Jump to content
TWF MAGAZINE N°19 è online! Read more... ×
Segnalazioni bloccate per gli ospiti Read more... ×
TWF - Tex Willer Forum
Sign in to follow this  
ymalpas

[591/592] L' Uomo Di Baltimora

L'uomo di Baltimora di Tito Faraci & Giovanni Bruzzo  

57 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

OsELxMBd959dRm6TfoWNT6--.jpg  zBPehWCBTizqVUdAg8LNtJW3nMM0auW4fHOsCKlB




Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci
Disegni: Giovanni Bruzzo
Periodicità mensile: Gennaio 2010 - Febbraio 2010
Inizia nel numero 591 e finisce nel numero 592

 

Tex e suo figlio Kit si imbattono in uno strano personaggio. Si chiama William Hodson, o meglio: Lord William Hodson. Arriva da Baltimora, ma appartiene a una nobile famiglia inglese. Gira il mondo in cerca di avventure da mettere nei libri che scrive e illustra. E adesso è arrivato nel Selvaggio Ovest, dove non può certo lasciarsi sfuggire un eroe come Tex, anche se quest'ultimo non ha molta intenzione di avere uno straniero alle calcagna. La situazione si complica ulteriormente quando entrano in scena un gruppo di sanguinari banditi e uno sceriffo con un passato da riscattare.

 

 


© Sergio Bonelli Editore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Due o tre curiosità su questa storia. Il titolo di lavorazione era "In corsa con la morte". L'ultimo omicidio in una copertina di Villa era del maggio 2007, Tex 559, intitolato "Minuti contati". L'autore, Tito Faraci l'ha presentata nel suo blog con queste parole: E' una storia particolare: sè, lo so che si dice sempre, qualche volta a sproposito, ma in questo caso è così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mhhh, non so a voi, ma personalmente la copertina mi da l'impressione che Tex sia visibilmente battuto nell'estrazione della propria colt dalla fondina. Il fatto che si volti a guardare dove arriva il colpo sparato dalla figura che gli sta di fronte è abbastanza preoccupante. Sembra che l'uomo abbia individuato il nativo alle spalle di Tex ed abbia estratto per far fuori il primo. Tex, vedendo i movimenti cerca d'estrarre ma, come detto... battuto alla grande!Se così fosse, non ho difficolt? a credere alle parole di Tito, quando la definisce particolare... sino ad ora l'unico ad aver 'fregato' Tex è stato il meticcio con la fondina "Swivel Holster" (e, a dir il vero, non è una reale vittoria dato che l'arma non fu estratta)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terza storia di Faraci alle prese con il celbre Ranger.
Le precedenti storie firmate dall'autore nella serie:

558-559 Evasione!

581-582 Lo Sceriffo Indiano


Il soggetto mi sembra originale, per via dello scrittore di romanzi.
Sarà lui quello raffigurato nella stupenda copertina di Villa?

Finalmente viene sfruttato anche il giovane Willer (in coppia con Tex anche nella recente Patagonia di Boselli), era diventata un'accoppiata ormai rara. :D

Le attese per Gennaio crescono!!! :trapper:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco alcune tavole in anteprima (già presenti nell'apposito topic da tempo)

Immagine postata

Come si può notare è compresa la tavola utilizzata da VIlla per creare la nuovissima copertina.
Tex e il personaggio sparano contemporaneamente, a differenza della copertina.
E comunque Tex è girato, quindi è naturale che il barbuto personaggio veda per primo il nemico.
Comunque nella tavola, come ho detto sparano contemporaneamente!! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mhhh, non so a voi, ma personalmente la copertina mi da l'impressione che Tex sia visibilmente battuto nell'estrazione della propria colt dalla fondina. Il fatto che si volti a guardare dove arriva il colpo sparato dalla figura che gli sta di fronte è abbastanza preoccupante. Sembra che l'uomo abbia individuato il nativo alle spalle di Tex ed abbia estratto per far fuori il primo. Tex, vedendo i movimenti cerca d'estrarre ma, come detto... battuto alla grande!Se così fosse, non ho difficolt? a credere alle parole di Tito, quando la definisce particolare...

Io invece l'ho interpretata diversamente: Tex ha davanti a se l'uomo con la giacca verde che può vedere prima il pericolo e perciò sparare per primo; a questo punto Tex intuisce a sua volta il pericolo e mette mano alla fondina... Comunque se, come ribadisce TexFan, il suo autore ha definito questa storia particolare, la sua interpretazione della scena in copertina deve essere quella giusta!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente attendo con ansia questo albo, visti i primi timidi accenni ufficiali riguardante la trama che sembra promettere molto bene. In piu', sono curioso di vedere come Faraci "adoperera'" un personaggio difficile da gestire come quello di Kit Willer, qui per la prima volta presente in una storia dell'eclettico sceneggiatore. Da una prima occhiata, i disegni di Bruzzo sembrano molto buoni. D'altronde e' stato riconfermato per disegnare un altra storia di Tex, sempre su una sceneggiatura di Faraci. Quindi la sua prova dev'essere stata ben apprezzata in redazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Copertina favolosa, che tuttavia mi aveva messo di cattivo umore rispetto alla storia... per fortuna le tavole in anteprima mi hanno rasserenato!Da questa storia mi aspetto tanto, data la trama insolita con un tipo di personaggio mai visto, e dato che le poche righe di Faraci aumentano la curiosità.. Sono p? che ottimista!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco la presentazione, tratta dal sito della SBE:

Le sanguinose piste dell'Ovest non sono il luogo adatto per uno stravagante Lord inglese...


Tex e suo figlio Kit si imbattono in uno strano personaggio. Si chiama William Hodson, o meglio: Lord William Hodson. Arriva da Baltimora, ma appartiene a una nobile famiglia inglese. Gira il mondo in cerca di avventure da mettere nei libri che scrive e illustra. E adesso è arrivato nel Selvaggio Ovest, dove non può certo lasciarsi sfuggire un eroe come Tex, anche se quest'ultimo non ha molta intenzione di avere uno straniero alle calcagna. La situazione si complica ulteriormente quando entrano in scena un gruppo di sanguinari banditi e uno sceriffo con un passato da riscattare.


Due piccole vignette d'anteprima:

Immagine postata
Immagine postata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Copertina favolosa, che tuttavia mi aveva messo di cattivo umore rispetto alla storia... per fortuna le tavole in anteprima mi hanno rasserenato!

Tranquillo caro pard, tranquillo. :trapper: Dalla lettura delle prime sue storie mi sento di scrivere che, con Faraci, il nostro Tex è in buone mani. :inch: :italia:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti, caro Capeli d'Argento, ho già detto di essere più che ottimista ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

non vorrei crearmi troppe aspettative... ma questo tex di faraci mi intriga sempre di più.. leggendo la trama in anteprima, sembra di trovarsi di fronte ad una storia dai vaghi sapori nolittiani, e infatti, Lord Hodson, il personaggio a cui fa riferimento il titolo dell'albo, mi ricorda molto il fotografo girovago creato da Nolitta.. attendo fiducioso il 7 gennaio

Share this post


Link to post
Share on other sites

La storia promette bene... benissimo! L'idea dello scrittore di dime novels mi sembra inedita, e comunque fino ad ora Faraci ha dato prova di possedere una buona vena! Per una volta -speranza- non è una parolaccia!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno dei motivi per cui attendo con curiosità questo albo sta in questa domanda:come verr? usato Kit da Faraciò.. avrà scelto come modello comportamentale quello di Bonelli-Nizzi, quindi un Kit più indipendente dal genitore, o quello di Boselli, che invece ci mostra un Kit che "deve imparare ancora" dal padre?In ogni caso è un piacere vedere che uno sceneggiatore nuovo in una delle sue prime storie mette in scena Piccolo Falco:può essere questa una assicurazione per l'avvenire... ora attendiamo Tiger!..

Share this post


Link to post
Share on other sites

La trama sembra molto zagoriana; l'idea del lord inglese in "tour" nell'Ovest infatti mi ricorda molte storie dello Spirito con la scure, in particolare "Un Lord a Darkwood". Vediamo come Faraci la "texizzer?" e come sapr? gestire Tex e figlio. Anch'io aspetto fiducioso il 7 Gennaio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un titolo è una trama che fanno presagire sicuramente qualcosa di molto positivo. La trama, qui descritta in poche righe, mi riporta alla mente quel immenso capolavoro Nolittiano de "il solitario del west", sopratutto per il fatto di trovarsi di fronte un uomo bizzarro in cerca di storie da scrivere, e questo mi riporta alla mente quel simpaticone di o'sullivan, presente purtroppo solo in due storie texiane, personaggio abbandonato chissa perchè... finalmente ritroveremo kit willer, che mancava da tempo sugli albi inediti, e questa non può essere che una bella notizia, dato che sono sempre più scarse le sue partecipazioni sugli albi inediti... Ho molto fiducia in questa storia, i disegni mi sembrano molto buoni, anche se qui possiamo ammirarli soltanto in un piccolo campionario, speriamo bene......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peste.... speriamo veramente in qualcosa di buono! Da quel poco che si vede i disegni di Bruzzo sono nel solco nella tradizione texiana e da quello che ho capito ill soggetto è davvero particolare, non resta che attendere....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dalle poche tavole in anteprima mi sembra che Bruzzo sia un'ottimo disegnatore!Eppure c'è una cosa che non mi convince(e probabilmente il mio è solo un cercare il pelo nell'uovo):ma nella vignetta in quarta di copertina di "Tre lunghi giorni", quella in cui Kit (evviva!!) spara col fucile, il calcio della pistola nella fondina non vi sembra sproporzionatamente grande, troppo grande?mmm... sto proprio cercando il pelo nell'uovo..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non vorrei partire con il solito "sembra promettere bene". Quando l'ho detto sono quasi sempre stata delusa, in parte o totalmente. Ricordo con piacere e speranza, anche se si tratta di una serie differente, che dal n. 231 al 234 di Zagor (Zenith 282-285) c'è la presenza di un Lord inglese (Lord Beau Windham) che con i suoi compagni torner? in altre occasioni. Ne era venuto fuori, a mio parere, un bel prodotto. E' vero, si tratta di serie diverse e di un diverso modo di raccontare, ma mi auguro che il soggetto possa dare vita ad una ventata di novità, visto che il ritorno alla tradizione che mi ero augurata con "La rivolta dei Cheyenne" mi ha lasciata un po' con la bocca amara. Non sapevo niente invece del personaggio di cui parla Pard06, infatti credevo si trattasse dello stesso che dicevo io.

Edited by Cheyenne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sbagliero', ma da queste due tavole in anteprima facenti parte dell'albo di Febbraio "Destini incrociati", il tratto di Bruzzo mi ricorda quello di De La Fuente, che io non amavo moltissimo.

La copertina vede per la seconda volta protagonista il lord inglese William Hodson. Era gia' successo in passato che i comprimari di una storia avessero l'onore di essere ritratti in copertina piu' di una volta. Vedi Zoro ne "L'uomo con la frusta" e ne "Lampi sul Messico", oppure El Muerto nei due albi consecutivi in cui e' presente.
Il soggetto della copertina la dice lunga sul significato della scena. Il signor Hodson e' intento a descrivere o a disegnare, il momento in cui Tex fa a pugni. Inconsueto e divertente l'episodio che e' stato proposto per farne la cover :D .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il soggetto della copertina di febbraio è stupendo!Questa storia promette davvero molto bene, l'unico punto interrogativo riguarda il disegnatore:a parte che il suo tratto rispetto alle tavole postate in precedenza, sembra piuttosto diverso, più sintetico e "tirato via", il suo stile mi ricorda quello di Milano, i cui disegni non mi hanno fatto impazzire-ovviamente queste sono solo congetture che, probabilmente, albo alla mano, si riveleranno infondate. Comunque, se la copertina insolita di febbraio è fedele alla storia(e penso che sia proprio così), credo che Faraci non abbia esagerato nel definire la storia originale per i canoni texiani. Vedremo... comunque sono molto fiducioso!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il tratto di Bruzzo mi pare un mix tra De La Fuente, Milano ( come hanno notato i miei colleghi Anthony e Paco ) e , aggiungo io, Repetto. Beh, il soggetto per la copertina di 'Destini Incrociati' è assai originale !Niente, non ci rimane che aspettare fiduciosi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dal giornale della Sbe, alcune tavole del numero 591, in edicola nei prossimi giorni:

Immagine postata

Immagine postata

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.