Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Doudou Marechal

Ranchero
  • Contatore Interventi Texiani

    914
  • Iscritto

  • Ultima attività

Reputazione nella comunità

0 Neutra

Info su Doudou Marechal

  • Rango
    Scrittore affezionato
  • Compleanno 14/09/1993

Visitatori recenti sul profilo

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Doudou Marechal

    Miglior Disegnatore Texiano Girone D

    Voto Letteri, preferenze per Ginosatis e Lemoacs
  2. Doudou Marechal

    [475/477] Il Presagio

    Che cosa posso dire di fronte a tanta magnificenza? Certo, cercher? di non fare commenti giudicati spam come ero solito fare moooooooolto tempo fa, e spero che il qua presente nuovo commento possa risultarvi gradito. Innanzitutto, storia che si sviluppa in tre albi e che personalmente è piaciuta veramente molto. Riletta da poco, e l'azione è sostenuta. La storia fa soprattutto capire quanto labile sia il confine fra indiani buoni e cattivi, che ci saranno sempre dei sobillatori pronti a mettere in atto le peggiori cose pur di accaparrarsi cose materiali, che non danno mai la felicit?. Quindi, l'inizio della storia parte molto bene ed Soggetto: 8Sceneggiatura: 9Disegni: 9 e mezzoVoto Storia 9 e mezzo
  3. Doudou Marechal

    [591/592] L' Uomo Di Baltimora

    Volevo commentare questa storia, che ho riletto di recente. Di cosa parla, fondamentalmente? La risposta sta nella relazione fra padre e figlio. Tex e Kit Willer combaciano alla perfezione. L'esperienza e la sicurezza di Tex contro la giovent? e l'imprevedibilit? di Kit Willer. In più, due comprimari che, personalmente, hanno toccato a fondo il mio cuore. . L'azione si fa intrigante e Faraci, secondo me, esprime al meglio un Tex che rischia di essere "sorpassato" da suo figlio e da Hodson. . Passando al secondo comprimario, del quale ho già accennato, ovvero lo sceriffo Cameron, volevo dire che . Credo sia giunto il momento di dare un voto alla storia. L'arduo compito spetta pure a me. Soggetto: Per quanto la rapina alla banca sia uno degli espedienti più usati per le storie western, credo che l'intervento di Hodson ed il colpo di scena finale che ho narrato nello Spoiler siano parte di un soggetto ben fatto, e che prende 8,5. Sceneggiatura: Da un soggetto ottimo non poteva venire fuori che una storia ottima. Una sceneggiatura che niente ha da invidiare ad altre e che, nel suo piccolo, nei suoi due albi e mezzo, mi ha fatto emozionare più di una volta. Voto 9. Disegni: Giovanni Bruzzo secondo me ha fatto dei disegni spettacolari. I quali si notano grazie ai disegni dei disegni(scusate il gioco di parole) di Hodson, che interpreta la natura e le persone intorno a lui, o seguendo soltanto dei semplici racconti, con la fantasia, ma soprattutto con la volont? precisa di rendere ai propri lettori una storia del West da leggere e da osservare con le immagini che Hodson esprime a modo suo con il preciso scopo di invogliare a leggere ed a immedesimarsi nei panni di chi nel West c'è stato davvero e ci vive ancora. Voto 9. Globale: Una storia che ha una parte tradizionale ed una parte imprevedibile. Ottimi disegni, ottimo soggetto ed ottima sceneggiatura. Tutto questo insieme fa di questo racconto un pezzo imperdibile che mischia di tutto e di più, riuscendo però a mantenere un filo logico, senza che l'azione e la tensione calino bruscamente. Voto totale: 9,5.
  4. Doudou Marechal

    [587/588] L' Artiglio Della Tigre

    Ritorno a dare un giudizio sulla storia del mio cattivo preferito... la Tigre Nera... e poi forse anche di altre... innanzitutto comincio col dire che... alla suddetta storia do un complessivo 5... perchè non mi è piaciuta... soprattutto per la lunghezza... solo due albi... disdetta... comunque comincio dal dire cosa mi è piaciuto... Come ho detto in complessivo do 5 con mia grande delusione... anche se i disegni non sono niente male... ma è stata la sceneggiatura a togliere il gusto della lettura...
  5. Ed ecco a voi lo spareggio del girone F. Ci sono tutti quelli che non sono stati votati in questo girone e adesso sono qui, pronti per essere votati da voi. Dunque fatevi avanti e con decisione esprimete il vostro voto. Grazie per la futura collaborazione. Ciau
  6. Doudou Marechal

    Sondaggio: Personaggio Di Tex Che Vi Ispira Una Storia.

    Bene ragazzi dichiaro questo sondaggio chiuso da questo momento in poi. Grazie come sempre per aver votato, adesso si aprir? uno spareggio dopo che solo Middleton, Thunder e Doudou sono passati. Ciau
  7. Doudou Marechal

    Il "Degno Erede": Qual'? Il Capolavoro Di Nizzi Su Tex?

    Come ho già detto e stradetto voto "L'ultima frontiera". Disegni bellissimi, sceneggiatura la migliore che ci sia e storia ricordata da me con grande affetto.
  8. Doudou Marechal

    [579/580] Vendetta Per Montales

    Come sconfitta per Montalesè Cos'è che te lo fa pensare? Spiegati meglio. Se è mediocre io non me lo sono accorto, anzi da quello che ho visto finora mi pare sopra la media. Ma questa è solo una mia modesta opinione, sia chiaro.
  9. Doudou Marechal

    Nizzi: Lascia O Raddoppia ?

    E' vero, Nizzi non è più quello di un tempo, basta pensare a storie come "La Tigre Nera", che non ringrazier? mai abbastanza per aver creato il mio cattivo preferito, basta pensare a "Furia rossa", chi di voi ditemi ha trovato questa storia non essere un capolavoro? Poi il ribasso, basta pensare a "Moctezuma!". Nizzi con quella storia ha voluto far intendere che, secondo me, il suo Tex è superato, che ci sono altri sceneggiatori come lui, adesso, molto più bravi, ma che se lo avessero incontrato nel suo periodo d'oro non ce n'era per nessuno. Secondo me è questo il punto: lasciare spazio ai nuovi arrivati, ma solo quel tanto che basta per farli crescere in tempo da prendere il suo posto. Sicuramente ha giocato il fatto della stesura dei libri (mi sembra) e quindi questo gli è stato contro producente, pensare più a Tex o ai propri libri? Questo credo sia stato il suo dilemma negli ultimi anni. Io dico che Nizzi può dare ancora tanto alla testata e forse con i suoi ultimi lavori pubblicati nei prossimi anni ci stupir?, credetemi. Quindi a me non dispiace che fra vari sceneggiatori e disegnatori che se ne vanno, come Nizzi e come Fusco, ce ne siano di nuovi, anche se arrivare all'apice come sono arrivati loro è un p? difficile, ma con la buona volont? si fa tutto. Adesso, dopo che ci sarà il ritiro di Nizzi, ci gusteremo i testi di Boselli e di altri, ma secondo me anche chi lo criticava prima e chi ora rimpianger? la sua dipartita.
  10. Ecco a voi, amici ed amiche, il girone F di "Personaggio di Tex che vi ispira una storia". Come sempre se non sapete qualche personaggio chiedetemelo. Quindi dite la vostre interessantissime opinioni, ne sono certo, e votate, votate, votate!!!
  11. Doudou Marechal

    Sondaggio: Personaggio Di Tex Che Vi Ispira Una Storia.

    Dichiaro chiuso da adesso questo spareggio. I vincitori sono il Coyote Nero, Ray Clemmons e Raymangan, con, rispettivamente, 4, 2 e 1 voto. Grazie a voi per aver partecipato e a tra poco per il girone F. Ciau
  12. Doudou Marechal

    Il "Degno Erede": Qual'? Il Capolavoro Di Nizzi Su Tex?

    "Fuga da Anderville". "Gli spiriti del deserto" assolutamente no e "Il pueblo perduto" nemmeno, nonostante siano belle storie non reggono il confronto con le altre due. "L'ultima frontiera" ho detto bellissima, ma "Fuga da Anderville" è mitica perchè parla di una cosa interessantissima, appassionante e degna di nota. Si merita di vincere questo sondaggio ed ha il mio voto.
  13. Doudou Marechal

    Il " Degno Erede": Qual'? Il Capolavoro Di Nizzi Su Tex?

    Mi ero dimenticato di votare. Meno male che sono ancora in tempo. Votato "L'ultima frontiera", bello, straordinario, stupendo, che aggiungere? E' vero non è il mio texone preferito, però in mancanza di altri....
  14. Doudou Marechal

    [393/395] Intrigo A Santa Fe

    Inizio spumeggiante per una storia non molto impressa, secondo me, nella memoria di molti. Come ho detto prima inizio scoppiettante, anche se ricorda vagamente ?Desperadosè per la scena iniziale. La crudeltà e la spietatezza dei cattivi comincia a manifestarsi immediatamente all'inizio della storia, anche se poco dopo verr? a galla ancora di più. Piccola nota negativa (almeno secondo me): difficile non abbattere due persone che stanno a non molti metri da loro ma ancora molto più difficile è inseguirli per tanto tempo, precisamente non lo si dice, e uccidere una persona solo quando è arrivata quasi al riparo, se fossi stato io li avrei ammazzati molto prima, aggiustando bene la mira e aumentando la velocit? del mio cavallo fino a stare in linea di tiro con il mio obiettivo. Cosa ne pensate di questo? Una domanda: secondo voi, visto tutto l'impiccio che c'era dietro, come avrà fatto a dire il morente, nei suoi ultimi respiri, tutto il complotto che riguardava molte persone e a spiegarglielo bene, per filo e per segno, visto poi che non lo ha fatto? Ma soprattutto, come fanno a pensare una cosa simile i banditi, anche se qualche dubbio verrebbe anche a me, ma secondo me dovevano ragionare con la testa e non troppo freneticamente, non credete anche voi? Ora a me sembra che nella mira i banditi facciano cilecca, nonostante tutte le precauzioni di Wales, ma forse non è dettato solo da questo, ma anche dalla troppa foga avuta, o addirittura emozionati nello scontrarsi con Tex e Carson. Fatto sta, secondo me, che loro due non si liberano molto facilmente da loro, ma allo stesso tempo, con sangue freddo, buona volont? e scaltrezza, hanno fatto rimanere di sasso i banditi. La loro forza dopo tutto non è solo l'abilità nelle pistole, ma anche e soprattutto saper distinguere le varie situazioni e non dare mai niente di scontato. Invece i banditi hanno fatto questo errore, perchè, visto che erano in maggioranza hanno pensato bene di prendersela comoda senza nemmeno impegnarsi tantissimo. Di positivo come ho detto scaltrezza ma anche agilit?, visto che Carson è riuscito a scampare ad un volo in acqua, rimanendo aggrappato all'estremit? del ponte con conseguente riuscita di andare a rintanarsi al di sotto dello stesso. Vorrei far notare una cosa, Wales, che sa dell'esistenza della baracca e visto che sa che i due rangers arriveranno in città, non avrebbe potuto pensare prima a nascondersi l'? Va bene che doveva essere pagato, ma non poteva fare tutto con calma, e quindi prima pensare a nascondersi e poi ad avere i soldi. Poi non sono tutto nella vita. Divertente il siparietto di Tex con l'uomo dell'hotel. Arrivata la scena al momento giusto, come giusto è stato l'intervento di Tex nelle difese del capitano, anche se?comunque resta molto bella da vedere e Tex, con i suoi riflessi pronti, mi fa sentire molto più felice di quello che ero prima, in qualunque situazione. Il telegrafista poteva avere una serratura difficile da scassinare o costava troppo' A me non sembra affatto, non solo per quelli che vogliono vedere dei documenti, ma anche per dei malintenzionati che vogliono rubare, anche se per quello c'è la banca, soldi o altra roba del genere. Per non parlare della spia, ma ancora non ha capito che uno del complotto potrebbe essere il suo datore di lavoro, ma dai non ha senso, dopo tutto il tempo passato con lui dovrebbe finalmente averlo capito e invece no, ancora niente, cosa molto strana. Nota positiva: grande complicità e al tempo stesso grande carattere per Wallace, per non parlare poi del complice che intercetta il messaggio, davvero ingegnoso non c'è che dire, da manuale. I due rangers fanno la figura di stupidi, un po' meno Carson, ma sempre e comunque la fanno e per ben due volte consecutive. Se Tex avesse seguito i sospetti di Carson la situazione si poteva sbloccare un po' prima. Nota positiva: Wallace diventa in questo frangente molto furbo e capace di mettere indizi senza destare il minimo sospetto. Allo stesso tempo mi è piaciuto molto il dialogo fra Rick, il ragazzo dell'hotel, e Noah Malley che dicono questo: <<Se andate da mister Willer sperando di scucirgli il centone con una balla, sarà più igienico che facciate un rapido dietrofront.>>La risposta di Malley:<<Ci hanno già provato, eh?>> Con un'altra risposta di Rick:<<In tre. E tutti e tre hanno rifatto le scale con il fondo dei calzoni>>. Se le storie non fossero completate da questi dialoghi, non dico indispensabili, per carit?, ma una buona dose ce ne vuole quasi sempre, almeno per farci ridere un po', e non solo con le battute di Carson, che ne pensate? Mi fermo per dire che è stato bello come frammento di storia le parole forti di Tex nei confronti dell'agente di sicurezza. Ma poi il sicario si capisce dalla copertina e ha tolto molta suspence. Perchè non mettere un'altra immagine? A me ad esempio poteva essere benissimo l'ultima scena dell'albo ?Una pallottola per il Presidente?, molto emozionante questa scena e simpatica per la presenza di?galline, la vostra opinione qual ?? Bellissima l'espressione di Tex, stupito, nel ricevere la notizia riguardo il capitano Grady, ma al tempo stesso la sua agilit? e la sua grinta non gli fanno perdere un solo secondo per trovare il sicario. Ottima sequenza. Devo dire che è stato progettato molto bene il tutto, molto compatto e godibile fino all'ultimo istante. Ely Parker per me è un mito, meno male che in questa storia l'ho trovato all'altezza della situazione e determinante per le indagini, visto che ha aiutato Tex e Carson mettendoli sulla strada giusta, anche se involontariamente, ed è riuscito a farli fare un ragionamento, riguardo al killer, fino a quel momento insospettabile, che li ha fatti finire di brancolare nel buio. Un grande indimenticabile e indimenticato. Che dire, Tex arriva troppo tardi e non riesce a interrogare la persona in questione, ma in compenso cerca di prendere vivo uno dei due sgherri, ma non ci riesce. Da menzionare la sequenza dei maiali e delle galline che fanno scoprire la posizione del cattivo per le galline e il passaggio nel fango dei maiali. Troppo divertente, e non toglie niente alla scena, anche perchè è vero che sdrammatizza un po' la cosa, ma dopotutto gli intermezzi ci vogliono eccome per farla funzionare. Nel complesso una buonissima storia, certo non un capolavoro, ma almeno da considerarla una delle più intriganti. I due pards scattanti come non mai prima e piccioni poi, anche se per poco. Attesa nello scoprire il sicario zero, ma la lettura di questa storia ha portato a me la voglia di rileggerla più e più volte per ammirarla nella sua integrit? e per vedere tutti i particolari e personaggi secondari. Sceneggiatura: 8, 5: senza picchi particolari a bellissima sotto il punto di vista psicologico e per certi versi è divertente per alcuni battibecchi e per l'identit? del sicario, che, guardando solo il primo albo, mi sembrava impossibile sospettarlo. Disegni: 9: Civitelli non è il mio disegnatore preferito, ma quando dobbiamo tessere le lodi lodiamo, una delle sue migliori performance secondo me, capace, con i suoi disegni, di interpretare Tex come un simbolo e allo stesso tempo far divertire noi appassionati con i suoi volti creati in maniera (quasi) perfetta e nella sua maniera di ricordarci uno dei migliori Tex degli anni migliori, almeno secondo la mia libera opinione. Da menzionare la vignetta numero due di pagina 38 di ?Intrigo a Santa Fe?. Pinkerton, col suo sigaro, è disegnato perfettamente, non come l'originale ma ci può stare, visto che ogni disegnatore ha il suo modo di gestire facce e personaggi, anche realmente esistiti. Un'altra vignetta interessante potrebbe essere la quinta di pagina 11. L'espressione dell'agente ucciso mi fa sentire triste e al contempo intrigato per quello che può succedere dopo. Un'immagine chiara e nitida da leccarsi i baffi. Passiamo all'albo successivo, ovvero ?Una pallottola per il Presidente?. A me è piaciuta l'immagine a pagina 32 nell'ultima vignetta, l'espressione di Wales è molto suggestiva e triste. Per non parlare della vignetta numero 3 a pagina 79: impressionante fare un volo di quel genere, mi ha fatto venire le vertigini solo a vederlo, una fine meritata per il killer. Nell'ultima parte invece mi ha colpito una vignetta in particolare, ovvero quella a pagina 34 ultima vignetta. La morte di quella persona mi ha lasciato l'amaro in bocca, soprattutto per il modo in cui è avvenuta, ma se è per i fini della storia ben venga anche se secondo me non ce n°era affatto bisogno. Ultima cosa, forse la più importante: il paesaggio cittadino. L'aria di festa, la confusione, gli striscioni, insomma tutto un insieme di cose da rivedere più volte e ammirarlo sempre di più. L'esempio che mi ha più colpito è quello di pagina 62 nella prima vignetta. Tutto il corteo e il trambusto in una città non è mica cosa da tutti i giorni, fra felicit?, parata e carrozze però non poteva mancarci il killer. Sicuramente questa storia fa parte di quel ciclo di ambientazioni cittadine non nuove nel mondo di Tex. Basta vedere quelle dove si è esibito prima Ely Parker, ovvero ?Il complotto? e ?Attentato a Washington°, e, per citarne una che verr? dopo, ovvero ?Testimoni d'accusa? e ?Gli uomini che uccisero Lincoln°, con la partecipazione del presidente Grant, presente in questa storia. Curiosità: Ely Parker compare per la terza volta al fianco di Tex, e in questo caso, soprattutto, è determinante per lo svolgimento della storia. Lui stesso compare in una storia di Ken Parker ?Omicidio a Washington°, dove, in quella storia, è diventato da poco commissario degli affari indiani. Civitelli ha abilmente commentato questa storia, in un catalogo, nella mostra itinerante tutto il suo percorso e intitolata ?Il West secondo Civitelli?. Il Presidente Grant è rammentato anche nella storia ?Congiura contro Custer?. P. S.: Aggiungo una cosa, l'ultimo albo dove c'è questa storia è datato settembre 1993, anno e mese della mia nascita, un motivo in più per apprezzare questa storia.
  15. Ecco aperto lo spareggio per decretare i tre che dovranno passare alla fase successiva. Tutti quelli che hanno avuto un punto sono qui. Da ora in poi sta a voi decidere chi voler fare andare avanti. Grazie per la futura collaborazione e non dimenticate il commento.
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.