Gatecrasher

Cowboy
  • Contatore Interventi Texiani

    101
  • Iscritto

  • Ultima attività

  1. Anteprima Copertine

    Inalberato. Ho solo evidenziato come le tue considerazioni, espresse con grande sicumera, non sono suffragate da alcuna competenza in materia. Che Tex non sia un personaggio verosimile non lo dico io, lo 'dice' Tex. Diversamente, sarebbe schiattato 600 numeri fa. Ma non è nemmeno questo il punto. Manuela, non contesto il fatto che si possa esprimere un giudizio. Contesto il modus, sono cose diverse. Leggere alcuni fenomeni con ZERO competenza in disegno indicare con grande prosopopea a Claudio Villa come dovrebbe e non dovrebbe disegnare è grottesco e ridicolo secondo me. Questo è diverso dall'esprimere un giudizio - monsieur Lapalisse perdonami - come tutti hanno il diritto di fare.
  2. Anteprima Copertine

    Qualche volta eccede. E' questa sicumera che francamente trovo grottesca. Dire a Villa cosa dovrebbe e cosa non dovrebbe fare. Quali competenze hai, di grazia? Studi disegno, storia dell'arte? Le tue considerazioni circa la visione muscolare di Tex, più che legittime su un piano generale, non sono pertinenti. Non è quello il punto. Tex non deve essere anatomicamente perfetto, non si tratta di un fumetto 'verosimile'. Di più: se esprimi una considerazione tecnica, dovresti avere le competenze per suffragarla. Con argomentazioni pertinenti, non con mi piace e non mi piace.
  3. Anteprima Copertine

    La mia era una domanda retorica. Certo che si può dare un giudizio. Tutti vogliono dare un giudizio, anche quando non ne hanno le competenze, è la cifra dei nostri tempi. Il post di Ymalpas è un ottimo esempio di parole a caso in libertà. Quando si entra nel tecnico, bisogna avere le competenze per farlo. Molti appunti che leggo nei confronti di Villa sono ridicoli.
  4. Anteprima Copertine

    Che voi sappiate ymalpas insegna disegno?
  5. Anteprima Copertine

    Insegni disegno?
  6. Anteprima Copertine

    Di quale gruppo si tratta, se si può dire?
  7. Commenti Alle Anteprime

    Quindi questo confermerebbe il trend di vedere il Maxi come contenitore di due storie... Io davvero non capisco più il senso di questa collana, se non quello di trovare uno spazio per Diso. Il senso sta nel fatto che la collana vende bene, si ripaga ampiamente e produce utili. Non chiedermi il motivo, sarà l'effetto placebo di avere un albo in formato Bonelli ma dalla mole di un balenottero, non lo so. In Bonelli devono aver pensato "perché dannarsi l'anima ed offrire un Maxi degno di tale nome quando col minimo sforzo possiamo far lavorare Diso ed allo stesso tempo sfruttare gli sceneggiatori che non sappiamo come collocare?". La testata non segue un filo, non c'è un lavoro di redazione e/o cura editoriale - come il Maxi Old Boy, a prescindere dalla resa finale - ed è evidente che l'unico canovaccio al quale aggrapparsi sia quello dell' "a caso". Del resto, finché tanti gonzi (tra i quali il sottoscritto) acquistano, hanno ragione loro. Bene in ogni caso la scelta di tornare alle due storie per volume, senza l'obbligo del mega malloppone che pochi sceneggiatori sono in grado di affrontare.
  8. Le grandi storie Tex

    Oh, tutto quello che ti pare... Ma 8 per un volume che costa 13 euro? Dai. L'ho preso anch'io e non sarà l'unico, ma la copertina cartonata non giustifica quel prezzo.
  9. Le grandi storie Tex

    Colorado Belle secondo me ci sta benissimo. E' una delle migliori storie del 'tardo Boselli' e di tutta la fascia post 500. Una selezione di 30 storie (anche se alla fine non saranno solo 30) non può essere esaustiva per un personaggio come Tex. Foliazione variabile? Spezzare le storie non sarebbe una gran mossa. Santana, sottovaluti i collezionisti.
  10. Dopo Il 700

    Se posso, un auspicio legato al numero 700: perché non pensare, oltre ai colori, ad un albo con un numero maggiore di pagine? Magari 160, come il color estivo. Od anche 130. La ricorrenza giustificherebbe l'aumento della foliazione, e magari finalmente avremmo un centenario da ricordare.
  11. Commenti Alle Anteprime

    Senza dubbio i volumi pubblicati da Repubblica hanno influito. Individuare un target preciso invece è più difficile, in primis per l'editore. Leggo centinaia di persone che nella pagina ufficiale di facebook chiedono continuamente il colore e si rammaricano quando vedono che gli albi sono in bianco e nero. E molti di questi sono tutt'altro che giovanissimi. Quasi tutti si disinteressano del fatto che la qualità dei medesimi - vedi color tex estivo - sia quantomeno discutibile, per non usare termini più forti. Quindi, in base a quello che vedo e che sento parlando in giro, la richiesta c'è ed è anche forte. Chissenefrega poi se un Ticci a colori perde metà del suo fascino. Quanto alla proliferazione degli speciali, sarò sintetico: non mi piace. Mi contraddico, perché poi sono il primo ad acquistarli, ma alla lunga questo porta inevitabilmente ad uno scadimento della qualità. E' molto molto difficile che avvenga il contrario. Tex fino a pochi anni fa si distingueva per l'oculatezza delle uscite: oltre alla regolare, avevamo almanacco, speciale e maxi. Adesso si è presa la china opposta. Ho molte perplessità. Va bene concepire nuove collane, ma non sarebbe il caso di dedicarsi con maggiore cura a quelle già esistenti? Per dire: perché il Maxi deve diventare la discarica dove pubblicare scarti e storie poco convincenti? Forse perché vende bene lo stesso (non ho i dati di vendita ma so che sono soddisfacenti) e quindi non vale la pena impegnarsi un po' di più?
  12. Commenti Alle Anteprime

    Non ricordo se Segura conoscesse o meno Tex, ma qualche giorno fa ho riletto L'Oro del Sud e mi è sembrata una perfetta storia di Tex, altro che "non Tex". Poteva stare - e avrebbe ben figurato - benissimo sulla serie regolare, a dispetto di quanto asseriva Sergio Bonelli.
  13. Anteprima Copertine

    Capisco benissimo il discorso di Boselli in merito alle copertine della serie regolare, e lo condivido anche. Se non altro per una questione di omogeneità. Mi sfugge invece la ritrosia nei confronti del color. Cambiare il font della scritta no eh? In questo caso l'omogeneità viene meno. E' solo un discorso di buon senso, e, soprattutto, buon gusto. Perché rimane così? A voi piace? Non lo trovate oscenamente anacronistico?
  14. [Romanzi A Fumetti 01] L'eroe E La Leggenda

    Mi sembra un ragionamento ottuso, perlomeno partendo dal mio punto di vista: ovvero quello di chi prende (e dà) i voti col beneficio d'inventario. Se la storia ti è piaciuta, il voto di conseguenza non può che essere positivo. Al limite, lo rivedrai l'anno prossimo. Poi che sia 7, 8 o 9 ha un'importanza molto relativa.
  15. [Romanzi A Fumetti 01] L'eroe E La Leggenda

    Beh, in base al tuo gradimento magari?