Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
Pedro Galindez

[324/326] Attentato A Washington

Voto alla storia  

34 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Mia nonna era ebrea (mio nonno anglicano)... io sono cattolico, anche se evidentemente non soddisfo i requisiti di limpieza de sangre. :D

 

P.S.: io dico sempre "nonna", ma in realtà era la mia bisnonna. Solo che per me è una nonna. :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sei strano forte pure tu... :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">6 minuti fa</span>, borden dice:

Sei strano forte pure tu... :lol:

 

E non ho parlato di tutto il resto della famiglia! :D 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Autentico capolavoro di Nizzi, nonché una delle 10 storie più belle che io abbia mai letto su Tex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente non trattasi di un capolavoro assoluto, perlomeno dal mio punto di vista, ma è senza dubbio una storia di ottimo livello, che ho rivalutato al rialzo una volta per tutte in occasione della mia freschissima rilettura, avvenuta non più tardi di questo pomeriggio poiché stimolata dal gran flusso di commenti in questi ultimissimi giorni.

 

Nizzi, forse nel suo periodo di maggior splendore, tira fuori una trama sotto di ambientazione cittadina, ricca di intrighi a sfondo politico-affaristico, e sotto vari aspetti alquanto atipica, a partire della minaccia alata che pende sulle teste di Tex e Carson, vittime designate di un attentato perpetrato da falchi addestrati per uccidere. Altrettanto inusuale, ma per quanto mi riguarda più che apprezzabile, vedere i due pards doversi dipanare dalle losche trame del senatore Russel e del suo tirapiedi Rafferty, con la complicità del subdolo falconiere cinese Li-Wang.

 

Di azione ce n'è in abbondanza, come anche non mancano qua e là alcuni siparietti comici tra i due pards, o anche ad opera del solo Carson (su tutte, la scena in cui, esasperato dalle troppe moine del cameriere, lo zittisce tappandogli la bocca con i soldi del pranzo :D).

 

Larga parte del merito per la buona riuscita della storia non può non essere attribuito ai disegni di Letteri, come sempre a suo agio nel tratteggiare storie dalla trama non di stampo strettamente western, anche se forse non avrebbe guastato raffigurare una città come Washington, capitale americana, in maniera un po' meno "spoglia".

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.