Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum

Carlo Monni

Collaboratori
  • Contatore Interventi Texiani

    3702
  • Iscritto

  • Ultima attività

  • Giorni con riconoscenze

    8

Carlo Monni ha ottenuto l'ultima riconoscenza il 19 Novembre

Carlo Monni ha pubblicato il contenuto maggiormente apprezzato!

Reputazione nella comunità

98 Eccellente

6 seguaci

Info su Carlo Monni

  • Rango
    Utente emerito del TWF
  • Compleanno 28/05/1958

Informazioni sul profilo

  • Sesso
    Maschile
  • Interessi
    Fumetti, storia

Io e Tex

  • N° 1° Tex che ho letto
    26
  • Pard preferito
    Kit Willer
  • Personaggio favorito
    Pat Max Ryan

Visitatori recenti sul profilo

L'opzione per mostrare i visitatori recenti del profilo attualmente è disabilitata.

  1. Carlo Monni

    I Soggetti di Tex da parte dei lettori del forum di Tex

    Due osservazioni: 1) Heaven è in Nevada non in Montana e quindi l'inseguimento sarà lunghetto. 2) ammesso che il tuo soggetto possa essere approvato, ne vedremmo la realizzazione dopo la storia del ritorno di Lena e Donna a cui forse Boselli sta già lavorando ed in cui io spero sarà finalmente rivelato ai due diretti interessati il segreto di Pulcinella più famoso della storia del fumetto italiano.
  2. Carlo Monni

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Ehi, non equivochiamo: è una mia supposizione anche se la ritengo fondata non un dato certo.
  3. Carlo Monni

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Esatto Problema tuo, io l'ho riconosciuto subito, tanto era ovvio. Resta il fatto che per altri non è così ma soprattutto non è così per il suo creatore Mauro Boselli per cui mettiti l'anima in pace e preparati a rivederlo ancora.
  4. Carlo Monni

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Hai considerato il fatto che chi ha creato il personaggio, che è poi l'autore di entrambe le storie in cui compare potrebbe non vederla come te?
  5. Carlo Monni

    [Texone N. 08] Il Soldato Comanche

    Una curiosità su questa storia che non ricordo se avevo già detto: questa storia era originariamente destinata alla serie regolare e fu dirottata sul Texone perché Magnus era in ritardo e non c'erano altri texoni pronti, approfittando del fatto che era la storia di esordio di Capitanio. Noterete, infatti, che la storia è di 219 pagine invece delle canoniche 224, ovvero doveva essere in due albi. Secondo il costume dell'epoca, infatti, l'ultima striscia di un albo la cui storia continuava nel successivo veniva tagliata per far posto all'annuncio del numero successivo ed assieme ad una striscia disegnata ad hoc andava a comporre la prima pagina dello stesso.
  6. Carlo Monni

    [696/699] L'ombra del Maestro

    L'unica polemica che faccio con te è che per ben due volte hai chiamato Byrnes col nome Buntline. Alla prossima correzione che ti faccio ti mando il conto, ti avverto. Ah, in confronto alla CEKA, NKVD, KGB che dir si voglia Byrnes era solo un modesto dilettante.
  7. Carlo Monni

    [696/699] L'ombra del Maestro

    Che durante gli ultimi anni di servizio di Byrnes fu Presidente della Commissione di Polizia, l'organo di supervisione della Polizia di New York che dagli inizi del Xx Secolo è stata sostituita da un Commissario unico. Capo dei Detectives., quello era il grado di Byrnes. Boselli ha commesso un errore nel definirlo tale, anche i grandi sbagliano a volte. Il resto è tutto corretto, compreso il fatto che il Quartier Generale era a Mulberry Street nei pressi dei famigerati Five Points. Il responsabile operativo del Dipartimento di Polizia di New York ha avuto diverse qualifiche nel tempo: Sovrintendente, Capo della Polizia, Ispettore Capo (fino agli anni 80). Attualmente si chiama Capo del Dipartimento ed è subordinato solo al Commissario (che tecnicamente non è un poliziotto). Per essere esatti Buntline dice che lo sospetta. Del resto è il contraltare di certi mezzi: per ottenere le confessioni: se sottoposti a pressioni eccessive, siano esse fisiche o psicologiche molti cedono e direbbero qualsiasi cosa. Lungi dall'essere la prova regina come diceva l'Inquisizione, la confessione è spesso la più inattendibile delle prove. Byrnes era corrotto? Non è affatto improbabile. Era irlandese ed era in una posizione di potere. Probabilmente ci era arrivato grazie alla raccomandazione di Tammany Hall, l'organizzazione che controllava il Partito Democratico in Città ed usava il suo potere per distriure favori in cambio di sostegno., che Byrnes ricambiasse chiudendo un occhio non è affatto improbabile e magari i soldi sequestrati nei raid sparivanelle tasche dei poliziotti invece di finire nel magazzino della Polizia. Quel tipo di corruzione insomma. Io no.
  8. Carlo Monni

    [Tex Willer N.001] Vivo o morto!

    Nemmeno io ti capisco Dix. Chi avesse seguito gli incontri di Lucca saprebbe che Boselli lo ha detto fin dall'inizio: le storie di Tex Willer saranno raccolte in volumi a colori con copertine realizzate da Corrado Carnevale e contenuti extra come nei DVD, interviste, lavori preparatori erc. distruiti nelle librerie. Si tratta, è ovvio, di un prodotto destinato ad un circuito e ad un pubblico diverso da quello delle edicole. Non è altro che una strategia commerciale che in Francia applicano da sessant'anni,e negli Stati Uniti da trentacinque e non vedo cosa ci sia di male se lo si fa anche qui. Non c'è obbligo di comprare i volumi se uno preferisce la versione da edicola e viceversa. La SBE si è accorta (finalmente, direi io) che esiste una fascia di acquirenti che snobba le edicole ed i loro prodotti ma preferisce il volume a colori e per me fa benissimo a cercare di accalappiare anche quello. Non mi sento assolutamente preso in giro.
  9. Carlo Monni

    [Texone N. 12] Gli Assassini

    Nessuno. Boydon si fingeva solo il segretario ma in realtà era lui il vero capo.
  10. Carlo Monni

    [Tex Willer N.001] Vivo o morto!

    Puoi ma io ti risponderò che è un problema tuo. Sì, ieri, di sfuggita nell'ufficio di Boselli. Ahimè no. Ci avessi solo provato Boselli mi avrebbe squarciato il petto,strappato il cuore e lo avrebbe dato in pasto ai cani. Ovviamente no. Sempre no. Sono 62.
  11. Carlo Monni

    [Tex Willer N.001] Vivo o morto!

    Posso confermarlo: le ho viste.
  12. Carlo Monni

    [Color Tex N. 14] L'apache bianco e altre storie

    Non ti vorrei deludere ma... non si vede nulla.
  13. Carlo Monni

    [573/574] Terre Maledette

    Ricordo che a suo tempo qualcuno su TWO criticò la scelta di Boselli che il duello finale fosse tra Bennett e Hank ma a mio parere è stato giusto così.
  14. Carlo Monni

    Tex - 70 anni di un Mito

    E invece niente del genere. L'azienda era solo di Sergio. Probabilmente è per questo che il vecchio GLB ha lasciato i diritti di Tex e forse anche di tutti gli altri personaggi che ha creato al solo Giorgio, per una sorta di equilibrio: il figlio maggiore aveva già un'azienda florida e e personalmente i diritti di Zagor e Mister No. Dare al minore i suoi diritti d'autore gli avrebbe dato modo di interloquire almeno sulla gestione di Tex.
  15. Carlo Monni

    Tex - 70 anni di un Mito

    Mai sentito parlare di liberi professionisti; gente tipo: avvocati, architetti, ingegneri, commercialisti etc? Io sono uno di loro e ti assicuro che esistono da molto molto tempo prima della tua nascita.. In una parola sola: no. Ci sono quelli che sono impiegati all'interno di una casa editrice come redattori ma come autori sono comunque freelance. Esistono autotri che lavorano in esclusiva per una casa editrice ma in quel caso con un contratto specifico con benefici specifici (tra cui in genere un compenso minimo garantito in cambio di un numero minimo di pagine al mese) ma nel campo della narrativa, tutti sono sostanzialmente freelance e tutti lavorano a casa propria. E difatti sono stipendiati che fanno quel lavoro di grafica e correzione ma se sono anche disegnatori disegnano fuori dalle ore di lavoro in redazione e sono trattati come freelance. Non è la stessa cosa. Non sempre umido e nemmeno malconcio. Ingombro di roba, questo sì. I giornalisti sono una categoria di lavoratori dell'editoria assolutamente unica.
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.