Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Giosafatte s'è rasato

Membri
  • Content Count

    46
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutra

About Giosafatte s'è rasato

  • Rank
    Visitatore

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Interests
    Cinema, fumetti/manga, cartoni, libri e videogames!
  • Real Name
    Matteo

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    346
  • Favorite Pard
    Kit Carson
  • Favorite character
    Kit

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Quanti soldati sopravvissuti a una guerra si sono suicidati per i sensi di colpa? Malgrado avvenga in casi estremi, sono in molti a continuare la loro vita malgrado tutto, con aiuti psichiatrici o anche meno. Non che Tex ha bisogno di uno strizzacervelli (che neanche esistono all'epoca xp), se è riuscito ad andare avanti fino ad adesso senza. Sarebbe comunque interessante vedere come... Senza contare che il numero di morti sul suo conto è roba da niente, se contiamo altri "eroi" più brutali, come The Punisher, The Shadow, Conan il Barbaro, James Bond etc.
  2. Credo che voi mi stiate insultando, a questo punto. Io non sono ne un troll ne un predicatore morale che un Tex non Tex. Sto soltanto dando un pensiero critico della serie in generale, una mia personale opinione. Che voi poi non lo condividiate p un altro discorso, rispetto la vostra opinione. Ma che si venga ad accusarmi di trollare solo per questo, direi che siamo proprio fuori strada. Prima di tutto, son ben conscio che è un fumetto, un opera di fantasia. Vorrei anche ricordarti che i mondi fantastici di fumetti, libri, film, serie TV e così via, prendono s
  3. Ammetto che il mio argomento deriva da alcune storie più vecchie di Tex, tipo di 30 o 40 anni fa, e solo alcune nuove. Ribadisco comunque che aspettano sempre che il malvivente di turno estrae la pistola per primo, è solo in quel momento che mirano a parti vitali. Dico solo che potrebbero mirare al braccio o alla pistola stessa con alquanta facilità. Io invece sono del sostegno che gentilezza e umiltà paghino di più, se non forse in modo immediato, piuttosto che lo forza e la paura, che sono i mezzi che Tex usa contro quelli che non gli piacciono; le ultime due sono quelle che a
  4. Ti do ragione in questo; io ho cominciato a prendere sul serio Tex solo da poco tempo, e probabilmente non ho ancora letto le storie adatte a rappresentare il personaggio il meglio di sè. In questo caso, inviterei te e altri del forum, a suggerirmi storie che dimostrino quanto i miei punti siano sbagliati. Io spero di poter scrivere per Tex un giorno, e voglio leggermi più storie su di lui per questo, solo che con le 680 pagine e passa numeri (non contando gli albi speciali) che la serie ha, è difficile sapere qual'è il punto giusto su cui iniziare.
  5. Uccidere persone è da fuorilegge. Non ha importanza che se lo meritino o no, non è compito dell'individuo decidere chi deve vivere o chi meno. Se è lo stato a decidere, cosa comunque sbagliata al giorno d'oggi, ma all'epoca in qui è ambientato il fumetto lo fa perchè le persone non diventino tutte giustizieri, o la situazione sarebbe fuori controllo. Per Tex tutto questo ha senso perchè lui non crede nel governo, vede la corruzione dovunque lui vada, la legge e la moralità imposta dallo stato sono inefficenti perciò lui segue l'unica legge che per lui vale; occhio per occhio, dente
  6. Non escludo che lui era ben diverso dai fuorilegge che combatteva, sto leggendo le prime storie in questo momento. Il mio punto è che lui fuorilegge lo era comunque, il fatto che sparava ad altri fuorilegge lo rende migliore degli altri, ma è sempre una persona che agisce al di fuori della legge, e i suoi metodi sono sempre illegali. Inoltre, parlo riguardo a cosa sarebbe diventato se avesse continuato per questa strada, senza un Kit Carson, senza una Lylith che lo amasse, o senza i Navajo da difendere... sarebbe davvero rimasto un giustiziere e basta? Io guardo Tex e non
  7. Più che giusto, ribadisco infatti che Tex non è un modello da seguire perchè, appunto, è figlio del tempo e della società in cui è nato e cresciuto. Io non lo voglio veramente diverso da comè, soltanto più conscio delle sue azioni e delle conseguenze che possono portare. Perchè alla fine anche lui si è macchiato di sangue e uomini, criminali e non, e una persona difficilmente si può scrollare di dosso questo punto nel suo cervello, a meno che non sia un sociopatico (nel seno medico del termine). Ehm, non ricordo di aver mai detto nulla al riguardo ^^'...
  8. Non mi sono spiegato bene; non intendo ire che Tex non è una lettura interessante, spesso lo è. Quello che intendevo con spegnere il cervello è che è meglio non pensare a cosa a cose tipo la moralità delle azioni del protagonista o la credibilità dei suoi avversari per gustarsi meglio la storia xD. Ehm, da quel che mi risulta, Tex non stava interrogando il secondo, lo prendeva a botte e basta; per poi lasciare lui e il compagno che lo ha tradito nel bel mezzo del deserto, probabilmente a morire di sete. Tanto valeva mettere una pallottola in testa a entrambi, invece di la
  9. Ok, a quanto pare vi è stata un pò di confusione con quello che voglio dire. Cerco di spiegarmi meglio: Io non chiedo che il fumetto cambi genere, o sostanza, nè tantomeno che il personaggio cambi personalità. Tex è un fumetto d'avventura e azione nella sua sostanza, e non voglio certo che sia diverso. Quello che voglio dire, è che si può scrivere storie avventurose e al contempo scrivere di personaggi più complessi. Ho chiamato Te un anti-eroe ma forse il concetto è un'altro; Tex sarà anche un eroe, ma non una brava persona. O almeno, non lo è del tutto. Lui non è ne b
  10. Beh, dillo al tipo a qui lui ha volutamente mentito che avrebbe avuto salva la vita, solo poi essere ucciso dai Navajo. O a quello Tex ha massacrato di botte quando poteva semplicemente metterli una pallottola in testa, ma invece aveva bisogno di picchiare qualcuno per sfogare la rabbia.
  11. hai citato proprio la storia in cui Tex eroe e giustiziere proprio non è xD. Tex non ha nessuno da salvare lì, dato che sua moglie e molti altri indiani sono già stati decimati dal vaiolo. Ciò che Tex e gli altri Navajo vogliono è vendetta. Tex in quella storia è un'anti-eroe per eccellenza, lui agisce perchè vuole il sangue dei colpevoli. ...e perchè Tex no? Cioè c'è forse scritto da aulche parte che Tex non può avere storie così. Io penso invece che avendo più storie del genere, Tex diventerebbe un fumetto più maturo, d'autore, invece che puro divertimento buono per spe
  12. E questo è un'altra abitudine che il fumetto dovrebbe perdere; rappresentare criminali come esseri immondi, sia fuori che dentro, che non meritano la pietà del lettore. E' un vecchio trucco che cinema, serie tv e fumetti usano da anni, e penso sia sbagliato perchè nessuna persona, vera o fittizia che sia, è del tutto immonda. Anche uomini che si ono macchaiti di colpe per puro interesse personale, hanno sempre del bene nascosto da qualche parte... Da questa logica, sembra che una storia d'amore dovrebbe avere qualcuno muoia se non è divertente xD. Si può fare storie d'azione sen
  13. Lol, no di certo, non è questo il mio punto. Io penso solo che l'insistenza i vedere Tex come un eroe puro e giusto, quando in realtà uno come lui non lo sarebbe per niente al giorno d'oggi, è un qualcosa che molti lettori odierni digerirebbero a fatica. Sarebbe meglio ammettere una volta per tutte che Tex è un anti-eroe, non un modello da seguire (o almeno, non del tutto). E solol perchè il West è duro non significa che nessuno può andare contro le sue tendenze e portare il bene senza portare anche morte. Tex e pards fanno ciò perchè è l'unico mniera che conoscono e che sono bravi
  14. Quando si tratta do pistole e non di pugni, gli avversari vengono aizzati in modi più sottili; Tex e pards puntano pistole contro di loro, dicendo che devono arrendersi ora, o morire. Si tratta di pressione psicologica. Anche senza di questo però Tex e pards hanno mostrato l'abilità di sparare per disarmare senza alcun problema apparente (cosa non proprio realistica, ma vabbè). Perciò hanno sempre la scelta di sparare per non uccidere, se non rare occasioni; dunque quando sparano per uccidere lo fanno consciamente, per poi usare la scusa della legittima difesa solo quando è stato il malvivente
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.