Vai al contenuto
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

Quale Futuro Per Mefisto ?

Messaggi consigliati/raccomandati

Un'ipotesi, anche se altamente improbabile, potrebbe essere che il progetto per farlo ritornare sia già pronto, ma si sta aspettando che Villa finisca di disegnare "Eagle Pass". Alla fine, delle caratterizzazioni di Mefisto, anche vedendo le illustrazioni offerteci dagli altri disegnatori, la sua è la più azzeccata.

Un'ipotesi così improbabile che è sbagliata. :colt::lol2:

Oddio, non escludo che nella testa di almeno uno sceneggiatore (forse addirittura due?) ci sia un progetto al riguardo, ms di concreto c'è meno di nulla.

Quanto a Villa, dopo la fine di "Eagle Pass" (quando avverr? :old: ) già si sa che sarà impegnato con Boselli su una storia tratta da un suo soggetto, come ben sanno i più scafati tra gli iscritti a questo forum.

La cosa più probabile è che comunque in questo stato di cose, con le vendite comunque stabili, non si vuole rischiare con una nuova storia di Mefisto, anche vedendo l'ultima volta come è andata a finire.

Ecco: qui ci hai azzeccato. :indianovestito:


Certo, un ritorno ci deve essere per forza, ma credo che si sta aspettando il momento adatto per farlo ritornare più che la sceneggiatura buona.

Si sta aspettando il via di Sergio Bonelli per dire tutta la verità. :colt:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Immagine postata




A vedere il numero delle illustrazioni, come quella di Vannini postata sopra, dovute a diversi artisti bonelliani e non, non si direbbe il deprezzamento subito dal personaggio Mefisto.

Numeri alla mano, anche solo a voler valutare il sondaggio promosso da questo forum due estati fa Allora, Torna O Non Torna Mefisto?, che vede dominare i lettori che non ne possono più e lo vedrebbero bene al massimo in un'ultimissima storia e possibilmente senza il figlio Yama, non stupisce che la casa editrice e gli attuali sceneggiatori non stiano programmando un suo ritorno.

Riprendo questo topic perchè da lettore "tradizionalista" penso che la serie non possa fare a meno del principale antagonista.

Sono d'accordo con te al 100%. Un serial, qualunque serial, avventuroso ha bisogno di nemici ricorrenti, quelli che non vengono mai sconfitti definitivamente, che ritornano e ritornano ciclicamente, quelli che lo stesso lettore non vuole che scompaiano definitivamente.

Tra questi ne emerge uno che diventa l'Avversario per Eccellenza, la nemesi dell'eroe. Questo è Mefisto per Tex e per questo Mefisto deve in qualche modo tornare.

A distanza di nove anni da quel minaccioso addio ( "torner?... torner?... torner?"), la frattura che è stata aperta con la fuga del diabolico negromante non è stata ancora colmata. E' chiaro che un seguito dovr? esserci perchè l'ultima di Villa e Nizzi ha lasciato molti interrogativi, e se vogliamo, anche campo aperto a tutte le possibili soluzioni narrative.

Ho una serie di domande che mi frullano per la testa.

Quando leggeremo di Mefisto nuovamente rispedito agli inferi è Quanti anni dovranno passare ?

Vorresti Mefisto di nuocvo morto? Credevo di essere l'unico... esclusi quelli che vogliono il vecchio pazzoide eliminato per sempre, s'intende.


C'è il veto dell'editore su un suo ritorno ?

Martedì scorso, durante l'incontro di Pavia, Sergio Bonelli, ad un lettore che gli nchiedeva quando avremmo rivisto Mefisto, ha risposto che quando lui si sarà ritirato in un'isola dei Caraibi, allora gli autori potranno chiedere a suo figlio Davide l'autorizzazione a far tornare Mefisto. :colt:


Quanto ha pesato la delusione per l'ultima apparizione ?

Un bel p? secondo me. Sergio Bonelli non ama molto i ritorni in generale, ma efisto è un caso a parte, l'ha proprio rimosso.

So per certo che Nizzi aveva presentato due idee per un sequel: una nel 2002, da affidare a Civitelli ed una nel 2006 da affidare ai Cestaro, entrambe bocciate senza riserve.

Quanto pesa la paura degli autori e Boselli prima degli altri, che non ha ancora pensato di confrontarsi con il personaggio ?

A dire il vero Boselli con il personaggio ci si confronterebbe volentieri. Ancora gli brucia l'aver ceduto a Nizzi l'idea (che poi era di G. L. Bonelli stesso) del suo ritorno dalla morte e non averla tenuta per se in attesa di tempi migliori. Vorrebbe organizzare un ritorno in grande stile di Yama. Sotto sotto ci leggo la tentazione di Sergio, ma anche di Borden di ignorare in qualche modo l'ultima storia e riprendere l' da dove GLB aveva lasciato.


E quanto pesa, per l'appunto, il deprezzamento succitato, presso i nuovi lettori ?

A dire il vero, ad incontri e mostre io mi imbatto in tantissimi lettori che un ritorno di Mefisto e/o Yama lo vedrebbe volentieri


Io penso che c'è un po' di tutto questo a bloccare nel limbo Mefisto, Yama, Loa e Lily Dickart.

Sono sicuro che se domani uscisse la notizia di una nuova storia in lavorazione l'euforia sarebbe comunque al massimo.

Ne sono convinto.


Ora che sta emergendo sempre in maniera più evidente l'insofferenza verso i nuovi comprimari e antagonisti,

A dire il vero io non ho tutta questa insofferenza: un p? dei compriamri creati da Boselli (specie certe due comprimarie) dagli altri li rivedrei volentieri. Quanto agli antagonisti... mi ?dispiaciuto per l'uscita di scena della Tigre Nera e rivedrei volenteri il Maestro... ma anche Proteus se è per questo, che è un antagonista creato da G:L. Bonelli.


spazio alle vecchie onorate leve! Serve una petizione ?

Per far tornare Mefisto e famiglia? Firmo subito. ::evvai::

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

comunque mefisto non e' morto ! nell'ulltima tavola della storia che lo vede protagonista, disegnata da claudio villa, il diabolico mago afferma chiaramente che ritornera' per VENDICARSI. quindi il non farlo ritornare fa perdere credibilita' alla bonelli che, appunto, deve chiudere il cerchio della saga mefistiana

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa se insisto Lupo, è morto da decenni! Se adesso ci troviamo nella necessit? di dargli una fine definitiva (uff!) è proprio perchè invece di lasciarlo riposare in pace gli sono state organizzate alcune crociere tra l'aldil', l'aldiqua, e l'aldimezzo. E' vero, oramai dopo l'ultima di Nizzi il caro vecchietto è rivivo... o ri-non-morto, quello che sia. In effetti per levarselo dai piedi e defungerlo a tempo pieno è necessaria un'ultima avventura: basta che sia veramente l'ultima (altrimenti diventa sempre più una farsa).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti per levarselo dai piedi e defungerlo a tempo pieno è necessaria un'ultima avventura: basta che sia veramente l'ultima (altrimenti diventa sempre più una farsa).

però non è mica detto che in un ipotetico ritorno Mefisto debba morire per forza... _ahsisi

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti per levarselo dai piedi e defungerlo a tempo pieno è necessaria un'ultima avventura: basta che sia veramente l'ultima (altrimenti diventa sempre più una farsa).

però non è mica detto che in un ipotetico ritorno Mefisto debba morire per forza... _ahsisi
:malediz... :malediz... :malediz...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

A dire il vero Boselli con il personaggio ci si confronterebbe volentieri. Ancora gli brucia l'aver ceduto a Nizzi l'idea (che poi era di G. L. Bonelli stesso) del suo ritorno dalla morte e non averla tenuta per se in attesa di tempi migliori. Vorrebbe organizzare un ritorno in grande stile di Yama. Sotto sotto ci leggo la tentazione di Sergio, ma anche di Borden di ignorare in qualche modo l'ultima storia e riprendere l' da dove GLB aveva lasciato.

Su questo punto non sarei proprio d'accordo. Primo perchè la storia di Nizzi ha dei difetti e non è pienamente riuscita, ma non è neanche l'obbrobrio che se ne dice. Secondo perchè Mefisto ora è in gioco e non si può pensare di escluderlo. Terzo perchè la storia precedente può funzionare da ottimo prologo per la nuova storia, con un recupero di Yama e Loa. E poi anche dei seguaci di Narbas. Perchè Mefisto non può morire con una pallottola in fronte ma dev'esserci il passaggio attraverso lo specchio: nello stesso modo in cui è venuto deve andarsene. Una volta rispedito negli inferi, potr? ritornare saltuariamente ogni 200 / 300 numeri.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Capisco che dopo tanti giuramenti di vendetta Mefisto non può adattarsi a recitarsi da solo il Requiem. Non si potrebbe fare magari che Tex salva la vita a Lily Dickart e il fratello, che mi pare esserle in qualche modo affezionato, in uno slancio di gratitudine decide che quel gesto pareggia i conti e se ne torna al suo posto facendo ciao ciao con la manina? :lol:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Capisco che dopo tanti giuramenti di vendetta Mefisto non può adattarsi a recitarsi da solo il Requiem. Non si potrebbe fare magari che Tex salva la vita a Lily Dickart e il fratello, che mi pare esserle in qualche modo affezionato, in uno slancio di gratitudine decide che quel gesto pareggia i conti e se ne torna al suo posto facendo ciao ciao con la manina? :lol:

Ecco perchè, cara Cheyenne, non sarai mai una sceneggiatrice di fumetti. :lol2:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa se insisto Lupo, è morto da decenni! Se adesso ci troviamo nella necessit? di dargli una fine definitiva (uff!) è proprio perchè invece di lasciarlo riposare in pace gli sono state organizzate alcune crociere tra l'aldil', l'aldiqua, e l'aldimezzo. E' vero, oramai dopo l'ultima di Nizzi il caro vecchietto è rivivo... o ri-non-morto, quello che sia. In effetti per levarselo dai piedi e defungerlo a tempo pieno è necessaria un'ultima avventura: basta che sia veramente l'ultima (altrimenti diventa sempre più una farsa).

Posso capire che Mefisto non riscuota le tue simpatie, mia cara Cheyenne (per quanto, come si possa amare la saga di Tex e non apprezzare Mefisto francamente mi sfugge), ma sta di fatto che in una lunga saga avventurosa i nemici ricorrenti sono il sale della narrazione. Ogni eroe seriale che si rispetti ha una sua nemesi e spesso più di un avversario ricorrente con cui confrontarsi. Nel campo del fumetto Zagor ha Hellingen, Julia ha Myrna Harrod, Dylan Dog ha Xabaras e lasciando l'Italia, Superman ha Lex Luthor, Batman ha il Joker, l'Uomo Ragno ha Goblin, Capitan America ha il Teschio Rosso e via dicendo. Nel campo letterario James Bond ha Ernst Stavro Blofeld e, più in generale, la Spectre; l'87° Distetto ha il Sordo, Lincoln Rhyme ha l'Orologiao. Perfino Lucky Luke, che è protagonista di un serial umoristico, ha i suoi avversari ricorrrenti: i Dalton. In genere questi avversari se sono catturati evadono in modo rocambolesco e se sembrano morire lo fanno in modo da poter essere eventualmente recuperati. Che so: in un'esplosione di cui non vediamo gli effetti diretti, cadendo in un burrone od in un fiume (magari con delle rapide da cui non è mai uscito vivo nessuno tranne quando ci cadono Tex, i suoi pards, i suoi amici, i loro cavalli ed appunto i nemici ricorrenti laughing). Per questo sono, in fondo rimasto deluso quando ho visto la Tigre Nera sfracellarsi su un roccione e non scomparire nelle acque dell'Oceano Pacifico. In quel caso, infatti, avrei potuto sperare in un ulteriore ritorno di un avversario tutto sommato interessante anche se mal gestito dal suo stesso creatore. Nessuna farsa, quindi, ma un patto col lettore, che vuole vedere l'eroe confrontarsi con la sua nemesi ancora ed ancora senza limiti di volte. Io perlomeno l'ho sempre vista cosìSe per te non è lo stesso, peccato ma c'è poco da fare. :snif::lol2:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

A dire il vero Boselli con il personaggio ci si confronterebbe volentieri. Ancora gli brucia l'aver ceduto a Nizzi l'idea (che poi era di G. L. Bonelli stesso) del suo ritorno dalla morte e non averla tenuta per se in attesa di tempi migliori. Vorrebbe organizzare un ritorno in grande stile di Yama. Sotto sotto ci leggo la tentazione di Sergio, ma anche di Borden di ignorare in qualche modo l'ultima storia e riprendere l' da dove GLB aveva lasciato.

Su questo punto non sarei proprio d'accordo. Primo perchè la storia di Nizzi ha dei difetti e non è pienamente riuscita, ma non è neanche l'obbrobrio che se ne dice.
Questione di punti di vista. Io ho trovato il primo albo semplicemente splendido e molto d'atmosfera (e non dir? che dipenda dal fatto che il soggetto non era suo, perchè non lo credo), ma dal secondo in poi si va sempre peggio, con una gestione del personaggio pessima ed una sceneggiatura che se la si definisse brutta le si farebbe solo un complimento. Con la doppia aggravante di averla affidata ad un autore che non solo ha sempre affermato di non amare il filone fantastico, ma che era anche in un periodo di profonda crisi creativa tanto per usare un eufemismo (tanto che io ho il forte sospetto che il primo albo sia stato scritto addirittura nel 1991/92, prima dello scoppio della suddetta crisi). Il vero responsabile del mancato ritorno di Mefisto ?, in fondo, proprio Nizzi, perchè s ono state proprio le reazioni alla sua storia a spingere Sergio Bonelli a bloccare ogni altra iniziativa legata al malefico stregone. Se poi tu non la vedi così io non so che farci.

Secondo perchè Mefisto ora è in gioco e non si può pensare di escluderlo

. Oh io saprei trovare almeno un paio di modi per invalidare in tutto od in parte quella storia e se ci riesco io, figurati uno scrittore professionista.

Terzo perchè la storia precedente può funzionare da ottimo prologo per la nuova storia, con un recupero di Yama e Loa. E poi anche dei seguaci di Narbas. Perchè Mefisto non può morire con una pallottola in fronte ma dev'esserci il passaggio attraverso lo specchio: nello stesso modo in cui è venuto deve andarsene. Una volta rispedito negli inferi, potr? ritornare saltuariamente ogni 200 / 300 numeri.

Cosa che si potrebbe comunque ottenere anche estromettendo dal canone (o, se preferisci, dalla continuity) la storia di Nizzi & Villa. Non dico che b? quello che auspico, dico solo che nulla vieterebbe di farlo. Su una cosa hai ragione da vendere: la storia è rimasta in sospeso. Mefisto è libero e Tex ne è consapevole. Possibile che si dedichi allegramente ad altre avventure (Tra serie regolare e speciali vari , a fine anno saranno esattamente 83) senza nemmeno cercare di rintracciarlo? E Mefisto aspetta tutto questo tempo prima di un nuovo attacco?So bene che Nizzi progettava un nuovo ritorno di Mefisto in un paio d'anni al massimo, ma così non è stato e chiunque si prender? la briga di rimettere mano alla cosa dovr? farci i conti. A mio parere, se proprio si volesse riprendere le fila del racconto di Nizzi, l'unica scelta saggia sarebbe farne una storia in retrospettiva ambientata poco dopo il n° 502. Ma per ora sono discorsi sterili, dato il veto di Sergio Bonelli.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Posso capire che Mefisto non riscuota le tue simpatie, mia cara Cheyenne (per quanto, come si possa amare la saga di Tex e non apprezzare Mefisto francamente mi sfugge), ma sta di fatto che in una lunga saga avventurosa i nemici ricorrenti sono il sale della narrazione. Ogni eroe seriale che si rispetti ha una sua nemesi e spesso più di un avversario ricorrente con cui confrontarsi.

Beh Carlo, a dire il vero nemmeno io ho una grande passione per Mefisto... certo,"La gola della morte","Black Baron" e "Il figlio di Mefisto" sono delle pietre miliari della saga ma io, tutto sommato, a Mefisto preferisco Zhenda,Lucero, o il mio omonimo dalla faccia butterata... Certo, ogni eroe seriale ha il suo nemico-per-eccellenza... ma sono sicuro che l'importanza che ha Joker nell'universo narrativo di Batman Mefisto in quello di Tex non ce l'ha. Infatti, quante volte è stato usato Joker e quante volte Mefisto?.... la differenza è nel fatto che mentre Batman vive della ricorrenza dei soliti super cattivi,Tex cambia nemico a ogni storia- Mefisto non ha dunque la stessa importanza dei vari Joker,Due Facce,Pinguino ecc.@Ammiraglio:non che fosse brutta, ma secondo me era troppo esagerata, troppo da fumetto supereroistico o da manga (se non sabglio c'entravano anche Lilith,Lena e Donna...).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Posso capire che Mefisto non riscuota le tue simpatie, mia cara Cheyenne (per quanto, come si possa amare la saga di Tex e non apprezzare Mefisto francamente mi sfugge),

Ahiahiahia mi sorprendi con questa tua affermazione... ad un avvocato non dovrebbe sfuggire niente ne va del buon esito del processo :):P

Nel campo del fumetto Zagor ha Hellingen, Julia ha Myrna Harrod, Dylan Dog ha Xabaras e lasciando l'Italia, Superman ha Lex Luthor, Batman ha il Joker, l'Uomo Ragno ha Goblin, Capitan America ha il Teschio Rosso e via dicendo. Nel campo letterario James Bond ha Ernst Stavro Blofeld e, più in generale, la Spectre; l'87° Distetto ha il Sordo, Lincoln Rhyme ha l'Orologiao. Perfino Lucky Luke, che è protagonista di un serial umoristico, ha i suoi avversari ricorrrenti: i Dalton.

Mi oppongo Vostro onore! :old: L'avvocato Carlo Monni ha scomodato tutto lo scibile dei fumetti dimenticando Paperon de Paperoni e Amelia la fattucchiera, e non cito Rockerduck e la banda Bassotti perchè sono nemici ricorrenti. :lol2:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente non capisco tutte queste "lamentele" per un eventuale ritorno di Mefisto. E soprattutto non capisco, ai fini pratici, che differenza c'è tra il fatto che sia vivo e nascosto da qualche parte, e il fatto che sia morto. L'ultima apparizione di Yama o Mefisto quando è stata (prima del tanto odiato n.501)?Nei numeri 265-268?Vale a dire vent'anni fa..20!!Uno che, come il sottoscritto, di Mefisto aveva solo sentito il nome, il fatto di trovarsi nell'anteprima quella magnifica copertina di Villa (n.500),? un qualcosa di straordinario. Non è mica che tutti hanno la collezione completa, e possono "vantarsi" di averne piene le scatole di M e di Y. E allora di che stiamo parlando?Di problemi legati ad un ritorno che avviene una volta ogni vent'anni?Mah!Anzi,BAH! :asd: :indianovestito:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Posso capire che Mefisto non riscuota le tue simpatie, mia cara Cheyenne (per quanto, come si possa amare la saga di Tex e non apprezzare Mefisto francamente mi sfugge), ma sta di fatto che in una lunga saga avventurosa i nemici ricorrenti sono il sale della narrazione. Ogni eroe seriale che si rispetti ha una sua nemesi e spesso più di un avversario ricorrente con cui confrontarsi.

Non ci siamo capiti, Carletto mio :PMefisto è sempre stato tra gli avversari uno dei miei preferiti, per quanto mi paresse estraneo all'universo texiana questo mix di furbesco illusionismo e demoniaca magia. E apprezzo anche i ritorni, se ben gestiti. Ma morti che parlano, risuscitano, vanno e vengono come a casa propria, no, questi dopo un po' non mi vanno più già. L'Hellingen di Zagor è diverso come diversa è l'impostazione delle due serie (Hellingen si è pure trovato un aldil' a suo uso e consumo creatogli intorno da Manito, poi l'ho perso di vista dopo che si è trovato sotto le grinfie di Wendigo); se Mefisto doveva essere l'avversario per eccellenza di Tex, ed era giusto che lo fosse, magari era meglio non farlo morire nell'esplosione del suo castello in Florida. Tex non è una saga horror, la gente o muore, o al massimo viene creduta morta quando invece non lo è (così capit? allo stesso Mefisto nel numero 40) ma quando muore la cosa finisce l'. Al massimo può avere un erede vendicatore, e potevo ancora ammettere che Mefisto morente avesse ancora la forza mentale di contattare suo figlio e lasciargli il testimone. A proposito, non ricordo bene come è finito Yama. Vivo o morto? All'inferno dopo l'ultimo scontro con Tex? E' tornato a fare il lanciatore di coltelli da circo? Zombie?Perbacco, ci siamo lamentati per un alieno, ma almeno quello è durato il tempo di un'avventura :blink:

Se per te non è lo stesso, peccato ma c'è poco da fare. 004020.gif 34d309cfda.gif

Senza offesa Carlo, immagino che non sia questa la tua intenzione ma non è bello sentirsi sempre dire che se a qualcuno non piace una cosa che invece piace a te, peggio per questo qualcuno. Almeno a me le tue parole danno questa impressione, e mi spiace perchè come lettrice credo di avere individualmente gli stessi diritti di qualsiasi altro lettore, anche se naturalmente non pretendo che la Bonelli modifichi i suoi percorsi per me (altrimenti avrebbe fatto qualcosa in più che piantarla con Mefisto). Per quanto riguarda il suddetto individuo comunque, alcuni interventi qui e nel precedente sondaggio mi dicono che non sono l'unica che pensa che oramai il suo tempo è finito o prossimo alla fine. Magari non conter? molto, però...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mefisto è sempre stato tra gli avversari uno dei miei preferiti, per quanto mi paresse estraneo all'universo texiana questo mix di furbesco illusionismo e demoniaca magia. E apprezzo anche i ritorni, se ben gestiti. Ma morti che parlano, risuscitano, vanno e vengono come a casa propria, no, questi dopo un po' non mi vanno più già. L'Hellingen di Zagor è diverso come diversa è l'impostazione delle due serie (Hellingen si è pure trovato un aldil' a suo uso e consumo creatogli intorno da Manito, poi l'ho perso di vista dopo che si è trovato sotto le grinfie di Wendigo); se Mefisto doveva essere l'avversario per eccellenza di Tex, ed era giusto che lo fosse, magari era meglio non farlo morire nell'esplosione del suo castello in Florida. Tex non è una saga horror, la gente o muore, o al massimo viene creduta morta quando invece non lo è (così capit? allo stesso Mefisto nel numero 40) ma quando muore la cosa finisce l'. Al massimo può avere un erede vendicatore, e potevo ancora ammettere che Mefisto morente avesse ancora la forza mentale di contattare suo figlio e lasciargli il testimone. A proposito, non ricordo bene come è finito Yama. Vivo o morto? All'inferno dopo l'ultimo scontro con Tex? E' tornato a fare il lanciatore di coltelli da circo? Zombie?Perbacco, ci siamo lamentati per un alieno, ma almeno quello è durato il tempo di un'avventura :blink:

Ben detto Cheyenne. Quoto in pieno!!!Ovviamente ognuno può pensarla come vuole e se torner? Mefisto non mi strapperò le vesti e mi legger? tranquillamente la storia ma alla fin fine cosa dovr? mai fare Tex per ucciderlo definitivamente visto che accompagnarlo personalmente all'inferno non può :D

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti


Posso capire che Mefisto non riscuota le tue simpatie, mia cara Cheyenne (per quanto, come si possa amare la saga di Tex e non apprezzare Mefisto francamente mi sfugge), ma sta di fatto che in una lunga saga avventurosa i nemici ricorrenti sono il sale della narrazione. Ogni eroe seriale che si rispetti ha una sua nemesi e spesso più di un avversario ricorrente con cui confrontarsi.

Non ci siamo capiti, Carletto mio :P


Mefisto è sempre stato tra gli avversari uno dei miei preferiti, per quanto mi paresse estraneo all'universo texiana questo mix di furbesco illusionismo e demoniaca magia. E apprezzo anche i ritorni, se ben gestiti. Ma morti che parlano, risuscitano, vanno e vengono come a casa propria, no, questi dopo un po' non mi vanno più già.

Se è così che stanno le cose, c'è poco che io possa dire al riguardo.


L'Hellingen di Zagor è diverso come diversa è l'impostazione delle due serie (Hellingen si è pure trovato un aldil' a suo uso e consumo creatogli intorno da Manito, poi l'ho perso di vista dopo che si è trovato sotto le grinfie di Wendigo); se Mefisto doveva essere l'avversario per eccellenza di Tex, ed era giusto che lo fosse, magari era meglio non farlo morire nell'esplosione del suo castello in Florida.

Ed il bello è che ne "Il figlio di Mefisto" GLB ci mostra pure come avrebbe potuto salvarsi, perchè in realtà Mefisto non muore nell'esplosione del castello e se non fosse stato per la porta incastrata si sarebbe pure salvato.

Naturalmente mi sarei perso una delle più belle e terrificanti storie dell'intera saga, ma c'è sempre un prezzo da pagare per tutto. laughing

Tex non è una saga horror,

E qui sbagli: Tex è anche una saga horror, tra le altre cose.

Se non proprio dall'inizio, da molto presto lo stesso creatore di Tex chiar? che non si trattava di un semplice western, ma che anche altri sottogeneri avventurosi vi avevano pieno diritto di cittadinanza. Senza esagerate in Tex abbiamo visto: scienziati pazzi che compiono assurdi esperimenti genetici (e senza essere pagati dalle multinazionali farmaceutiche :lol2:), Città spagnole rimaste ferme al 1500 in pieno deserto, abissi in cui convivono uomini primitivi e dinosauri, mummie azteche redivive, alieni in cerca di elementi radioattivi ed ho citato solo i numeri tra il 34 ed il 56. Quello di Tex è un universo narrativo dove se ti dicono che ad uccidere è uno spettro uscito dalla tomba, tu puoi essere scettico, ma non lo puoi escludere a priori e dove se lo stregone del tuo villaggio ti dice che un tuo caro amico in Canada è in pericolo di vita tu non metti in discussione le sue parole e parti in soccorso.
Se Tex ?, in effetti, prevalentemente un fumetto western, non si può negare che ogni tanto vi trovino legittimo spazio l'horror, la fantascienza, il giallo ed altro ancora.
A me va bene così, non lo vorrei incasellato in un genere specifico escludendo tutto il resto.

la gente o muore, o al massimo viene creduta morta quando invece non lo è (così capit? allo stesso Mefisto nel numero 40)

Mi chiedo come classificheresti le mummie azteche de "I figli della Notte".


ma quando muore la cosa finisce l'. Al massimo può avere un erede vendicatore, e potevo ancora ammettere che Mefisto morente avesse ancora la forza mentale di contattare suo figlio e lasciargli il testimone. A proposito, non ricordo bene come è finito Yama. Vivo o morto? All'inferno dopo l'ultimo scontro con Tex? E' tornato a fare il lanciatore di coltelli da circo? Zombie?

Stando a Nizzi, gli è venuta la depressione ed è tornato dalla mamma. _thia-


Perbacco, ci siamo lamentati per un alieno, ma almeno quello è durato il tempo di un'avventura :blink:

A me l'avventura con l'alieno è piaciuta tantissimo. ::evvai::


Se per te non è lo stesso, peccato ma c'è poco da fare. 004020.gif 34d309cfda.gif

Senza offesa Carlo, immagino che non sia questa la tua intenzione ma non è bello sentirsi sempre dire che se a qualcuno non piace una cosa che invece piace a te, peggio per questo qualcuno. Almeno a me le tue parole danno questa impressione
Un'impressione sbagliatissima, credimi. Quello che volevo dire e che se le tue idee sono diverse dalle mie c'è poco che si possa fare a parte prenderne atto.

Di certo non pretendevo, n° pretendo di convincerti a cambiare idea.
Credo, però, di avere, esattamente come te, l diritto di affermare che le credo giuste.

e mi spiace perchè come lettrice credo di avere individualmente gli stessi diritti di qualsiasi altro lettore, anche se naturalmente non pretendo che la Bonelli modifichi i suoi percorsi per me (altrimenti avrebbe fatto qualcosa in più che piantarla con Mefisto).
Per quanto riguarda il suddetto individuo comunque, alcuni interventi qui e nel precedente sondaggio mi dicono che non sono l'unica che pensa che oramai il suo tempo è finito o prossimo alla fine. Magari non conter? molto, però...

Più che la tua opinione, la mia o quella di chiunque altro in questo forum od in altri, a contare è come la pensa la maggioranza dei lettori.

Una delle domande più ricorrenti che sento fare a qualunque incontro riguardante Tex a cui mi sia capitato di partecipare o di cui abbia semplicemente letto i resoconti ?: "Quando torna Mefisto?"
Perfino ieri all'incontro su Zagor svoltosi a Pavia Sergio Bonelli si è sentito rivolgere questa domande. Ed era un incontro su Zagor, non su Tex. :shock:
Qualcosa vorr? dire.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

lo stesso creatore di Tex chiar? che non si trattava di un semplice western, ma che anche altri sottogeneri avventurosi vi avevano pieno diritto di cittadinanza

Questo lo riconosco volentieri Carlo, e ti assicuro che molte delle storie che ospitano questi sottogeneri le annovero tra le mie preferite, ma di solito sono "pezzi unici". Le mummie azteche ad esempio, bellissima storia senza dubbio, ma è stata quella volta e basta. Oltretutto le abbiamo conosciute già mummie e quindi non ci è toccato vederle prima vive, poi morte, poi morte che parlavano, poi rivive ma bisogna vedere se funziona... Gli scienziati pazzi sono scienziati pazzi, ci possono stare tra i criminali. Gli animali preistorici delle terre dell'abisso, o dell'avventura con il nipote di Brooke sinceramente non mi hanno riempito di entusiasmo, ma le storie non mi sono dispiaciute (soprattutto la prima).

Per quanto riguarda Mefisto credo che gli sia già stata concessa una particolare distinzione dandogli tutti quei poteri; posso anche ammettere che il "prolungamento" in Yama abbia pemesso la creazione di una storia eccellente come "Il figlio di Mefisto", ma volendo sarebbe stato possibile anche con il padre ben vivo.
La goccia che ha fatto traboccare il vaso, comunque (il mio vaso, almeno) è stata la resurrezione :shock:


Un'impressione sbagliatissima, credimi.

E ti credo sulla parola :) Ma tu credimi se ti dico che esprimendoti in un certo modo è possibile interpretare "ma chi se ne infischia di come la pensi tu!".


Più che la tua opinione, la mia o quella di chiunque altro in questo forum od in altri, a contare è come la pensa la maggioranza dei lettori.

Su questo credo non ci siano dubbi ;)


"Quando torna Mefisto?"

Se fosse vivo lo chiederei anche io. Cosè come stanno le cose al massimo chiedo: "Quando torna Mefisto... nella tomba?" :lol2:



Se è così che stanno le cose, c'è poco che io possa dire al riguardo.

Ommamma forse ho trovato il modo per far tacere l'avvocato! laughing

:trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Propongo una raccolta di firme / petizione alla SBE affinche' aprano una nuova collana dedicata ed intitolata a Mefisto, dove costui e' il principale protagonista, assieme a Yama, pipistrelli vari e spiriti degli inferi al gran completo.

Il tutto ovviamente con un chiaro secondo fine: se gli fanno una collana tutta per lui, ce lo leviamo di torno una volta per tutte dal nostro FUMETTO WESTERN preferito ! E con lui anche il figlio e la combriccola di "amici"..... -_nono

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

CHi ha acquistato in questi giorni l'album di Graziano Romani "My Name is Tex" trover? all'interno dell'albetto allegato un articolo a cura di Luca Boschi, in cui viene descritta un p? la figura di Mefisto e la sua funzione di cattivo numero uno all'interno della saga Texiana!

L'interessante è alla fine dell'articoletto, le ultime righe:
" Nella saga di Tex sviluppata sinora Mefisto compare otto volte, l'ultima delle quali a grande richiesta dei lettori, prende le mosse nel 2002 a partire dal numero 501 del mensile, dal quale è stato assente per oltre 230 episodi.
Indistruttibile e minacciosamente vendicativo, Mefisto promette di incrociare nuovamente la strada di Aquila della Notte, che sembra non potersene liberare."

Una nuova speranza per chi attende da quasi dieci anni un ritorno del nemico numero 1 di Tex?
:trapper:

Modificato da Sam Stone

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.