Jump to content
TWF MAGAZINE N°19 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

Barbanera

Ranchero
  • Content Count

    975
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    16

Barbanera last won the day on October 2

Barbanera had the most liked content!

Community Reputation

59 Excellent

2 Followers

About Barbanera

  • Rank
    aye aye Tex
  • Birthday 07/29/1980

Profile Information

  • Gender
    Maschile

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    354
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Cochise

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Barbanera

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Già, ho visto solo ora...desculpame fratello Tra l'altro,il winchester non fu adottato dalla cavalleria Usa nonostante la ottima prova del 44 Henry durante la Guerra Civile...per assurdo,invece,il Winchester Yellow Boy del 1866 fu utilizzato addirittura dall'Esercito Turco, dai Cacciatori delle Alpi di Garibaldi durante la Terza Guerra di Indipendenza...e pure dai Francesi nonostante avessero un fucile eccellente come lo Chassepot
  2. Barbanera

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Io non capisco perché mai Borden dovrebbe intervenire...stile troppo lineare?piaccia o meno,lui le scrive così le storie.Carson piccione? Non diverso dal Carson nizziano classico.dialoghi, quelli si,un po'asciutti e meno brillanti di quelli del suo primo Tex. Storia classicamente texiana, però,e che per ora non delude. Forse qualcuno non si rende conto che Nizzi non sarà mai Boselli. Boselli ha uno stile inimitabile,e ha raggiunto attualmente un livello altissimo.Nizzi è un grande autore,che attualmente scrive Tex SU Richiesta del curatore.Non mi faccio alcuna illusione sul fatto che sia questa storia attualmente in edicola sia le sue prossime non saranno probabilmente dei capolavori,ma sono sicuro che saranno delle buone storie Ah,giusto per evitare off topic faccio presente a Boselli un piccolo errore stilistico nella storia:se si fa attenzione il sergente Connelly delle giacche azzurre indossa una rendingote (giubba) da UFFICIALE,non da semplice graduato:lo si desume dalle spalline e dalla mancanza delle classiche bretelle.altro errore: i gradi da sergente che Connelly indossa sono quelli adottati dallo US Army dopo la riforma del 1905,anno in cui i "baffi" da sottoufficiale divennero più piccoli e con l'angolo in alto,non più in basso.fino a tale data i sergenti e i caporali avevano i gradi con l'angolo rivolto verso il basso... probabilmente una disattenzione di Filippucci.
  3. Barbanera

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Storia dannatamente western vecchia maniera,ed è un vero piacere leggerla pagina dopo pagina,per Giove... Chi parlava di un Nizzi bollito spero si ricrederà...una trama dura e classicamente interessante,senza a parer mio errori o limiti...un western alla John Ford o alla Howard Hawks...chapeau Se è per questo,e personalmente lo sostengo da anni,il genere western classico non brilla per l originalità delle trame, semmai si identifica per la sfaccettatura e la caratura dei personaggi e per le situazioni.qui ci sono molte "umanità" tipicamente western (la cavalleria,il gambler,gli indiani,i fuorilegge,gli artistoidi) e tanti topos del vecchio West e di Tex (La posada,il trading post,l attacco alla diligenza...).tutto già visto,ma sapientemente e magistralmente amalgamato dal Maestro di Fiumalbo. Non esagerare Leo ...Nizzi lo sta usando benino,anche se i dialoghi non sono ancora (e probabilmente non lo saranno più) gli eccezionali dialoghi tra Satanassi che Nizzi imbastiva nei primi anni 90...poi il Carson di Boselli è più intraprendente,quello di Nizzi più Old Timer,ma non mi pare per nulla male un questa prova E qui sta il succo della storia...aspetto il secondo albo,per ora sono soddisfatto PS: la tavolata al trading post in cui le "varie umanità"mangiano insieme è un passaggio che più western non si può...
  4. Barbanera

    [Speciale Tex Willer N. 1] Fantasmi di Natale

    Ennesima buona prova del curatore.sono del tutto d'accordo che il prezzo è esagerato, difatti l ho comprato solo per curiosità e interesse,e devo dire che la lettura non mi ha deluso,anzi...lettura caldamente consigliata CONTIENE Spoiler Il canovaccio presenta una buona base narrativa, con l intersecarsi di tre,anzi quattro storie di fantasmi che si intrecciano con la storia reale e lasciano interdetto il lettore con la domanda pleonastica ma doverosa: realtà o leggenda? Dove finisce la leggenda, dove inizia il reale? lL vecchio cercatore di oro che SOLO l Ute dice di avere visto uscire dalla baracca,oltre alla ragazza e ai tre scampaforche...un fantasma,un angelo,un demone?!tutte e tre le cose insieme,a parer mio! La suggestione che creano le storie nella psiche dei tre banditi li farà morire in modo simile a quelli delle leggende,per mano di un Satanasso in carne ed ossa come Tex...gli stessi modi in cui muoiono i tre sono volutamente grotteschi e horror (uno con la faccia bruciata dalla polvere da sparo,un altro con un colpo di accetta in pieno volto,il terzo divorato da un fuoco purificatore che ricorda l'inferno... Molto bella la "storia nella storia"del licantropo che uccide gli Spagnoli...Por Dios, sarà che mi sono sempre piaciute le storie con i "Tercios" spagnoli che vanno alla ricerca dell oro nelle Americhe, come sa bene Bos
  5. Barbanera

    [Tex Willer N. 10 / 11 / 12 / 13] Pinkerton Lady

    ....il primo presidente a dare PIENI diritti ai Negri fu Lindon Johnson, negli anni '60 del secolo scorso, esattamente 100 anni dopo la fine della Guerra Civile.L amico era Texano e Democratico e quasi alto come Lincoln (fino a Regan,a parte la parentesi di Ike Eisenhower, il Texas era massicciamente Democratico).A parte la castroneria e l orrore della Guerra in Vietnam, Johnson fu un grande presidente e portò a compimento un percorso di libertà lungo 100 anni. Fino alla Seconda Guerra Mondiale,i Negri non potevano diventare ufficiali nell'Esercito Usa né fare parte di reggimenti misti,ma solo "monocolore" (scusate,non lo dico con accezione discriminante). La civiltà si evolve, dovrebbe almeno.... categorie valide cento anni fa ora sono state finalmente superate.e ricordo a tutti che sui manuali degli anni 50/60 si parla ancora di razze... Poi,ad essere onesti, ai tempi della Guerra Civile,vi furono esempi eclatanti di Confederati antischiavisti (Lee in primis,ma anche Beurogard che dopo la Guerra si impegnò per l'integrazione dei Negri nella società della Louisiana), così come casi eclatanti di Yankees NON abolizionisti prima della Guerra e pure razzisti al contrario, cioè responsabile di azioni turpi e vergognose nei confronti dei Civili del Sud e dei Nativi Americani (il generale Sherman,un esempio su tutti). Tuttavia,il Nord era A FAVORE dell'abolizione della schiavitù,per cui dalla parte della ragione e del progresso.Lincoln era un sincero democratico mentre Jefferson Davis,il presidente della Confederazione,del tutto a favore della schiavitù.Per quanta simpatia abbia per i Ribelli,nel senso che in inferiorità riuscirono a tenere testa ad un esercito più forte, non dimentico mai per un secondo che stavano dalla parte sbagliata della Storia.punto. L Inghilterra è stata la prima società liberale e parlamentare della Storia,ma un bambino a Londra poteva essere impiccato fino a metà Ottocento per aver rubato una mela...un marinaio frustato a sangue per un infrazione al regolamento minima e strappato da terra in modo coercitivo...un operaio non aveva diritto di sciopero....e i Lord avevano una loro Camera e prelazione sugli incarichi nell'Esercito e nella burocrazia.cu sono voluti secoli per arrivare alla democrazia e alla civiltà moderna.basta iniziare,e non tornare indietro...
  6. Barbanera

    [483/484] A Sangue Freddo

    Io personalmente preferisco il gatto a nove code oppure un giro di chiglia...o anche una settimana senza grog,in alternativa,forse il supplizio peggiore per un duro come il sottoscritto... gusto per rimarcare il mio avatar marinaresco...de gustibus, comunque,mio caro Virgin...
  7. Barbanera

    [483/484] A Sangue Freddo

    La storia peggiore di Boselli,a mio modesto e sindacabile giudizio peggiorata dai disegni di un Letteri che mostra la corda in modo sostanziale. Storia senza mordente,senza pathos e senza avversari memorabili.anche i Maestri a volte sono costretti a sceneggiare soggetti non eccellenti. Non so se Bos ti risponderà a codesta domanda.essendo il curatore di Tex,non lo farebbe per rispetto ad un collega e soprattutto ad un disegnatore che, piaccia o meno,ha fatto la storia della serie.Non è vero che a Nizzi Letteri non piaceva: semplicemente lo sceglieva per soggetti cittadini o "misteriosi" o Cinesi.Che poi gli preferisse Fusco o Ticci non è un mistero... Può essere,ma in questa storia non c'è nulla di questo.
  8. Barbanera

    [Tex Willer N. 10 / 11 / 12 / 13] Pinkerton Lady

    Il finale della storia in questione strizza l "Occhio" (battutona, ne se pais )all'attualità... Che cosa intendo dire? Il messaggio di Abe nel finale è quanto mai attuale,con un attacco a tutto campo al razzismo, più nello specifico al rischio di segregazione razziale e di eliminazione del diverso (il "diverso",che sia Negro Ebreo o Irlandese o Cinese).il Sogno Americano di cui Lincoln si fa portavoce, la terra "eletta" in cui tutti gli uomini sono uguali di fronte a Dio e alla legge e hanno diritto alle stesse possibilità,per quanto possa apparire a tratti puerile ed inattuabile, è moralmente giusto.Tex assiste al comizio,e se ne va Imbevuto degli stessi ideali di giustizia, uguaglianza e libertà che Lincoln ha predicato per tutta la sua vita.da incorniciare il sonnellino che Lincoln fa durante il discorso del suo avversario Douglas,che difende la schiavitù da un punto di vista "economico". Per il resto,storia davvero particolare e diversa dal solito,con tanti bei personaggi.
  9. Barbanera

    [451/452] Oppio!

    Storia che non rileggo da molti anni,ma me lo ricordo per il feuilleton teatrale e per il commercio di oppio. A me è piaciuto molto il "doppio binario"della finzione teatrale che si interseca con la realtà, come anche l ammonimento finale di Tex sul commercio di oppio. Forse i Cinesi avrebbero potuto avere una parte più pregnante nella trama,ma comunque il lieto fine e l presenza della Dark Lady,del gobbo malvagio e calcolatore e del giovane bellimbusto ucciso sul palco aiutano a rendere la trama interessante e per nulla banale...
  10. Barbanera

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Tex è la unico fumetto a piacere a molti che di solito NON LEGGONO abitualmente altri fumetti.la sua forza è la capacità di sfornare buone storie che si intrecciano con il romanzo di avventura e con il genere western, facendo attenzione alla Storia senza che ciò infici le storie.la nuova serie di Tex Willer è una raccolta di storie romanzate d avventura, dannatamente ben scritte e avvincenti,in cui si intrecciano generi diversi e complementari.il salto dello squalo in Tex non avverrà mai, perché l' aver mischiato con intelligenza generi diversi permette la sopravvivenza e lo "sdoppiamento" del personaggio addirittura in due serie diverse.l America del 1800 offre migliaia e migliaia di idee sempre interessanti e diverse per creare i presupposti di una vita editoriale ancora lunghissima. Solo il Texas offre, realmente,un milione di spunti...
  11. Barbanera

    [708/709] La tribù dei dannati

    Non è il western ad essere difficile.ma è Tex difficile da scrivere...e da capire Ci sono troppe cose da sapere per scriverlo bene. Su Mateo:Ruyu lo vuole rendere simile ad un Narvaez,un tirannello crudele da quattro soldi.ma il risultato è sconfortante,dal momento che si parte nel primo albo con un capo Apache che sembra in gamba e si finisce con un tacchino spennato e vigliacco,oltre che stupido.Black Claw è un idiota ma almeno ha coraggio.Ma questi non sono veri Apache,o almeno sono assai diversi da quelli che Tex incontra spesso: indipendentemente che sisno buoni o cattivi.mi sembrano solo un branco di briganti ma senza le caratteristiche principali della loro tribù/apacheria(astuzia,furtivita,agguato e strategia)
  12. Barbanera

    [710/711] L'assedio di Mezcali

    Una storia classica OGNI TANTO ci sta,per Giove!
  13. Barbanera

    [708/709] La tribù dei dannati

    Ti servirebbe un collaboratore in più ...
  14. Barbanera

    [708/709] La tribù dei dannati

    contiene spoiler storia deludente. comincio la disamina: 1) avversari inconsistenti, un branco di rubagalline: i terribili Mescaleros, al cui solo nome un lettore di Tex prova un brivido nella schiena, si rivelano una masnada di puzzole ben poco feroci e assai vigliacchi, oltre che stupidi. alzi la mano chi, quando sente nominare la parola MESCALERO non pensa ad un Lucero: ma qui non siamo nemmeno lontanamente ai livelli del CHUNZ di "Su la pista di Fort Apache" che almeno affronta Tex a viso aperto nel finale: il nostro Mateo è un vigliacco, codardo, che usa una trappola ridicola per tentare di fregare Tex. Onestamente, gli Apache sono fatti di un'altra pasta...Ridicolo che Mateo dica ad un certo punto che vuole riunire i popoli indiani sotto la sua guida...una mezza cartuccia. 2) Makua: ho apprezzato che rimanga giustamente più sullo sfondo in questa seconda parte della storia:poteva starci che la vendetta con Mateo fosse sua. appare un personaggio tormentato, con un punto interrogativo nel finale sui suoi programmi futuri: spero non ci siano ulteriore "sequel". Tirato un po' per i capelli farlo scontrare con un trio di scampaforche con la stella di latta, azione tale da giustificarne l'uccisione. storia minore che doveva chiudere un cerchio e, secondo me, è riuscita in modo non ottimale
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.