Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

Carlo Monni

Collaboratori
  • Content Count

    3,915
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    19

Everything posted by Carlo Monni

  1. Carlo Monni

    Miguel Angel Repetto

    A dire il vero il principale motivo per cui lo si trovava spesso sul Maxi era perché la sua velocità di realizzazione delle tavole lo rendeva particolarmente adatto per storie di 300 e passa pagine. Non è certo un caso se nel periodo 2002/2007 è stato uno dei disegnatori più presenti sulla serie regolare , con quattro storie) e nel 2002 è stato, caso più unico che raropresente sull'Almanacc,o la serie regolare ed il Maxi. A conti fatti, considerato il suo periodo di massima attività e che il Maxi del 2005 era in realtà stato disegnato nel 1998, Repetto è stato più sulla serie regolare che sul Maxi. Tanto per dire che a volte le percezioni possono essere fuorvianti.
  2. Carlo Monni

    Galleria Di Bruno Brindisi

    Brindisi è stato a lungo uno dei disegnatori di punta di Dylan Dog assieme a Stato e Freghieri. Per Tex ha disegnato solo occasionalmente, come ospite diciamo . Solo da ora è diventato fisso nello staff.
  3. Carlo Monni

    [701/702] La regina dei vampiri

    E perché? Mica i Maxi si svolgono in un universo parallelo.
  4. Carlo Monni

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Ha già scritto quattro storie che sono già state pubblicate e ne sta scrivendo (o ha già scritto) almeno altre due Mi pare che sia una buona risposta Non faresti queste domande se leggessi il topic delle storie in lavorazione. E pensare che Ymalpas ed io ci sbattiamo per scriverci qualcosa.
  5. Carlo Monni

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Vuoi una copia del contratto?
  6. Carlo Monni

    [Magazine 2019] Raccolto insanguinato - Yukon Race

    E comunque non conoscevi Rauch? Vorresti dire che non hai mai letto la sua storia di esordio, "Il Mescalero senza volto" disegnata da Bocci ed apparsa sul Color Tex n.10 del novembre 2016 o, peggio ancora, lo hai dimenticato? Ahi ahi ahi!
  7. Carlo Monni

    [Magazine 2019] Raccolto insanguinato - Yukon Race

    Se ogni tanto leggessi il topic delle storie in lavorazione sapresti che Rauch sta scrivendo/ha scritto: una storia in due albi per la serie regolare per i disegni di Giuseppe Prisco, un Maxi per Scascitelli, due storie di almeno tre albi di Tex Willer rispettivamente per Mario Atzori e Giuseppe Candita. Forse questo risponde alla tua domanda.
  8. Carlo Monni

    [701/702] La regina dei vampiri

    Non Manfredi. Lui Tex lo legge oggi come in passato. All'inizio della sua collaborazione con la Bonelli più o meno 27 anni fa, fece una clamorosa gaffe proprio commentando una storia uscita in quel periodo.. C'è stato invece un autore, il cui nome taccio (ma che chi ha letto un intervento di Borden di poco tempo fa sa di chi parlo e gli altri potranno indovinare) e che ha scritto due storie di Tex che io reputo molto belle l'ultima delle quali pubblicata all'inizio del 1995, presentando recentemente un soggetto su un tema già trattato ha candidamente ammesso di non leggere più Tex da allora. In ogni caso, per come la vedo io, non è perché una cosa la si è fatta in un certo modo 65 anni fa, bisogna rifarla sempre in quelmmodo. Non è una questione di conoscenza di Tex ma di scelte narrative. Io conosco benissimo la sequenza a cui ti riferisci ma non per questo avrei adottato quella soluzione avessi scritto io quella sequenza, anche perché le due situazioni sono anche diverse. Kit e Nahua dovevano essere abbandonati agli avvoltoi mentre Patricia doveva essere squartata e smembrata. Permettimi di osservare che in questo caso dei vestiti di qualunque tipo sono d'impaccio.
  9. Carlo Monni

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    E qualcuno avrebbe detto che era una coincidenza troppo stiracchiata.
  10. Carlo Monni

    [701/702] La regina dei vampiri

    Manfredi scrive relativamente poco per Tex perché ha anche altri impegni che lo assorbonoma per quanto ne so non ha nessuna intenzione di smettere. Lo aveva pensato per un po' ma alla fine ha cambiato idea. Per fortuna, dico io. Siamo in totale dissenso. Io, in grado diverso, le ho apprezzate praticamente tutte E qui siamo d'accordo. Non ha molto senso che in quel contesto Eztli ed i suoi fanatici dopo averla spogliata per il rito sacrificale mettano a Patricia qualcosa che le copra le cosiddette parti intime. Capisco che Boselli in veste di curatore e magari lo stesso Manfredi in sceneggiatura abbiano avuto paura a far vedere un nudo femminile su Tex ma quella specie di reggiseno e perizoma sembrano davvero incongrui. Esistono trucchi grafici che avrebbero permesso di non mostrare comunque nulla, perché non usarlo? A volte il timore di certi bacchettoni, che pure, ahimè, esistono, è davvero eccessivo
  11. Carlo Monni

    [701/702] La regina dei vampiri

    E chi ha mai detto che sarà l'ultima? Io la vedo in maniera opposta.
  12. Carlo Monni

    [701/702] La regina dei vampiri

    Non è l'ultima storia di Manfredi, ne sta scrivendo un'altra, anch'essa dello stesso genere "oscuro". Non ipotechiamo il futuro, quindi.
  13. Carlo Monni

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Come si dice in questi casi, contento tu. Quando inevitabilmente una storia del Maxi sarà citata o richiamata nella serie regolare non lamentarti. Quanto a Cossu, per quanto non mi entusiasmi riesco a digerirlo, per usare la tua terminologia, piuttosto facilmente. Vedo anche che c'è gente a cui piace senza riserve, il che dimostra quanto variegati siano i gusti.
  14. Carlo Monni

    [701/702] La regina dei vampiri

    Chi non ha dubbi, commette più errori ma alla fine bisogna anche fidarsi del proprio giudizio.
  15. Carlo Monni

    [Maxi Tex N. 24] Il cavallo di ferro

    Lascia perdere. Zagrosky è una causa persa. Io non comprerei mai qualcosa che non leggerei solo per completismo, quel genere di completismo semplicemente non mi appartiene. Quando seguo un personaggio, l'ho già detto, io compro tutto quello che di inedito esce su di lui ed una volta comprato lo leggo. Nel caso in specie, non nascondo che Cossu non è tra i miei disegnatori preferiti ma questo non mi hacerto fermato dal leggere e godermi le storie di questo Maxi che magari non saranno memorabili ma sono comunque piacevoli. Nella seconda in particolare mi è piaciuta la variazione originale su un tema decisamente classico. P.S. A Cartoomics Borden aveva detto che chi conosceva la canzone "La locomotiva" di Guccini avrebbe indovinato la trama de "Il cavallo di ferro". Aveva ragione.
  16. Carlo Monni

    [701/702] La regina dei vampiri

    Dal vocabolario Teccani: "furgóne s. m. [dal fr. fourgon, di etimo incerto]. – Veicolo interamente coperto, usato per il trasporto di merci, bagagli, [...] ecc. Oggi è termine comunem. usato per indicare l’autofurgone" E ancora: "Veicolo coperto o completamente chiuso per il trasporto di merci o persone. In passato, veicolo a quattro ruote e a trazione animale, lungo e coperto" Quindi, sì, si usava anche nell'Ottocento, contenti?
  17. Siamo tutti pazienti, tranquillo .
  18. Carlo Monni

    [Romanzi A Fumetti 07] Giustizia a Corpus Christi

    Ed anche nel precedente Romanzo a Fumetti: "Il Vendicatore". Chi ha letto "La legge del deserto" sa anche che
  19. Carlo Monni

    [Tex Willer N. 5 / 6 / 7 / 8 / 9] I due disertori

    Non dare mai nulla per scontato quando c'è di mezzo la distribuzione. L'ho imparato dal mio edicolante.
  20. Carlo Monni

    [Tex Willer N. 5 / 6 / 7 / 8 / 9] I due disertori

    Scrivere e supervisionare. 62 pagine i più al mese era il suo limite per entrambe le funzioni.
  21. Carlo Monni

    [Romanzi A Fumetti 09] L'uomo dalle pistole d'oro

    Letto ed apprezzato.
  22. Carlo Monni

    [701/702] La regina dei vampiri

    Il tema "politico" in questione è perfettamente organico a Tex, come direbbero gli intellettuali di una certa Sinistra. Scherzi a parte, quante volte, anche nelle storie di GLB abbiamo sentito prese di posizione simili riguardo il rispetto delle culture dei popoli? Tex è sempre stata una serie politica nel senso più alto del termine e non della partigianeria di partito. I due Bonelli non hanno mai avuto paura di affrontare temi importanti come il razzismo, le disuguaglianze e simili. Oltre che dalla mia famiglia, il rispetto di certi valori l'ho imparato proprio qui.
  23. Carlo Monni

    [701/702] La regina dei vampiri

    Perché è sempre possibile per chiunque ritornare sulle prprie decisioni?
  24. Carlo Monni

    [Romanzi A Fumetti 09] L'uomo dalle pistole d'oro

    I Texas Rangers furono sciolti per la prima volta nel 1848 dopola fine della guerra con il Messico sostituiti nel ruolo di difesa delle frontiere dall'Esercito americano. Furono ricostituiti nel 1857 e di nuovo sciolti con la Guerra Civile ed infine ricostituiti nel 1874. Attualmente hanno la funzione di Polizia di Stato del Texas con giurisdizione sui crimini di maggiore importanza e comunque di raggio non esclusivamente locale.
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.