Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
Pedro Galindez

[179/180] Assalto Al Treno

Voto alla storia  

23 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Quindi i banditi si fanno morire di inedia, secondo quel geniaccio di Tex, senza tentare nulla, senza dare più segni di vita, senza che accada più nulla. Accidenti, devono aver pensato sti criminali da due soldi, ci hanno fregato ma non possiamo più fare nulla, accettiamo il nostro destino e amen. E muoiono in silenzio. E per Tex una cosa del genere sarebbe credibile? Non gli viene nella capoccia che forse lo stanno GABBANDO, come di fatto avviene? Perché Tex in questa storia è un PICCIONE e perde il primo round con banditi da burla. Tu dici che non tutti devono essere geni del male? Ma questi sono dei fessi matricolati, urlano ai quattro venti che hanno rapinato il treno, è come se dicessero: venite, eccoci, arrestateci. Va bene che non tutti devono essere strateghi, ma gli avversari di Tex li vorrei almeno meno fessi, sennò dal mio punto di vista non c è gusto. E io in questa storia ho avuto poco gusto, per gli avversari di mezza tacca e per il Tex piccione (che c'è eccome!)

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Leo said:

Quindi i banditi si fanno morire di inedia, secondo quel geniaccio di Tex, senza tentare nulla, senza dare più segni di vita, senza che accada più nulla. Accidenti, devono aver pensato sti criminali da due soldi, ci hanno fregato ma non possiamo più fare nulla, accettiamo il nostro destino e amen. E muoiono in silenzio. E per Tex una cosa del genere sarebbe credibile? Non gli viene nella capoccia che forse lo stanno GABBANDO, come di fatto avviene? Perché Tex in questa storia è un PICCIONE e perde il primo round con banditi da burla. Tu dici che non tutti devono essere geni del male? Ma questi sono dei fessi matricolati, urlano ai quattro venti che hanno rapinato il treno, è come se dicessero: venite, eccoci, arrestateci. Va bene che non tutti devono essere strateghi, ma gli avversari di Tex li vorrei almeno meno fessi, sennò dal mio punto di vista non c è gusto. E io in questa storia ho avuto poco gusto, per gli avversari di mezza tacca e per il Tex piccione (che c'è eccome!)

 

Dici che Tex non sospetta nulla... ma non è vero!

 

1) Pagina 63-64 (albo 179), Tex è il primo ad esprimere perplessità sul fatto che i banditi si siano andati a rinchiudere in una trappola senza uscita.

 

2) Pagina 65, sia Tex che Carson ripetono le loro perplessità a Ben Farrell

 

3) Nelle pagine seguenti, la posse ha la conferma che i banditi sono dentro la grotta, visto che hanno lasciato fuori i cavalli. Successivamente c'è lo scontro a fuoco, i banditi si barricano dentro, la posse gli porta via i cavalli e li assedia.

 

4) Il piano di Tex è di assediare i banditi, ormai senza via di fuga, invece di farsi impiombare con un assalto frontale.

 

5) Per tutto il giorno la posse ha prova del fatto che i banditi siano ancora lì, e la sera vedono la barricata che hanno eretto.

 

6) Dopo alcuni giorni, stanchi di attendere, lo sceriffo e i suoi uomini fanno saltare la barricata con la dinamite.

 

Qui arriviamo al momento che citi, in cui Tex si dichiarerebbe, alla Nizzi, sicurissimo che i banditi sono morti di fame. Ma in realtà Tex QUESTO NON LO DICE, te lo sei inventato! Quello che dice Tex è semplicemente logico: acqua e viveri, sui cavalli, sono stati presi dagli uomini dello sceriffo, quindi i banditi sono senz'acqua da giorni. Tex non dice che si sono lasciati morire di fame pur di non farsi catturare.  in realtà dentro può essere avvenuto di tutto. Potrebbero essere rimasti feriti, potrebbero aver deciso di arrendersi quando erano troppo deboli, potrebbero essersi ammazzati fra di loro.

 

7) Tex invece è di nuovo il primo a sospettare qualcosa (anzi no, il secondo, il primo è Carson a pagina 83), a pagina 84.  E lui è Carson sono quelli che, invece di perdere tempo come tutti gli altri esplorando i 7 chilometri di caverna (perchè è ancora possibile che i banditi siano semplicemente andati più avanti nella grotta, come dice Farrell) escono e ritrovano la pista dei banditi.

 

Se Tex per te qui sarebbe un "piccione" perchè non è Nostradamus e segue la logica degli eventi, cosa sono TUTTI GLI ALTRI PERSONAGGI, dai militari, allo sceriffo, a Ben Farrell, che sono COSTANTEMENTE IN RITARDO RISPETTO A TEX E CARSON?

 

Il problema è che continui a pensare ad una grotta solo parzialmente esplorata che penetra per miglia e miglia nelle profondità della terra, come se fosse un saloon. Non stai facendo ragionamenti razionali, e non stai ragionando sulla situazione come Tex e Carson.

 

"Perché non sono andati nel retrobottega a vedere la porta sul retro?" sembri dire, senza apparentemente renderti conto che quello che dici è "perchè non hanno esplorato tutti i territori attorno, in entrambe le direzioni (mica lo sanno se l'uscita è a destra o sinistra), in un raggio di 10-20 miglia (mica lo sanno quanto è grande la grotta e dov'è l'uscita, quindi devono stare larghi per evitare di fare la ricerca inutilmente), cioè percorrere una circonferenza di 70-130 miglia, nel deserto, esaminando costantemente il terreno alla ricerca di tracce, nel caso ipotetico in cui l'uscita che tutti dicono non esserci, invece ci sia...

 

Dici che sono stati piccioni (anche se le scene che si vedono sul fumetto li mostrano costantemente più svegli di tutti gli altri inseguitori) perchè non hanno fatto un giro di 120 miglia nel deserto nel caso che una cosa che tutti sanno non esserci ci sia. Dimmi, come li avresti chiamati, se quando fossero ritornati dal loro giro di 120 miglia, non avessero trovato nessuno perchè i banditi si erano arresi appena erano partiti, e loro non solo avevano fatto un giro di 120 miglia sotto al sole del deserto per niente, ma tornavano in paese dopo tutti gli altri, con la gente che li guardava e rideva?

 

"Piccioni", vero?

 

Quindi dici che sono piccioni perchè non si sono comportati da piccioni...  o perchè non sapevano già tutto e non potevano commentare a posteriori come fai tu?

 

Non so, mi pare una di quelle classiche situazioni dove i personaggi agiscono in maniera logica e conseguente in base alla loro situazione, ma il lettore li critica perchè il lettore applica la tipica "logica da fumetto" , non considerandoli persone reali, e non considerando la realtà della loro situazione...

 

 

 

 

 

  • +1 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
8 ore fa, Diablero dice:

Dici che Tex non sospetta nulla... ma non è vero!

 

1) Pagina 63-64 (albo 179), Tex è il primo ad esprimere perplessità sul fatto che i banditi si siano andati a rinchiudere in una trappola senza uscita.

 

2) Pagina 65, sia Tex che Carson ripetono le loro perplessità a Ben Farrell

 

Se leggi il mio primo post, dico invece che a Tex la situazione non quadra sin da subito e nonostante questo, dopo se ne dimentica e resta fregato.

 

8 ore fa, Diablero dice:

Qui arriviamo al momento che citi, in cui Tex si dichiarerebbe, alla Nizzi, sicurissimo che i banditi sono morti di fame. Ma in realtà Tex QUESTO NON LO DICE, te lo sei inventato! Quello che dice Tex è semplicemente logico: acqua e viveri, sui cavalli, sono stati presi dagli uomini dello sceriffo, quindi i banditi sono senz'acqua da giorni. Tex non dice che si sono lasciati morire di fame pur di non farsi catturare.  in realtà dentro può essere avvenuto di tutto. Potrebbero essere rimasti feriti, potrebbero aver deciso di arrendersi quando erano troppo deboli, potrebbero essersi ammazzati fra di loro.

 

È comunque strano che non diano segnali di vita. Tex non lo dice, ma io non me lo sono inventato: ho solo esplicitato la sostanza del suo pensiero. E poi, quella del morire di fame è l'ipotesi più plausibile che si desume dalle parole di Tex.

 

8 ore fa, Diablero dice:

Non so, mi pare una di quelle classiche situazioni dove i personaggi agiscono in maniera logica e conseguente in base alla loro situazione, ma il lettore li critica perchè il lettore applica la tipica "logica da fumetto" , non considerandoli persone reali, e non considerando la realtà della loro situazione...

 

Tex, in Glb, in Nizzi e anche in Boselli, ha sempre capito che qualcosa non va a partire da elementi molto più labili di quelli presenti in questa situazione. Proprio perché non applico mai la "logica da fumetto", nelle circostanze in cui Tex si è mostrato chiaroveggente ai limiti del sovrannaturale me ne sono sempre lamentato nei miei commenti alle storie. Qui, invece, il nostro ha perso la sua chiaroveggenza, e in questo senso mi verrebbe da dire "meno male" se non sentissi però la stonatura di un ranger che attende gli eventi non comprendendo di stare per essere gabbato. 

 

Poi è chiaro che la situazione si presta a interpretazioni e io non voglio convincere nessuno: ai miei occhi, e non solo ai miei da quel che leggo nel topic, Tex qui è stato fregato, cosa che può pure accadere, intendiamoci, non sono un fondamentalista dell'infallibilità texiana. Ma per come accade, la soluzione narrativa di questa storia mi piace poco. 

 

La sequenza in esame si inserisce poi in un contesto dove i banditi sono dei mezzi polli, tanto che vengono ritrovati facilmente grazie alla loro dabbenaggine e a un cowboy che mette provvidenzialmente Tex sulla buona strada; il prosieguo non è scoppiettante come altre volte, ed è tutto ciò che mi fa vedere questa storia come una delle più deboli del centinaio d'oro.

 

Edited by Leo

Share this post


Link to post
Share on other sites

GALLETTI, SIETE PREGATI DI EVITARE DI BECCARVI. NE HO IL SENTORE...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per una situazione simile, ma a carte invertite, GLB è recidivo.

Ne La Mano Rossa, i banditi evitano di ammazzare Tex, lo buttano in fondo a una miniera e stanno fuori ad aspettare quattro giorni che lui non esca, per essere certi che sia morto.

Mentre aspettano, Tex perde le frange della camicia e si allontana a nuoto attraverso una via di fuga sconosciuta a tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi astengo dalla partecipazione al processo perpetuo a Nizzi per dire invece la mia sulla storia.

 

Dopo un avvio ben congegnato, con un assalto al treno descritto perfettamente, la storia si perde.

 

A mio giudizio, Tex appare piuttosto appannato nel non ipotizzare che i banditi abbiano potuto utilizzare una seconda uscita segreta, piuttosto che lasciarsi morire di inedia senza nemmeno tentare una sortita.

 

E anche i banditi si rivelano dei babbei nel decidere, una volta usciti dalla grotta, di recarsi nel villaggio più vicino a sperperare denari e a vantarsi delle loro ricchezze. 

 

Bella la sequenza della sparatoria. Ma purtroppo seguono molte scene statiche, in cui Tex e Carson si trasformano, da uomini d'azione, in manovratori di agenti sul campo.

 

Lo sviluppo della vicenda dipende quindi da troppe coincidenze, che portano a un eccidio che invece Tex voleva evitare.

 

Positivi i disegni: inizia a scorgersi il tratto maturo di Ticci, che tanto mi piace.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.