Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
Pedro Galindez

[241/242] Ore Disperate

Voto alla storia  

17 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

oqjblGDkA2kh8--.jpg  mKRXECU4yJFhAd0S--.jpg
 

 


Soggetto e sceneggiatura: Giovanni Luigi Bonelli
Disegni: Fernando Fusco
Periodicità mensile: Novembre 1980 - Dicembre 1980
Inizia nel numero 241 e finisce nel numero 242 a pagina 102



Non capita spesso di vedere un ranger penzolare da un albero come il più volgare dei tagliagole! Tex e Carson puntavano su Cortez per riunirsi al loro collega che seguiva la pista di quattro sanguinari rapinatori di banche, ma i Cavalieri della Giustizia, vigilantes incappucciati, sono arrivati prima di loro. I due pards, decisi a far luce sul fattaccio, diventano all'improvviso due scomodi ficcanaso da eliminare. 



 © Sergio Bonelli Editore

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Wasted Years

Nonostante i bei disegni di Fusco ed un discreto inizio, la storia non è un granch?. Le indagini si risolvono con una chiacchierata con il DOC, i quattro evasi si rivelano dei piccioni e i mitici cavalieri della giustizia fanno acqua da tutte le parti, all'atto pratico. Storia incompiuta, inespressa, ricca di suggestioni non sviluppate, i pard appaiono due pesci fuor d'acqua, non c'è storia, non c'è grossa trama se non esile esile. La tematica dei vigilantes non viene sviluppata e tutto si riduce al botto finale. Ci sono un paio di dialoghi interessanti, ma nulla più. G. L. Bonelli davvero fuori forma. Sembra ci siano alcuni difetti dell'ultimo Nizzi!!!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il soggetto è di Mauro Boselli:

Un soggetto a proposito, Giovanni Luigi l'approv? pure a me: la storia di un ranger amico di Tex, linciato per errore da un gruppo di vigilantes incappucciati. La storia che ne ricav?, Ore disperate, fu molto diversa da quella che avevo proposto io. Invece di essere una ?maggioranza silenziosa?, un gruppo di padri di famiglia e buoni borghesi sospesi tra il bene e il male, i cattivi linciatori di Giovanni Luigi diventarono per semplicit? dei normalissimi banditi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sempre Boselli, da una vecchia intervista...


Ho realizzato un paio di soggetti che G. L. Bonelli ha approvato e sceneggiato. Di questi mi ricordo soltanto quello da cui è venuta fuori la storia ?Ore disperate? (Tex nn. 241-242). Era una storia normalissima, molto bonelliana, con un ranger che viene impiccato da una banda di vigilantes. Tex e Carson arrivano tardi perchè erano fuori città e lo vendicano, contro gli incappucciati della zona. Se l'avessi sceneggiata io sarebbe stata molto diversa. Io avrei fatto una storia con un po' meno bianco e nero, più grigi nei colpevoli. Bonelli ha preferito fare i colpevoli più ?cattivi? per rendere la storia più texiana. Lui sapeva fare anche dei personaggi complessi, sfaccettati, come Lucero, però sappiamo benissimo che in genere preferiva i toni netti, per essere più popolare. Invece, Nolitta o io stesso o Berardi abbiamo questa fantasie per cui ci piace il cattivo che si redime, il cattivo che ha qualcosa di buono ed il buono che ha qualcosa di cattivo, e così via!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Colonnello_Jim_Brandon

Un gruppo di lestofanti incappuccati, una piccola e quieta cittadina a far da paravento ad un brulicante nido di vipere, un ranger coraggioso al posto sbagliato nel momento sbagliato, un vergognoso errore che si trasforma in un mostruoso assassinio... Aggiungete a questi "leoniani" elementi un satanasso con la stella da ranger e il suo vecchio compare ed avrete in mano tutti gli elementi di questa piacevole ( anche se non memorabile storia ).
La trama in se contiene tutti gli elementi per una trama esplosiva, di quelle che posson far "storia", il tragico inizio è quanto di più promettente ci si possa aspettare da quel "vecchio fulmine" di GLB, inoltre Tex e Carson, durante la caccia ai quattro rapinatori, dimostrano di essere in forma più che smagliante!!! La reazione e le minacce lanciate da Tex alla vista de cadavere del suo amico e collega beh... direi che è moooolto Nolittiana!!! Insomma, un vero inizio ESPLOSIVO!!! La storia poi però poco a poco cala di ritmo, l'intreccio ( che a mio avviso poteva essere sfruttato parecchio meglio ) viene a risolversi nel girodi poche vignette e la Performance dei due satanassi va via via ad impallidire assieme alla "verve" dei malvagi "cavalieri della giustizia"... Leggendo questa storia, si ha quasi l'impressione di trovarsi di fronte ad una fotografia sottoposta ad un processo di invechiamento ECCESSIVAMENTE PRECOCE... le personalit? forti e ben definite si vanno via via ingiallendo, lasciando, ora della fine, solo un pallido ricordo di quella che era la tensione iniziale della storia!!
Fantasmagorici i disegni di Fusco, trovo che questa sia, a livello grafico, una delle sue migliori produzioni di quel periodo!!!
In sintesi : Direi una storia più che piacevole nel complesso, ricca di spunti poco sfruttati, ma che riesce comunque ad avvolgere il lettore dall'inizio alla fine.

VOTO COMPLESSIVO : 7

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Questa non è certamente uno dei capolavori imperdibili della serie, ma rimane comunque una buona storia con i due pards affiatati come sempre e qualche dialogo divertente come ai vecchi tempi. In più una spruzzatina di "originale" con la tragica impiccagione dell'innocente collega e amico di Tex da parte dei Vigilantes incappucciati, i cosidetti quattro Cavalieri della Giustizia. Forse questi personaggi rappresentano l'elemento più azzeccato della storia: non sono altro che ex-banditi, ora ricconi del paese, che non hanno ancora abbandonato il sentiero della violenza e indossando i cappucci si autonominano giustizieri impiccando criminali o presunti criminali, come nel caso dell'amico ranger di Tex che era pure sulla loro pista!Molto ben risucita anche la sequenza finale che va dall'evasione dei quattro banditi recentemente arrestati da Tex e Carson, con l'agguato e battaglia nel canyon, fino allo spettacolare inseguimento di Pat Blummer in paese. La parte grafica di Fusco, qui ai massimi livelli imho, innalza il voto finale: 7!! Rimane quindi una lettura sempre piacevole!! :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Lettura molto piacevole impreziosita dai disegni di Fusco. Leggo del soggetto fornito da Boselli di cui non ero a conoscenza, forse la sua versione originale sarebbe risultata più interessante, comunque la storia è bella, da nove meno meno meno.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sarà che le storie del terzo centinaio le ho lette al più un paio di volte diversi anni fa e non le ricordo benissimo, sarà che in questi giorni avevo una gran voglia di leggermi qualche vecchia avventura, ma questa storia - che tutto sommato non è niente di eccezionale - mi è davvero piaciuta!
Molto belle e coinvolgenti la sequenza iniziale - con il linciaggio del ranger innocente, che crea nel lettore il giusto coinvolgimento e la voglia che Tex e Carson la facciano pagare ai responsabili - e il finale molto riuscito.
Ho letto con curiosità che il soggetto è di Mauro Boselli. Indubbiamente Borden avrebbe poi portato la storia su binari diversi da quelli di GLB, ma la lettura non mi ha comunque lasciato il rimpianto di vederla realizzata da altri.
Voto 8.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sarà che le storie del terzo centinaio le ho lette al più un paio di volte diversi anni fa e non le ricordo benissimo, sarà che in questi giorni avevo una gran voglia di leggermi qualche vecchia avventura, ma questa storia - che tutto sommato non è niente di eccezionale - mi è davvero piaciuta!
Molto belle e coinvolgenti la sequenza iniziale - con il linciaggio del ranger innocente, che crea nel lettore il giusto coinvolgimento e la voglia che Tex e Carson la facciano pagare ai responsabili - e il finale molto riuscito.
Ho letto con curiosità che il soggetto è di Mauro Boselli. Indubbiamente Borden avrebbe poi portato la storia su binari diversi da quelli di GLB, ma la lettura non mi ha comunque lasciato il rimpianto di vederla realizzata da altri.
Voto 8.

 

Nel soggetto originale i vigilanti non erano ex fuorilegge ma cittadini comuni.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

una storia davvero buona, una di quelle che portarono una ventata di freschezza in un periodo di transizione prima dell'arrivo alla testata di Nizzi

l'idea dei 4 cattivi, ormai "bravi cittadini", che fanno i vigilantes nel "tempo libero" è originale ed azzeccata.

Tex e Carson come al solito riescono a vedere oltre il velo dell'apparenza e riescono a smascherare i 4 banditi abbastanza velocemente, anche grazie all'aiuto del simpatico doc del paese. Lo sceriffo rappresenta il solito ottuso mollaccione con la stella,  che approva un linciaggio e non si rende conto del marcio che lo circonda

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Altra discreta cittadina nella quale c'é il tocco di Boselli. La storia é buona, pur diventando, ad un certo punto, confusionaria. C'é un gran Tex, protagonista di ottimi dialoghi, ed un buon Carson.
Voto alla storia: 6,8
Voto ai disegni: 7,5

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.