Vai al contenuto
TWF MAGAZINE N°18 è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
ymalpas

[598/599] La Prova Del Fuoco

Voto alla storia?  

57 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Il primo episodio scritto da Pasquale Ruju per la serie regolare ci presenta una storia drammatica. Cosa succede ad un uomo quando viene colpito nell'affetto più caro, come reagisce?Ruju riesce a mantenere la tensione sempre alta per l'intero svolgimento della vicenda regalandoci anche una sorpresa finale sapientemente celata fino a quel momento. La storia è abbastanza tragica ed a tratti molto violenta ma non scade mai in scene di violenza gratuita, e questo è un altro merito da dare alla coppia sceneggiatore/disegnatore. In definitiva Ruju se la cava più che egregiamente ed i disegni sono all'altezza anche se non eccezionali. Notevoli le due copertine preparate da Villa, specialmente la prima. Un ultima considerazione prima di assegnare il voto. Ancora una volta si conferma la regola che non è molto saggio diventare amico di Kit Willer o andare a caccia con lui sia che tu sia indiano sia che non lo sei a meno che non sei uno degli altri tre pard _ahsisi Voto alla storia dieci.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Partenza col botto per Ruju che riesce in soli due albi a creare una storia davvero bella quanto drammatica. La trama è ricca di emozioni e riesce a trasmetterne altrettante in un continuo crescendo. Vengono trasmesse molto realisticamente la crudezza con cui il ranger Loman perseguita i banditi responsabili della morte del figlio , il dramma della morte dell'indiano amico di Kit e del grave ferimento di quest'ultimo con la conseguente rabbia disumana di Tex. Davvero un piccolo capolavoro. Sono convinto che in futuro Ruju ci regaler? capolavori indimenticabili. Capitolo disegni: Seijas non mi piace molto ma in questa storia, secondo me, realizza un opera migliore che nella precedente avventura da lui illustrata. Voto 9,5 alla tramaVoto 7/8 ai disegni

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Rimango , un po' stupefatto nel vedere tutti questi voti alti..... a me la storia non ha convinto affatto non c'e un tassello messo per il verso giusto, troppo banali i banditi, troppo banale la rabbia del padre ferito nell' affetto piu' caro, troppo banali le sue visioni troppo purtroppo banale la svista che costa la vita ad un indiano innocente, e banalissimo il ferimento di kit, ferito dove???non si capisce, guarito come???non si capisce.... ok che un personaggio principale non puo' morire cosi' ma iscenare un ferimento grave , solo per far capire a tex cosa si prova nel vedere il figlio morto non mi sembra una trovata intelligente..... trovo anche abbastanza inverosimile la dinamica che porta alla morte del figlio del ranger impazzito.... evidentemente per voi invece e' tuttoo possibile!il disegnatore non e' tra i miei preferiti...

  • Confuso (0) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io, invece, ritengo che l'esordio di Ruju sia stato molto positivo. La storia è ricca di pathos e propone un personaggio che, seppure non troppo originale (un padre folle di dolore per la morte del figlio), è gestito comunque in maniera molto felice. Trovo un po' forzato, questo sè, il ferimento di Kit, e il fatto che Loman consideri il ragazzo complice di Due Corvi: in quel momento, secondo me, Loman è sfuggito di mano a Ruju, gestito fino a quel momento in maniera IMHO perfetta. Un ranger molto in gamba che sfrutta il suo mestiere e la sua esperienza di cacciatore di uomini per una causa che nulla ha a che fare con la Giustizia, ma che riguarda il suo personalissimo desiderio di Vendetta, al fine di estinguere il lancinante dolore per il lutto più grande: la morte di un figlio. Sejias è a mio parere magistrale nel tratteggiare i lineamenti e il viso del ranger, folle ma al contempo lucido (e per questo ancora più inquietante). Finch? la sua è stata una lucida follia, a me è piaciuto molto (anche quando aveva le visioni di suo figlio: folle sè, ma lucido, dato che Loman riconosce, nel fatto di rivedere il fantasma di suo figlio, di stare impazzendo), poi, quando ferisce Kit, e più ancora quando si convince di dover uccidere anche Tex, ho storto un po' il naso: la follia da lucida passava a semplice follia, a mio parere troppo forzata, e contemporaneamente il mio interesse scemava. Resta comunque una gran bella storia, che mi ha ricordato Clint Eastwood, un po' per Mystic River (dove un padre folle di dolore per la morte della figlia uccide un innocente) un po' perchè, in questa storia, come dice Tex "nessuno ha vinto": la storia non ha infatti lieto fine, è un pugno nello stomaco, non c'è spazio per la catarsi, si resta amari fino alla fine. Come nei film del grande Clint.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

.... evidentemente per voi invece e' tuttoo possibile!

Beh, utilizzi il termine "banale" come una formula magica senza spiegare cosa intendi per esso. Nel senso: cosa c'è di banale nel dolore di Loman per la morte del figlio? Doveva mettersi a ballare la samba?Cosa c'è di banale nelle sue visioni?Cosa c'è di banale nel ferimento di Kit e nella morte dell'amico?Perchè inverosimile il modo in cui muore il figlio di Loman°Insomma, per noi andr? sarà tutto possibile, ma tu dici un sacco di cose che dette così non significano niente: spiegale.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sono rimasto sorpreso dagli alti voti dati a questa storia. Non si tratta in effetti di una storia malaccio, ma penso che ci siano alcune che meritino di più, ma sono spesso criticate, anche tra le storie recenti. Si tratta di una storia normale con giusto equilibrio tra scene d'azione e quelle fasi di pausa: non solo i normali momenti di riflessione e di riepilogo sulla situazione, ma anche quelle tavole su vari momenti di quotidianit?; non contribuiscono alla trama ma danno un senso di reale, di vita normale, tranquilla che ogni tanto spetta anche a Tex e Carson (peraltro deve essere davvero poca visto le continue vicende in cui si trovano :P ). La storia parte bene e prosegue altrettanto bene per fregarsi un po' nel finale. Personalmente mi immaginavo la risoluzione dei conti come finiva (tra Tex, Loman e MacDormand)

Loman uccide MacDormand e Tex uccide Loman (dubito che quest'ultimo sarebbe finito in carcere) quando tenta di sparargli.
. Neanche del tutto imprevedibile. Più sorprendente è la soluzione della morte del figlio di Loman. Considerando tutto, direi che quel povero ragazzo era un grande scalognato
Insomma, una pallottola tirata da grande distanza (forse un po' troppa), scarta cinque banditi e lo becca in pieno: Piuttosto... :o:colt:
Nemmeno nel reparto disegni sono del tutto soddisfatto, visto che quelli di Sejas sono qualcosa che non mi accende interesse; non ci ho trovato molto quelle espressioni di follia e paura (a parte quella di Tex con Kit, forse un po' esagerata per uno come lui) ma sono sempre gusti. :soldaton: VOTO: 7

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Rimango , un po' stupefatto nel vedere tutti questi voti alti..... a me la storia non ha convinto affatto non c'e un tassello messo per il verso giusto, troppo banali i banditi, troppo banale la rabbia del padre ferito nell' affetto piu' caro, troppo banali le sue visioni troppo purtroppo banale la svista che costa la vita ad un indiano innocente, e banalissimo il ferimento di kit, ferito dove???non si capisce, guarito come???non si capisce.... ok che un personaggio principale non puo' morire cosi' ma iscenare un ferimento grave , solo per far capire a tex cosa si prova nel vedere il figlio morto non mi sembra una trovata intelligente..... trovo anche abbastanza inverosimile la dinamica che porta alla morte del figlio del ranger impazzito.... evidentemente per voi invece e' tuttoo possibile!il disegnatore non e' tra i miei preferiti...

Non è facile fare un buon fumetto, personalmente l'ho trovata una buona storia e alla fine della storia ero convinto di essere stato al cinema :deserto , detto questo dico che l'opinione che ho quotato ha pieno diritto di esserci,? solo troppo severa a mio avviso. sisi

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Leggendo il Texone in edicola "I rangers di Finnegan" mi è venuta voglia di rileggere questo capolavoro Rujano, la prima storia scritta sulla serie e sicuramente la migliore storia di Ruju ad oggi.

Spesso mi sento di dover leggere questa storia perche la ritengo tra le più belle almeno della fascia 500.

I punti di forza? Una trama perfettamente equilibrata, un amico/nemico che amo e che è più che altro una sorta di alterego di Tex. Jack Loman è tra i migliori Texas Ranger, a inizio primo albo troviamo un uomo rude ma molto "alla mano", con una stima incondizionata verso un figlio appena arruolato nel corpo. Jack è senz'altro il miglior personaggio mai realizzato da Ruju, un personaggio tanto umano all'inizio quanto bestiale col passare delle pagine. Nel secondo albo poi vediamo una scena che potremmo definire oramai cult: Jack Loman spara quasi a morte Kit Willer. Il momento appena successivo mi ha poi ricordato il Tex che piange urla di vendetta sulla tomba dell'amata sposa, morta prematuramente. Tex, dopo il fatidico sparo, ritorna quel personaggio che tanto abbiamo apprezzato ne "Il giuramento": un Tex tenace e deciso, a tratti vendicativo ma sempre dentro certe regole morali, un Tex giustiziere ma con un fortissimo senso del dovere e con una dignità innata. Tex non vuole distruggere, anche in questo caso, le vite di mezzetacche o innocenti, vuole il ranger assetato di sangue e di vendetta! Qui si mostra tutta la sua differenza rispetto al vecchio amico, Loman è diventato un pazzo, ha perso la testa, vede ripetutamente il figlio, è una bestia, trucida una famiglia, abbandona in mezzo al deserto un moribondo, assassina un innocente. L'epilogo è tanto drammatico quanto carico di Pathos: il vero assassino del ragazzo e' Loman stesso, e, avuto la certezza del fatto, quasi si abbandona al destino e si fa colpire dal Nostro. Colpo che, inutile dirlo, va a segno. Il finale struggente mostra il Tex che ammirava Loman, ammirava il ranger, ammirava l'uomo prima che diventasse bestia.

Ottimo anche l'espediente della banda di rapinatori. Il rischio di metterli su un piano secondario poteva essere attuato ma per fortuna il nostro Pasquale ha realizzato una caratterizzazione magnifica dell'intera banda, compresi quei poveri sgherri che muiono velocemente nello scontro a fuoco iniziale.

I disegni favolosi di un immenso EGS fanno la restante parte. Disegni bellissimi, puliti, mai banali, coerenti con la storia. Bellissima la caratterizzazione di Loman e apprezzabile davvero la rappresentazione di Tex disperato col figlio morente tral le braccia. Grandissima realizzazione delle emozioni di tutti i personaggi: angoscia, rabbia, paura in primis. Ben realizzate le scene notturne e l'assalto alla carovana. Sejias continua ad essere tra i miei disegnatori preferiti proprio grazie a questo volume in cui, insieme al Texone, da veramente il meglio di sè.

Le copertine terminano una storia che raggiunge il massimo dei voti sia per testo, sia per disegni. "La prova del fuoco" è una copertina molto dinamica, innovativa ma purtroppo poco spicca. La seconda, "Un ranger per nemico", è diametricalmente opposta: statica, abbastanza "banale" ma con una forza espressiva fuori dal comune e che la rendono senz'altro la mia preferita tra le due.

 

@Barbanera, in un tuo recente messaggio scrivesti:

Cita

Boselli e Nizzi (lasciamo stare il sommo GLB) hanno scritto capolavori entrambi e Ruju non mi pare ancora...

Ecco, al momento della conversazione mi ero dimenticato che questa fantastica storia era stata scritta proprio da Ruju. Ecco una storia che seppur diversa dal solito, ritengo una storia con i controfiocchi da 30/30. Purtroppo Ruju non ha più scritto storie di questo tenore ma sono convinto che se solo avesse più libertà di scrivere (aka più pagine) non rovinerebbe più ottime possibili storie.

  • Grazie (+1) 1

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">4 ore fa</span>, JohnnyColt dice:

Ecco, al momento della conversazione mi ero dimenticato che questa fantastica storia era stata scritta proprio da Ruju. Ecco una storia che seppur diversa dal solito, ritengo una storia con i controfiocchi da 30/30. Purtroppo Ruju non ha più scritto storie di questo tenore ma sono convinto che se solo avesse più libertà di scrivere (aka più pagine) non rovinerebbe più ottime possibili storie.

Infatti anche per me questa storia,insieme alle Catene della colpa e al Texone  L orda del Tramonto, rimane un ottima prova di Ruju.ma non siamo ancora al capolavoro.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">4 ore fa</span>, Barbanera dice:

Infatti anche per me questa storia,insieme alle Catene della colpa e al Texone  L orda del Tramonto, rimane un ottima prova di Ruju.ma non siamo ancora al capolavoro.

Ci si avvicina moltissimo però. Dai non diseprare e vedrai che il buon Ruju ti tirerà fuori una storia con i controfiocchi.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Giudizio nettamente positivo.
Se non avessi letto il nome dello sceneggiatore l'avrei creduta scritta da Boselli sia per la caratterizzazione dei personaggi che per gli stacchi cinematografici, ma l'ha scritta Ruju, il che ci fa ben sperare per il futuro, se ci aggiungiamo fior di sceneggiatori come Faraci e Manfredi.
Il primo albo é un capolavoro, il secondo fa ritornare Ruju sulla Terra, pur mantenendolo su standard molto alti.
Tex, come ha scritto qualcun altro, é più Nolittiano che Bonelliano a causa della fallibilità dovuta al caso o alla mancata capacità di prevedere tutti gli sviluppi della situazione, ma é sempre il Tex granitico, voluto dal suo creatore, in tutte le altre scene.
Mitica la scena in cui affronta solitario gli Apache, apostrofandoli come gli faceva fare GLB "Venite avanti cuccioli di sciacallo. Aquila della notte é qui che vi aspetta".
Fantastica la sua sicurezza nell'affrontare Durham ed i suoi complici "ma é anche vero che non mi servono rinforzi per sistemare quattro rubagalline come voi".
Infinita, per concludere, la risposta che dà a Carson che lo avvisa di stare attento a Loman perché é molto pericoloso: "mai quanto me Kit".
Che vogliamo di più da Tex? E' bene che ogni tanto ci si ricordi che é un uomo, come tutti fallibile, ma é giustificabile sperare che ciò non si verifichi molto spesso.
Che cosa non mi é piaciuto? Due cose:
- il fantasma del figlio e la conseguente pazzia di Loman, in quanto avrei preferito che rimanesse lucido e spietato come nel primo albo;
- il finale, con colpo ad effetto abbastanza prevedibile.
I disegni mi hanno soddisfatto non poco. Il volto di Tex, in alcuni casi, é perfetto.
P.S. Grandissima la caratterizzazione di Loman che mi ha ricordato tanto il Lee Van Cleef de "Il buono, il brutto e il cattivo".
Voto alla storia: 8,2
Voto ai disegni: 8,5

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La seconda di Ruju e prima per la serie regolare rimane la sua migliore. Solo in un'altra occasione è arrivato vicino ai livelli raggiunti con quest'episodio ben calibrato (nonostante due sequenze un po' sopra le righe), cioè con Mezzosangue. Mancano alcuni elementi perché possa essere inclusa tra i capolavori "minori" della collana, ma mai Ruju è andato vicino come stavolta a infilare nell'elenco un suo episodio. Un altro elemento sono gli ottimi disegni di Sejias, una rivelazione.

 

Le ho dato 9.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.