Pure a me, sono il primi ad aver detto che serge AGGIUNGERE. Aggiungere non è togliere.
  24. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Ahaha grazie ahaha Sono discorsi privi di lungimiranza quelli avanzati dalla Bonelli qui rappresentata da Boselli, e mi infastidiscono non poco.
  25. JohnnyColt

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    La prima frase indica la totale assenza di lungimiranza, cosa scandalosa per un'impresa florida e al vertice del settore italiano. Alle domande rispondo velocemente. 0 alla prima e 0 alla seconda. Questo astio verso il futuro e l'esigenza di stare al passo coi tempi mi sconcerta sempre più. Non sto parlando di percezione al tatto dei fumetti, gusti o preferenze, non parlo di quanto siano affascinanti i lavori di Galep a striscia o di come sia bello il Texone di Magnus. Parlo di mercato e di esigenze future (e in misura minore anche attuali): ho già ripetuto che nel breve periodo l'informatizzazione è un costo ma è un costo che si risparmierebbe nel futuro ed è un'esigenza imprescindibile. Le edicole stanno chiudendo esponenzialmente, le fumetterie sono in stallo, il mercato del fumetto si sta riducendo sempre più ad una nicchia, il download UFFICIALE in pochi anni ha affossato la vendita di CD e DVD, i giornali e le riviste oramai si vendono per il 50% in digitale. Qui non stiamo parlando se tale operazione porti profitto, sono il primo a dire che nel breve periodo non lo porta, ma stiamo parlando di spianare la strada all'azienda ed entrare in un mercato globalizzato sempre più competitivo, stiamo parlando dell'esiguo numero di lettori giovani, si sta parlando che la Bonelli può aprire tutte le pagine FB che vuole e vendere tutte le variant che vuole ma se non va anche in contro alle nuove generazioni si chiude baracca e burattini. Lo zoccolo duro purtroppo non durerà per altri 70 anni, o la Casa editrice si sveglia o chiude. La cosa è molto facile. E mi spiace, ho grandissima stima per lei Boselli ma quell'"amen" non lo accetto, non lo accetto perchè non porta rispetto ai Bonelli e a tutto ciò che hanno costruito, non porta rispetto a tutti i collaboratori che hanno lavorato e che lavorano con voi, non porta il rispetto a lei e al suo fantastico lavoro, non porta rispetto ai lettori e agli aficionados. Se la Lancia è fallita è perchè sono stati detti troppi "amen", se la Morini è fallita è perchè si sono detti troppi "amen". La Bonelli, come in ogni impresa, sta vivendo la propria vita e prima o poi finirà, come in ogni altra impresa però l'obiettivo deve essere massimizzare il profitto per non chiudere i battenti e rinnovarsi continuamente. Pensare a lungo termine è essenziale per ogni impresa e non lo accetto un discorso alla "Si fa quello che si può e se non comprano più non importa e chiudiamo i battenti". E' un discorso irreale, fallimentare e irrispettoso in primo luogo nel lavoro eccellente di ogni collaboratore della casa.
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.