Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

ciro

Cittadino
  • Content Count

    188
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

ciro last won the day on June 14

ciro had the most liked content!

Community Reputation

8 Neutra

About ciro

  • Rank
    Quasi scrittore
  • Birthday 03/21/1966

Profile Information

  • Gender
    Maschile
  • Interests
    fumetti, fumetti,...
  • Real Name
    Pasquale

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    191
  • Favorite Pard
    Kit Carson
  • Favorite character
    Jim Brandon

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. ciro

    [705/707] La maschera di Cera

    .. Ed infatti lo Hai detto pubblicamente nell'incontro tenuto al Comicon a fine aprile . Alla Presenza di Ticci, in quell'occasione , Vi chiesi che il Maestro venisse impegnato in un cartonato , dandogli maggior libertà espressiva nella costruzione delle tavole e nel colorale con i suoi acquerelli . Non pensavo certo ad una riproposizione di una sua vecchia storia di cui si vocifera per settembre Mi auguro che in un prossimo futuro gli si dia questa possibilità, per la gioia dei nostri occhi
  2. ciro

    [705/707] La maschera di Cera

    Cambiare di look sta bene anche a me . Che si cresca i baffi è plausibile, Ma che un personaggio mingherlino cambi completamente i connotati non mi sembra tanti corretto ! Al riguardo Boselli che sta scrivendo il seguito della storia di GLB e Nicolo' nella quale Gros Jean appariva con grossi baffi, Carson ci darà una spiegazione
  3. ciro

    [705/707] La maschera di Cera

    Hai pienamente ragione ! C'è infatti una storia di NizzI di ci non ricordo il titolo inquieto momento , disegnata mi sembra da Ortiz nella quale il personaggio di MC Parland e completamente sballato ! Infatti in una futura riproposizione conviene cambiare il nominativo del personaggio ! Che cambiare i disegni ( ahimè oggi impossibile, per la dipartita di Ortiz) Mi sono sempre chiesto come sia stato possibile che un personaggio ben caratterizzato e comparso già precedentemente possa essere completamente essere cambiato. Non cera chi supervisionava i disegni ? Non si davano ai disegnatori i riferimenti delle precedenti comparse? Misteri del fumetto .
  4. ciro

    [705/707] La maschera di Cera

    Ricordo a mente che GLB in quell'occasione con ironia Tex pensava che McParland fosse un altro personaggio alto e quadrato poi scopre il piccoletto !
  5. ciro

    [705/707] La maschera di Cera

    wohaa ... Benevento mi sembra che abbia fatto un lavoro egregio !!!!
  6. ciro

    [703/704] La seconda vita di Bowen

    ottimo finale ! la storia si è chiusa con un alternanza di azioni concatenate che mi hanno fatto leggere con grande attaccamento. La sorpresa finale ... non l'avevo prevista. (non la svelo, per chi non ha ancora letto!). Ruju sempre più in sintonia con Tex e company I disegni buoni , tuttavia alcune tavole mi sembrano un po' tirate e poco curate nei dettagli, forse perché l'autore aveva deciso di chiudere con Tex, mah...
  7. ...E poi a Natale avremo il primo speciale di Tex Willer ! Storia completa di 120 pagine ( a colori?) Che mette d'accordo un po' tutti. Spero ...
  8. ciro

    Miguel Angel Repetto

    Anche a me piaceva molto il suo tratto. Peccato che abbia reso graficamente alcune tra le più brutte storie di Nizzi : I Fratelli Donegan, l'ultimo squadrone e il covo del male . Mi piacque molto invece "Intrigo nel Klondike" su testi di Boselli . Chi lo sa se la storia di Ruju che stava disegnando la vedremo mai ? Riposa in Pace
  9. ciro

    [703/704] La seconda vita di Bowen

    Ottima prima parte ! bei disegni di Acciarino. Peccato che abbia lasciato Tex.
  10. ciro

    Galleria Di Tex Di Disegnatori In Generale

    Poster E' un peccato non farci avere questa bella idea di Biglia !
  11. ciro

    [700] L'oro dei Pawnee

    Anche io quando ero un giovane studente di architettura utilizzavo i retini, moooolti anni fa! tuttavia il puntinato di Civitelli si legge chiaramente che è il risultato di un lavoro manuale
  12. ciro

    [700] L'oro dei Pawnee

    Infatti ,io non me la prendo con De Angelis , cui ho riconosciuto il pregevole lavoro svolto e nemmeno con l'uso del pantalone negli stivali . Variante che ci può stare e che arricchisce la figura di Tex , che come hai detto non deve sempre avere la camicia gialla , a tal proposito colorare di giallo anche la Camicia a frange che indossa , che nella realtà dovrebbe essere di pelle e certamente non gialla, ma di un colore tendente al marroncino mi è sembrata poco veritiera. Colorata in quel modo solo per rendere riconoscibile il personaggio. Tornando agli stivali ed al pantalone le tue precisazioni sono state puntuali e sicuramente il buon Galep fu chiamato nei tempi morti a seguire Occhio Cupo ed a realizzare un personaggio di cui probabilmente GLB non aveva dato precise indicazioni sull'abbigliamento . A Galep venne naturale di conseguenza ispirarsi al personaggio che avrebbe dovuto aver miglior sorte! Tuttavia la Redazione ed il buon curatore , poiché ormai si è consolidata quella immagine del primo Tex delle prime strisce e comunque è stato preso a modello per queste prime storie sulla giovineza di Tex, chiedere a De Angelis di rivedere almeno le tavole che riprendono le prime strisce per rispettare la iconografia fissata. Come del resto ha fatto Dotti con le Copertine , anche se come tu dici il risvolto è da imputarsi agli stivali e non al pantalone, rifacendosi ad Occhio Cupo . Ma alla fine condivido il tuo pensiero che su Tex un minimo di coerenza e tradizione risulta veramente difficile .
  13. ciro

    [700] L'oro dei Pawnee

    Dopo qualche giorno a lettura sedimentata aggiungo anche io qualche considerazione. La storia è un chiaro "prequel " come del resto lo era stato il n. 685 (festeggiamento del Settentesimo ) con il quale condivide la impostazione strutturale : parte introduttiva - episodio inedito del passato - aggancio nel presente (di Tex). In questo caso c'è l'evidente aggancio con la nuova serie Tex Willer al fine di creare sinergia e cercare di coinvolgere i lettori della serie inedita nonché completare il puzzle sugli anni giovanili di Tex che abbiamo visto narrare sulle varie testate (maxi, Texone , cartonati alla francese, storie brevi a colori,...) . La storia si sviluppa in modo armonico e la si legge con piacere. Ho preferito la parte nel passato dove la presenza degli amici evidenzia la possibilità di altre potenziali storie giovanili ed anche per il suo svolgersi semplice e lineare. La seconda parte avrebbe avuto bisogno di più pagine per dare la possibilità ad una trama più articolata di estrinsecarsi. Tuttavia sono pienamente soddisfatto di questo albo celebrativo. Capitolo Disegni : Civitelli è ormai una delle colonne portanti di Tex e non delude mai. Il suo tex mi è sempre piaciuto ( forse i suoi disegni sono poco "sporchi") ma la caratterizzazione dei personaggi ed anche i paesaggi al contorno sono sempre molto evocativi e la sua continua ricerca e minuziosa e fedele ricostruzione dei luoghi sono una gioia per i mie occhi. Non mi sono nemmeno dispiaciuti i colori di Celestini. Sembra di vedere un film Western degli anni 60 a colori. Nota di merito va data alla copertina di Villa , una sola parola : MAGNIFICA! Da lettore ultra quarantennale ho da fare una sola critica , ma non rivolta a questo volume , ma a De angelis che sta disegnando il Tex giovane ed al curatore che di solito apprezzo tanto per la cura maniacale che ci mette . vengo alla critica. In questo numero Civitelli disegna FEDELMENTE la prima striscia de " il totem misterioso" con il giovane Tex che scorge dall'alto del Rainbow canyon Tesah inseguita e nel pieno rispetto della vignetta di Galep , vediamo Tex con il pantalone fuori dagli stivali con il risvolto, come del resto fece anche Villa sulla prima copertina della CSAC , ( o Andreucci ne " il magnifico fuorilegge, e come ha fatto Brindisi ( vedi preview) Leggendo la riproposizione di De Angelis , invece , ha i pantaloni negli stivali. Mi va bene , per tutte le altre pagine della nuova serie inedite , ma in quelle in cui si riproponevano le prime vignette doveva avere maggior rispetto di chi lo ha preceduto. in rete un altro caro lettore ha postato una vignetta del n. 700 che Civitelli gli ha regalato che la redazione ha fatto rifare per pochi dettagli. ma è sfuggito che De Angelis , che per il resto ha fatto un magnifico lavoro , abbia , a mio avviso forse involontariamente dato una rappresentazione non rispettosa di chi lo ha preceduto. Ribadisco mi sta bene che ogni Disegnatore ci dia una sua interpretazione, ma quelle poche pagine andavano corrette! Scusatemi ., ma è lo sfogo di un lettore (forse) troppo appassionato.
  14. Magazie 2019 Partiamo dalle due storie : La prima ha un ottimo soggetto , ma necessitava di uno sviluppo con un numero di pagine maggiori. I disegni di Poli non mi hanno convinto ( diverse sproporzioni ed il volto di Tex sembra che al posto degli zigomi abbia due lividi) la seconda storia seppur breve è ben sceneggiata e Font ai disegni è una garanzia . Gli articoli , anche io li ho trovati ripetitivi. Seppur varato da pochi anni il Magazine e reso più agile rispetto al vecchio Almanacco resta l'anello debole tra le pubblicazioni di Tex!
  15. i miei voti: 1. il ritorno del Maestro 2. Jethro 3. il ritorno di Proteus
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.