Jump to content
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[598/599] La Prova Del Fuoco

Voto alla storia?  

65 members have voted

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Please sign in or register to vote in this poll.

Recommended Posts

RSplJGSSNHwagtZQNPDNjd0FZglhV7uOsfZWN9zG  GA2--.jpg

 

 

 

 

Soggetto e sceneggiatura: Pasquale Ruju
Disegni: Garcia Seijas
Periodicità mensile: Agosto - Settembre 2010
Inizia nel numero 598 e finisce nel numero 599



Jack Cameron, un ranger veterano, conosciuto e rispettato in tutto il West, coinvolge Tex e Carson in una caccia alla banda di fuorilegge che terrorizza la regione da molti mesi e che ha appena messo a segno una sanguinosa rapina a una banca federale. Del gruppo di rangers fa parte anche l'unico figlio di Cameron, il diciottenne Michael, alla sua prima missione. Ma un evento tragico e imprevisto trasformerà la spedizione in una sanguinosa caccia all'uomo...


 


© Sergio Bonelli Editore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inizio col dire una cosa: mamma mia che copertina Villa! :inch:E, c'è da dire che mi piace vedendola rimpicciolita. Figuriamoci cosa deve essere dal vivo!Questa è l'ultima storia della fascia 500-600 (escluso il 600, ovviamente). La breve trama in anteprima sembra molto interessante. Anche i disegni non sono male. Non mi aspetto un capolavoro, però penso che ci troveremo di fronte ad una buona storia. Speriamo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Gilbertfan

Avendo l'onore di essere il primo a commentare l'anteprima di questa avventura, intendo farlo nel miglior modo possibile. Intanto voglio dire che l'accoppiata RUJU-SEIJAS potrebbe rivelarsi vincente come, a mio parere, come lo è quella SEGURA-ORTIZ. Se non sbaglio (nel caso correggetemi) RUJU non si è mai cimentato sulle pagine di Aquila della Notte, mentre SEIJAS lo ha fatto una sola volta, nel 2008, nella seconda parte dell'albo "L'assedio degli Utes" ed in "Il fuggiasco". Staremo a vedere cosa salter? fuori, anche se credo che tutti noi ci troviamo di fronte ad una storia importante per Tex. Le tavole postate da ymalpas sono molto buone, sia per quanto riguarda la parte grafica che per quella scritta, anche se per quest'ultima dovremo attendere l'uscita dell'albo (vediamo soltanto, o quasi, suoni onomatopeici). C'era bisogno di un nuovo soggettista-sceneggiatore, visto che Nizzi scrive sempre di meno e Boselli annaspa un po' nelle decine di storie in lavorazione, specificando però che entrambi riescano a mantenere livelli molto alti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Gilbertfan

Avendo l'onore di essere il primo a commentare l'anteprima di questa avventura, intendo farlo nel miglior modo possibile. Intanto voglio dire che l'accoppiata RUJU-SEIJAS potrebbe rivelarsi vincente come, a mio parere, come lo è quella SEGURA-ORTIZ. Se non sbaglio (nel caso correggetemi) RUJU non si è mai cimentato sulle pagine di Aquila della Notte, mentre SEIJAS lo ha fatto una sola volta, nel 2008, nella seconda parte dell'albo "L'assedio degli Utes" ed in "Il fuggiasco". Staremo a vedere cosa salter? fuori, anche se credo che tutti noi ci troviamo di fronte ad una storia importante per Tex. Le tavole postate da ymalpas sono molto buone, sia per quanto riguarda la parte grafica che per quella scritta, anche se per quest'ultima dovremo attendere l'uscita dell'albo (vediamo soltanto, o quasi, suoni onomatopeici). C'era bisogno di un nuovo soggettista-sceneggiatore, visto che Nizzi scrive sempre di meno e Boselli annaspa un po' nelle decine di storie in lavorazione, specificando però che entrambi riescano a mantenere livelli molto alti.

Ho impiegato troppo a scrivere e non sono stato il primo... :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non sbaglio RUJU non si è mai cimentato sulle pagine di Aquila della Notte, mentre SEIJAS lo ha fatto una sola volta.

 

Infatti sono entrambi alla loro terza storia ;) . Poi, scusa, non ho ben capito il parallelo con Segura-Ortiz: lo intendi nel senso "Buone sceneggiature con disegni inguardabili"? A me non sembra proprio: se è vero che sulla sceneggiatura è un po' presto per pronunciarsi, nei disegni Seijas mi sembra aver fatto addirittura meglio del solito, come se il suo tratto si fosse ulteriormente ripulito rispetto all'ultima prova offerta ne "Il killer". Mi aspetto una buona storia: le altre due sceneggiature di Ruju mi erano piaciute molto, e mi sembra inutile dire che conto su questo sceneggiatore per affiancare Faraci e Boselli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Gilbertfan

Se non sbaglio RUJU non si è mai cimentato sulle pagine di Aquila della Notte, mentre SEIJAS lo ha fatto una sola volta.

Infatti sono entrambi alla loro terza storia ;) . Poi, scusa, non ho ben capito il parallelo con Segura-Ortiz: lo intendi nel senso "Buone sceneggiature con disegni inguardabili"? A me non sembra proprio: se è vero che sulla sceneggiatura è un po' presto per pronunciarsi, nei disegni Seijas mi sembra aver fatto addirittura meglio del solito, come se il suo tratto si fosse ulteriormente ripulito rispetto all'ultima prova offerta ne "Il killer". Mi aspetto una buona storia: le altre due sceneggiature di Ruju mi erano piaciute molto, e mi sembra inutile dire che conto su questo sceneggiatore per affiancare Faraci e Boselli.
No, amigo, intendevo dire "Buona sceneggiatura per buoni disegni"...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto belle le tavole in anteprima, Seijas è un disegnatore che apprezzo molto! Niente da dire sulla copertina, è sempre la solita meraviglia!!La trama è condensata in due righe, ma se l'essenza della storia è quella credo proprio che potrebbe rivelarsi qualcosa di notevole!

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, amigo, intendevo dire "Buona sceneggiatura per buoni disegni"...

Uhm... capisco. Questione di punti di vista... :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

E così si conclude anche la fascia 500, con questa storia firmata da Pasquale Ruju, per la prima volta sulla regolare!Le precedenti sue storie, pubblicate su due almanacchi, a me non sono dispiaciute. Aspettiamo anche questa, da quelle due righe non è che si capisca molto del soggetto!! :)Le tavole di Seijas sono sempre uno spettacolo (almeno per me), è stato un ottimo acquisto per Tex e speriamo che Sergio si decida a pubblicarne il Texone ancora seppellito e ben chiuso nel suo cassetto!! :indiano: Bello anche il titolo! :trapper:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi aspetto molto da questa storia che segna il debutto nella serie regolare di Ruju, sceneggiatore che non mi e' dispiaciuto affatto nei suoi due lavori precedenti per gli Almanacchi, specie "Nella terra dei Klamath". Sejas e' uno dei pochi artisti stranieri che non "odio". Il suo stile mi e' sempre piaciuto cosi' come il suo Tex.

La copertina e' bella ma non mi fa strappare i capelli. Questa di proporre sempre scene prese dalla storia all'interno dell'albo mi ha un po' stancato. Ogni tanto ci starebbe bene una copertina generica, slegata dal contesto della storia. E' da troppo tempo che manca.

Curiosita':per ben tre storie consecutive abbiamo avuto tre artisti stranieri:Font ("La mano del morto"),Ortiz ("Oltre il fiume") e adesso Sejias con "La prova del fuoco").

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi aspetto molto da questa storia che segna il debutto nella serie regolare di Ruju, sceneggiatore che non mi e' dispiaciuto affatto nei suoi due lavori precedenti per gli Almanacchi, specie "Nella terra dei Klamath". Sejas e' uno dei pochi artisti stranieri che non "odio". Il suo stile mi e' sempre piaciuto cosi' come il suo Tex.

La copertina e' bella ma non mi fa strappare i capelli. Questa di proporre sempre scene prese dalla storia all'interno dell'albo mi ha un po' stancato. Ogni tanto ci starebbe bene una copertina generica, slegata dal contesto della storia. E' da troppo tempo che manca.

Curiosita':per ben tre storie consecutive abbiamo avuto tre artisti stranieri:Font ("La mano del morto"),Ortiz ("Oltre il fiume") e adesso Sejias con "La prova del fuoco").

Un altra curiosità: se non ricordo male (vale a dire, se non mi confondo con quella che sta scrivendo per Font, ma non credo), Ruju stesso mi ha detto che in questa storia ci sono tutti e quattro i pards. Se è così, sarà la prima volta da "L'oro del Colorado" (nn° 201/202) che, compreso il n° 600, sulla serie regolare ci saranno ben tre storie di fila con protagonisti tutti e quattro i pards (e le storie saranno addirittura 4, se, come mi pare di aver capito, anche nella storia di Boselli & Mastantuono che apparir? nei nn° 601/602 ci sarà sempre il quartetto al completo). la cosa dovrebbe far piacere a molti, credo (a me la fa. :indianovestito:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un altra curiosità: se non ricordo male (vale a dire, se non mi confondo con quella che sta scrivendo per Font, ma non credo), Ruju stesso mi ha detto che in questa storia ci sono tutti e quattro i pards.

Font ancora su Tex??? <_<:o :s Questa per me non e' una bella notizia!

come mi pare di aver capito, anche nella storia di Boselli & Mastantuono che apparir? nei nn° 601/602 ci sarà sempre il quartetto al completo). la cosa dovrebbe far piacere a molti, credo (a me la fa.

Fa piacere anche a me. Finalmente sembra che il quartetto sia ancora d'attualita'. :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto mi riguarda, questa è una delle storie più attese dell'anno!!In primis, sarà un piacere rivedere Sejas, disegnatore che mi piace tantissimo;e soprattutto,? con molta curiosità, mista a un p? (ma solo un p?!) di preoccupazione, che attendo questo debutto di Ruyu sulla serie regolare:la trama mi stuzzica parecchio ("i suoi affetti più cari");poi sono curioso di vedere in quale delle due differenti direzioni tracciate dai due almanacchi Ruju seguiter?.... La copertina di Villa sembra ancora una volta spettacolare!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiungo un ultima cosa:spero che a Rju non venga riservato lo stesso trattamento che è riservato a Nizzi. E cioè:giudicare-condannare preventivamente le storie scritte da lui. Tra l'altro, posso anche capire che verso Ruju ci possa essere della diffidenza:anche a me su Dylan Dog non ha quasi mai convinto, anche a me non è piaciuta troppo la storia dell'almanacco 2008... ma un occasione è doveroso concedergliela!Anche perchè "Nella terra dei Klamaths" è una bella storia, e "Cassidy"-da cui non mi aspettavo niente-mi sta piacendo molto. Morale della favola:anche Ruju sa scrivere bei fumetti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un altra curiosità: se non ricordo male (vale a dire, se non mi confondo con quella che sta scrivendo per Font, ma non credo), Ruju stesso mi ha detto che in questa storia ci sono tutti e quattro i pards.

Font ancora su Tex??? <_<:o :s
Davvero non lo sapevi? Sta disegnando una storia di Ruju che dovrebbe vedere la presenza degli Apaches. Cosa ti aveva mai fatto pensare che avesse lasciato Tex?

Questa per me non e' una bella notizia!

Per me ?, invece, vero esattamente il contrario. Per quanto Font non sia nei primi posti tra i miei disegnatori preferiti, apprezzo molto il suo tratto e riconosco, tra l'altro, l'esistenza di una particolare alchimia tra lui e Boselli che, secondo il mio personale parere rende sempre molto riuscite le storie che hanno fatto insieme finora. Mi pare di capire che tu abbia una certa idiosincrasia verso i disegnatori stranieri di Tex. Mi chiedo perchè: si tratta di una pura e semplice questione estetica, ovvero non ti paice il loro tratto, o ti d' solo fastidio vedere un autore non italiano su Tex (Immagino che non sia così, lo troverei davvero incomprensibile). Nel primo caso, dovrei dire che non sono minimamente d'accordo con te: tutti i disegnatori stranieri che si sono finora cimentati con Tex hanno, secondo me, dato una buona prova. Su Font ho già espresso la mia opinione più sopra, quanto aglil altri, non ho problemi ad ammettere che Ortiz è peggiorato negli ultimi tempi (del resto è ha 78 anni, se non sbaglio), ma mi si permetta di dire che lo trovo molto meglio sia di Letteri sia di Galep quando avevano la sua attuale età. L'unico su cui avrei espresso delle riserve era De la Fuente, ma anche lui aveva l'handicap dell'età. Negli anni Settanta era indubbiamente un disegnatore coi fiocchi e la sua prova sul Texone del 1992 l'ho trovata comunque molto azzeccata.

come mi pare di aver capito, anche nella storia di Boselli & Mastantuono che apparir? nei nn° 601/602 ci sarà sempre il quartetto al completo). la cosa dovrebbe far piacere a molti, credo (a me la fa.

Fa piacere anche a me. Finalmente sembra che il quartetto sia ancora d'attualita'. :rolleyes:
Come ho già detto è dai lontani tempi del n° 202 (agosto 1977) che non venivano pubblicate quattro storie consecutive con il quartetto al completo (ma anche solo tre storie consecutive, se è per quello). Ciò è stato dovuto in parte all'arrivo di Nolitta (che col quartetto al completo non ci si è mai trovato bene, preferendo altre combinazioni) ed in parte al fatto che il tardo Bonelli vir? sulla coppia Tex e Carson e che Nizzi, pur avendo scritto storie belle con il quartetto al completo, ha sempre preferito fin dagli esordi l'accoppiata Tex e Carson. Confesso che il quartetto dei pards mi è mancato non poco e che sono abbastanza curioso di vedere come Ruju li gestir?. In ogni caso quel che conta davvero per me non è che ci siano tutti e quattro, ma che ognuno abbia il suo giusto spazio nella storia. Edited by Carlo Monni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un altra curiosità: se non ricordo male (vale a dire, se non mi confondo con quella che sta scrivendo per Font, ma non credo), Ruju stesso mi ha detto che in questa storia ci sono tutti e quattro i pards.

Font ancora su Tex??? <_<:o :s
Davvero non lo sapevi? Sta disegnando una storia di Ruju che dovrebbe vedere la presenza degli Apaches. Cosa ti aveva mai fatto pensare che avesse lasciato Tex?
Forse certe voci che corrono e riguardano la sua permanenza su Tex ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero non lo sapevi? Sta disegnando una storia di Ruju che dovrebbe vedere la presenza degli Apaches. Cosa ti aveva mai fatto pensare che avesse lasciato Tex?

No, non lo sapevo Carlo, o forse l'avevo dimenticato(in questo periodo il mio cervello e' fritto!).

Per me ?, invece, vero esattamente il contrario. Per quanto Font non sia nei primi posti tra i miei disegnatori preferiti, apprezzo molto il suo tratto e riconosco, tra l'altro, l'esistenza di una particolare alchimia tra lui e Boselli che, secondo il mio personale parere rende sempre molto riuscite le storie che hanno fatto insieme finora.

Per me invece e' esattamente l'opposto! :D Oltre alla parte grafica, sono anche le storie stesse che non mi son piaciute.

Mi pare di capire che tu abbia una certa idiosincrasia verso i disegnatori stranieri di Tex. Mi chiedo perchè: si tratta di una pura e semplice questione estetica, ovvero non ti paice il loro tratto, o ti d' solo fastidio vedere un autioe non italiano su Tex

Naturalmente e' solo una questione prettamente estetica. Se Font fosse stato un autore italiano l'avrei detestato lo stesso. Lo stesso vale per Ortiz, ma quest'ultimo e' piu' accettabile rispetto a Font. A costo di ripetermi, per me Font e' l'artista "peggiore" che abbia mai disegnato Tex. Trovo quel suo tratto cosi' caricaturale, cosi' confusionale da ritenerlo il meno adatto a disegnarlo. Diamine, ma l'avete visto il suo Tex e il suo Carson°ma si puo' accettare di vedere i due pards disegnati in quel modo?sembrano delle mascotte, delle vignette umoristiche uscite dalla penna di Forattini!Ma stiamo scherzando....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un altra curiosità: se non ricordo male (vale a dire, se non mi confondo con quella che sta scrivendo per Font, ma non credo), Ruju stesso mi ha detto che in questa storia ci sono tutti e quattro i pards.

Font ancora su Tex??? <_<:o :s
Davvero non lo sapevi? Sta disegnando una storia di Ruju che dovrebbe vedere la presenza degli Apaches. Cosa ti aveva mai fatto pensare che avesse lasciato Tex?
Forse certe voci che corrono e riguardano la sua permanenza su Tex è
Beh, non so da dove nascono queste voci... o meglio, lo sospetto: dal suo impegno con la Francia... ma se la memoria non mi fa difetto, non molto tempo tempo fa lo stesso Borden mi ha detto che stava già pensando alla prossima storia da affidare a Font (quella successiva a quella di Ruju su cui Font è al lavoro adesso, intendo, la cosa mi è stata detta quando Font aveva già cominciato a disegnarla). Certo, magari, da allora Font gli ha comunicato la sua intenzione di smetterla con Tex, ma ne dubito. :colt:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero non lo sapevi? Sta disegnando una storia di Ruju che dovrebbe vedere la presenza degli Apaches. Cosa ti aveva mai fatto pensare che avesse lasciato Tex?

No, non lo sapevo Carlo, o forse l'avevo dimenticato(in questo periodo il mio cervello e' fritto!).
Consolati: non sei l'unico a cui capita. :colt:


Per me ?, invece, vero esattamente il contrario. Per quanto Font non sia nei primi posti tra i miei disegnatori preferiti, apprezzo molto il suo tratto e riconosco, tra l'altro, l'esistenza di una particolare alchimia tra lui e Boselli che, secondo il mio personale parere rende sempre molto riuscite le storie che hanno fatto insieme finora.

Per me invece e' esattamente l'opposto! :D

Oltre alla parte grafica, sono anche le storie stesse che non mi son piaciute.

Sul serio? Quando si dice avere sensibilit? diverse.

Font ha debuttato su Tex ormai 12 anni fa e le storie che ha disegnato, nessuna esclusa, io le trovo tra le migliori del periodo. Partendo proprio dal giugno 1998, solo, più o meno in ordine di preferenza, "la grande invasione", "Sulla pista di Fort Apache" e "Matador" sono di un livello superiore come qualità di sceneggiatura e presa emotiva.

Mi pare di capire che tu abbia una certa idiosincrasia verso i disegnatori stranieri di Tex. Mi chiedo perchè: si tratta di una pura e semplice questione estetica, ovvero non ti paice il loro tratto, o ti d' solo fastidio vedere un autore non italiano su Tex

Naturalmente e' solo una questione prettamente estetica. Se Font fosse stato un autore italiano l'avrei detestato lo stesso. Lo stesso vale per Ortiz, ma quest'ultimo e' piu' accettabile rispetto a Font.
Beh, questo lo posso capire.


A costo di ripetermi, per me Font e' l'artista "peggiore" che abbia mai disegnato Tex. Trovo quel suo tratto cosi' caricaturale, cosi' confusionale da ritenerlo il meno adatto a disegnarlo.

Diamine, ma l'avete visto il suo Tex e il suo Carson°ma si puo' accettare di vedere i due pards disegnati in quel modo?sembrano delle mascotte, delle vignette umoristiche uscite dalla penna di Forattini!

Ma stiamo scherzando....

Un'altra questione su cui siamo praticamente agli antipodi. riconosco che esiste una vena grottesca nel tratto di Font, ma non condivido assolutamente quello che dici, rispetto ovviamente la tua opinione pur non condividendola per niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ultimamente, a parte alcuni inevitabili difetti, le storie mantengono quello che promettono. E questa, a giudicare dalla trama, deve essere almeno almeno "esplosiva". Tex colpito nel cuore che si lancia verso la vendetta, la presenza del quartetto al gran completo, un nuovo grande vilain... speriamo che veramente le promesse vengano mantenute. I disegni di Seijas sembrano davvero ottimi, tutt'altra cosa (a mio personale parere, ovviamente) rispetto a quelli di Ortiz che proprio non riesco a mandare già.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un altra curiosità: se non ricordo male (vale a dire, se non mi confondo con quella che sta scrivendo per Font, ma non credo), Ruju stesso mi ha detto che in questa storia ci sono tutti e quattro i pards. Se è così, sarà la prima volta da "L'oro del Colorado" (nn° 201/202) che, compreso il n° 600, sulla serie regolare ci saranno ben tre storie di fila con protagonisti tutti e quattro i pards (e le storie saranno addirittura 4, se, come mi pare di aver capito, anche nella storia di Boselli & Mastantuono che apparir? nei nn° 601/602 ci sarà sempre il quartetto al completo). la cosa dovrebbe far piacere a molti, credo (a me la fa. :indianovestito:)

Peste, anche a me ! :trapper:

Certo che Ruju pero'...... :rolleyes::mellow:
Spero mi faccia ricredere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'altra questione su cui siamo praticamente agli antipodi. riconosco? che esiste una vena grottesca nel tratto di Font, ma non condivido assolutamente quello che dici, rispetto ovviamente la tua opinione pur non condividendola per niente.

Comunque, secondo la mia opinione, l'onore di vedersi pubblicare addirittura il cartonato natalizio questo non l'ho mandato giu' ( storia e disegni poco "texiani" ). :capoInguerra: C' era qualche altro " vecchio " disegnatore che avrebbe avuto il diritto, o precedenza, di vedersi pubblicare una storia a colori nella prestigiosa ( fumettisticamente parlando ) collana mondadoriana.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dalla terza di copertina del n. 597 si ricavano alcune precisazioni su quanto già trapelato:

"gli affetti più cari" nei quali sarà colpito Tex sono rappresentati da Carson, gravemente ferito durante la sparatoria nel saloon alla quale si riferiscono le tavole di anticipazione postate da Ymalpas nel messaggio introduttivo. Ciò ricorda quanto è capitato a Kit Willer in "L'uomo di Baltimora", richiamata anche nel nome del ranger, Cameron, che coinvolge Tex e Carson nella caccia agli spietati rapinatori che fanno da antagonisti ai nostri eroi. Dal riassunto pubblicato dalla SBE sembra inoltre di poter dedurre che il personaggio di cui Tex dovr? frenare la sete di vendetta sarà proprio Cameron, che con ogni probabilt? perder? nella caccia ai banditi il suo unico figlio diciottene, "alla sua prima missione" come ranger; resta da vedere come gestir? la cosa Ruju, se teniamo conto della durezza della vendetta di Tex nelle analoghe circostanze de "Il giuramento". Resta invece da capire il ruolo recitato dagli indiani che inseguono Tex e un reparto militare nelle tavole anticipate
.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo quanto scritto dall'amico pedro, l'attesa per quest'albo aumenta ancora di più!!Sembra che ci attenda una storia molto molto drammatica, e il soggetto è davvero da leccarsi i baffi:

Peste:Carson gravemente ferito e un ragazzino di 18 anni ucciso!!Tex, smanioso di vendicarsi per il ferimento del pard, che deve frenare l'ansia di vendetta del padre-ranger. E il nemico in gamba quasi quanto Tex, che quindi non dovrebbe essere il ranger vendicatore....
Di carne al fuoco succosa ce n'? tanta davvero... non vedo l'ora!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco qualche statistica riguardante il disegnatore di questa storia:

Sejas ritorna sulle pagine di Tex dopo appena due anni di assenza. Il suo ultimo lavoro e' stata la breve l'avventura scritta da Boselli dal titolo "Il fuggiasco", sempre per la serie regolare. Il suo debutto comunque avviene nell'Almanacco di Tex 2007, con la storia "Polizia APache", sempre scritta dallo sceneggiatore milanese.

Attualmente l'artista argentino e' al lavoro su un altra storia sceneggiata sempre da Boselli e che dovrebbe coinvolgere ben tre albi.

Tanto per rinfrescarci la memoria, ecco il suo bel Tex:

Immagine postata

Che ve ne pare?a me piace molto questo Tex!

Ultima curiosita' per quanto concerne questa storia in edicola nel mese di Agosto:il titolo provvisorio era "Un ranger del Texas". Naturalmente e' stato cambiato, in quanto in passato era stata gia' pubblicata una storia con questo titolo. L'albo era il numero 285, disegnato dal compianto Letteri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Terms of Use - Privacy Policy - We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.