Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Salvi83

Membri
  • Contatore Interventi Texiani

    20
  • Iscritto

  • Ultima attività

Reputazione nella comunità

0 Neutra

Info su Salvi83

  • Rango
    Visitatore

Informazioni sul profilo

  • Sesso
    Maschile
  • Interessi
    Calcio, lettura, volontariato, prestigiazione, cucina.
  • Nome reale
    Francesco

Visitatori recenti sul profilo

208 visualizzazioni del profilo
  1. Salvi83

    [695] L'ultima vendetta

    Non mi sono collegato al forum per qualche giorno e, una volta tornato, ho notato che c’era parecchia agitazione. Ho deciso allora di indagare per vedere cosa fosse successo e mi sono letto un po’ di messaggi “roventi” tra alcuni utenti del forum. beh che dire? Che adesso sono veramente arrabbiato anch’io: qui in Norvegia siamo qualche numero indietro (ho comprato oggi “Le Schiave del Messico”) e per capire cosa sia successo sul forum mi sono imbattuto in parecchi spoiler!!! Ovviamente sto scherzando, non me la sono presa (anche perchè la colpa è tutta mia). Posso però dire una cosa da Texiano simpatizzante, ma non “fanatico”? Inizialmente ho pensato che una discussione del genere per un fumetto fosse qualcosa di eccessivo: non vi è piaciuto? vabbè fa niente, andrà meglio la prossima volta! Però poi pensandoci mi sono reso conto che quello che per me è soltanto un hobby, per altri può essere il lavoro o la passione di una vita e il ricevere certi tipi di osservazioni taglienti capisco possa non essere piacevole...
  2. Salvi83

    [473/474] La Lunga Pista

    Ho appena letto la storia. Storia secondo me molto, molto bella: cattivi che non sono poi così cattivi, buoni che invece si rivelano infidi, uno sceriffo imbranato con la pistola, ma molto istruito, posato e intelligente colpi di scena e una donzella da proteggere. Direi il Vecchio West all’ennesima potenza! Non ho potuto votare perchè ho visto i risultati prima di farlo, ma per me questa è una storia da 10!
  3. Salvi83

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Si, anch´io credo che quel piccolo triangolino sia insignificante. Anche perché probabilmente qui all´estero non ci saranno neppure le figurine di Tex e quindi il triangolino scomparira´ nell´adattamento... l´aspetto negativo e´ che dovrò aspettare i soliti 4-5 mesi di ritardo per leggerla
  4. Salvi83

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Albo che si preannuncia interessante, vi chiedo solo una cosa: cosa ne pensate di Tex che chiama l’uomo di colore “cioccolatino”? Adesso non voglio fare l’ossessionato del “politically correct”, dopotutto nel vecchio West espressioni come “visi pallidi”, “selvaggi”, “musi rossi” e via dicendo erano comuni; lo stesso nero chiama Carson “Vieux Blanc”, ma Tex mi è sempre sembrato superiore all’uso di questi epiteti. Lui amico degli indiani, dei deboli e degli oppressi, paladino dell’uguaglianza è stato spesso offeso dai suoi avversari, ma non si era mai abbassato (che io ricordi) al loro livello ricorrendo ad insulti o ad epiteti di tipo discriminatorio. Poi posso sbagliarmi, per caritá, oppure forse essere troppo sensibile, ma quel “cioccolatino” in bocca a Tex non ce lo vedo. Per esempio detto da un Kit Carson non m’avrebbe fatto effetto, perchè essere gogliardico fa parte del suo carattere, ma da Tex una cosa del genere un po’ mi sorprende...
  5. Salvi83

    [688/689] Il messaggero cinese

    Meno male che non sono l’unico allora! Avevo iniziato a leggere i commenti, ma ho dovuto smettere perchè contenevano ciò che per me ancora era «spoiler»... sì, la morte dello zio Wu è da tragicomica, tipo Fantozzi che spara a caso con la pistola e colpisce il lavavetri dall’altra parte della strada o cose del genere. Quello che non capisco è perchè venga fatta questa scelta, cioè se si vuole far morire il personaggio esistono anche modi migliori, o sbaglio?
  6. Salvi83

    [688/689] Il messaggero cinese

    Eccomi qua, con i soliti mesi di ritardo a motivo della graduzione e pubblicazione in norvegese, ma ho finalmente anch’io finito di leggere la seconda parte! Che dire? Il primo albo non mi aveva entusiasmato, ma era comunque godibile e i cinesi portavano con sè un’ambientazione insolita diversa dai soliti cowboys e indiani, quindi quantomeno interessante se non altro per questo. Invece il secondo albo è stato, secondo me, un autentico disastro. Ci sono parecchie cose che non mi sono piaciute e alcune di queste potrei perfino sentirmela di definirle ridicole: - la morte di Arana per mano della sua stessa sciabola. Dai, veramente: quante possibilità ci sono che ciò accada? Inoltre gli sceneggiatori della Bonelli dovrebbero, secondo me, fare un piccolo corso sulle tecniche da combattimento e capirebbero che avere la meglio a mani nude su un uomo armato di coltello è molto difficile, se gli diamo una spada e in piú aggiungiamo il fatto che questo sia un esperto allora le possibilitá diventano quasi nulle. Eppure in questa storia ciò accade e piú di una volta - vedere gente venir disarmata a colpi di pistola non mi ha mai convinto. Quante sono le possibilità di riuscire a colpire un’arma in mano a una persona senza danneggiare la mano o il polso? Vedo Tex farlo continuamente e vabbè ci può stare perchè lui è il miglior pistolero del west, ma vederlo venir disarmato con un colpo di sciabola, senza che questa vada a recidire dita o falangi, beh mi sembra un po’ strano, per non parlare di Kit a cui viene sfilato il fucile con una freccia. E qui arriaviamo al prossimo punto.... - l’arciere fenomenale, in grado di colpire qualsiasi bersaglio, anche al buio, da distanze incredibili e che mi va a mancare i nostri eroi che si trovano dall’altra parte della stanza, ma soprattutto che incosciamente scocca l’ultima freccia e... - uccide il vecchio. Dai su questa morte non ho parole, ma vi sembra non dico realistica, ma anche solo lontanamente possibile? - la pranorerapeuta cinese. Non capivo se si trattava di un albo di Tex o una puntata dei «Gemelli nel segno dell destino» (qualcuno si ricorda quel cartone?) Speravo ci fosse una spiegazione «scientifica» alle sue guarigioni, magari una conoscenza delle erbe, dell’agopuntura o della medicina tradizionale cinese, invece il tutto si limita a dei poteri non ben spiegati. Il paranormale (anche se molto blando come in questo caso) non è che mi piaccia tantissimo...
  7. Salvi83

    [469/470] Terra Di Confine

    Lo sto leggendo adesso e mi sta piacendo veramente tanto: sto trovando un Tex piú umano, non dal punto di vista dei valori o dei sentimenti, ma piú uomo inteso come essere fallace, sempre con una marcia in piú rispetto agli altri, ma non infallibile. Mi piace!
  8. Salvi83

    [Maxi 2013] Alaska!

    Ok l’ho letto e che posso dire? Innanzitutto che siamo lontani, non geograficamente ma a livello narrativo, da “I Territori del nord-ovest”, ci sono diverse cose che non mi sono piaciute e adesso ve le elenco, poi passo al meccanismo a cui credo ti riferivi. Prima cosa: i disegni. A uno sguardo più attento devo dire che erano alquanto brutti, ma di questo se ne è già parlato e quindi non mi dilungherò. La trama, piatta e lineare; il capitano Roscoe che fa pace con Tex nel giro di pochi secondi e senza motivo apparente, pochissimi colpi di scena (e sì che qualche personaggio poteva ben prestarsi al tradimento o al voltafaccia) e il tutto risoltosi con la classica sparatoria finale. Tex sempre onnipotente e onnipresente, che trascorre gran parte della sua esistenza in Arizona, Texas o comunque stati del sud, ma che conosce il dialetto di una piccola tribù degli indiani del nord, Tex che ha sempre presentimenti corretti manco fosse un profeta, capisco che è l’eroe, ma sempre umano è... Vi sono inoltre domande a cui non trovo risposta, ad esempio non capisco come alcuni uomini della ciurma possano essere fidanzati con le ragazze indiane, tra l’altro il capitano è perfino fidanzato con la figlia del capo villaggio, ma al tempo stesso non si fanno scrupoli a bombardarne il villaggio e a distruggerne le abitazioni. Non so, ma credo che nella vita reale questo creerebbe una leggere tensione tra me e la mia fidanzata, però può essere che con un mazzo di fiori riesca a far pace... E poi arriviamo al mostro cannibale, possibile che tutto si risolva con 4 tavole che mostrano in maniera fin troppo semplicistica come potesse muoversi un mostro alto una decina di metri?? ci sarebbe altro, ma è quasi l’una di notte e mi fermo qui...
  9. Salvi83

    [Maxi 2013] Alaska!

    Comprato! Allora ti dico subito che è in bianco e nero e che a me i disegni non dispiacciono tantissimo, cioè Tex e Carson sono disegnati oggettivamente male, ma i paesaggi, gli ambienti mi sembrano buoni, ricchi di dettagli come piacciono a me. Poi non ho avuto modo di leggerlo ancora, quindi aspetto un po’ prima di dare un’opinione definitiva.
  10. Salvi83

    [Maxi 2013] Alaska!

    Heheee... dai ti saprò dire! Comunque io sono sempre a favore dell’artigianato e Tex lo prendo anche perchè, secondo me,lo si può definire una produzione “artigianale” di un prodotto 100% italiano! Quindi, male che vada, ho semplicemente sostenuto una realtà imprenditoriale italiana, se invece la storia mi piace avrò anche passato delle ore piacevoli nel freddo Nord America.
  11. Salvi83

    [Maxi 2013] Alaska!

    Qui in Norvegia è in edicola adesso: pensate coeme siamo messi! Però ho il vantaggio di poter avvelere di parecchie recensioni e opinioni prima di comprare un albo in vendita alla modica cifra di circa 11,50 €! Comunque adesso corro a comprarlo, perchè a me le avventure nel Grande Nrord piacciono moltissimo!
  12. Salvi83

    Grandi cambiamenti nella trama: a chi spettano?

    Grazie mille della risposta!
  13. Salvi83

    Grandi cambiamenti nella trama: a chi spettano?

    Grazie della risposta! Allora aspetterò i prossimi albi. Io, abitando in Norvegia, eggo il Tex norvegese e qui siamo un po’ indietro rispetto all’ Italia: l’albo in edicola (che poi edicole nel vero senso della parola qui non esistono neppure) adesso è «Il messaggero cinese» quindi credo ci troviamo qualche albo indietro rispetto all’Italia, per non parlare poi dei Texoni o altro che non ho ancora capito se qui vengono pubblicati con lo stesso ordine e nello stesso modo. Ad esempio ogni 2-3 mesi esce un volumone a colori chiamato «Tex cronologico a colori» che ha come scopo di portare avanti gli avvenimenti in ordine di tempo, poi vi è il Texi Maxi che contiene di solito due storie intere e poi ho visto per la prima volta questo mese un albo a colori (di qualità molto pregevole) contenente 5 storie intere e abbastanza brevi. Non l’ho però comprato perché nello sfogliarlo ho visto che una di queste riguardava lupi mannari o zombie qualcosa del genere e non apprezzo per nulla le divagazioni nel soprannaturale...
  14. Salvi83

    Grandi cambiamenti nella trama: a chi spettano?

    Scusa, posso chiederti perchè dici questo? Credo anch’io che un nuovo nemico ci voglia nell’economia della storia, magari un nemico che in uno o due aspetti sia anche superiore a Tex, che nevso magari un miglior pistolero o piú furbo o piú forte nel combattimento: insomma uno che qualche volta possa permettere alla storia di concludersi con una non dico sconfitta, ma magari una «non vittoria» di Tex & co.
  15. Salvi83

    Grandi cambiamenti nella trama: a chi spettano?

    No, no, non dico che dovrebbero succedere queste cose, ma era solo un esempio per capire come muoversi in caso qualcuno voglia attuare un cambio drastico alla trama della serie. Perchè un conto è un Tex che viene ferito o viene catturato, ma poi si riprende o viene liberato e torna come nuovo per il prossimo epidosio, un altro conto è se uno dei 4 finisce sotto terra... Nel romanzo di Tex,Kit Carson è morto (probabilmente di vecchiaia se no ricordo male) e forse, prima poi, quel momento dovrà arrivare -purtroppo- anche nel fumetto (e Kit è il mio pard preferito per distacco)
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.