Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
Pedro Galindez

[506/507 ] A Sud Del Rio Grande

Voto alla storia  

25 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

8pQpgWfN+iAMWL--.jpg  BnSIvdQh2U9Hs3Or9zo2uT1OiEK3+Q--.jpg
 

 


Soggetto e sceneggiatura : Mauro Boselli
Disegni: Guglielmo Letteri
Periodicità mensile: Dicembre 2002 - Gennaio 2003
Inizia nel numero 506 e finisce nel numero 507

 

Juan Raza ha tradito il suo stesso sangue, o forse vi ha riconosciuto la voce di altre ragioni che non siano quelle dell'assassinio e del furto. Figlio di un leggendario bandolero, e bandito egli stesso, è passato sotto le insegne della Legge, arruolandosi nel corpo dei Rangers del Texas, grazie all'incontro con Tex. Per questo, molti suoi ex compari lo vogliono morto, ma anche tra i nuovi compagni c'è chi diffida di lui. Ladro una volta, ladro per sempre, come si dice. Così, quando il convoglio con l'oro scortato da Raza e un altro ranger viene attaccato e depredato, gli uomini di scorta tutti massacrati eccetto Juan Raza, per molti è facile tirare le somme. Meno male che Tex e Carson non sono disposti a credere a un'aritmetica così elementare.
 

 

 

© Sergio Bonelli Editore

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Cosa dire di questa storia?La considero una delle peggiori uscite dalla penna di Boselli, con protagonista quello che è forse il suo comprimario che maggiormente odio. Juan Raza mi è cordialmente antpatico:l'ho sempre trovato troppo sicuro di sè, troppo fiero della sua superiorit?, arrogante anche nei confronti di Tex-impressione questa forse errata, ma che mi viene ogni volta che leggo le vignette tra pag.23 e pag.27 del primo albo. A tutto ciò si aggiunge il fatto che Raza mi sembra l'esempio più eclatante di quello che è per me il tipico personaggio ruba-scena boselliano;tale considerazione, già ricavabile da "Il ritorno di El Morisco", in questa storia diventa addirittura ovvia:Raza è il motore della vicenda, tutto quel che accade accade in riferimento a Raza. La storia mi sembra costruita intorno a lui:Raza è il protagonista,Tex e Carson i comprimari. Non a caso la scena finale dell'albo, tra l'altro molto bella, vede Raza al centro dell'azione:? lui ad erigersi nel momento clou della storia,? lui a compiere il gesto più degno di nota della vicenda, con buona pace di Tex. La storia in sè potrebbe anche essere buona;ma il suo non essere una storia DI Tex, ma CON Tex, la rende(almeno ai miei occhi)odiosa... Su two si è detto che Boselli potrebbe riutilizzare Raza in una sua prossima storia... a meno che Boselli non cambi rotta con questo personaggio, spero che Raza rimanga per sempre nel dimenticatoio... Tuttavia qualcosa di buono nella storia c'è, e quindi:storia(testi e disegni):6texianit?:non pervenuta

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Questa storia comprende tutti gli aspetti che a me non piacciono di Boselli. Uno di essi, quello di far ritornare dei comprimari da lui inventati e renderli protagonisti assoluti della storia. In questo caso c'e' il ritorno di un personaggio come Juan Raza che non ha mai attirato la mia attenzione, anzi tutt'altro. Se devo essere sincero, ho fatto fatica a leggere e a rileggere questa storia, costruita "forzatamente" per far ritornare il suddetto personaggio. Quello di creare dei comprimari tutti abilissimi e tutti in gamba(a proposito, non so quante volte e' stata usata questa frase per tutto l'arco della storia. Troppo!) e' stata sempre una caratteristica boselliana da me pochissimo gradita. Nello specifico, con Raza si e' esagerato non poco, soprattutto all'inizio, quando ha fatto fuori praticamente da solo sette messicani. Neanche Tex ha mai fatto di meglio, e forse nemmeno Rambo. Oltre a questo, non mi e' piaciuto tutta questa grande ed esagerata amicizia che legano Tex e Carson a Raza, neanche fosse un loro vecchio amico alla Montales o alla Jim Brandon. E' come se Boselli volesse a tutti i costi rendere simpatico all'occhio del lettore l'ex comanchero. Tutta la storia e' infarcita di noiosi, pesanti e continui complimenti per tutti. Tutti sono in gamba, tutti sono amici, tutti sono eroi. E Tex e Carson dove sono?che cosa ci fanno in questa storia dove i protagonisti sono Raza e Vance?No, non e' assolutamente questa la strada giusta per Tex. Spostare l'attenzione del lettore sui comprimari e cucire addosso a loro l'intera storia e' quanto di piu' sbagliato e nocivo possa succedere per la serie, a mio modo di vedere. A completare l'opera, ci sono i disegni di Letteri, e mi dispiace dirlo, semplicemente inguardabili.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho riletta nella versione a colori. Raza qui non toglie affatto spazio a Tex. Tex e Carson sono spessissimo in scena e sempre impegnati in supersparatorie e fanno battute tipiche. Non è una delle mie storie più "personali". Credo anzi di essermi molto avvicinato alla storia texiana ideale, in questo caso. Non capisco dunque perchè taluni miei detrattori odino questa storia. Dovrebbero apprezzarla, invece! :lol: Borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho riletta nella versione a colori. Raza qui non toglie affatto spazio a Tex. Tex e Carson sono spessissimo in scena e sempre impegnati in supersparatorie e fanno battute tipiche. Non è una delle mie storie più "personali". Credo anzi di essermi molto avvicinato alla storia texiana ideale, in questo caso. Non capisco dunque perchè taluni miei detrattori odino questa storia. Dovrebbero apprezzarla, invece! :lol: Borden

Io l'ho letta per la prima volta direttamente nella versione a colori e non mi ero assolutamente posto il problema che Juan Raza rubasse la scena a Tex e Carson, per questo leggo i precedenti commenti con sorpresa. Personalmente l'ho apprezzata anche se meno della precedente storia in cui compariva Raza. A me come personaggio piace e se ci saranno altre storie in cui compare ne sarà contento. Io ammetto di non essere "fondamentalista" (ovviamente inteso in senso buono) come Paco e Anthony, sulla centralit? di Tex ma comunque a me non sembra che Tex e Carson stiano li solo per "omaggiare" Raza. Prendiamo l'esempio dell'inizio della storia, quando Raza si reca alla frontiera e cade in trappola, se non era per i due pard difficilmente ne sarebbe uscito e l'intervento dei due pard è fondamentale. La storia è ben congegnata, mantiene un buon ritmo ed il giusto pizzico di suspence. Detto questo non è sicuramente da annoverare fra i capolavori di Borden ma affibbiargli un misero 6 caro Paco secondo me è un p? poco. Poi ovviamente i gusti son gusti è c'è poco da discutere :) Il mio voto è 8+

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io ho trovato la storia un p? contorta,

ma soprattutto ho trovato scontata la figura di Vance: "Un ranger ha tradito", il titolo dell'albo successivo, era fin troppo eloquente, ed era evidente che Boselli non avrebbe mai ritagliato il ruolo di traditore a Juan Raza. Restava quindi solo Vance... La cui motivazione contro Raza, peraltro, è a mio parere debole: vendicarsi di Raza per colpa del padre, con la frase "le colpe dei padri, in questo caso, ricadono sui figli" è proprio una forzatura (n° ritengo sufficiente l'invidia che Vance afferma di provare nei confronti di Raza ad ulteriore giustificazione del suo tradimento).
Anche il personaggio di Raza non è azzeccatissimo, proprio per la sua linearit?, e trovo anch'io, come Anthony,
esagerata la scena iniziale in cui Raza fa fuori tutti i fratelli Sabato (peraltro, trovo esagerata anche la scena in cui Tex e Carson fanno irruzione nella casa di Don Amargo facendo una strage senza beccarsi mai una pallottola...).
Non sono d'accordo invece sul fatto che Raza sottragga spazio a Tex, ma in generale io sono per un alleggerimento della figura di Tex a favore di comprimari all'altezza, del calibro di Ray Clemmons o Shane 'O Donnell: la presenza di simili indimenticabili personaggi, lungi dallo sminuire la figura di Tex, a mio parere accrescono di gran lunga il tenore e lo spessore della saga.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letta molto velocemente (nel senso che è una storia molto d'azione e poco di riflessione :D ) e il giudizio è senz'altro positivo, ma anch'io concordo sul fatto che Raza sia poco propenso a rappresentare la tipologia del personaggio da incarnare (forse, può essere anche un fatto grafico; infatti, l'idea era buona, ma, magari, Letteri ha "distorto" l'aspetto del personaggio). Comunque, ripeto, il voto da dare alla storia ?, per me, un sette pieno: la narrazione scorre via piacevolmente e il divertimento è alto. Su Letteri inutile spendere parole superflue: stile "storico" dell'autore che ben si adatta a qualunque storia (anche se non è uno dei miei disegnatori preferiti, riconosco il suo grande talento). Voto: 7

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo anche io sul fatto che questo non sia un capolavoro e non una storia eccelsa però personalmente non mi è dispiaciuta affatto. La trama di Boselli è come al solito molto ben costruita e complessa nel modo giusto cioè non è di difficile comprensione e di adatta bene a una lettura facile e scorrevole. Mi sarebbe però piaciuta di più questa storia se a disegnarla fosse stato un altro artista. Letteri purtroppo in questi albi è ancora più in calo rispetto alle ultime prove e secondo me disegnata da un altro avrebbe reso di più. Voto 7,5 alla tramaVoto 6 ai disegni

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Trattandosi del personaggio da cui ho tratto il mio nick, ho ritenuto di non potermi esimere dal dire la mia. La storia non è sicuramente un capolavoro, ma nel complesso l'ho trovata più che buona. Non sono d'accordo con i colleghi "fondamentalisti" che ritengono che Raza releghi Tex in secondo piano, poich? a mio parere Aquila della Notte e Capelli d'Argento non fanno altro che indagare parallelamente su una vicenda in cui sono coinvolti solo in quanto amici dell'indiziato (a tal proposito, un colpo da maestri il dipingere Carson come ancora un po' diffidente nei confronti dell'ex comanchero, scommetto che molti non se lo aspettavano...). Personalmente, ho da sempre un debole per i personaggi dotati di personalit? coplesse e dalle molte sfaccettature come Raza, e sono davvero contento che essi stiano trovando il giusto spazio anche nella saga texiana (mi riferisco non solo a lui, ma anche al suo stesso antagonista Vance Daniels, oppure ancora a Wade Catlett degli albi 556-557, e molti altri ancora), dopo che per troppi anni, a mio avviso, tutti i personaggi che sono transitati nell'universo texiano sono stati classificabili e classificati quasi esclusivamente sulla base della scontata e semplicistica dicotomia Bene/Male. Per quanto riguarda il mio giudizio finale, do 7,5 alla trama ed un 8 ai disegni di Letteri, il cui stile, per quanto scarno e senza troppi fronzoli, mi piaceva molto...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia così così nell'insieme. Non mi piace molto la risoluzione finale ma mi accontento. Mi accontento pure sulla storia in se , sul personaggio di Raza (che tolga o no spazio a Tex, mi è comunque poco simpatico) come pure sui disegni. Se non sto attento rischio di dare l'insufficienza, visto che la storia non mi coinvolge molto, ma in fondo non è così cattiva. Metto anch'io un bel 6.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letta nella versione Tutto Texnon capisco le critiche mosse a Boselli sulla presunta centralit? di Juan Raza che ruba la scena a Tex e Carsonche la storia non sia fenomenale è evidente ma questo è "colpa" dello stesso Boselli che ha abituato fin troppo bene i suoi lettori e quindi ci si aspetta sempre qualcosa in più :Pma, pur muovendosi su binari canonici, senza strafare, l'ho trovata una buona lettura d'evasionedicevo di Razatutto il primo albo è una sorta di prologo alla storia vera e propria, in cui si fa il punto della situazione del nuovo status quo di Juanquando si entra nel vivo dell'indagine, Raza scompare, lo si vede solo nel finale mentre assistiamo alle indagini parallele di Tex e Carson da una parte e di Vance dall'altra. Nel caso di quest'ultimo finta indagine visto che, senza tante sorprese è lui il traditore del titolo (suppongo che trattandosi di una ristampa non ci sia bisogno che usi lo spoiler)il problema della storia sono i disegniLetteri, tra i disegnatori storici, è il mio preferito ma qui era proprio ai minimi storici, nel pieno della fase discendente della sua carrieratratti abbozzati, prospettive senza senso e stile datatopeccatoconcludo chiedendo due curiosità da neofita. nella storia non ho trovato riferimenti. Dov'? apparso Juan Raza, prima di quest'avventura?E poi tornato in altre storie?grazie :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

concludo chiedendo due curiosità da neofita.
nella storia non ho trovato riferimenti. Dov'? apparso Juan Raza, prima di quest'avventura?

Nella storia "Il ritorno del Morisco" (n. 452/454)


E poi tornato in altre storie?

Non ancora.


grazie
  :)

Di nulla. :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

concludo chiedendo due curiosità da neofita. nella storia non ho trovato riferimenti. Dov'? apparso Juan Raza, prima di quest'avventura?E poi tornato in altre storie?grazie :)

Juan Raza è apparso per la prima volta nella storia "Il ritorno del Morisco" (nn 463-464-465, per aiutarti ;) )Finora non è più riapparso e sinceramente non desidero molto che ritorni. Non è questione di centralit? di lui o Tex, semplicemente non mi piace molto; anche se in effetti il finale era bello come dicevi tu.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

concludo chiedendo due curiosità da neofita. nella storia non ho trovato riferimenti. Dov'? apparso Juan Raza, prima di quest'avventura?E poi tornato in altre storie?grazie  :)

Juan Raza è apparso per la prima volta nella storia "Il ritorno del Morisco" (nn 463-464-465, per aiutarti ;) )Finora non è più riapparso e sinceramente non desidero molto che ritorni. Non è questione di centralit? di lui o Tex, semplicemente non mi piace molto; anche se in effetti il finale era bello come dicevi tu.
grazie mille per la drittachiedo scusa se continuo con l'OTho visto sul sito della SBE che anche questa tripla è disegnata da Letterivolevo chiedere se il livello grafico è lo stesso di "A sud del Rio Grande", oppure nell'esordio di Juan Raza ritrover? il Letteri canonico che piace a me(so che potrei farmi un opinione nel topic specifico della storia, ma ho timore che leggendolo mi possa spoilerare qualcosa, nel caso decidessi di recuperare i tre albi in questione :P)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

concludo chiedendo due curiosità da neofita. nella storia non ho trovato riferimenti. Dov'? apparso Juan Raza, prima di quest'avventura?E poi tornato in altre storie?grazie? :)

Juan Raza è apparso per la prima volta nella storia "Il ritorno del Morisco" (nn 463-464-465, per aiutarti ;) )Finora non è più riapparso e sinceramente non desidero molto che ritorni. Non è questione di centralit? di lui o Tex, semplicemente non mi piace molto; anche se in effetti il finale era bello come dicevi tu.
grazie mille per la drittachiedo scusa se continuo con l'OTho visto sul sito della SBE che anche questa tripla è disegnata da Letterivolevo chiedere se il livello grafico è lo stesso di "A sud del Rio Grande", oppure nell'esordio di Juan Raza ritrover? il Letteri canonico che piace a me(so che potrei farmi un opinione nel topic specifico della storia, ma ho timore che leggendolo mi possa spoilerare qualcosa, nel caso decidessi di recuperare i tre albi in questione :P)
Quella storia me la ricordo anche perchè i disegni non mi piacevano, proprio come in questa storia. :S: Letteri non mi ha mai entusiasmato un granch? però è evidente che sia in questa che in quell'altra storia non era sicuramente nel suo periodo migliore.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sono completamento d'accordo con l'utente Leo... un conto sono i grandi coprotagonisti boselliani come Shane O' Donnell, Ray Clemmons, Glenn Corbett, Laredo, Parkman, Mickey Finn o il sergente Torrence, un altro è Juan Raza. Se Raza avesse più spessore o semplicemente fosse un pochino simpatico, la storia ne guadagnerebbe molto... la trama è carina e ben strutturata, i disegni sono buoni e sono convinto che se ci fosse stato chiunque altro al posto di Raza questa storia mi sarebbe piaciuta parecchio. Secondo me Tex deve avere meno spazio rispetto al Tex ultraprotagonista di GLB e sono favorevolissimo ad un alleggerimento del suo ruolo ( ecco perchè Boselli è il mio sceneggiatore preferito)... ma i coprotagonisti devono piacermi. Soggetto:5Sceneggiatura:5Disegni:7Voto alla storia: 5

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una storia che mi ha lasciato perplesso, dialoghi inutili, personaggi poco centrati, pochi colpi di scena, disegno poco preciso. Boselli ci ha abituato a molto meglio, questa è la sua storia forse meno riuscita, i due albi scorrono noiosamente e l'unico vero colpo di scena, l'identità del ranger traditore, è in realtà già chiara prima del finale. Anche Tex qui, oltre che mal disegnato, è un po' in secondo piano, Carson a ruota. Voto: 6 di stima (per Boselli).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho riletta in questi giorni e ho visto che parlando di Marshall gli viene attribuito il grado di maggiore. Non ricordavo che avesse un grado al tempo in cui consegnò la stella N. 3 a Tex; mi pare che gli si rivolgessero sempre con l'appellativo di Mr. Marshall, quindi qualcuno sa dove sia stato esplicitato l'eventuale grado prima di questa storia? Un'altra domanda rivolta a chiunque lo sappia: visto che sulla patacca c'è scritto Rangers Secret Service, U.S.A. West Depart. il chè fa pensare ad una branca di una istituzione federale, probabilmente per permettere a Tex e agli altri di agire in tutti gli States, in quale avventura si dice invece per la prima volta che fa parte dei Rangers del Texas? Grazie.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.