Andrea67

Cowboy
  • Contatore Interventi Texiani

    57
  • Iscritto

  • Ultima attività

Tutto il contenuto pubblicato da Andrea67

  1. [690] Le schiave del Messico

    Storia discreta, con una buona caratterizzazione dei due pards. Tanta azione, scene veloci e buon linguaggio. Ruju si riprende dopo il passo falso della precedente doppia, dimostrando che sa ancora scrivere un buon Tex.Prisco è un buon acquisto e si vede che può ancora migliorare.Voto alla storia: 7Voto ai disegni: 8
  2. Quanto Sono Veloci I Disegnatori Di Tex ?

    Se ti riferisci a me e non a Letizia, io non ho mai detto che è facile, ma che dovrebbero essere più veloci.
  3. Quanto Sono Veloci I Disegnatori Di Tex ?

    Allora non ne capisco molto neanche io. Infatti per me un buon disegnatore dovrebbe fare almeno una tavola al giorno. Il che, tolte domeniche e festivi, farebbero circa 25 al mese. Non capisco come facciano a farne in media una ogni 3 giorni.
  4. La serie regolare è alla canna del gas?

    Mi sono attenuto a quanto scritto nel topic delle storie in lavorazione. C'è scritto che mancano, se non ricordo male, circa 110 pagine. Adesso tu mi dici che ne mancano 60. È una buona notizia. Ok, ho visto adesso che è stato modificato. Mancano 55 pagine. Così ce la farà. Mi ero preoccupato.
  5. La serie regolare è alla canna del gas?

    La serie è viva e vegeta. Piuttosto, vedo difficile che Dotti ce la possa fare per ottobre. E non vedo storie pronte per 4 albi...
  6. La serie regolare è alla canna del gas?

    Confermo
  7. [688/689] Il messaggero cinese

    La penso esattamente all'opposto.
  8. La serie regolare è alla canna del gas?

    Se vai qualche post più dietro, leggerai che una risposta dello stesso tenore gliel'avevo già data, ma non credo che lui sia soddisfatto ne' che la volesse.
  9. La serie regolare è alla canna del gas?

    Ma lui si documenta sulla Storia del west di D'Antonio.
  10. La serie regolare è alla canna del gas?

    Che cosa c'entra l'ultimo arrivato? Se uno dicesse cose intelligenti... Non mi sembra che Boselli abbia aperto una scuola di sceneggiatura. Lui può, e lo sta facendo, provare autori nuovi e, tutt'al più dare qualche consiglio. Freddo ai piedi perché? Che dovrebbe temere? Questa è la sciocchezza più grossa! Infine, indipendentemente dal fatto che sia vero quello che affermi sulla citata battaglia, e non me ne frega niente, siamo tutti bravi con Wikipedia, eh?
  11. [688/689] Il messaggero cinese

    Scusa la franchezza, Letizia, ma stiamo parlando della storia in edicola e tu ci metti in mezzo le tue storie. Non capisco il nesso.
  12. [688/689] Il messaggero cinese

    Dopo un buon primo albo la storia cala vertiginosamente nel secondo, evidenziando paurosi errori e scelte superficiali. Ad esempio, Charlie che aveva affermato di non aver mai sentito nominare lo zio Wu, dopo un po' dichiara di sapere che lo stesso ha molte proprietà e, addirittura, riconosce il suo braccio destro. Disneyana la scena del Carson resuscitato e inconsistenti i nemici, Maori compreso, il quale non solo non causa nessun problema a Tex durante il loro scontro, ma viene facilmente steso da un Carson che un attimo prima era svenuto. Nessuna suspence, nessuna difficoltà, finale affrettato. I disegni non sono la cosa peggiore. Che altro dire? Ulteriore conferma della assoluta indispensabilità di Boselli, senza il quale la serie di avvierebbe verso una rapida chiusura. Fossi in lui chiederei un sostanzioso aumento di stipendio. Voto alla storia: 6 (solo per il primo albo) Voto ai disegni: 6
  13. La serie regolare è alla canna del gas?

    Tutte le critiche da te evidenziate non mi fanno né caldo né freddo, caro Kershaw. Che Boselli non ricordi il nome di un autore o un titolo non cambia nulla. Anzi, è normale. Quello che dovrebbe interessarci è il livello delle sue storie, che continua ad essere alto. Come curatore, invece, potrebbe fare di più, ma in alcuni casi vorrebbe dire riscrivere le sceneggiature altrui. E non è così semplice correggere colleghi affermati.
  14. Dopo Il 700

    Ma infatti, quella storia ha una brutta fama perché veniva dopo la golden age, ma sicuramente non è insufficiente.
  15. Migliore storia del 2017

    Ho votato il Texone. Secondo posto per il Maxi. Terzo ex aequo per Jethro e Wolfman.
  16. [686/687] La città nascosta

    Letta in un batter d'occhio. In effetti, le storie di Faraci si leggono velocemente, essendo intrise di azione, sparatorie e, per converso, poche parole, nessun approfondimento psicologico, nemici facili da affrontare. E quando, finalmente, si profila una situazione di difficoltà, con Tex e Kit circondati dai banditi, ecco che basta l'intervento dei soli Carson e Tiger a capovolgere la situazione contro ben 14 nemici, sbaragliati senza il minimo problema. A proposito, ma da quanti banditi era composta la banda? Addirittura più di 40 secondo i calcoli fatti. Eppure all'inizio non sembrava. Auspicherei una maggiore attenzione sui numeri. Per concludere, probabilmente ha ragione chi afferma che Tex non è nelle corde del buon Faraci, che forse se la caverà meglio con Zagor. La storia è passabile ma di quelle che si dimenticano un minuto dopo averle lette e questo non è un complimento. Venturi se la cava molto bene, anche se non gradisco il suo Kit senza cappello. E deve migliorarsi anche su Tex, che alcune volte sembra troppo robusto. Voto alla storia: 6 Voto ai disegni: 8
  17. [686/687] La città nascosta

    Peccato, perché su Color e Texone non era andato male. Comunque, lo sto leggendo così vedrò se è così negativo...
  18. [686/687] La città nascosta

    Non avevo dubbi. Questa ne la spieghi. Visto che io uso sempre lo stesso Nick anche sui forum di Zagor, proprio per essere sempre riconoscibile, mi vorresti dire chi saresti tu in quei lidi? Hai avuto qualche discussione con me? Attendo risposta, gentilmente.
  19. [686/687] La città nascosta

    La cosa assurda è che la discussione è degenerata a causa di qualcuno che ha postato una frase stupidissima (scusate, ma non mi va più di rispettarlo) e a cui, evidentemente, piace vivere in regime di dittatura, visto che ha preteso rispetto da me, che comunque non lo avevo fatto mancare, soltanto per una questione di nonnismo. Tornando a noi, indipendentemente dal fatto che piaccia o meno il tratto di un disegnatore, non mi sembra carino chiederne la rimozione dalla serie regolare. È pur sempre un artista che fa il proprio lavoro e, voglio aggiungere, lo fa anche molto bene. E questo non lo dico io, ma la maggioranza dei lettori che scrivono sui forum, dei quali soltanto conosciamo i gusti, e questo si può facilmente riscontrare. Per quanto concerne i toni, io mi sono "solamente " meravigliato ma non ho affermato che avevi sbagliato, caro Ymalpas. Sono pertanto d'accordo con Carlo sui tuoi toni ultimativi, e lo saresti anche tu se decidessi di rileggerti scendendo dal piedistallo.
  20. [686/687] La città nascosta

    Quindi, dicendo che ero meravigliato ho rispettato l'opinione altrui????
  21. [686/687] La città nascosta

    Quindi ci inchiniamo e diamo sempre ragione? Quello puoi farlo tu! Il mio rispetto verso tutti, anche verso di te, è l'educazione. Non so chi è il padre fondatore e non mi interessa. Per me contano solo le opinioni, e quando non coincidono con le mie mi permetto di rispondere.
  22. [686/687] La città nascosta

    Senza entrare nel merito della discussione, voglio solo sottolineare che sono molto meravigliato che Cossu venga accostato a Ginosatis. Quest'ultimo, per me, tra i migliori disegnatori di Tex. E spero che a Boselli sia sfuggito questo passaggio quando ha scritto di essere d'accordo.
  23. [686/687] La città nascosta

    Ely, sei ufficiale dell'esercito?
  24. [07/08] Il Patto Di Sangue

    Bene così. Mi piace chi ammette i propri errori (riferito alle doppie). A presto!
  25. [07/08] Il Patto Di Sangue

    Però non mi hai spiegato quella del dizionario. Se decidi di farlo, non usare paroloni altrimenti non li capisco.