Jump to content
TWF - Tex Willer Forum

paco ordonez

Ranchero
  • Content Count

    4,175
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    15

paco ordonez last won the day on November 23 2020

paco ordonez had the most liked content!

Community Reputation

137 Incredible

3 Followers

About paco ordonez

  • Rank
    Utente emerito del TWF
  • Birthday 11/02/1987

Profile Information

  • Gender
    Maschile

Me and Tex

  • Number of the first Tex I've read
    700
  • Favorite Pard
    Tex
  • Favorite character
    tiger

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Per me il problema è proprio a monte: e cioè che, a causa dei troppi speciali e serie alternative, si dia per ovvia la perdita di centralità di quella che invece, almeno per me, resta la serie principale di Tex. E' proprio questa presunta ovvietà che io, con tutto il rispetto, reputo assurda (ma forse è una colpevole percezione mia, che sono cresciuto con le lettere in cui Sergio Bonelli spiegava i motivi per cui non potevano uscire due Texoni all'anno e quant'altri speciali). E nulla mi toglie dalla testa che, senza questa necessità di fare storie su storie, un autore francamente bollito
  2. Scusa Borden, fammi capire. Ymalpas ha detto "le storie migliori finiscono quasi tutte sugli speciali", e tu è proprio a questa considerazione che rispondi "è inevitabile"? No, perché io da questa risposta capisco che la serie regolare non è più la serie "più importante", quella principale.
  3. Niente, hai deciso di mettermi in bocca parole che non ho detto! Io ho parlato dei disegni: per me - ripeto - quei disegni non valgono minimamente una spesa di 8 euro (o quanti sono). A ciò aggiungici che una delle due storie è di Nizzi (del Nizzi bollito attuale, intendo, non del grande Nizzi della fascia 300-400), e la decisione di non comprare l'albo diventa - per me - definitiva. Poi certo, magari la storia di Nizzi sarà un capolavoro, ma francamente ne dubito fortemente: in ogni caso non mi va di rischiare 8 euro (o quanti sono) per questa (per me remotissima) possibilità.
  4. Certo, infatti mica penso che il mio non acquistare migliori automaticamente la qualità. Dico però che quantomeno mi risparmio i soldi Per dire: spendere 8 euro (o quanti sono) per il nuovo Maxi mi sembra una follia già solo a guardare i disegni in anteprima. Ma io non ho fatto nessuna equazione. Dico solo che mi pare che ci sia una quantità di uscite di qualità generalmente mediocre che io ho smesso di comprare. E penso, questo sì, che forse con meno uscite si potrebbe aumentare la qualità generale delle storie: non ci sarebbe bisogno, ad esempio, di arruolare un disegnatore come To
  5. Del tutto d'accordo, tanto è vero che personalmente ho tagliato tutti gli speciali tranne i Texoni e poche altre uscite selezionate.
  6. E infatti io - e lo rivendico sempre - sono un lettore e ragiono da lettore. I buoni motivi di cui parlate sono tutti dell'editore, non i miei di lettore. Insomma, sto dicendo che non capisco per quale motivo voi, semplici lettori, adottiate i buoni motivi dell'editore come se fossero anche i vostri
  7. Anche a me questa sembra un'ottima ragione, certo, ma ottima solo dal punto di vista economico e dell'editore. Per me, lettore e acquirente, non c'è nessun buon motivo per mandare in edicola un'abboffata di titoli di qualità spesso non più che modesta.
  8. Ma io non ho fatto nessun paragone con Ticci. Dicevo che alcune vignette delle varie anteprime mi sembrano ricalcate su quelle di Ticci (e magari di qualche altro, anche).
  9. Non posso giudicare i disegni di Candita, non avendo ancora letto la storia, ma dalle anteprime sul sito SBE mi sembra che alcune vignette con Tex e Carson siano spesso ricalcate sul solito Ticci (e magari qualche altro). E' un'impressione relativa solo a poche vignette o è una costante della storia?
  10. Personalmente non leggo "Tex Willer" (serie della cui assoluta qualità non dubito): per questioni di tempo, spazio e soldi. E anche perché, nella mia percezione personale, non è "Tex", la serie che seguo da quando ero piccolo e l'unica davvero "obbligatoria" da seguire. Mi rendo conto che è un'idea per cui mi criticherete, ma per me "Tex Willer" è alla stregua di un Texone, di un Color, di una qualsiasi uscita speciale. Tutto questo per dire che non vorrei che la serie "madre", quella che tira avanti la baracca da decenni, perda centralità nei piani della SBE e anche dello stesso Boselli
  11. Dopo tanto tempo torno con piacere a leggere una storia inedita “in contemporanea” e a commentarla sul forum: questa di Ruju e Biglia, leggendo le varie anteprime, non volevo attendere troppo per leggerla e, devo dire, le mie attese per ora sono state pienamente soddisfatte! Personalmente ho da sempre un debole per Ruju, considero dei piccoli capolavori storie come “Un ranger per nemico” o “Le catene della colpa”, quindi ero davvero curioso di vederlo nuovamente coi quattro pards in una storia-fiume come questa. Ebbene, leggendo le pagine dei due albi finora usciti, mi sembra di star assi
  12. Personalmente partivo abbastanza prevenuto su questa storia, perché la trama mi sembrava più una roba da soap opera che da western. E invece Rauch mi ha sorpreso davvero! Non siamo certo di fronte a un capolavoro, ma ad una bella e solida storia di Tex sicuramente, dove lo sceneggiatore conferma quanto di buono mostrato nel suo (ottimo) esordio sulla serie regolare. In particolare, i Tex e Carson di questa storia sono perfettamente centrati, anche per quel che riguarda l'aspetto dei dialoghi - in cui Rauch mi ha ricordato il primo Nizzi. Insomma, una bella storia, con un cattivo carogna
  13. Posso dire che, pur con tutta la fiducia in Rauch, né il titolo né la copertina, con amanti e dolci abbracci al chiaro di luna, mi lasciano pensare ad una storia esaltante? Sicuramente sbaglierò e la storia sarà molto bella ma boh, anche il riferimento nientemeno che al "marito vendicativo" mi sa più di soap opera o di western "rosa" che di classica storia texiana. Mi auguro ci sia altro oltre a una storia di corna, insomma.
  14. Diablero, evita però di metterti a piagnucolare, dato che sei il maestro dei toni perentori e provocatori. E poi anche io ho l'impressione, come Valerio, che pensando a Nizzi non dormi la notte (e infatti riecco il solito pistolotto chilometrico contro Nizzi).
  15. Siamo certi che il fatto che uno conosca Tex da sempre come lettore lo renda automaticamente un buon scrittore di Tex? Io non lo credo affatto, tanto che, mentre Nizzi è stato uno dei più grandi autori di Tex, gente tipo gli espertoni di Ubc, coi loro soggetti alternative e le critiche pretestuose (anche a Boselli negli ultimi tempi) non sono andati più oltre la parte dei "critici" da operetta.
×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.