• Avvisi

    • TexFanatico

      BUON NATALE   24/12/2017

      BUON NATALE e felici Festività a voi!
ymalpas

Tabellone Uscite Previste Per Il 2011 E Il 2012

Messaggi consigliati/raccomandati

Nuovo aggiornamento della scaletta 2012 direttamente dal tabellone 2012 della SBE che ho avuto modo di vedere in una recente visita a Milano.


2012


GENNAIO.

N° 615: "Mondego"
Boselli & Leomacs

Almanacco del West 2012: "Medicine Show"
Faraci & Danubio


FEBBRAIO/MARZO

N° 616/617: "Diluvio di piombo"
Faraci & Cestaro


APRILE/MAGGIO.

N° 618: "Titolo non pervenuto"
Boselli & Garcia Seijas


GIUGNO.

N° 620: "Titolo non pervenuto"
Boselli & Garcia Seijas

Texone n° 26: "La cavalcata del Morto"
Boselli & Civitelli


LUGLIO

N° 621: "Titolo non pervenuto"
Ruju & Font.


AGOSTO

Tex Color n° 2: "Titolo non prevenuto"
Ruju & Cossu

N°622: Ruju & Font.


SETTEMBRE.

N° 623: "Titolo non pervenuto"
Faraci & Del Vecchio


OTTOBRE.

Maxi Tex n° 16 "La legge di Starkey"
Faraci & Repetto

N° 624: "Titolo non pervenuto"
Faraci & Del Vecchio


NOVEMBRE/DICEMBRE .

N° 625/626: "Inferno bianco"
Ruju & Ortiz


Come sempre, qualche commento.

1) Questa scaletta si può considerare ufficiale, con la ovvia riserva che nel secondo semestre potrebbero esserci comunque variazioni dell'ultimo minuto.

2) Nell'Almanacco 2012 avremo, caso abbastanza raro, lo stesso disegnatore per due anni di seguito. Questo dipende fondamentalmente dal fatto che n° la storia di Suarez N° quella di Gomez dovrebbero essere pronte in tempo utile.

3) Se non ho fatto male i conti, su 10 storie pubblicate nel 2012 quelle di Faraci saranno 4, quelle di Boselli 3, quelle di
Ruju ne avrà tre Per la prima volta Faraci sarà lo scrittiore prevalkente. entra,

4) Nessuna storia di Nizzi programmata per il 2012. Per la prima volta dal 1983, un anno senza neanche una storia di Nizzi. Cosa da sottolineare, direi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Attendo con molta curiosità questa annata perchè avremo la prova definitiva del valore di Ruju e Faraci su Tex, vedremo se davvero il futuro della serie è in buone mani ( su Faraci, a dire il vero, non ho quasi nessun dubbio viste le sue prove precedenti, e su Ruju sono più che ottimista dato il suo caplavoro di esordio!). L'unica nota stonata è che Kit e Tiger li vedremo certamente solo nella tripla di Boselli e Sejas, e nel Texone di Civitelli... o in una delle tre storie di Ruju, oltre alla presenza di Gros Jean, appariranno anche loro?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo: ma la storia di Nizzi e Filippucci ha lo stesso titolo di quella di Ruju e Ortiz?A me sembra che la ultima storia di Nizzi si intitoli proprio "Inferno bianco".

Colpa mia. Nel modificare la scaletta, ho dimenticato di csancellare il titoloi della storia di Filippucci, che avevo indicato tra le alternative possibili per novembvre e dicembre in precedenti scalette. :snif:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo: ma la storia di Nizzi e Filippucci ha lo stesso titolo di quella di Ruju e Ortiz?A me sembra che la ultima storia di Nizzi si intitoli proprio "Inferno bianco".

Colpa mia. Nel modificare la scaletta, ho dimenticato di csancellare il titoloi della storia di Filippucci, che avevo indicato tra le alternative possibili per novembvre e dicembre in precedenti scalette. :snif:
Con tutte le anteprime che ci dai per un errore così veniale non solo sei ampiamente scusato ma possiamo dire che neanche lo teniamo in considerazione ::evvai:: :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E la cosa ti rattrista? :D Io cobfido nelle storie invece, 3 autori che sono una garanzia e Nizzi che rallentando il ritmo può concentrarsi su poche storie per volte con la speranza che possa tornare ai fasti del passato. L'Altafini del fumetto :D

Spiacente di darti una delusione (se lo ?, per molti è un sollievo _ahsisi), ma Nizzi ha smesso di scrivere fumetti sin dal 2008 e la sua ultima storia (disegnata da Filippucci che la sta completando o così si spera) apprir? presumibilmente nel 2013. Le probabilità che ritorni sa scrivere Tex sono molto inferiori a quelle che Altafini torni a giocare al calcio oggi. In ogni caso, parere strettamente personale s'intende, la crisi creativa di Nizzi su Tex era ormai irreversibile anche con tutto il tempo del mondo a disposizione perf scrivere.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

E la cosa ti rattrista?  :D Io cobfido nelle storie invece, 3 autori che sono una garanzia e Nizzi che rallentando il ritmo può concentrarsi su poche storie per volte con la speranza che possa tornare ai fasti del passato. L'Altafini del fumetto :D

Spiacente di darti una delusione (se lo ?, per molti è un sollievo _ahsisi), ma Nizzi ha smesso di scrivere fumetti sin dal 2008 e la sua ultima storia (disegnata da Filippucci che la sta completando o così si spera) apprir? presumibilmente nel 2013. Le probabilità che ritorni sa scrivere Tex sono molto inferiori a quelle che Altafini torni a giocare al calcio oggi. In ogni caso, parere strettamente personale s'intende, la crisi creativa di Nizzi su Tex era ormai irreversibile anche con tutto il tempo del mondo a disposizione perf scrivere.
Non lo sapevo, ma non è una delusione, come non lo è stato quando abbandon° G. L. Bonelli. Ben vengano nuovi autori se del calibro di Boselli, Faraci etc... Quanto a Nizzi io ho sempre pensato che si fosse un po' disinamorato del personaggio anche per via delle troppe storie insieme che alla fine gli avranno dato un senso di nausea. Non concordo però sulla crisi irreversibile, secondo me con una storia ogni anno o due avrebbe potuto tornare a scrivere degli ottimi sceneggiati.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Spiacente di darti una delusione (se lo ?, per molti è un sollievo _ahsisi), ma Nizzi ha smesso di scrivere fumetti sin dal 2008

Io invece piu' che sollievo ho una nostalgia bestiale per le storie di Nizzi di fine anni '80 e inizi '90. Quelli si' che erano bei tempi. Nostalgia che in questo periodo si fa sentire ancora piu' forte, per quanto mi riguarda. Io cercherei sempre di non giudicare un autore (lo stesso dicasi per un disegnatore) in base agli ultimi anni di carriera.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Spiacente di darti una delusione (se lo ?, per molti è un sollievo _ahsisi), ma Nizzi ha smesso di scrivere fumetti sin dal 2008

Io invece piu' che sollievo ho una nostalgia bestiale per le storie di Nizzi di fine anni '80 e inizi '90. Quelli si' che erano bei tempi. Nostalgia che in questo periodo si fa sentire ancora piu' forte, per quanto mi riguarda. Io cercherei sempre di non giudicare un autore (lo stesso dicasi per un disegnatore) in base agli ultimi anni di carriera.
Sono d'accordo. Nizzi è stato un grande sceneggiatore, ha scritto moltissime storie di Tex che sono da considerarsi dei veri capolavori. Quando G L Bonelli smise di scrivere sembrava impossibile sostituirlo ma Nizzi riusc? a non farcelo rimpiangere. Non sono un suo sostenitore accanito, riconosco anch'io il calo degli ultimi anni. Le sue ultime storie sono proprio pessime, da buttar via. Non si può negare però che se noi continuiamo a leggere Tex oggi è anche per merito di Nizzi e delle sue sceneggiature.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Spiacente di darti una delusione (se lo ?, per molti è un sollievo _ahsisi), ma Nizzi ha smesso di scrivere fumetti sin dal 2008

Io invece piu' che sollievo ho una nostalgia bestiale per le storie di Nizzi di fine anni '80 e inizi '90. Quelli si' che erano bei tempi. Nostalgia che in questo periodo si fa sentire ancora piu' forte, per quanto mi riguarda. Io cercherei sempre di non giudicare un autore (lo stesso dicasi per un disegnatore) in base agli ultimi anni di carriera.
Sono d'accordo. Nizzi è stato un grande sceneggiatore, ha scritto moltissime storie di Tex che sono da considerarsi dei veri capolavori. Quando G L Bonelli smise di scrivere sembrava impossibile sostituirlo ma Nizzi riusc? a non farcelo rimpiangere. Non sono un suo sostenitore accanito, riconosco anch'io il calo degli ultimi anni. Le sue ultime storie sono proprio pessime, da buttar via. Non si può negare però che se noi continuiamo a leggere Tex oggi è anche per merito di Nizzi e delle sue sceneggiature.
Sono per temperamento un nostalgico anch'io, ma la nostalgia, quando si traduce in vivere nel passato è sterile e non porta a nulla. Che Nizzi abbia scritto dellle storie buone e talvolta ottiime dal suo esordio sino alla sua famigerata crisi creativa non c'è il minimo dubbio. Per i miei gusti era troppo manierista e tendeva troppo alla ripetizione pura e semplice delle formule di G. L. Bonelli, ma finch? ha saputo sceneggiare le sue erano comunque delle storie piacevoli da leggere. Sta di fatto che quel tempo è andato e lo è da un pezzo. Il Nizzi i cui lavori sono stati pubblicati a partire dal 1995 (con l'eccezione di alcuni Texoni) era un autore inaridito, le cui storie sono pain piano passate da accettabili a sufficienti ad appena passabili a pessime per arrivare a totalmente indifendibili. Bisogna ovviamente essere grati a Nizzi per aver sostenuto la testata praticamente da solo dal n° 301 in avanti (meno a chi non cercando per tempo qualcuno da affiancargli è stato in parte corresponsabile del crollo succssivo), ma quei tempi sono finiti da un pezzo e solo chi abbia gli occhi foderati di prosciutto potrebbe sostenere che lo stesso Nizzi negli ultimi anni non stesse contribuendo all'affossamento della serie quantomeno per quanto riguarda la qualità. L'amico Capelli d'Argento, con cui sono in disaccordo su molte cose, probabilmente la pensa come me almeno su questo. Io non ho problemi ad ammettere che senza la presenza di Boselli avrei probabilmente mollato Tex da un pezzo. La gratitudine da sola non può bastare a scusare lo scadimento di Nizzi. L'essergli grati per il buon lavoro fatto in passato implica forse che bisogna accettare acriticamente tutta la sua produzione più recente? Io dico di no. I bei tempi che si rimpiangono, quali che siano (e data la mia età, io vado un bel p? più indietro :snif:) hanno il difetto di non tornare più. Personalmente il Tex che si prospetta sotto la direzione di Boselli e l'apporto di Ruju, Manfredi e Faraci sarà induibbiamente diverso, ma preferisco essere ottimista e guardare al futuro piuttosto che arroccarmi nei rimpianti.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Spiacente di darti una delusione (se lo ?, per molti è un sollievo _ahsisi), ma Nizzi ha smesso di scrivere fumetti sin dal 2008

Io invece piu' che sollievo ho una nostalgia bestiale per le storie di Nizzi di fine anni '80 e inizi '90. Quelli si' che erano bei tempi. Nostalgia che in questo periodo si fa sentire ancora piu' forte, per quanto mi riguarda. Io cercherei sempre di non giudicare un autore (lo stesso dicasi per un disegnatore) in base agli ultimi anni di carriera.
Sono d'accordo. Nizzi è stato un grande sceneggiatore, ha scritto moltissime storie di Tex che sono da considerarsi dei veri capolavori. Quando G L Bonelli smise di scrivere sembrava impossibile sostituirlo ma Nizzi riusc? a non farcelo rimpiangere. Non sono un suo sostenitore accanito, riconosco anch'io il calo degli ultimi anni. Le sue ultime storie sono proprio pessime, da buttar via. Non si può negare però che se noi continuiamo a leggere Tex oggi è anche per merito di Nizzi e delle sue sceneggiature.
Sono per temperamento un nostalgico anch'io, ma la nostalgia, quando si traduce in vivere nel passato è sterile e non porta a nulla. Che Nizzi abbia scritto dellle storie buone e talvolta ottiime dal suo esordio sino alla sua famigerata crisi creativa non c'è il minimo dubbio. Per i miei gusti era troppo manierista e tendeva troppo alla ripetizione pura e semplice delle formule di G. L. Bonelli, ma finch? ha saputo sceneggiare le sue erano comunque delle storie piacevoli da leggere. Sta di fatto che quel tempo è andato e lo è da un pezzo. Il Nizzi i cui lavori sono stati pubblicati a partire dal 1995 (con l'eccezione di alcuni Texoni) era un autore inaridito, le cui storie sono pain piano passate da accettabili a sufficienti ad appena passabili a pessime per arrivare a totalmente indifendibili. Bisogna ovviamente essere grati a Nizzi per aver sostenuto la testata praticamente da solo dal n° 301 in avanti (meno a chi non cercando per tempo qualcuno da affiancargli è stato in parte corresponsabile del crollo succssivo), ma quei tempi sono finiti da un pezzo e solo chi abbia gli occhi foderati di prosciutto potrebbe sostenere che lo stesso Nizzi negli ultimi anni non stesse contribuendo all'affossamento della serie quantomeno per quanto riguarda la qualità. L'amico Capelli d'Argento, con cui sono in disaccordo su molte cose, probabilmente la pensa come me almeno su questo. Io non ho problemi ad ammettere che senza la presenza di Boselli avrei probabilmente mollato Tex da un pezzo. La gratitudine da sola non può bastare a scusare lo scadimento di Nizzi. L'essergli grati per il buon lavoro fatto in passato implica forse che bisogna accettare acriticamente tutta la sua produzione più recente? Io dico di no. I bei tempi che si rimpiangono, quali che siano (e data la mia età, io vado un bel p? più indietro :snif:) hanno il difetto di non tornare più. Personalmente il Tex che si prospetta sotto la direzione di Boselli e l'apporto di Ruju, Manfredi e Faraci sarà induibbiamente diverso, ma preferisco essere ottimista e guardare al futuro piuttosto che arroccarmi nei rimpianti.
Penso anch'io che Nizzi non avesse più niente da dire su Tex e le sue ultime storie lo hanno dimostrato. Tuttavia bisogna riconoscergli di essere stato un grande sceneggiatore e di aver mantenuto in vita il personaggio dopo l'abbandono di GLB, cosa assai difficile per qualunque sceneggiatore. Dicendo questo non giustifico affatto la sua produzione recente e sono contento che si sia concluso il suo ciclo nell'universo texiano.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Da luglio, escluso quel pasticcione Del Vecchio, seguono una serie di disegnatori per i quali già mi viene l'acquolina in bocca :(

Messaggio ironico o dici sul serio? Considerato che sulla serie regolare da luglio in poi appariranno Foint, Del Vecchio e Ortiz, sul Color ci sarà Cossu e sul Maxi Repetto, propendo per la prima ipotesi. _ahsisi :lol2: I gusti non si discutono, mi permetto solo di dire che non condivido giudizi negativi su Font e Repetto. Il secondo è decisamente un buon artigiano e finora mi è sempre piaciuto abbastanza. Quanto a Font, ha un tratto molto particolare, ma complice anche il fatto che è sempre stato interprete di sceneggiature eccellenti o quasi, io l'ho sempre gradito ed anche se non ho difficolt? a riconsocere che non entra nella mia top ten, ho sempre pensato che Sergiuo Bonelli abbia fatto un ottimo colpo a prenderlo nello staff. Avrei detto lo stesso anche di Ortiz, se non fosse decaduto così tanto negli ultimi anni. :snif:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Da luglio, escluso quel pasticcione Del Vecchio, seguono una serie di disegnatori per i quali già mi viene l'acquolina in bocca :(

Concordo con Carlo, perchè "pasticcione"?D'accordo che è relativamente veloce (lui stesso mi ha detto che per completare un albo gli ci vogliono circa sei mesi), ma non mi sembra tra quelli che "tirano via" il segno, come Freghieri, Ortiz e, mi pare, Piccatto...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Da luglio, escluso quel pasticcione Del Vecchio, seguono una serie di disegnatori per i quali già mi viene l'acquolina in bocca? :(

Concordo con Carlo, perchè "pasticcione"?D'accordo che è relativamente veloce (lui stesso mi ha detto che per completare un albo gli ci vogliono circa sei mesi), ma non mi sembra tra quelli che "tirano via" il segno, come Freghieri, Ortiz e, mi pare, Piccatto...
Sono d'accordo. Tra i nuovi disegnatori Del Vecchio è uno di quelli che preferisco, con il suo tratto classico e morbido. Le sue tavole non mi sembrano affatto "pasticciate" come quelle dell'ultimo Ortiz...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Da luglio, escluso quel pasticcione Del Vecchio, seguono una serie di disegnatori per i quali già mi viene l'acquolina in bocca  :(

Concordo con Carlo, perchè "pasticcione"?D'accordo che è relativamente veloce (lui stesso mi ha detto che per completare un albo gli ci vogliono circa sei mesi), ma non mi sembra tra quelli che "tirano via" il segno, come Freghieri, Ortiz e, mi pare, Piccatto...
Perchè, come ha ben capito anche Carlo Monni, la frase era ironica: dei quattro quello che preferisco è Del Vecchio, gli altri sono i "pasticcioni". Il senso si doveva capire dalla faccina piagnuccolante, no ?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tristezza assoluta per disegnatori e la presenza fissa di Boselli, l'unico che vorrei leggero subito è Diluvio di Piombo e la speranza che il gigante sia appetibile almeno sui testi perchè sui disegni non c'è nulla da dire, Civitelli è un mostro di bravura

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tristezza assoluta per disegnatori e la presenza fissa di Boselli

Fammi capire: non ti piacciono i disegnatori del 2012 a parte i Cestaro?Peccato per te. Non apprezzi nemmeno Boselli? Ancoir più peccato, perchè non solo è e rimarr? una presenza fissa, ma d'ora innanzi sarà sempre più lo sceneggiatore di riferimento per chiunque si accosti a Tex. A me non crea affatto problemi, ma tu potresti anche ritenerla una minestra dura da mandar già. Comunque nel 2012 comparir? solo in 4 albi su 12 ed il Texone. Mica tanto no?

l'unico che vorrei leggero subito è Diluvio di Piombo e la speranza che il gigante sia appetibile almeno sui testi perchè sui disegni non c'è nulla da dire, Civitelli è un mostro di bravura

Considerate le tue premesse servirebbe a poco dire che i testi sono strepitosi da quel che ho pututo leggere finora, perchè il fatto che piacciano a me non è una gran garanzia. :snif: ::evvai::

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

ho che bello Ruju e Faraci alla grande! :) un bel 2012 si prospetta, credo che in Tex cominci una bella svolta! :)

Mi fa' piacere che nell'aria ci sia tanto ottimismo. Io pero' ci andrei piano a far festa. Si',Ruju ha debuttato nella serie regolare alla grande con quella bella storia ("La prova del fuoco") ma e' ancora troppo presto per giudicarlo, o perlomeno, bisognerebbe aspettare qualche altro albo. In quanto a Faraci, devo essere onesto, fino ad ora, non mi sono strappato i capelli leggendo le sue storie, ma avra' ancora molto tempo per farsi apprezzare definitivamente dai lettori texiani (e soprattutto da me!). Sarei piu' entusiasta se vedessi una presenza massiccia di Manfredi, l'unico autore che mi ha colpito piu' di tutti, malgrado la sua ultima storia nella serie regolare ("Sei divise nella polvere") non mi e' piaciuta tantissimo. Boselli, per chi mi conosce forumisticamente, quando scrive le sue storie alla Boselli (con una miriade di personaggi, con Tex/comparsa, con la presenza fissa di redenti etc etc) sa che non lo digerisco proprio. Quindi, dal mio punto di vista, aspetto almeno qualche anno prima definire "svolta" questa nuova annata di Tex. Certo, se certi artisti inguardabili sulle pagine del ranger, come Font,Ortiz e Diso rinunciassero per sempre a disegnarlo, per quanto mi riguarda, sarebbe gia' un bel passo avanti verso qualla svolta, almeno per quanto riguarda la parte grafica di Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tristezza assoluta per disegnatori e la presenza fissa di Boselli

Fammi capire: non ti piacciono i disegnatori del 2012 a parte i Cestaro?Peccato per te. Non apprezzi nemmeno Boselli? Ancoir più peccato, perchè non solo è e rimarr? una presenza fissa, ma d'ora innanzi sarà sempre più lo sceneggiatore di riferimento per chiunque si accosti a Tex. A me non crea affatto problemi, ma tu potresti anche ritenerla una minestra dura da mandar già. Comunque nel 2012 comparir? solo in 4 albi su 12 ed il Texone. Mica tanto no?
Si però Boselli da un sacco di tempo è diventato pesante nelle sue storie, sceneggiature lente piene zeppe di dialoghi pesanti e poco avvincenti. L'ultima come si deve è stata "gli eroi del texas" dopo ha cambiato stile narrativo ma in peggio, spero cambi è diventato troppo austero, "il passato di carson", "tulac", " i sette assassini", dove sono finite queste sceneggiature impaccabili? nel dimenticatio? peccato per noi dico ;). Faraci mi è piaciuto in tutte le storie, Ruju non mi convince devo ancora carburare su Tex, quello che mi manca troppo di già è Manfredi che con il texone e "sei divese nella polvere" ha creato 2 storie superlative con un un tex e un carson duri, decisi e concisi nelle loro azioni senza strafare. Per quanto riguarda i disegni c'è Font che detesto, repetto, danubio, e ortiz che ormai mette solo 2 righe in croce e viene accettata come tavola, quindi si è un peccato per me consumatore che trova disegnatori inadeguati per la punta di diamante della casa editrice. Ecco perchè accetto + Civitelli, Cestaro Bros, Seijas e leomacs.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

@Anthony Steffen(ma in generale)in ogni caso, io credo che Tex si stia in qualche modo... potremmo dire la parola "svecchiando"(?) e sta per entrare in un concetto di qualità e pregio maggiori. L'apertura continua a nuovi sceneggiatori e disegnatori (che possono piacere o meno, anche io ho le mie preferenze, ma finora a parte qualcuno di realmente devastante dal lato grafico, delle sceneggiature non sono scontenta, anzi... ) per arrivare, almeno credo, alla impostazione ottimale un'altra volta, arrivando ai nostri tempi... il personaggio e la serie hanno da stare in piedi, ma come tutti i miracoli della vita, bisogna alimentarli, non vivono da soli. Quindi per questo sono ottimista di tutto questo venire di nuove facce o conferma di quelle appena iniziate! Perchè non si può sapere, è vero, se non dopo averli visti all'opera... ma già che ci sia stata una nuova ventata, non vi pare positivo?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

per me il 2012 si prospetta un'ottima annata , perchè:finalmente avremo una maggiore varietà di sceneggiatori , cosa che io ritengo importantissima in quanto porter? nuove idee, diversi modi di scrivere(accontentando gusti diversi dei lettori)e un approccio aTex diversificato ; come dire: il mondo è bello perchè vario. Sono , infatti , molto contento dell'ingresso di Recchioni, di poter finalmente leggere qualcosa di Faraci (splendido lo sceriffo indiano), del ritorno di Ruju(autore che apprezzo moltissimo sia su Tex ma anche Cassidy ,Demian e DD). Di Manfredi che dire è anch'io come molti lo ritengo , al momento, il miglior scrittore di Tex. Di Boselli dico esattamente quello che dice misternomg: splendido se torner? a scrivere come faceva tempo fa, storie che ritengo tra le migliori di Tex , ma ultimamente mi ha un p? deluso. i disegnatori del 2012:Civitelli ( the best)Cestaro (bellissimi)Sejas (ottimo)Leomacs (bravo)Font (bravo)Del Vecchio (bravo)Cossu (bravo)IL tanto bistrattato Ortiz (molto bravo) continuo a difenderlo in quanto il suo tratto sporco, il senso dell'azione che esprime , i volti dei banditi (da veri duri), gli ambienti e il tempo ( pioggia, deserti, montagne), il suo Tex( un vero duro) come piace a me , me lo fanno apprezzare moltissimo. meno entusiasmo per Repetto e Danubio che ritengo appena sufficienti. il tutto per dire ottimo 2012 e sbirciando il possibile 2013 forse sarà anche meglio......... lunga vita a Tex!!!!!!!!!!!!!! :P

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione da ora è chiusa.

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.