Jump to content
TWF MAGAZINE N°19 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

Barbanera

Ranchero
  • Content Count

    929
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    15

Barbanera last won the day on July 1

Barbanera had the most liked content!

Community Reputation

57 Excellent

2 Followers

About Barbanera

  • Rank
    aye aye Tex
  • Birthday 07/29/1980

Profile Information

  • Gender
    Maschile

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    354
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Cochise

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Barbanera

    [493] La Morte Nera

    Storia a tinte gialle e a tinte horror,senza infamia senza lode... Il "canovaccio"è simile a quello dell'"Uomo Serpente",sempre di Nizzi: vale a dire la cittadina mineraria abitata da bietoloni grattaterra,un po' creduloni un po' ignoranti un po' razzisti.un mistero molto "terreno",in realtà',che ha nel dottore il diabolico assassino che arricchisce il suocero "futuribile" tramite l'eliminazione dei cercatori proprietari di ricche concessioni aurifere... Cosa funziona: il mistero sulla reale identità dell'assassino rimane abbastanza celato,non male l'inserimento della trama "rosa" tra piccioncini,che "allegerisce" un po' la storia.simpatica la figura della ragazzina del saloon che aiuta Tex a scoprire il reale assassino.la maledizione dell'Indiano è abbastanza inquietante e funziona. Cosa non funziona: a parer mio il fatto che non viene spiegato l origine del veleno con cui la "morte Nera"viene inferta (è anche vero che la storia è di un albo solo); Non mi è piaciuto il fatto che il povero indiano sia stato ucciso anche dal ricco magnate minerario,una figura tutto sommato negativa ma che Nizzi,per esigenze di trama e di "quadratura" della storia,tiene un po' nell'ombra... Una storia discreta,un compitino tutto sommato più che sufficiente.
  2. Ciao Mr P Appena ho tempo provo a lavorarci su.in questo momento sono alle prese con la rielaborazione di alcune piccole parti di un soggetto già presentato,e con la stesura di uno ex novo... grazie
  3. Barbanera

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Non male,dal momento che Nizzi rievoca uno dei più vergognosi e dimenticati episodi della Guerra Civile:la marcia su Atlanta,che il Generale Sherman trasformò in "Guerra totale".Le truppe unioniste si macchiarono di ogni tipo di nefandezza e azioni vergognose nei confronti dei civili del Sud,tra cui stupri di massa e omicidi di inermi...la Marcia distrusse la Georgia e tagliò in due la Confederazione...l' unica cosa positiva fu che accelerò la fine della Guerra
  4. Barbanera

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Ecco, questo che hai evidenziato è il "marchio di fabbrica"di Nizzi.. il suo principale apporto in Tex,che nessun altro autore è riuscito a rendere bene come lui: l' inserimento di personaggi macchiettistici e ironia "virile"ma mai machista. Come ho scritto più volte,la tendenza di Nizzi ad inserire "macchiette"nelle sue storie fa parte del suo stile:e funziona,a patto che non si intervenga pesantemente su Carson, come è stato fatto purtroppo alcune volte.d altra parte,il genere western classico (e non) ha tutta una serie di "macchiette"presenti nelle trame... Secondo me invece ci sono delle storie davvero riuscite in questa serie,"lo Shamano bianco"è a parer mio tra le migliori di Boselli. Esattamente...d altra parte,le storie di Larry Yuma erano di dodici pagine sole...ed erano molto ben sceneggiate... A me invece è piaciuto,un modo come un altro per fare sorridere il lettore e "alleggerire"la trama... Tante volte noi fanzinari e esperti ci dimentichiamo che il lettore di Tex spesso vuole anche trame semplici e "apparentemente"datate e banali...a me lo stile di Nizzi piace moltissimo,anche se Boselli sta vivendo in questo ultimo anno una "seconda giovinezza" ed è davvero insuperabile.
  5. Barbanera

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Bravo Leo, sono le mie stesse sensazioni...un Tex classicamente Nizziano.e a me questo,per ora, può bastare... Se ritorneranno nelle prossime storie i dialoghi tra Tex e Carson del primo Nizzi (e magari anche il Generale Davis ) sarò al settimo cielo
  6. Barbanera

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Io penso che Nizzi debba essere innanzitutto apprezzato per la sua volontà di rimettersi in discussione su Tex. un grande autore,un Maestro,con oltre mezzo secolo di onorata carriera alle spalle,che decide di scrivere altre sette sceneggiature, mettendosi a disposizione di Boselli: non è da tutti,ad ottant'anni... Nizzi sceglie appunto una trama semplice, lineare ma robustamente texiana,in cui tutto torna e che non ha "angoli bui"o punti morti:ci si poteva aspettare di più? onestamente, io dico di si:forse una trama più complessa, con più suspence e con dialoghi migliori.Ma se questa storia,come credo,è stata solo un antipasto in attesa delle prossime,va bene così.sono certo che le prossime prove saranno da 8 o da 9...posso dire che in questa prova ho avvertito tra le righe la volontà del Vecchio Leone di ripresentarsi ai suoi lettori.Bentornato,Claudio.avanti così
  7. Barbanera

    [705/707] La maschera di Cera

    CONTIENE spoiler Storia che continua in modo egregio,con molta suspence e tanta, tantissima texianita degli albori. Soprattutto,trama con echi tardo ottocenteschi,intrisa di Esprit "Belle epoque".cerco di spiegami:la presenza della società segreta simil massonica,quel profumo di Grande Oriente che aleggia tra le pagine, l elemento Classico del teatro,le bestie feroci,etc...ne viene fuori una minestra saporita e succulenta, con echi Salgariani e con un omaggio a Hitchcock (la sede della società segreta mi ha ricordato la casa di Psyco). Se vogliamo,anche un omaggio all "Isola del Tesoro"(con il furfante simil Ben Gunn e il tesoro nella caverna)...bella storia,tanti generi diversi di avventura ma che si sposano a meraviglia.aspettiamoci colpi di scena con l' ultimo albo... Le trame cittadine sono sempre interessanti,ma quelle puramente western,se ben fatte, rimangono sempre le mie preferite, però...
  8. Barbanera

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Storiella estiva senza infamia senza lode... Nizzi cucina una minestra texiana molto classica,senza guizzi e senza botti,se si esclude il ritorno di Madama Dinamite, utilizzata senza risparmio. Si rivedono i dialoghi nizziani tra Tex e Carson (un po' troppo veloci e senza particolare ironia, però), bistecche e patatine, l origlione, bei falò e botte a non finire nei saloon.molte parti della storia si ispirano a storie nizziane ben più riuscite, ma non ci sono strafalcioni o scene "tirate via".una classica trama western, con il prepotente di turno che schiaccia la cittadina e sparatorie a non finire. Troppo classico e troppo semplice? può darsi,ma ricordiamoci che il genere western cinematografico americano delle origini è sempre girato intorno a trame semplici e apparentemente scontate: Nizzi fa della linearità della trama il suo marchio di fabbrica,a volte funziona a volte no.in questo caso va bene perché la storia fila benissimo,per i suoi "colpi di classe" spero nella serie regolare. Qualcuno ha parlato di un ritorno all'antico:sono d accordo,fa piacere leggere storie così "veloci" e classiche, ma spero moltissimo che le prossime ci restituiscano dialoghi tra Tex e Carson più "nizziani terzo centinaio", con quell'ironia che solo Nizzi è riuscito a creare... Voto:7+ Capitolo disegni:un po' troppo caricaturali,ma non brutti
  9. Bravo,hai colto nel segno:la fatica immane non è trovare uno spunto ma uno sviluppo...scrivere Tex è difficilissimo.chi dice il contrario non conosce il personaggio. La gatling che massacra gente è uno spunto banale ed inverosimile: arma ad uso esclusivamente militare,difficile da utilizzare e pesante da trasportare...non si può pensare ad un Rambo che usa un M60 Se rileggi la storia di Nizzi/Monti,ti renderai conto de la fatica IMMANE dello sceneggiatore a rendere verosimile una banda che utilizza una gatling per compiere tutta una serie di furti.Il vecchio Volpone infatti si premura di creare tutto uno sviluppo basato sul furto della mitragliatrice e sul modus operandi della gatling che, ricordiamolo,pesava quasi quanto un howitzer... Nizzi risolve in modo soddisfacente l utilizzo della mitragliatrice sul carro ispirandosi probabilmente alla "Tatchanka" di sovietica memoria, vale a dire un carro coperto trainato da cavalli: uno strumento che fu utilizzato dai Rossi durante la Guerra Civile Russa con metodi ottimali. La mitragliatrice riceve la sua definitiva "consacrazione"con la Prima Guerra Mondiale...
  10. Soggetto molto Nolittiano,quello di Letizia...detto ciò,non è davvero facile trovare un soggetto con Piccolo Falco protagonista.io l ho pensato,si vedrà
  11. Barbanera

    Integralismo E Avanguardismo Dei Lettori Di Tex

    È persona intelligente e pratica,e sa benissimo che un autore che ha scritto 120 sceneggiature solo per Tex non è propriamente un novellino.io lo giudicherò alla prova dei fatti.senza pregiudizi in un senso o nell'altro. Io sono certo che moltissimi lettori di Tex non vedono l ora di leggere una storia inedita di Nizzi. Io capisco il punto di vista di Leo che è cresciuto con il Tex anni 80/90 dell'epoca d oro di Nizzi, perché anche io sono cresciuto con quel Tex e ci sono affezionato... quando è stato il caso,e basta rileggere i miei interventi,l ho criticato.
  12. Barbanera

    Integralismo E Avanguardismo Dei Lettori Di Tex

    Invece io non ringrazierò mai abbastanza Borden per avere convinto il vecchio Leone di Fiumalbo a ritornare a scrivere Tex. A 81 anni si rimette in gioco e,ne sono certo,ci stupirà.in positivo.qui troppi si dimenticano che è il migliore autore di Tex,con il curatore. Sinceramente,qualcuno pensa che ce ne siano altri attualmente al suo livello?senza volere sminuire nessuno.
  13. Barbanera

    Integralismo E Avanguardismo Dei Lettori Di Tex

    Detto senza alcun tipo di polemica, sembra che qualcuno si stupisca ancora che a Nizzi non piacesse il personaggio Kit. Lo sanno anche i muri, dove sta la novità? Nizzi lo utilizza solo con gli altri tre, e cerca di non dargli spazio o perchè non se la sente o perchè teme di offuscare l'immagine di Tex con un pargolo invadente... Su Carson il discorso è decisamente diverso, semmai opposto: Nizzi ADORA Carson, e cerca di farne l'unica spalla per il Nostro: non segue la tradizione di GLB? in parte sì in parte no. Anche Glb tende a fare molto spesso del Vecchio Cammello il solo pard principale delle storie, la spalla ideale per Tex. Su Carson Nizzi ha un certo punto esagerato, perchè tende a trasformarlo in macchietta e a renderlo un mangiabistecche brontolone e petulante. PERCHé lo ha fatto? Semplicemente perchè Nizzi ad un certo punto tende a seguire uno stile più autonomo rispetto a quello del suo primo Tex (non uguale ma molto simile, checchè ne pensi qualcuno, a Glb)e utilzza lo schema LARRY YUMA: vale a dire, un personaggio principale (Tex) contornato da personaggi macchiettistici che tendono a farne risaltare la centralità e il carisma...e Carson purtrpoppo ha subito a volte questa "punizione". detto ciò, Il Carson di prima maniera di Nizzi è il mio Carson preferito, sia per i dialoghi puliti e ironici sia per l'affiatamento senza pari tra il Veccio Cammello e Tex Boselli, invece, tende a ripresentare la posse dei quattro più spesso, e fa bene: in questo è innovatore, ma anche "reazionario" perchè riprende l'idea primigenia del Grande Vecchio, anzi la migliora per alcuni versi, dando una fisionomia più chiara a Kit e a Tiger. E so per certo che PER LO SCENEGGIATORE/AUTORE è MOOOLTO più difficile scriever storie con tutti e quattro i pard che con solo Tex e Carson
  14. Io ho in canna un soggetto che si sviluppa tra Texas e Messico...si vedrà. Miii,ambienterei il 90% delle storie di Tex nello Stato della Stella Solitaria...offre una milionaria di spunti, davvero Forse è lo Stato Americano più ricco di Storia
  15. Barbanera

    [Tex Willer N. 5 / 6 / 7 / 8 / 9] I due disertori

    GqContiene SPOILER la sorpresa di fine storia pensavamo tutti avrebbe riguardato i due disertori: invece la Sorpresa con la S maiuscola è stata incontrare un personaggio che mi ha sempre affascinato,il Robin Hood del Rio Grande Juan Nepomuceno Cortina,su cui avevo scritto l anno scorso uno spunto per una storia di Tex.il futuro governatore del Tamuilpas, esponente contraddittorio e ambiguo della Republica de Mexico,in questo episodio assume la sua valenza primigenia di contrabbandiere e bandolero con caratteristiche da Hidalgo. in seguito Cortina combatté contro lo "Wasp System" e contro i Texani (e i Rangers) in due durissime guerre,diventando idolo fra i Latinos .Successivamente il buon Juan appoggiò Juarez contro Max e divenne il leader maximo del Tamuilpas,un vero caudillo, appoggiando o opponendosi a seconda delle situazioni al governo centrale di Mexico City.un hidalgo,appunto, con cuore da guerrigliero: così lo ha descritto in modo eccellente Boselli Detto ciò,la storia è riuscita bene al Bos
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.