Jump to content
TWF MAGAZINE N°19 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum

paco ordonez

Ranchero
  • Content Count

    4,856
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    12

paco ordonez last won the day on January 17

paco ordonez had the most liked content!

Community Reputation

108 Incredible

2 Followers

About paco ordonez

  • Rank
    Utente emerito del TWF
  • Birthday 11/02/1987

Profile Information

  • Gender
    Maschile

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    700
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    tiger

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Diciamo anche - come ripeto da anni, ormai sembrerò fissato - che le copertine di Villa vengono stuprate ogni mese da una verniciatura al computer che le impoverisce drasticamente. Un confronto con le versioni colorate da lui e le copertine che mandano in edicola è impressionante: basti vedere anche solo la copertina dell'albo di questo mese. Fortunatamente la copertina del Texone la lasciano coi colori dati dal disegnatore: ve la immaginate sottoposta alla solita ricoloritura delle copertine del mensile?
  2. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Resto sempre sbigottito da come molti lettori texiani riescano a dar soldi alla Bonelli per qualsiasi pataccata porti il marchio "Tex": per dire, non riesco a capacitarmi del successo dalla ristampa attuale di Repubblica, che ripropone storie viste e riviste con le stesse verniciate orrende della CSAC e copertine riciclate. Come ottenere il massimo risultato economico col minimo sforzo! Comunque finalmente esce questo Texone, sono ovviamente molto curioso di leggerlo! ps. la copertina è splendida, molto più bella di quella delle varie edizioni extra lusso!
  3. paco ordonez

    [Color Tex N. 16] Teton Pass e altre storie

    Sono anni che non acquisto più i Color con storie brevi - lo ammetto - perché cominciavo a trovarli sempre più superflui, una spesa da tagliare senza rimorsi. Anche quest'ultimo, avuto in regalo, non smentisce questa considerazione; a lettura finita, ho avuto la solita impressione di trovarmi di fronte a due tipi di storie: 1) storielle inutili; 2) storie con buoni spunti ma castrate dall'esiguità delle 32 pagine. Nella prima categoria ci va "Attenti al lupo", la cui mancanza di dialoghi non mi è parsa scelta né originale né poetica; una storiella insipida che davvero non mi ha lasciato nulla, se non la voglia di rivedere su Tex la Mandanici, molto brava. Idem per "Una trappola per Kit", che si risolve in poche pagine con un massacro stile Rambo; unica nota positiva i disegni di Della Monica, che da anni vorrei rivedere su Tex in pianta stabile. La migliore storia dell'albo è certamente quella di Boselli, anche se l'eccessiva brevità l'ha penalizzata (ad esempio la "love story" tra Carson e la vedova sembra ben poco preparata, ma buttata lì all'improvviso per via delle poche pagine); Font è sempre un bel disegnatore, ma la vecchiaia temo cominci a farsi sentire. Le altre storie onestamente mi annoio anche a commentarle, dico solo che i disegni mi sono sembrati tutt'altro che esaltanti (e, ci tengo a precisare, Trevisan e Mayo li stimo molto; di quest'ultimo non ho letto il Texone). Insomma, in conclusione, i Color brevi mi sembrano l'esempio migliore di quanto la bulimica sovrapproduzione di speciali degli ultimi anni stia portando a pubblicazioni molto spesso inutili, spese - come dicevo all'inizio - da tagliare senza traumi. Peccato solo che in alcuni casi ci siano bei soggetti sprecati.
  4. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Ok Carlo, la Sbe non costringe nessuno a compare, ovviamente. Però, se permetti, un sentore di speculazione su questo albo mi sembra innegabile (e le continue pubblicazioni blu rosse e così via a mio avviso lo confermano), nonché di "tradimento" a tanti fedeli lettori. Ora, anche di questo potrei fregarmene perché sì, la Sbe è un'azienda e deve pensare ai guadagni e così via: però permettimi, da persona che è cresciuta coi fumetti di Sergio Bonelli e col suo modo di approcciarsi al lettore, di sentirmi amareggiato per quella che mi pare una svolta evidente che rende sempre meno riconoscibile questo editore, almeno ai miei occhi.
  5. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Io non ho mai detto mezza parola contro questo cartonato, non avendolo mai visto. Peraltro non dubito che sia un volume ottimo. Non ti voglio accusare di aziendalismo, altrimenti te lo avrei detto chiaramente (come ho già fatto in passato) ma se tu riduci la polemica su questo albo al "nessuno obbliga a comprare" allora mi sento in dovere di precisare i termini
  6. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Parliamo del fatto che la Bonelli, per rispetto di tutti i fedeli lettori che da anni attendono questa storia, avrebbe potuto pubblicare in contemporanea il Texone classico, come anche Boselli - che ha anche il pregio di non arrampicarsi sugli specchi per mero aziendalismo - avrebbe voluto (ricordi la sua risposta alla mia domanda esplicita?). Ma appunto, questa Bonelli con Sergio Bonelli c'entra sempre meno.
  7. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    La risposta data dai gestori della pagina di Tex per me è tristissima non solo in sé, ma anche perché dimostra che, anche a livello comunicativo e di relazione coi lettori, la Bonelli attuale non c'entra quasi più niente con Sergio Bonelli. Temo che gli attuali dirigenti della casa editrice, frettolosi di "superare" Sergio alla ricerca di nuove fette di mercato, si stiano affidando a fenomeni del web che con quello che era lo "stile Bonelli" non c'entrano niente: insomma, la risposta arrogante che hanno dato somiglia molto al modo da "bulletto" di relazionarsi di Recchioni, su cui la Bonelli mi pare stia puntando molto, troppo. Mi chiedo cosa resterà di questa casa editrice - e di Tex - quando la generazione di Boselli, cresciuta a fianco di Sergio Bonelli, verrà sostituita.
  8. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    https://www.sergiobonelli.it/home/2019/12/16/news/il-texone-si-fa-blu-1007515/ Ed ecco l'edizione blu. La Bonelli continua a lucrare su questo albo. Sarebbe bastato pubblicare in contemporanea il Texone "normale" per fare una figura migliore: peccato che Boselli non lo abbiano ascoltato.
  9. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Tustigmatizzavi un'abitudine che tu hai deciso essere di qualcuno che non conosci. E con questo chiudo.
  10. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Ti ringrazio per la lezione, al solito non richiesta, sulla storia del fumetto, su un tema peraltro su cui abbiamo già discusso altre volte. Resto dell'idea (me lo permetterai, vero? Posso?) che l'albo di Dylan Dog di cui stiamo parlando sia una baracconata sensazionalistica, esempio esemplare del vuoto cosmico dei fumetti di Recchioni (aggiungo di aver letto ieri l'ultimo fumetto di Feltrinelli, quello sul mostra a Roma, una delle robe più vuote e inutili che ho letto negli ultimi anni). Quindi, al netto dei bei team up tra Dylan Dog e Martin Mystere (bello soprattutto il secondo, ma era scritto da Sclavi, mica dai Recchioni di oggi!), mi auguro che idiozie tipo "Tex incontra Dylan Dog" ci vengano risparmiate. Su "Tex incontra Zagor" non voglio essere netto per rispetto a Boselli, ma incrocio comunque le dita.
  11. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    A proposito di Dylan Dog vado un attimo off topic (neanche troppo, però): nella copertina dell'albo in cui Dylan si sposa con Groucho (roba che, da pagine che ho letto in rete, va dal ridicolo all'imbarazzante), ci sono diversi personaggi Bonelli. Purtroppo c'è anche Tex. Vorrei quindi capire: alla luce della marvelizzazione della Bonelli, dobbiamo prepararci ad americanate del tipo "Tex e Dylan Dog" o possiamo stare tranquilli?
  12. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Che dire? Ringrazio Boselli per la risposta e per quello che ha detto. Certo, la sensazione amara che chi gestisce oggi la Sergio Bonelli Editore non c'entri nulla (o quasi nulla) con Sergio Bonelli viene confermata. Peccato davvero.
  13. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Borden, scusa la domanda scorretta, ma dietro la scelta di posticipare l'uscita del Texone canonico a febbraio c'è anche la tua volontà, o si tratta di una scelta di marketing dei piani alti?
  14. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    Sull'uscita di un Texone anche a giugno io sarei abbastanza sicuro, perché non credo che alla Bonelli si siano rimbecilliti al punto da tradire una tradizione estiva a cui i lettori sono abituati da decenni. Piuttosto, vedo che la collana dei cartonati speciali a colori naviga a vista, tra inutili ristampe delle ristampe (ridicola la riproposizione tappabuchi di "A sud di Nogales") e slittamenti delle uscite - non che me ne freghi molto, sinceramente, dato che i volumi di questa collana, se e quando li trovo, li prendo usati nelle bancarelle.
  15. paco ordonez

    [Texone N. 35] Tex l'inesorabile

    I disegni nascono, e dunque sono pensati, per il bianco e nero: mi sembra ovvio che vanno lasciati così. Le pagine in anteprima a mio avviso sono spettacolari, ma ammetto che questo giochetto di uscite lussuose col Texone canonico rimandato a febbraio, insomma questo sciacallaggio della Bonelli sull'albo più atteso dai lettori, un po' mi ha raffreddato l'entusiasmo.
×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.