Jump to content
TWF MAGAZINE N°18 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
Pedro Galindez

[304/307] I Cospiratori

Voto alla storia  

31 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Storia stupenda , a mio parere una delle migliori di Nizzi . La trama è veramente ben costruita ed elaborata , con dialoghi eccellenti e funzionanti e con scene di grande comicit? come quella in cui Tex e Kit si trovano sul treno vestiti da frati . Inoltre la presenza di Montales impreziosisce molto questa magnifica storia . I disegni come la storia meritano per me un 10 . Il Civitelli che osserviamo in questi albi non è certo quello di "La cavalcata del morto" o storie più recenti , ma merita lo stesso il voto da me già detto .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che dire anche a me la storia e' piaciuta molto,Montales , poco attivo ferito capiremo poi dopo come rifugiato nel convento, protetto da frati molto battaglieri tra l'altro convento molto bello come tutte le tavole del grande Civitelli, come avete gia' detto voi molto carine le battute e i travestimenti da frati dei 2 pard, ma nella storia va' letta , anche una certa passione della chiesa per la liberta' della democrazia voi cosa ne dite???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti, in questi giorni sto leggendo il trittico da albi originali. Sul classico frontesipizio dice: testo di G. L. Bonelli ed alla pagina successiva disegni di F. Civitelli. Come posso risalire o capire che sono di Claudio Nizzi? Alla terza di copertina nel sommario non viene neppure menzionato. Che sia realmente di G. L. Bonelli?Grazie per la delucidazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti,
in questi giorni sto leggendo il trittico da albi originali.
Sul classico frontesipizio dice: testo di G. L. Bonelli ed alla pagina successiva disegni di F. Civitelli. Come posso risalire o capire che sono di Claudio Nizzi? Alla terza di copertina nel sommario non viene neppure menzionato.

Che sia realmente di G. L. Bonelli?
Grazie per la delucidazione.

Figurati, Ram?n, non c'è proprio alcun problema. :indianovestito:

Ad ogni modo, I cospiratori è al 100% di Nizzi. Cosa successe quando GLB cominciò a scrivere meno e venne affiancato da altri autori (specialmente Guido Nolitta, pseudonimo sotto cui si celava Sergio Bonelli, e Claudio Nizzi)? Che lo stesso Sergio, in veste di editore, temendo che i lettori avrebbero reagito all'abbandono del creatore di Tex disertando le edicole, nascose la vera paternit? delle storie spacciandole per opera di GLB.
Dopo un certo periodo (potrei controllare con precisione se fossi a casa) fu infine permesso a Nizzi - che aveva fino a quel momento agito come ghost writer, non senza malumore, come dichiarer? in seguito - di firmare le storie col proprio nome. In seguito, fu rivelata la reale paternit? anche delle storie di Nolitta e Nizzi in precedenza ritenute (dal lettore ignaro) di GLB.

Edited by Don Fabio Esqueda

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti,
in questi giorni sto leggendo il trittico da albi originali.
Sul classico frontesipizio dice: testo di G. L. Bonelli ed alla pagina successiva disegni di F. Civitelli. Come posso risalire o capire che sono di Claudio Nizzi? Alla terza di copertina nel sommario non viene neppure menzionato.

Che sia realmente di G. L. Bonelli?
Grazie per la delucidazione.

Figurati, Ram?n, non c'è proprio alcun problema. :indianovestito:

Ad ogni modo, I cospiratori è al 100% di Nizzi. Cosa successe quando GLB cominciò a scrivere meno e venne affiancato da altri autori (specialmente Guido Nolitta, pseudonimo sotto cui si celava Sergio Bonelli, e Claudio Nizzi)? Che lo stesso Sergio, in veste di editore, temendo che i lettori avrebbero reagito all'abbandono del creatore di Tex disertando le edicole, nascose la vera paternit? delle storie spacciandole per opera di GLB.
Dopo un certo periodo (potrei controllare con precisione se fossi a casa) fu infine permesso a Nizzi - che aveva fino a quel momento agito come ghost writer, non senza malumore, come dichiarer? in seguito - di firmare le storie col proprio nome. In seguito, fu rivelata la reale paternit? anche delle storie di Nolitta e Nizzi in precedenza ritenute (dal lettore ignaro) di GLB.

La prima firmata da Nizzi ufficialmente è il Texone del 1988 dove Sergio dice che da qualche anno Nizzi aveva iniziato a collaborare a Tex. Cavolo dal 1981 con Il ritorno del Carnicero (poi uscita nel 1983)! Ha avuto pazienza il buon Claudio!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Figurati, Ram?n, non c'è proprio alcun problema.  :indianovestito:
Ad ogni modo, I cospiratori è al 100% di Nizzi. Cosa successe quando GLB cominciò a scrivere meno e venne affiancato da altri autori (specialmente Guido Nolitta, pseudonimo sotto cui si celava Sergio Bonelli, e Claudio Nizzi)? Che lo stesso Sergio, in veste di editore, temendo che i lettori avrebbero reagito all'abbandono del creatore di Tex disertando le edicole, nascose la vera paternit? delle storie spacciandole per opera di GLB.
Dopo un certo periodo (potrei controllare con precisione se fossi a casa) fu infine permesso a Nizzi - che aveva fino a quel momento agito come ghost writer, non senza malumore, come dichiarer? in seguito - di firmare le storie col proprio nome. In seguito, fu rivelata la reale paternit? anche delle storie di Nolitta e Nizzi in precedenza ritenute (dal lettore ignaro) di GLB.

Ti ringrazio della delucidazione Don Fabio Esqueda, non conoscevo affatto questo retroscena. Infatti qualcosa non quadrava su wiki cliccami, per questo sono ricorso alla fonte primordiale.

Possiamo dire che nonostante le paure e le accortezze iniziali del suo creatore, Tex ?, a distanza di 50 anni, ancora il fumetto più venduto in Italia e credo anche del mondo, con una tiratura straordinaria.
Molti lettori prossimi alla quarantina, ragazzoni cresciuti con pane e Dylan Dog ora ripiegano su qualcosa che è un classico intramontabile. E io ne sono davvero molto emozionato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa per me è un vero gioiello nonché una delle storie più sottovalutate dell intera produzione di  nizzi. Pur apprezzando tantissimo boselli e gli sceneggiatori attuali credo che manchino un po' di trame su intrighi e complotti , delle trame che virino anche sul giallo o l hardboiled dove nizzi era invece maestro. Da antologia la scena del travestimento da sacerdoti con quegli splendidi siparietti  che nizzi confezionava per i due tizzoni d inferno .il tratto di civitelli così pulito e poco dinamico non l ho mai mandato giù pur riconoscendone la bravura 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa per me è un vero gioiello nonché una delle storie più sottovalutate dell intera produzione di  nizzi. Pur apprezzando tantissimo boselli e gli sceneggiatori attuali credo che manchino un po' di trame su intrighi e complotti , delle trame che virino anche sul giallo o l hardboiled dove nizzi era invece maestro. 

Anch'io amo le trame con intrighi e complotti, però gli sceneggiatori attuali non mi sembra che li trascurino. Bravo comunque Nizzi in questa storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una storia ottims,che inaugura degnamente il.filone messicano di Nizzi.disegni di Civitelli sopraffini,humour ad altissimi livelli.la scena dei pard vestiti da frati è una delizia,con Carson che biascica parole in Latino maccheronico!!!:D

Una trama articolata ma perfettamente lineare,con.colpi di scena e moltissimi personaggi riusciti,tra cui vale la pena di ricordare il bieco generale Velasco,il capitano Marquez,il sicario tedesco,il capitano di vascello scozzese e tanti altri...Montales viene (giustamente)relegato ad un ruolo più defilato,lasciando la scena piena ai due Tizzoni di inferno e in particolare a Tex che sventa all ultimo l attentato.Nizzi qui ha raggiunto vette difficilmente eguagliabili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Teufel!" "il tedesco!"

 

"Vi porterò tutti all'inferno con me!" 

 

Memorabile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riletta stamattina in treno...la citazione in Latino del nostro Carson è una delizia,anche nel significato: vuol dire "tutto è puro per i puri" e Nizzi,quasi sicuramente,l ha estrapolata dai Promessi Sposi,di cui come sappiamo è un fervido estimatore,tanto da averne sceneggiata una versione a fumetti.la frase,che proviene da un epistola di SanPAolo,fu utilizzata nel P.S. dal frate custode nel seminario dove si rifugia Lucia..Ma la sottile ironia di Nizzi non si ferma solo mettendola in bocca a Fra Carson,perché anche il frate custode nei Promessi Sposi in realtà non ne conosce il reale significato significante,e la cita come fosse il "latinorum" di Don Abbondio!

Ma in questo episodio non manca un altro riferimento ai P. sposi:se notate,il priore del convento dove Carson e Tex si fanno prestare i sai è l esatta copia di Fra Cristoforo,non solo dal punto di vista estetico ma anche etico...è un frate rigoroso,serio ma anche autoritario e "flessibile"nel concedere ai pard di nascondersi in Chiesa e di indossare un saio (l abito non fa il monaco,solo le azioni lo creano tale...e lo stesso frate in questione è un motto vivente).

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Barbanera, leggendo il tuo commento de "I cospiratori ho sorriso ricordando frate Carson col saio.

Mi è venuta la curiosità di conoscere l'opinione di voi pards su quale episodio o intermezzo comico vi ha più divertito.

Non so se ci sia un topic su questo.

Nei giorni scorsi si è scritto molto delle differenze fra i vari autori di Tex a proposito di questo argomento e Nizzi veniva citato spesso come il più incline ad inserire siparietti e Carson la faceva da padrone, mentre Nolitta e Boselli usavano meno questi siparietti.

Vi chiedo questo perchè una delle scenette che mi hanno divertito di più è stata scritta credo da Boselli che ha firmato la sua prima storia con GB Bonelli in "La minaccia invisibile", con Carson impegnato a scoprire i piaceri di un centro benessere attiguo alla palestra di Lefty Protero ed il successivo incontro con Pat.

Un saluto a tutti i pards

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rimpiango il tempo in cui i miei Tex erano tutti belli allineati sulle tre mensole di un mobiletto in cameretta.

Riuscivo a prendere qualsiasi albo per sfogliarlo, rileggerlo o trovare una vignetta o un dialogo che cercavo.

Ora ho un baule con i primi duecento con sopra di tutto, la collezione storica in doppia fila sul lato della libreria

e tutto il resto dentro agli scatoloni. Cercassi anche un albo in particolare non saprei neanche dove sia...

Di solito quando i pard erano in trasferta a S. Francisco le scene comiche non mancavano mai,

oppure a Washington, quando a Tex e a Carson prima di entrare da qualche pezzo grosso toccherebbe fare anticamera.

In genere quando non sono nel loro ambiente il loro aspetto da "vaccari" li rende sempre riconoscibili, ma

la loro reazione non è mai quella che gli altri si aspettano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Tim Birra dice:

Barbanera, leggendo il tuo commento de "I cospiratori ho sorriso ricordando frate Carson col saio.

Mi è venuta la curiosità di conoscere l'opinione di voi pards su quale episodio o intermezzo comico vi ha più divertito.

Non so se ci sia un topic su questo.

 

Mi pare che ci sia da qualche parte

 

<span style="color:red;">2 ore fa</span>, Tim Birra dice:

Nei giorni scorsi si è scritto molto delle differenze fra i vari autori di Tex a proposito di questo argomento e Nizzi veniva citato spesso come il più incline ad inserire siparietti e Carson la faceva da padrone, mentre Nolitta e Boselli usavano meno questi siparietti.

 

Quella volta che Carson per rimediare al poco caffè che c'era lo rinforzò con whisky e polvere da sparo ;)

 

In tempi recenti, quando in incognito fuori da una posada Kit l'ha fatto passare per il nonno sordomuto :D 

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">59 minuti fa</span>, gilas2 dice:

Quella volta che Carson per rimediare al poco caffè che c'era lo rinforzò con whisky e polvere da sparo 

Se non mi sbaglio,è nell albo "Arizona" quando Tex e i pard distruggono il villaggio dei desperados che hanno quasi ucciso.Tiger...

Share this post


Link to post
Share on other sites

E naturalmente per me quando ne "La gola segreta" Tex ingaggio Tim Birra per prendere la ragazza alla stazione e portarla inj paese.

<span style="color:red;">11 ore fa</span>, Dix Leroy dice:

Rimpiango il tempo in cui i miei Tex erano tutti belli allineati sulle tre mensole di un mobiletto in cameretta.

Stesso problema. Io ho risolto così: riesco a tenere a portata di mano la collezione a colori di Repubblica che entra giusta negli scaffali e gli ultimi 30 degli inediti, con una tabella trovata sul forum che mi da la corrispondenza con la serie storica. Ringrazio ancora chi ha fatto questo eccellente riepilogo..

Tutti gli altri negli scatoloni purtroppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">9 ore fa</span>, Barbanera dice:

Se non mi sbaglio,è nell albo "Arizona" quando Tex e i pard distruggono il villaggio dei desperados che hanno quasi ucciso.Tiger...

 

Sì, che lo 'serve' al dottore che era venuto a rattoppare Tiger :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nizzi continua a sfornare buone prove non facendo rimpiangere GLB, del quale riprende linguaggio e modi di fare (dei pards, intendo). Molto intelligente la struttura dell'avventura con il lungo ed avvincente prologo.
Buono, come sempre, Civitelli.
Voto alla storia: 7,5
Voto ai disegni: 8,5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccellente avventura splendidamente  illustrata, con tante scene che si fanno ricordare: il pestaggio  alla taverna, la salita fino al convento, la sequenza dell'attentato( Nizzi  nelle sue avventure mette spesso un travestimento, procedimento  cge ritengo gli autiri di oggi dovrebbero  qualche  volta utilizzare) i due rurales nella chiesa costretti a genuflettersi dal simpatico frate, Tex e Carson travestiti da frate, le sequenze sul battello  con la droga e il finto incendio. Tutte ottime. Non il massimo gli antagonisti, ma é  un peccato veniale. Voto: 9

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.