Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

Mondego

Membri
  • Content Count

    38
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

2 Neutra

About Mondego

  • Rank
    Visitatore
  • Birthday 08/07/1997

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Real Name
    Alberto

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    389
  • Favorite Pard
    Kit Carson
  • Favorite character
    Jim Brandon

Recent Profile Visitors

249 profile views
  1. Poche altre. Soprattutto nemiche. Spulciando un po' tra i più recenti e andando a memoria troviamo la figlia di Satania (le regina dei vampiri non credo che conti), Le schiave del Messico, Trappola a San Antonio, Gli schiavisti, Sangue in paradiso
  2. Si notevole quella. Ma secondo me ad agosto potrebbe essere tranquillamente superata da questa ancora sconosciuta signora che, lo ricordo, sarà (anzi è già stata) realizzata da Seijas, che in quanto a maliarde e fanciulle credo non abbia rivali
  3. Sono gli ingredienti della pozione magica, che dona alla storia una bellezza sovrumana
  4. Io la vedo su per giù come Leo. Poi dopo tutti i dialoghi con Zoe e soprattutto con un tenentino Fairfax a cui cambiare i connotati, per me Tex darà una bella spazzolata a quelli della milizia , magari riuscendo a salvare qualche Seminole da una brutta fine o vendicandolo nel caso in cui non riesca a impedire uno di quei tanti massacri purtroppo avvenuti Dipende in che modo lo fa . Se agisce secondo coscienza e non apertamente contro l'esercito un uomo d'onore come Payne potrebbe anche trovare una via d'uscita per un giovane con a cuore la Giustizia
  5. Vero ma non è sempre possibile. Già sono stati citati esempi in cui è avvenuto lo stesso. Anche ne "Il magnifico fuorilegge" Tex accoppa una delle guardie armate perché non aveva scelta e anche qui è il Tex giovane. Certo inizialmente non l'avrebbe fatto ma quando quello ha messo mano alla spingarda e gli ha fatto il contropelo non va più tanto per il sottile. La gravità della situazione impone l'impossibilità di prendere la mira e disarmare. Altre volte succede più o meno lo stesso con delle canaglie. Quante volte Tex è costretto a seccare l'unico testimone che ha contro altri farabutti perché questo mette mano alla pistola? Certo lì passa più inosservato perché a lasciarci le penne è un bandito però il punto è: non voglio uccidere ma devo farlo, non ho tempo di prendere la mira. Personalmente penso che se in ogni situazione di questo tipo Tex se la cavasse con mani bucate o cavalli stecchiti o gente gambizzata diventerebbe esagerato. La maggior parte delle volte va bene ma non sempre. Attenderemo con ansia!
  6. Probabilmente adesso è impegnato a divertirsi guardando qualche ballerina di Bannock . Il tempo di far fuori da solo una banda di 117 persone e arriva. Si io mi riferivo a quella scena. Non gli dice le testuali parole "ti abbiamo beccato" ma è più che evidente che il senso sia quello.
  7. Riguardo a queste due "stonature" anch'io ho fatto un po' fatica a digerire il Tex gambler, ma soprattutto all'inizio dell'avventura con Mefisto. Ormai ho capito semplicemente che qui abbiamo un Tex diverso da come ci aspettiamo. Quando ho visto per la prima volta il "numero zero" ho subito iniziato a pensare a come avrebbe potuto essere: certe cose le avevo previste e altre no. In questo caso diciamo che non approvo del tutto quando bara "di norma", cioè con chi invece gioca pulito, però lo accetto e capisco anche che sia un aspetto sensato. Per quanto riguarda le donnine invece non ci vedo nulla di strano. Dal momento che Tex è un assiduo frequentatore di saloon e in molti saloon le donnine ci sono credo sia del tutto normale che si costituisca un rapporto (di qualsiasi tipo) con queste ragazze, specialmente per una figura affascinante come Tex (ti ricordo che "come rubacuori noi del Texas non siamo secondi a nessuno"). Come diceva mi sembra Leo sopra è anche giustificabile che siano tutte di bell'aspetto perché è proprio quello che le aiuta nel loro mestiere. Le ragazze dei saloon attirano gli uomini quindi è del tutto normale, Susan li seduce per derubarli o distrarli col suo fascino, magari anche Kate Warne si è servita di questo espediente nella sua carriera per smascherare qualche canaglia. Pensandoci un attimo: con la vita che fa Tex in un'ambientazione come quella non è normale che succeda? Non è ammogliato, non è mai nello posto per più di pochi giorni, non è un predicatore... Inoltre non è un aspetto del tutto nuovo. Prima che Tex si ammogliasse abbiamo già visto altre donzelle desiderose. Lupe perché no? Anche lei potrebbe entrare in questa categoria. O Marie Gold. O per tornare a Boselli anche Sophie, la ragazza di Robber's Nest. Si fa mooolto strano questo si ! Però credo che borden abbia voluto farci capire come non potesse trovare altre chances. Una volta ambientato a Tampa Tex non si aspetta di veder arrivare Carswell da un momento all'altro. Spera di rimanere lì relativamente tranquillo. Quando poi capisce che è impossibile non ha molte altre possibilità, considerando che un conto è essere ricercato "solo" da posse e sceriffi e un conto è avere contro l'esercito degli Stati Uniti, in una zona peraltro che, anche se per altri motivi, pullula di soldati. Inoltre Tex è buon giudice di uomini e probabilmente in Payne vede un uomo che, anche se costretto a fare una guerra, si comporterà sempre in maniera onorevole. Detto ciò sicuramente è un tema abbastanza spinoso questo. A mio avviso è un po' per indorarci la pillola che verso la fine dell'albo ci si concentra nei dialoghi su "siamo in guerra ma non siamo dei macellai come quelli della milizia, i seminoles sono dei poveri diavoli e mi fanno quasi pena ecc...". Poi vedremo come evolve la situazione, sicuramente borden avrà trovato il modo di riparare a questa incresciosa situazione... La cosa certa è che in quel preciso momento Tex non poteva disarmare tutti i Seminoles (né sparare ai cavalli ). Sono situazioni che, anche se molto raramente, sono già capitate e potrei fare qualche esempio
  8. Concordo in pieno! Ottima ad esempio l'ultima vignetta di pag 64. Rende benissimo anche Zoe . L'unica cosa che non mi convince de disegnii è il volto di Tex in alcune vignette (quando è inquadrato di profilo, frontalmente no)
  9. Nella foga della lettura poi l'ho dimenticato ma anch'io avevo notato questo aspetto. Ci ho fatto caso e un paio di pagine dopo ho rimosso tutto . Inoltre ho fatto caso a un'altra questione (anche questa molto marginale e da rompiballe ma un po' SPOILERANTE).
  10. Dal mio punto di vista il titolo è così per essere più potente e accattivante. Alla fine al primo albo ci sta anche dare un titolo che sia rappresentativo di tutta la storia ed è quello che classicamente viene poi utilizzato in seguito per riferirsi a tutta la storia. In genere si dice di aver letto "Il ritorno di Lupe" e non "La prigioniera del deserto" oppure anche "Missouri!", "El Supremo", "Il passato di Carson", "L'indomabile". Ma secondo me non per l'ordine bensì perché è il titolo emblematico della storia infatti mi vengono in mente anche dei casi opposti come "Rurales!" o "Tornado!". Inoltre il punto esclamativo fa la sua parte e ha (sempre idea mia) una funzione rafforzativa. A mio avviso sarebbe stato peggio il contrario cioè dare un titolo in stile ordinario a questo albo e intitolare in seguito Netdahe! quando Tex effettivamente si ritroverà di fronte ai predoni. Ultima considerazione. Dalla fine di "Fuga disperata" ci aspettavamo un po' tutti che uscisse la continuazione. Il titolo così chiaro serve anche a far capire subito di cosa si tratta: "ebbene si caro lettore: sta iniziando esattamente quella storia lì e stavolta ecco i Netdahe".
  11. Vero che alcune volte è un po’ esagerato però c’è anche chi come me ha seri problemi mentali. Mi riferisco al fatto che per esempio per me deve valere numero di bang >= numero di zip cosa che Boselli rispetta sempre. Preferisco un “aaahh” senza “zip” che un “zip” senza “bang” ma sono problemi miei 😂😂. Comunque concordo in pieno sul fatto che le sparatorie di borden siano sempre dettagliate e non banali: c’è sempre qualche dialogo o qualche pausa o qualche tentativo di aggirare gli avversari, insomma qualcosa di un po’ diverso dal bang-zip-aah (che poi in realtà non mi dispiace di per sé soltanto mi sembra più semplice e meno fantasiosa come soluzione).
  12. Letto oggi e il mio giudizio ovviamente incompleto è più che positivo per vari motivi ⚠️ SPOILER!! ⚠️ Seijas gran bei disegni (è uno dei miei preferiti). Forse leggermente sottotono rispetto ad alcune splendide tavole ma assolutamente nulla da criticare!
  13. Penso che come me molti altri trovino notevolmente più "comodo" leggere storie di albi interi e non a metà. Tuttavia trovo comunque che sia un parziale vincolo alla scritttura. Ho votato per la libertà dello sceneggiatore contando sul fatto che comunque mi aspetto un albo spezzato in due in casi abbastanza rari. Mi spiego: penso che al massimo assisteremo a un lieve aumento di albi spezzati come "Luna insanguinata", "L'isola della nebbia" o "La terra delle pietre fumanti" per citare i tre casi più recenti (vado a memoria potrei sbagliare) ma che non si ritornerà mai a una formula come quella iniziale. In altre parole: sono d'accordo sullo spezzare gli albi se lo sceneggiatore ritiene che sia strettamente necessario. Potremmo avere invece che 3 albi spezzati negli ultimi 8-9 anni magari anche 5 o 6. Diciamo poi che ho un po' il timore che alcune belle idee per una trama possano essere scartate per questo motivo Ecco ho letto dopo il tuo elenco e personalmente ciascuna di queste storie mi piace moltissimo (paradossalmente per me forse la meno bella è "i sabotatori"). Ovviamente non posso dire che siano belle perché spezzate però se non lo fossero sicuramente perderemmo dei pezzi o si allungherebbe il brodo eccessivamente: si rovinerebbero delle ottime sceneggiature
  14. Personalmente anche io, un po' come Diablero, non apprezzo quando si ha qualche passaggio poco coerente o comunque molto poco credibile. Non direi mai che l'intera storia è priva di senso: non è così. Però alcuni piccoli episodi che non mi convincono ci sono. Per citarne un paio: il sonno pesante di Kit e Tiger, l'arrivo praticamente in contemporanea dei due gruppi alla rupe. Tutto ciò al di là delle varie scene al ristorante, lunghe introduzioni, sparatorie o scenette di altro tipo che possono piacere o meno. Ci tengo poi a sottolineare che una recensione negativa non è assolutamente pregiudizio nei confronti di Nizzi (almeno per me ma credo anche per altri lettori che non hanno apprezzato la storia). Innanzitutto io leggo il nome dello sceneggiatore dopo aver letto la storia o almeno il primo albo. Inoltre da quel che vedo siamo quasi tutti d'accordo sul fatto che Nizzi abbia dato vita ad autentici capolavori. Per esempio tra i primi Tex che ho letto ci sono Fuga da Anderville, Fiamme sull'Arizona e La grande rapina ed è soprattutto grazie a questi se mi sono definitivamente appassionato al nostro eroe, figurarsi se sono prevenuto in negativo con un autore del genere!! Però se una storia non piace, per tutti i motivi del mondo, è giusto essere sinceri e dirlo e io in primis dichiaro che ci sono alcune storie di Borden (che è in assoluto il mio preferito) che non mi fanno impazzire, anche se si contano sulle dita di una mano. Ebbene non è che sapendo che l'autore di tali storie è un genio assoluto il mio giudizio cambi. E vale il viceversa ovviamente: se la storia è di un autore che solitamente non mi convince ma è bella, è bella. Punto. Tutto questo per dire che una critica a una storia non è pregiudizio nei confronti dell'autore né un tentativo di far passare lo sceneggiatore come pessimo: nessuno qui dentro penso (spero) voglia insultare Nizzi a priori, semplicemente non ha apprezzato questa storia. Non attribuiamo giudizi negativi a pregiudizi perché credo che nella maggior parte dei casi non sia affatto così.
  15. Sono cose che capitano. Comunque in una storia ottima come questa sono sicuro che me ne importi veramente poco Anche io ho notato la facilità con cui entrano scale, poker, tris e scale reali... ma è Tex! è un po' come il "ogni bang è un morto" o come la precisione da oro olimpico con l'arco (ne "Gli assassini" per fare un esempio): fa parte del fumetto.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.