Jump to content
TWF MAGAZINE N°19 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

Barbanera

Ranchero
  • Content Count

    954
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    16

Barbanera last won the day on October 2

Barbanera had the most liked content!

Community Reputation

58 Excellent

2 Followers

About Barbanera

  • Rank
    aye aye Tex
  • Birthday 07/29/1980

Profile Information

  • Gender
    Maschile

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    354
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    Cochise

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Barbanera

    [708/709] La tribù dei dannati

    ,letto in un lampo CONTIENE spoiler!!!!! Per ora non mi convince l impianto della storia: la ripresentazione di Makua poteva,anzi, doveva esserci.Ma...fino a pag 40 circa si assiste ad un buon albo Texiano nella forma e nella sostanza.Pero....presentare di nuovo i Mescaleros con a capo l' ennesimo capo tribù mezzo pazzo assetato di sangue che vuole vendicarsi è una cosa stra vista e alla lunga stufa.Il fatto che Mateo decida di attaccare il villaggio degli indiani "buoni" mi è sembrato "messo lì"per esigenze di trama, idem Carson nel bosco che letteralmente inciampa contro la ragazzina... non è la prima volta che si assiste a tali scorciatoie con Ruyu.Ma ci sono altri limiti,a partire da dialoghi non molto brillanti, personaggi poco incisivi e sfruttati in modo non ottimale(il padrone dello store isolato che vende briciabudella e armi:Tex lo trova morto e Carson dice che era un brav'uomo... fosse stato Glb ,oppure Nizzi o Boselli,sarebbe stato un mercante di armi e whiskey colluso coi Mescaleros... francamente l ho trovato bruciato in una parte non fondamentale ai fini della trama.va beh...) la storia non gira bene, manca pathos.non aiutano i disegni di Font, come giustamente detto da altri pard Ruju è più bravo con altri soggetti,l' ultima sua storia per la regolare era eccellente...un soggetto del genere lo vedo più nelle corde di Borden...non ci siamo.spero di ricredermi con l'.ultimo albo
  2. Barbanera

    [Tex Willer N. 10 / 11 / 12 / 13] Pinkerton Lady

    Il ragazzino è un misto tra Gavroche, Oliver Twist e Nemecsek... ovvero,un piccolo ribelle e furfantello ma di parola,a suo modo... quasi sicuramente un orfano, magari un piccolo irlandese.un prodotto tipico della società ottocentesca,l orfano ribelle e violento,ancora imberbe ma già col pelo sullo stomaco.in Russo, gli orfani venivano chiamati "Soldationki", cioè piccoli soldati...
  3. Barbanera

    [Tex Willer N. 10 / 11 / 12 / 13] Pinkerton Lady

    Greaser e Redneck sono entrambi termini dispregiativi ma di uso comune negli States da metà '800... Ma ce ne sono a bizzeffe di termini dispregiativi ormai di uso comune e senza più accezioni negative nello slang americano...
  4. Barbanera

    [Tex Willer N. 10 / 11 / 12 / 13] Pinkerton Lady

    Hfino agli anni sessanta del secolo scorso esistevano addirittura su enciclopedie rinomate le classificazioni di "razze umane": ricordo addirittura di avere letto di una "razza alpina"e una "razza mediterranea", oltre a diverse razze afroamericane...con tanto di fattezze fisiche accentuate e offensive. grazie a Dio oggi sono stati banditi questi termini sui manuali di storia e geografia...a parte che qualcuno in Veneto parla ancora di Razza Piave... parliamo di etnia,che è meglio,please. Termine negro:io lo uso abitualmente senza alcuna accezione negativa...in effetti Palla di Neve,che tanto mi faceva sorridere, potrebbe essere ricondotto a Faccetta Nera...di sti tempi meglio evitate...
  5. Barbanera

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Faccio a tutti i compadres del forum una domanda (volutamente) provocatoria:le ultime storie di Glb non erano anche più piatte di quest ultima di Nizzi,che sarà scontata, banale se vogliamo,ma del tutto texiana vecchio stile?si vede che con le ultime di Boselli ci siamo TUTTI abituati troppo bene....ed è un complimento per il curatore, è anche banale sottolinearlo. Non voglio fare l avvocato difensore di Nizzi,che ho criticato spesso quando l ha meritato:ma cosa ha di NON Texiano questa storia?!trasuda western da ogni pagina.il canovaccio è sempre lo stesso.ma funziona SEMPRE.
  6. Io penso che,per semplificare,Nizzi intendesse Grant,dal momento che Parker,se non erro, fu nominato da lui agli Affari Indiani.comunque Grant fu assai meglio come generale che come Presidente, almeno secondo il mio modesto parere...tra l' altro, venne criticato da una parte del Partito Repubblicano per la tendenza ad affidare incarichi governativi ad un ex ufficiale confederato "scalawag":il grande James Longstreet,forse il miglior tattico della Confederazione,che tra l' altro oltre ad essere un grande amico di Grant gli era pure parente.il miglior generale della Confederazione dopo Lee..autore di tattiche di infiltrazione tra le linee nemiche,che verranno riprese dai Tedeschi nella Prima Guerra Mondiale
  7. Barbanera

    [705/707] La maschera di Cera

    Io Muggs non l' ho visto con i braccialetti ai polsi...tutto può essere, con Bos dietro la macchina da scrivere
  8. Barbanera

    [705/707] La maschera di Cera

    Castle è al fresco...ma secondo me per poco.e Muggs è rimasto a piede libero... La storia è tra le migliori degli ultimi anni.finale che lascia aperto il ritorno della diabolica bionda,ed è chiaro.ma il bello della storia è rappresentato dalla perfetta miscela di Salgari con Tex.tradizione texiana,degna di Glb. L esotico in Tex e l Oriente misto Grande Oriente mi piace molto
  9. Barbanera

    [705/707] La maschera di Cera

    D' accordo con te sia sulla storia sia su Benevento:saperlo al lavoro su una storia di Ruju ispirata ad un mio soggetto mi inorgoglisce. ho ben capito il perché sua stata affidata proprio a lui la parte grafica ma non dirò una sillaba
  10. Barbanera

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Beh,detto senza polemica,l 80% dei film western sono prevedibili già alla prima battuta... A me il classico piace,se fatto BENE...e questa storia è fatta decentemente Boselli,lo dico per esperienza diretta ,ha un pregio "secondario", non meno prezioso e importante di quello che ha già (cioè essere un ottimo autore ed un fuoriclasse del fumetto):sa essere obiettivo nei giudizi sulle storie altrui,e non te lo manda a dire se una storia non va,come non lesina complimenti se va bene... Io ne so qualcosa,sia in positivo sia in negativo Se ha detto che Nizzi sta lavorando bene,io credo che lo dica in maniera convinta...poi,un autore con 55 anni di carriera come Nizzi non è un ragazzino... Sono d accordo, è incorreggibile.ma penso che tra i due,al netto di diversità di carattere (caratteraccvio,nel caso di Nizzi)e stile, ci sia stima reciproca... Nizzi è un fiore di galantuomo,un grande...idem Bos
  11. Barbanera

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Non è questione di generosità.è questione di lavoro.e di praticità.un autore come Nizzi ha un curriculum che non molti hanno,e Tex lo sa scrivere.Boselli è il curatore di Tex e mi pare abbia detto su altri lidi che gli ha chiesto solo due correzioni nelle storie recenti e che Nizzi le ha fatte.amnettendo (Boselli)che Nizzi sta lavorando bene.e non gli si può dare torto.poi,sul fatto che Nizzi possa essere ingeneroso con Boselli,posso essere anche di accordo.ma di tratta di un grande autore e di una personalità forte.spesso Nizzi è un tantinello polemico,e qualche volta sbaglia.non mi trovo però d accordo con le critiche che vengono mosse a questa storia che per me rimane texiana al 100%(non sto parlando di te Lety, parlo in generale) Su altri lidi si critica a prescindere,spesso Sono due Tex molto diversi, Boselli e più Glbonelliano di Nizzi ma Nizzi è molto bravo nel gestire il personaggio...le storie di Boselli sono complicate ed avvincenti, quelle di Nizzi lineari ma molto western vecchia maniera.
  12. Bianche e anche Indiane, spero...
  13. Barbanera

    [Maxi Tex N. 25] Il boss di Chicago

    Senza dimenticare i senatore Shawcross dell'avventura del Supremo
  14. Barbanera

    [Maxi Tex N. 25] Il boss di Chicago

    Ahem...il Senatore J Ahem...il Senatore Johnson di "Sioux*, sbatacchiato da Tex e finito fuori dall ufficio del Colollello Graham passando dalla finestra??? una delle scene meglio riuscite e più divertenti del Tex nizziano
  15. Barbanera

    [Color Tex N. 15] Un capestro per Kit Willer

    Io ho riletto la storia ieri sera,per esercizio le rileggo sempre tutte a distanza di alcuni giorni Devi dire che, onestamente,mi è piaciuta... più della prima volta! Perché? semplicemente perché la sceneggiatura è semplice ma ben gestita,i personaggi sono ben resi,la trama scorre e non vi sono tempi morti... insomma,ho riletto la storia come se dovessi vedere per la centesima volta un western anni '50.lo conosco a memoria,ma l atmosfera e la storia mi emozionano sempre.come la prima volta.e,lo ammetto,leggere dopo tanto tempo"bistecche e patate fritte", vedere scoppiare un candelotto di dinamite e bruciare un carro di pessimo briciabudella mi ha messo addosso tanta nostalgia.per le storie innovative ed intricate c è Bos... quelle che non vedo l' ora di leggere ogni mese per sapere come vanno a finire.per quelle lineari ma pur sempre ben scritte c è Nizzi.e Tex è il vero Tex in tutti e due gli autori, pure con sfumature diverse.
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.