Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum

West10

Collaboratori
  • Contatore Interventi Texiani

    2950
  • Iscritto

  • Ultima attività

Reputazione nella comunità

34 Buona

2 seguaci

Info su West10

  • Rango
    Utente emerito del TWF
  • Compleanno 29/05/1965

Visitatori recenti sul profilo

L'opzione per mostrare i visitatori recenti del profilo attualmente è disabilitata.

  1. West10

    TWF Magazine 17

    Siamo sulla pagina FB di Moreno Burattini e anche, ovviamente, di Pasquale Ruju, Luca Pozza e Oscar Celestini.
  2. West10

    TWF Magazine 17

    Siamo sul sito della SBE, http://www.sergiobonelli.it/notizie-flash/2018/06/18/news/online-il-tex-willer-magazine-n-17-1003056/ Ringrazio Mauro Boselli, Giovanni Boninsegni, Luca Del Savio, Adriano Barone e Giorgio Giusfredi. P.S. Dovremmo essere anche, o lo saremo presto non ho controllato, sulla pagina FB ufficiale di Terx Ho controllato, siamo sulla pagina fb ufficiale della SBE
  3. West10

    Che cosa può offrire Tex ai giovani?

    Mauro è inutile che predichi al vento, tanto chi non vuol capire ed è convinto di avere la chiave per risolvere tutti i problemi continuerà imperterrito per la sua strada pensando che siano gli altri a sbagliare. Magari prima di parlare dovrebbero informarsi in giro sulle cifre delle vendite in digitali. Alcuni esempi tanto per citare fatti concreti. Sono abbonato ad Autosprint, unico settimanale in Italia che si occupa di automobilismo sportivo. Dai fantastici anni settanta in cui il settimanale vendeva oltre duecentomila copie siamo scesi abbondantemente sotto i cinquantamila, ci sono anche gli abbonati all'edizione cartacea, poche migliaia, e a quella digitale, lanciata in pompa magna alcuni anni fa e... presto scomparsa dai radar. Pochi si abbonano a qualcosa che possono comunque trovare sul sito anche se con qualche giorni di ritardo. Morale della favola o hai voglia di leggerlo su carta oppure su digitale passa il concetto che lo vuoi gratis. Sono abbonato anche, ormai per affetto lo leggevo dalle elementari, al giornalino dei missionari comboniani con tanti bei fumetti tra cui, una volta, un certo Gigitex. Negli anni settanta stava sopra i settantamila abbonati. Viene venduto solo per corrispondenza. Attualmente è sotto i ventimila. Hanno lanciato due anni fa l'edizione digitale con abbonamento solo al digitale o misto cartaceo più digitale, mesi fa mi è arrivata una comunicazione che chi si abbonava al cartaceo aveva diritto anche al digitale... per la serie che visto che non ne vendevano di digitale provavano a usarlo come benefits. I vari corriere della sera, repubblica ecc. guadagnano qualcosa con la pubblicità sul sito mica con le vendite degli abbonamenti digitali che continuano a proporti a prezzi stracciati e nessuno se li fila.
  4. West10

    8 - Tex Willer Magazine

    Lo leggerete sotto l'ombrellone
  5. West10

    Il volto di... Tex!

    Magari fallo decidere ad ognuno di noi se Galep sta sempre al primo posto, ad esempio per me le cose non stanno affatto così...
  6. West10

    Tex 3D

    Non c'è bisogno di arrivare a 50 euro per fare un prodotto apprezzabile...
  7. West10

    Tex 3D

    No l'ho vista dal vivo, solo qui. Mi hanno confermato che sono di plastica e facendo un paragone con i soldatini di piombo napoleonici fatti dalla Del Prado alcuni anni or sono mi sembra che si poteva fare molto meglio per quel prezzo.
  8. West10

    [688/689] Il messaggero cinese

    La mia era solo una battuta su monti e Monti Per il resto Tex è un fumetto e basta, anche se ognuno di destra e di sinistra cerca di portarlo dalla sua parte.
  9. West10

    [688/689] Il messaggero cinese

    No i Monti no! che poi si porta dietro la Fornero e fra un pianto e l'altro trovano il modo di ritassare nuovamente i buoni fruttiferi dei bambini e aumentare di altri 10 anni l'età pensionabile.
  10. West10

    Quanto Sono Veloci I Disegnatori Di Tex ?

    Per quanto mi riguarda, assolutamente no!
  11. West10

    La serie regolare è alla canna del gas?

    Simone Airoldi, che da poco più di un anno affianca Davide Bonelli nel ruolo di direttore generale.
  12. West10

    Quanto Sono Veloci I Disegnatori Di Tex ?

    Ma che razza di risposta è? Guarda già ti avevo detto che ti avevo dato tutte le spiegazioni possibili se volevi capire e che non sarei andato oltre ma dopo questa tua risposta a Carlo penso proprio che sia inutile continuare a parlare con te, se hai deciso di scrivere risposte a caso tanto per far perdere tempo a chi ti sta a sentire non starò certo a seguirti ulteriormente.
  13. West10

    Quanto Sono Veloci I Disegnatori Di Tex ?

    Boh Letizia, ti confesso che ho difficoltà a seguirti... con quanto appena scritto che vuoi affermare riguardo alla velocità dei disegnatori? E comunque ti faccio presente che sei quantomeno poco attenta, da anni Boselli va scrivendo su questo forum continuamente, e ormai chi lo frequenta lo sa benissimo, che lui non consegna mai tutta la sceneggiatura perché scrive sempre poche pagine alla volta in modo da tenere impegnato il disegnatore per un numero tot di tavole, dipende anche dalla velocità del disegnatore, perché lui porta avanti fra Tex e Dampyr, e fino a poco tempo fa anche Zagor, più di 20 storie in contemporanea. Quindi i disegnatori che lavorano per Mauro anche volendo non conoscono tutta la storia, al massimo il soggetto. Letizia credi a me, lascia stare il tuo modo di fare di voler ricondurre a tutti i costi il lavoro per fare Tex a qualcos'altro. Tex non è un prodotto fatto in serie, rimane ancora qualcosa di artigianale, nell'accezione migliore del termine. Già se la storia la scrive Boselli piuttosto che un altro sceneggiatore la cosa cambia, perché nel secondo caso la sceneggiatura prima di arrivare al disegnatore passa al vaglio del curatore. E anche se la scrive Boselli la cosa cambia se la storia la disegna Ticci piuttosto che un altro disegnatore dello staff. E nel precedente post non ti ho citato il tempo necessario ad ogni disegnatore per caratterizzare tutti i nuovi personaggi della storia richiesti dallo sceneggiatore. Per ognuno dei quali ogni disegnatore disegna dei provini, li sottopone al giudizio dello sceneggiatore, li rifa se necessario, son tutte cose che portano via tempo. Mi fermo qui, non credo di dover spiegare ulteriormente, fra Boselli, Monni e me ti abbiamo dato tutte le spiegazioni possibili, se poi vuoi rimanere delle tue opinioni, per inciso sbagliate con tutto il rispetto, padrona di farlo.
  14. West10

    Quanto Sono Veloci I Disegnatori Di Tex ?

    Letizia non credo tu voglia sponsorizzarti ma, e in questo sono d'accordo con Carlo, ribadisco che continui a non capire la differenza fra fare una tavola professionalmente e fare un qualunque altro disegno estemporaneo. Molto sommariamente ti posso dire che: per fare una tavola occorre leggere attentamente la sceneggiatura e capire cosa vuole lo sceneggiatore su quella tavola e non quello che ti passa per la mente a te quando fai un disegno al volo, ad esempio tu fai un ritratto e scegli tu l'espressione del volto, il disegnatore professionista deve dare esattamente l'espressione che vuole lo sceneggiatore, la scena della vignetta deve essere quella immaginata dallo sceneggiatore. Poi si passa a fare una bozza, da qui si passa a fare le matite e poi a inchiostrare, tutto questo se il disegnatore è convinto del risultato sennò perde tempo a correggerla o nel peggiore dei casi a rifarla completamente perché un disegnatore professionista non si accontenta di un risultato che in primis non convince lui stesso. Riguardo al fatto di legare Villa alla sedia anche qui è più facile a dirsi che a farsi, tu pensi che se Boselli avrebbe potuto farlo... Villa non è un bambino che puoi obbligare a fare il compitino sennò lo metti dietro la lavagna. P.S. Riguardo ai lavori informatici richiesti per ieri e consegnati in fretta e furia se operi nell'ambiente dovresti sapere che sono il principale problema del fatto che una quota parte di programmi sono instabili e necessitano di continue correzioni di cui chi ne è la principale causa poi se ne lamenta, ma qui andiamo OT e non voglio dilungarmi ulteriormente.
  15. West10

    Quanto Sono Veloci I Disegnatori Di Tex ?

    Caro Mauro o tu hai letto di fretta o io mi sono spiegato male, in questo secondo caso cercherò di farlo meglio: Quando scrivo: Io aggiungerei anche: Il mondo si divide tra chi pensa che fare una cosa sia facile, ma non l'ha mai fatta e chi sa che non lo è perché la fa ogni giorno sto avvalorando/rafforzando quanto da te già scritto, nel senso che a parole è facile scrivere che è facile disegnare una tavola al giorno, specie se chi lo scrive non l'ha mai fatto e magari neanche visto fare. Per quanto riguarda la seconda parte: e poi cosa c'entra paragonare cose diverse. Un albo a fumetti non è un progetto informatico, senza pensare poi che anche nei progetti informatici c'è progetto e progetto... mi chiedevo solo che senso ha confrontare un progetto informatico con un albo a fumetti, son due cose totalmente differenti, come confrontare quanto ci si impiega a costruire una macchina o a svezzare un bambino, che razza di confronto è? Senza contare che come per le storie a fumetti ci sono storie e storie, lo stesso dicasi per i progetti informatici. Una storia autoconclusiva di una tavola ci si impiega meno a farla di una storia breve da 32 pagine che a sua volta necessita meno tempo di una storia da due albi, lo stesso dicasi per i progetti informatici, c'è differenza fra fare il programmino di gestione delle spese familiari, di quello che ti informatizza uno studio del commercialista o ancor più di quello che gestisce la contabilità dello stato italiano. E poi che vuol dire che i disegnatori da strada ti fanno il disegnino in poco tempo, anche Walter Venturi all'ultima presentazione del libro di Burattini a Roma mentre Moreno parlava in pochi minuti ha disegnato uno Zagor in formato gigante in posa plastica... ma mica stava facendo una tavola che richiede tutt'altro impegno. Il discorso di Letizia mi sembrava troppo superficiale... ogni disegnatore ha le sue caratteristiche e i suoi tempi. Vogliamo allora dire ad esempio che Roberto Diso non ha affatto diminuito la sua velocità, potrebbe ancora fare 40 pagine al mese, ne fa 25 solo perché ormai disegna mezza giornata e neanche tutti i giorni. Ma i disegni di Roberto Diso son differenti da quelli di Andreucci tanto per fare un esempio ed è inutile stare a dire che Andreucci potrebbe disegnare come Diso o viceversa, ognuno ha le sue caratteristiche. Diso è figlio dei suoi tempi in cui si "trottava" e i dettagli, i particolari non erano una cosa a cui i lettori tenevano particolarmente. E ovviamente non cambierà ora il suo stile, mi sembra più che giusto. Allo stesso modo non si può chiedere a un disegnatore di oggi di disegnare con lo stile e i tempi di Diso.
×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.