Aliprando

Cittadino
  • Contatore Interventi Texiani

    279
  • Iscritto

  • Ultima attività

Reputazione nella comunità

0 Neutra

Info su Aliprando

  • Rango
    Scrittore
  1. [658/660] Winnipeg

    No, si tratta di un personaggio inventato da Nizzi. Ma è solo una mia idea, non ho in realtà basi di supporto, se non alcune coincidenze (il Canada, i contattti "politici", la presunta/probabile/non certa morte...)...
  2. [658/660] Winnipeg

    Io un idea me la sono fatta... ma non vorrei creare spoiler.... si tratta di un nemico di Tex che pensavamo ucciso, ma che in effetti potrebbe essersi salvato in extremis, e come intrallazzi politici era già messo bene nella sua prima apparizione, ovviamente in Canada.... e aveva anche un handicap....
  3. [340/341] Terra Violenta

    Rileggiondo in questi giorni la storia mi sono reso conto (cosa che per altro avevo già notato ma come una semplice stonatura) come le ultime due pagine (91 e 92 del numero 341) abbiano delle strisce aggiuntive. Mi spiego meglio: la terza striscia di pag 91 e le prime due di pag 92 appaiono sia stilisticamente che a livello di discorsi una parentesi assolutamente banale, scontata e persino illogica. Tex che non saluta Frank e li deve correre a salutarli? Gros-jean che prima dice addio e poi si smentisce chiedendo a Tex di restare con lui? ..... E poi me ne sono accorto durante la lettura che il tratto grafico cambia improvvisamente.. Voi no?Viceversa l'ultima striscia della storia combacia perfettamente e logicamente con la seconda della penultima. Quindi, a mio giudizio, anche in questo caso si evidenziano gli interventi redazionali alla storia sia a livello di sceneggiatura che di soggetto, o, detto altrimenti: mancava una pagina.... Voi che ne dite?
  4. Pietro Raschitelli

    Perfetto, grazie mille. Quindi quando realizz? "la costa dei barbari" (pubblicata nel giugno 1966 e quindi realizzata poco prima) aveva effettivamente 37 anni, come diceva di ricordare SB (".. sulla quarantina..")
  5. Pietro Raschitelli

    ehm, sarei interessato effettivamente al link. Potresti postarlo (se esite ancora) o almeno dirmi la data di nascita di questo disegnatore? Grazie millePS: è ancora in vita che si sappia?
  6. Domande Aperte

    Infatti intendevo quella: la più breve di GLB. Beh, certamente è per questo, ma volendo possiamo anche pensare che Hutch il "il passato di Tex", abbia già abbandonato il Ranch dei willer. Qui mi autocito: leggendo in questo giorni il forum sono incappato in questa discussione che non ricordavo assolutamente di aver aperto. E per quanto riguarda queste domande, mi son dimenticato la risposta... :capoInguerra: :capoInguerra: Anzi, manco capisco cosa volessi dire con la seconda.. :lupos:
  7. Il Volto Di Tex

    Ticci
  8. Migliore Copertina 2007

    Copertine tutti magnifiche questo'anno... Molto dura scegliere
  9. Carlo Raffaele Marcello ( Rapha?l )

    ---------------------------------Quanto mi spiace. La prima storia che ho letto per intero era sua. Lo rimiangeremo. :s
  10. Lo Staff Dei Disegnatori

    Ecco, si YM. Mi son scorato di aggiungere in fondo, che se notavate errori di vario genere, potete dirlo comodamente. Per quanto riguarda gli articola citati, ben venga. Io non possiedo alcuno dei numeri da te detti, ma sarebbe bello poterli leggere. Grazie per i Complimenti.
  11. Lo Staff Dei Disegnatori

    Sino al 1964 v?era solo Galep nello staff ufficiale. Ma è risaputo che in realtà, sin dalle origini egli si faceva aiutare, da autori, salvo eccezzioni più tarde, mai accreditati. Di solito essi lavoravano sulle matite di Galep, e si susseguivano l'un l'altro per periodo di varia lunghezza; Ad oggi risultano essere Corrias, Uggeri, Zamperoni, Gamba P, Jeva, Gamba F e Muzzi. Questi ultimi due rimasero nello staff, per periodi alterni, di solito accreditati. E Galep si faceva aiutare da Cormio, Bignotti, e Raschitelli. E questo sino alla fine della serie a Striscia. Circa il 1967. Ma nel frattempo lo staff si era allargato. Vi era stato infatti il breve intervento di Nicol', e l'assunzione definitiva di Letteri e Ticci. Poco tempo dopo, vi fu il ritorno definitivo di Nicol'. E lo staff risultava composto da: Galep, Muzzi, Letteri, Ticci e Nicol'. E con qualche aiuto di Gamba a Nicol', si arriva al 1975, anno in cui entra nello staff Fusco. L'anno successivo si ha l'intervento meteora dello studio Giolitti (Giolitti, Todaro, Ticci A. e Ticci G.) e da questo momento sino alla fine degli anni ottanta, Ticci e il fratello lavoreranno assieme. Nel 1985 ecco giugere Civitelli e l'anno successino Villa e Blasco. Nel 1981 entra nello staff Monti, ma il suo intervento diventa ufficiale solo l'anno successivo. Arriviano alla fine delgi anni ottanta e lo staff risulta essere cosi composto: Galep, Letteri, Ticci, Fusco, Blasco, Villa, Monti e Civitelli. Muzzi e Nicol' sono morti, mentre Gamba ha abbandonato. Inizia il 1990 con il nuovo disegnatore Della Monica che lascia poca traccia in Tex. E inizia la saga dei Texoni. Buzzelli, out-sider il primo, Giolitti il secondo. E con questa storia afferma il suo rientro nello staff. Nel 1991 arriva sulla regolare Marcello, e vi arriva per fortuna, in quanto era destinato originariamente allo speciale. Prima di vedere ?volti? nuovi sulla regolare, devono passare 6 anni. Sugli speciali tocca invece a Zaniboni, De La Fuente, Ortiz e Capitanio. E questi ultimi tre entreranno nello staff. Putroppo nel frattempo è morto Giolitti. Nel 1994 inizia anche la serie degli Almanacchi, che vede Biglia-Copello e Calegari lavorare assieme per la prima e unica volta in Tex. Il secondo spetta a De La fuente, seguiranno la New Entry ufficiale Venturi e la seconda storia di Capitanio. Nello stesso anno (il 1997), apparira anche il maxi, raffigurato da Ortiz, e lo speciale di Parlov, preceduto l'anno prima da due Texoni, quello di Magnus (aiutato da Romanini) e quello di Bernet. Nel frattempo De la Fuente, Ortiz e Venturi approdano sulla serie regolare nella stagione 1997/98. Per nuovi arrivi sulla regolare si deve ora aspettare il 2001 (sarà la volta di Capitanio). Putroppo però lo staff perde due nomi illustri: Galep nel 1994 e Blasco nel 1995. Nel 2000 invece vi è il ritiro di De La Fuente. Lo speciale del 1998 è quello di Font, e il successivo di Milazzo. Solo il primo rimarr?. Sugli almanacchi appaiono per la prima volta Dotti e Gattia (unica storia realizzata), e Repetto, la cui prima storia risale però al 1995, che è stata pubblicata nel 2000 sul maxi. La sua prima storia regolare sarà invece del 2002. Il 2000 vedrà l'almanacco di Font, lo speciale di Wilson. Quest?ultimo sarà solo una Guest-star, esattamente come Kubert dello speciale 2001. Font realizzer? il maxi del 2001 e Venturi l'almanacco. E in vista del n. 500, del 2002, lo staff risulta così composto:Ticci, Letteri, Fusco, Civitelli, Monti, Marcello,Villa, Venturi, Ortiz, Capitanio, Repetto e Font. Alla fine dei Festeggiamenti del 500?, come già detto, arriva sulla regolare Repetto, e nello stesso anno firma pure l'almanacco. Ma poco dopo diremo addio sia a Capitanio che a Monti. L'ultima opera di quest?ultimo viene terminata da Brindisi, che però è da considerare disegnatore ospite nonostante abbia firmato il texone n. 16. Nello stesso anno arrivano anche i F. lli Cestaro. La loro storia era prevista per un almanacco ma è stata dirottata. Nel 2003, per quanto riguarda le tre uscite fuori-serie, si hanno in ordine Andreucci, Sommer e Diso. Solo gli ultimi due rimarranno. Ma si dovr? dir addio a Marcello, per motivi di Salute. Nel 2004 abbiamo lo speciale di De Angelis, l'almacco di Diso e il Maxi di Ortiz. Stessi albi nel 2005: Ambrosini, Rossi-Civitelli e Repetto. E quindi l'assunzione definitiva di Rossi. E in questo periodo pure di G. Sejias, che ha terminato uno speciale finora ancora inedito. Lo staff, risulta quindi composto da : Ticci, Letteri, Fusco, Villa, Civitelli, Font, Cestaro, Ortiz, Sommer, Venturi, G. Seijas, Repetto. Uno solo in più rispetto a tre anni prima. Ma in realtà in questa fase facevano parte dei disegnatori texani almeno Filippucci, Del Vecchio e Milano, Freghieri e Spada (che abbandoneranno), De Vescovi e Del Vecchio. E presumibilmente Mastantuono, Suarez, Bianchine e Santucci e Torricelli. Nel 2006 una grave perdita: Letteri, la cui ultima storia sara pubblicata sul Maxi, completata da Della Monica. Sull'almanacco si sarà Ortiz e lo speciale sarà firmato da Alessandrini. Avvento di Sommer e Milano sulla regolare. Durante l'estate invece Freghieri dar? Fort-fait, e verra sostituito da Cossu. Nel 2007 la prima storia di G. Seijas sull'almanacco, Mastantuono sullo speciale e Diso nel Maxi. MA verr? a mancare Sommer, lasciando la sua storia incolpeta. Ad oggi lo staff è composto quindi da ben 27 disegnatori:Ticci, Fusco, Filippucci, Sommer(+), Suarez, Ortiz, Mastantuono, Piccinelli, Danubio, Del Vecchio, De Vescovi, Torricelli, Bianchini&Santucci, F. lli Cestaro, Civitelli, Font, Repetto, Villa, Venturi, G. Seijas, Rossi, Diso, Fernandez, Gomez, Frisenda, Cossu, Bruzzo.
  12. Erio Nicol?

    In realtà NIcol', per quanto molto bravo, non mi è mai piaciuto per la pesantezza delle storie. Ovviamente quando volgio rilegerle, lo faccio, ma se posso evitare...... Una su tutte: Silver Star. Mi piace come storia, ma prorpio non la disegirsco. Invece la gia Nominata "Cella della Morte" e "Sacquatch", Gilas e il Cowboy senza nome, le leggo volentieri e senza problemi. Alcune Altre (Fantasmi nel deserto, Il tiranno dell'Isola, L'indiano Bianco, DAkotas, il mistero della miniera, faccio una fatica immesa a rileggerle. Ma so che il problema è mio: non certamente di Nicol' che reputo comuque un grandissimo.
  13. Un Nuovo Galep?

    E copiava anche Villa. A me ricordava più Monti. L'idea di un nuovo Galep è certamente allettante, e forse SB crede che rivedendo Galep, molti lettori si entusiasimo. Ed effettivamente è cosi. Ma non so quanto può durare. Già mi immagino le critiche: Galep avrebbe fato cosi, non avrebbe preso questa prospettia, l'ombra è sbagliate, è più comodo.... .......... Povero Torricelli. Se avesse un suo segno grafico, nessuno (almeno che non fosse pessimo) si sogenrebbe di maltrattarglielo. Cosi invece..... Comunque quando uscir? la sua storia: si sa qualcosa di preciso?
  14. [565/566] La Sentinella

    La cosa che più mi ha colpito è l'incredibel cambio di ambiente tra il primo e il secondo albo. Mai visto (credo) in una storia di NIzzi. La storia in se non è malaccio, i disegni al solito buon livello. Una cosa mi sta sulle scatole di Repertto: Ma possibile che tutti nelle sue storie portino la Barba???Fateci caso: il 90% la ha, e gli altri sono Tex, il figlio e qualche Donna. E se per caso non c'è la ha i baffi. Non è possibile.
  15. Storie Inedite

    Hai perfettamente ragione: io ricodavo solo il Daiblebo, Uomini Giaguaro e Orribile sortilegio. Mi ero dimenticato COmpletamente di Yucatan e del Fiore della morte. L'altra invece, ho ancora da leggerla.