Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
bressimar

[Texone N. 14] L'ultimo Ribelle

Voto alla storia  

21 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

Non sono d' accordo, per me questa è una gran  bella storia, non un capolavoro, ma  una gran bella storia.

I disegni mi hanno molto soddisfatto, in particolare nella raffigurazione dei paesaggi e delle espressioni facciali, molto realistiche. La sceneggiatura é ottimamente realizzata, con dialoghi ben fatti( in particolare ricordo il discorso di Davis su Jackson e la sua battuta finale, classica ma semplicemente di effetto " Bei tipi quei due. Di gente come loro ormai si è  perso lo stampo. " La trama si sviluppa bene, divisa in due parti , una più efficace, in carcere, che non puo' non richiamare" In nome della legge", e una meno efficace ( fino all' esplosione) ma sempre interessante ambientata nel campo nemico. La parte dell' esplosione, con tutti i personaggi che agiscono contemporaneamente su fronti diversi, è  meravigliosa, ricchissima di suspense. Non mi aspettavo assolutamente la morte di Fremont, personaggio che mi era molto simpatico, e che a differenza di Barbanera, ho trovato ben riuscito. Ho scritto nella discussione sui personaggi grigi di Nizzi un commento sul personaggio

Il capitano  Fremont appare fin dalla sua prima apparizione nell'albo come una canaglia simpatica, e il suo apparente patriottismo per la causa sudista non puo' non indurre il lettore a essere indulgente con lui. Tuttavia, ecco un primo colpo di scena quando spiega a Tex e a Carson  che a lui della causa sudista in realtà  non gliene importa niente, e che combattesemplicemente per riempirsi  le tasche. Questo  apparente  cinismo affievolisce leggermente  lasimpatia del lettore nei suoi confronti. Ma ecco unnuovo colpo di scena quando Fremont non se la sente di uccidere le due sentinelle del deposito di esplosivi, eadirittura corre il rischio di esplodere pur di salvare il suo generale, al quale evidentemente  doveva essere molto affezionato. E con questo gesto eroico, per il quale ci rimette la vita, si riabilita completamente agli occhi del lettore e riscatta tutti i suoi crimini.

 

Il maggiore Corbett come cattivo non é il massimo( manca di carisma)  ma c' è  di peggio. Il generale  Jackson è invece un ottimo personaggio, bandito e assassino, ma uomo d' onore e innamorato del Sud.

Per me è 9.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Grande Tex dice:

una più efficace, in carcere, che non puo' non richiamare" In nome della legge

:blink: molto vagamente

 

5 ore fa, Grande Tex dice:

La parte dell' esplosione, con tutti i personaggi che agiscono contemporaneamente su fronti diversi, è  meravigliosa, ricchissima di suspense.

Io invece me l'aspettavo, così come mi aspettavo la morte di Freemont...come ho già detto, Nizzi trova la quadratura di una trama che altrimenti sarebbe stata davvero difficile da chiudere "texianamente"

Il risultato è soddisfacente ma è deludente per la mancanza di pathos e per il finale scontato della storia...ma va bene così,i capolavori per me sono ben altri.questa è una storia di Tex comunque da 7,i disegni sono da 6.

 

Curiosità: Il generale Jackson Nizziano rimanda  al mitico e famosissimo "Stonewall"Jackson,eroico ufficiale virginiano artefice tra le altre cose delle prime vittorie dell'Armata della Virginia Settentrionale...era chiamato la "stampella"di Lee per via della sua determinazione negli assalti e per le sue capacità di comando sul campo.Venne ferito a morte per sbaglio dai suoi uomini che non lo riconobbero durante una perlustrazione...e fu una perdita gravissima per Lee e per il Sud.

Ci sono due somiglianze tra i due Jackson: entrambi muoiono per mano dei propri uomini causa tragico incidente e non uccisi dal nemico... curioso, no?

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">19 minuti fa</span>, Barbanera dice:

molto vagamente

Intendevo nel senso che, appunto, ha una tematica affine ( Tex in un carcere che si scontra con un sorvegliante: ovviamente le analogie finiscono qui) 

Neanche per me è un capolavoro, ma non la vedo affatto scontata e senza pathos. Direi anzi esattamente il contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buon Texone scritto da Nizzi quando era ancora in forma.
Ho preferito la prima parte alla seconda, che comunque non mi é dispiaciuta, perché vado pazzo per le storie carcerarie.
Bel personaggio Fremont ma, come é consuetudine di quel periodo, quelli simpatici e potenzialmente "riadattabili" muoiono sempre.
Disegni di Wilson molto buoni in assoluto, ma carenti per quanto riguarda il volto del protagonista.
Voto alla storia: 7,4
Voto ai disegni: 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, questo Texone è tra i pochi che mi mancano. Posso chiedere se la ristampa Stella Oro ha le introduzioni ad hoc oppure ha gli stessi contenuti dell'originale? Perché senza introduzione e presentazione di Sergio Bonelli non sarebbe la stessa cosa.. Però l'avrei trovato a 3,99€ e lo vorrei prendere. Grazie :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stessi contenuti

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, borden dice:

Stessi contenuti

Grazie Borden :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma se anche non ci fossero ,4 €, se ben tenuto li vale tutti. A me la storia è piaciuta.

Edited by Loriano Lorenzutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
<span style="color:red;">3 ore fa</span>, Loriano Lorenzutti dice:

Ma se anche non ci fossero ,4 €, se ben tenuto li vale tutti. A me la storia è piaciuta.

Certamente, solo che vorrei il Texone originale ma con questa occasione.. Soprattutto se ha gli stessi contenuti. Vediamo se aspettare o cosa ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah ma per quello mi fido di sicuro. È solo che mi spiacerebbe vedere la costa diversa dal giallo del Texone. Per questo non l'ho preso nonostante l'occasione. E ora che so che ha gli stessi contenuti, mi sa che farò un'eccezione :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io i Texoni edizione originale li trovo alle fiere e a un prezzo accessibile, tranne forse i primi,

ma se hai fretta di avere e leggere la storia quattro euro sono in ogni caso ben spesi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buon Texone di Nizzi, che seppur scritto in periodi non più di massimo fulgore, si inserisce bene tra le buone riuscite della collana.

In particolare è molto riuscita la figura di Fremont, personaggio "grigio", non del tutto buono e non del tutto cattivo. Personaggio che, ad ogni modo, attira simpatia e muore valorosamente.

Gli altri personaggio sono più sbozzati ma comunque efficaci. bene Tex e Carson. Discreti dialoghi, sceneggiatura senza pecche e che procede correttamente e con coerenza.

Bene anche Wilson ai disegni, efficaci e godibili.

Nizzi 7 +

Wilson 7

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora...Concordo globalmente con tutti. Storia valida (7), con un paio di colpi di scena, con un personaggio come il Capitano Fremont molto interessante, con la tematica Guerra Civile sempre ricca di argomenti. Un Nizzi solido che però lascia poco spazio a siparietti e dialoghi brillanti. Wilson anche lui essenziale ma utile per l'ambientazione della storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riletto oggi. Giudizio positivo su questo Texone che risale ormai a 20 anni fa. Ben riuscita in particolare la prima parte, di ambiente carcerario, dove Tex si guadagna in breve tempo la fiducia di Fremont. Quest'ultimo è il personaggio meglio riuscito dell'albo, una figura di valoroso ufficiale, disilluso però dalla guerra, in cui (proprio come Tex) ha visto troppi lutti e distruzioni. È il maggiore Corbett, furfante senza scrupoli, a pronunciare con disprezzo il suo epitaffio, senza rendersi conto invece di lodarlo, quando dice a Tex e Kit che Fremont giocava a fare il cinico, mentre era in  realtà un "dannato sentimentale". Nel finale dell'albo sarà poi Tex a dire a Carson e Davis che Fremont resterà nel suo ricordo, per il suo sacrificio nel tentare un disperato salvataggio del generale Jackson. Un omaggio insolito da parte di Tex ad un uomo che aveva fatto parte dell'altra barricata, sia nella guerra civile che nel rispetto della legge.  Il mio voto alla storia è un 8: un Nizzi ancora in gran forma. 8 anche ai disegni di Colin Wilson: mi sono piaciuti  il suo Tex e le ambientazioni, sia carcerarie che nel rifugio dei ribelli. Unico appunto, forse, un Fremont graficamente poco originale,  ispirato nell'aspetto, da  simpatica canaglia del sud, al Rhett Butler dell'indimenticabile Clark Gable.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.