Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
TEX THE BEST

Padre O Figlio?

chi è il migliore  

76 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Malgrado la migliore avventura del ciclo dedicato ai due demoniaci maghi sia a mio parere "Il figlio di Mefisto" ritengo che ques'ultimo valga di più di Yama il quale, dopo la sua folgorante comparsa nell'universo texiano, ha sempre avuto bisogno dei suggerimenti e del sostegno ( non solo morale, o per dir meglio, immorale ;) ) di suo padre.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Wasted Years

I pronostici sono fatti per essere smentiti, ma io prevedo un plebiscito per Mefisto. Yama è un buon burattino, è un cattivo da carrozzone, è un sostituto guidato passo passo, che oltretutto non cava mai un ragno da un buco ed appare come un saltimbanco e come un saltimbanco finisce. Per citare Aryman, "? ben lungi dal rappresentare la centesima parte del grande Mefisto". MEFISTO.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

anch' io penso che il migliore sia Mefisto, perchè Yama fin da subito è un burattino nella sue mani, e oltretutto non riesce mai a impensierire seriamente i pards, come era riuscito a fare, una o due volte, suo padre. VOTO MEFISTOuna domanda: ma nella storia "l'ombra di Mefisto" Yama muore?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Naturalmente, Mefisto!!!Tex the Best, Yama non muore in quell'albo, è tuttora vivo, anche se sta continuando la sua vita da vagabondo girando col suo carrozzone, come ci racconta la viva voce di Mefisto, nel recente albo "Mefisto", numero 501 e seguenti. Il mio sogno sarebbe che Mefisto e Yama si riunissero in futuro, per dare battaglia a Tex e pards.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

C'è una differenza incolmabile tra i due. Ho già avuto l'occasione di dire che non apprezzo molto le varie resurrezioni o dialoghi dall'aldil', ma ho idea che Yama sia nato solo per permettere al babbo sepolto sotto le macerie del castello di fare qualche altra scampagnata nel mondo dei vivi. A parte quello, non vedo davvero l'utilit? del personaggio, che non ha nemmeno il "fascino malvagio" del vecchio paparino.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Colonnello_Jim_Brandon

Mefisto, Mefisto, Mille volte Mefisto!!!!Yama non ha n° carisma n° potenzialità, è un buffone patentato che fruisce della conoscenza del padre, è un povero stolto attaccatto alle sottae i mamm?... Insomma un poveraccio che si trova in mano un potere MOOLTO più grande di luie non sa che farsene... No, nessun dubbio, il mio voto a Mefisto!!!!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

( Tex the Best@ 10 marzo 2009 ore 21: 34 )

anch' io penso che il migliore sia Mefisto, perchè Yama fin da subito è un burattino nella sue mani, e oltretutto non riesce mai a impensierire seriamente i pards, come era riuscito a fare, una o due volte, suo padre.
VOTO MEFISTO
una domanda: ma nella storia "l'ombra di Mefisto" Yama muore?

Beh, per quanto Yama non sia questo mostro di carisma, nella prima storia, una volta avvenuto il "passaggio di consegne" col padre, non mostra di averne molto bisogno;va anche detto che nelle prime due storie si trova per un momento ad avere alla sua merc? tutti e quattro i pards ( non due o tre come Mefisto in "La gola della morte" e "Incubo!" ), sebbene poi ( in un caso per il tradimento di Thomas, nell'altro per sciocca noncuranza ) non sfrutti le occasioni come meritano.

Quanto al finale del n. 268, ritengo che GLB ( probabilmente perchè intuiva che non avrebbe più avuto la lena e l'opportunità di sfornare un'altra storia di ampio respiro dedicata ai due diabolici maghi ) volesse davvero liquidare Yama una volta per tutte: non penso infatti che sia un caso il fatto che una fiamma avvolga l'ectoplasma di Yama proprio quando Tex lo tocca con l'anello del Morisco dicendo "All'Inferno"; IMHO GLB ha voluto dare al nostro ranger la possibilità di fare al suo nemico quello che gli dice ( anche la replica di Yama, "Tex Willer! Che tu sia maledetto!!", è proprio quella che ci si aspetterebbe da un malvagio che sta morendo in maniera atroce ).
Come è noto però Nizzi, in ossequio al principio "nemico che fugge è buono per un'altra volta", ha deciso di riportare il mago "figlio d'arte" alle origini, tenendolo in caldo per una successiva riapparizione....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa Due, ma non capisco chi sarebbe mosso dall'amore! E soprattutto, quale tipo di amore?

Ciò che, almeno inizialmente, muove Yama non è odio (verso Tex), bensì interesse a conoscere il padre, una forma di tentativo di ritrovare l'amore mai avuto da parte del padre. Yama combatte una battaglia non sua solo per conquistare l'amore del padre. Mefisto odia semplicemente Tex. :generaleN:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una delle grandi leggi non scritte della narrativa è che, perchè i figli funzionino, bisogna togliere di mezzo i padri (scatenando l'Edipo represso negli autori? :D Ogni allusione ad altri rapporti genetici nella saga texiana è puramente voluta) oppure metterli l'uno contro l'altro. Mefisto teoricamente avrebbe ottemperato alla prima condizione, ma continua a saltar fuori come un pupazzo a molla da una scatola, e alla fine è normale che il povero Yama finisca per farla lui, la figura del pupazzo. Una soluzione per salvare asino e fieno poteva essere quella di far "possedere" Yama anzich? Narbas dallo spirito di Mefisto in "Mefisto!", ma forse si è pensato che così si rischiava di perdere in un colpo solo due cattivi importanti, mentre uno lo si poteva mettere tranquillamente nel surgelatore, in previsione di un eventuale riciclaggio. Per la seconda eventualit?... avrebbe senso uno Yama buono, magari al fianco di Tex e dei pard' Sarebbe come mettere Vin Diesel a fare il monaco benedettino o l'astrofisico nucleare. Detto questo, ho votato Mefisto senza neanche pensarci: personaggio memorabile, anche se non sono sicura di volerlo rivedere. Il rischio che in un soggetto e in una sceneggiatura non indovinate venga rovinato non mi va di correrlo. :P

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa Due, ma non capisco chi sarebbe mosso dall'amore! E soprattutto, quale tipo di amore?

Ciò che, almeno inizialmente, muove Yama non è odio (verso Tex), bensì interesse a conoscere il padre, una forma di tentativo di ritrovare l'amore mai avuto da parte del padre. Yama combatte una battaglia non sua solo per conquistare l'amore del padre. Mefisto odia semplicemente Tex. :generaleN:
Capito, Due. Rispetto la tua opinione ma non sono d'accordo sullo "slogan" (se così posso chiamarlo) "viva l'amore". Non sempre quello che chiamiamo così è positivo e merita di essere imitato. Yama non ama il padre, ma il potere demoniaco che il suddetto ha esercitato e gli può passare. ;)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Indubbiamente Mefisto!... anche se, paradossalmente, la storia secondo me più bella di tutto il ciclo mefistofelico è "Il figlio di Mefisto", incontestabile Capolavoro della saga, e secondo me, insieme a "Mefisto"(e qui rischio il linciaggio! :shifty: ), unico vero Capolavoro tra le storie in cui appare il Mago.-non giudicatemi male, ma Mefisto non mi ha mai fatto impazzire particolarmente, non lo considero il più bel nemico di Tex, e sopratutto lo considero un personaggio che ha fatto il suo tempo(anche se un suo ritorno mi piacerebbe vederlo).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Premesso che nessuno dei due personaggi mi entusiasma molto perchè è proprio il genere che loro interpretano, l'ultraterreno, non mi entusiasma molto e preferisco di gran lunga le storie legate a fatti concreti, dunque premesso tutto questo sicuramente Mefisto è un personaggio più complesso, più caratterizzato e se proprio devo scegliere scelgo Mefisto.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Guest Gilbertfan

Tex è un personaggio che deve agire in un mondo reale, quindi se fosse stato per me, che come West amo la razionalit?, o comunque una fantasia che non arrivi a superare alcuni parametri, sia Mefisto che Yama non sarebbero esistiti. Tuttavia un nemico numero uno del protagonista, chiunque esso sia, deve esistere, con doti spesso anche superiori al primo, perciò la mia scelta va su Mefisto, che si è dimostrato il più forte e temibile avversario di Aquila della Notte.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Un paragone non facile visti i due personaggi che pur essendo simili presentano caratteristiche un p? diverse. Il mio voto va a Mefisto ma qui sotto vorrei fare qualche considerazione su entrambi i personaggi. Mefisto: E' il re della magia, con il suo linguaggio poetico e la sua follia delirante alternate ad un cervello niente male senza dubbio è meglio caratterizzato del figlio. Se ben ricordate Mefisto oltre alla magia era anche piuttosto bravo anche in chimica e medicina, come si è visto in "Incubo", tratto assolutamente assente in suo figlio. Era piuttosto intelligente nel pianificare i suoi piani, non a caso era una spia, che tuttavia per soddisfare il suo ego non ha mai mancato di lasciare più o meno enigmatici indizi a Tex per sfidarlo a capire che c'era ancora lui sulla sua pista. Basta pensare agli anagrammi: Anatas, Fiesmot e la "M" sui medaglioni degli Hualpai nel primo scontro, che sta appunto per Mefisto, cioè il nome con cui Tex l'ha conosciuto la prima volta. A Mefisto piace molto giocare al gatto col topo per farsi scoprire da Tex altrimenti sarebbe molto più discreto come è avvenuto nel suo ritorno scritto da Nizzi. E qui già si è cozzato un p? con le abitudini del personaggio in nome di un attacco a sorpresa da parte di Mefisto nei confronti del ranger. Come si ha avuto però modo di notare Mefisto ha meno dimestichezza con il mondo materiale durante le sue magie, limite che invece suo figlio è riuscito a varcare in più di un occasione. La sua forza è nell'illusione. Yama: Bisogna ammetterlo: i poteri di Yama sono molto più forti di quelli di Mefisto, non a caso G. L. Bonelli ha dotato i quattro pards dei quattro amuleti per equilibrare un p? le forze. Yama oltre ai saperi del padre ha studiato insieme a Loa i rudimenti della magia vud' ed ha saputo colpire a distanza i suoi nemici, come Yampas, oltre a riuscire a materializzarsi, anche se non completamente, a distanza. Basta pensare alla scena in cui attraversa lo specchio ne "Il ritorno di Yama" per sottrarre personalmente il braccialetto a Tiger (e qui forse c'è una stonatura: essendo l'amuleto protettivo contro le magie Yama non avrebbe potuto toccarlo senza danno come è successo con l'anello del Morisco) oppure quando si è materializzato a Tampa per parlare con Tahami. Il fatto che appaia fisicamente è fuori dubbio o non sarebbe scappato per evitare le legnate dai marinai nel porto quando Tex e compagni fecero affondare la Black Queen. Ci si chiede quindi se G. L. Bonelli non abbia ecceduto un p? troppo nel limitare gli attacchi di Yama nei confronti di Tex visto che è così potente. Mefisto al massimo nel mondo materiale riesce a scatenare una tempesta di sabbia come nel suo ultimo incontro con Tex. Insomma usa di più l'illusione che le risorse del mondo materiale nei suoi attacchi. Lati in comune con Mefisto. Si ce ne sono anche se non molti. Senza dubbio sono pazzi furiosi tutti e due anche se Yama lo è diventato con l'avanzare delle storie più rapidamente rispetto a Mefisto e sono entrambi bravi nella magia. Yama nel primo scontro è freddo, subdolo molto calcolatore, come Mefisto ne"Il ponte tragico" ma molto meno reattivo rispetto a Mefisto che va in bestia subito quando le cose gli vanno storte. In seguito con l'avanzare della pazzia ed il logoramento del personaggio finir? per diventare effettivamente una sbiadita imitazione di Mefisto: isterico allucinatorio e anche megalomane. Una differenza come ho già detto prima è quindi nella caratterizzazione del personaggio reso meno intelligente del padre. Lui è meno pratico di chimica e medicina, forse non le conosce neanche, non ama molto giocare al gatto col topo perchè si rivela subito a Tex senza anagrammi o indizi: è più diretto, istintivo ha meno savoir fare. Si diverte per lo più a schernire Tex e a minacciarlo più a parole che con la strategia confidando sui suoi poteri. E di questo Mefisto lo ha rimproverato diverse volte. E' quidi secondo me un buon personaggio decisamente temibile sotto diversi punti di vista ma troppo limitato dal suo stesso creatore. Rispetto al padre non è riuscito ad avere fisicamente un incontro faccia a faccia con i pards prigionieri eccetto con il solo Tiger. Insomma 1 sui soliti tre. Peccato. Speriamo, se lo ripescheranno un giorno, di rivederlo un p? più forte a livello intellettivo. Magari in alleanza con il padre, ora che è in vita, per dare luogo ad una battaglia veramente emozionante contro Tex, una battaglia epica che di sicuro tutti i fans aspettano da tanto, troppo, tempo per poter amare di più la forza del nostro Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.