• Avvisi

    • TexFanatico

      BUON NATALE   24/12/2017

      BUON NATALE e felici Festività a voi!
ymalpas

Anteprime (Niente Commenti)

Messaggi consigliati/raccomandati

credimi, anthony, molti dettagli vanno perduti passando dal formato della tavola originale al formato classico bonellide, cosa che nel texone non avviene..

Lo so TheLord, ma con tutto questo rimango sempre con la mia idea. Non posso farci niente son de' coccio! haha


Comunque tra le tante storie in lavorazione o prossime alla pubblicazione, mi incuriosisce molto quella del numero 600 che vede ai disegni Ticci e ai testi Boselli e il soggetto, se non vado errato, di Sergio Bonelli. Oltre alla squadra al completo, ci sara' anche il buon Jim Brandon. Anche il titolo mi incuriosisce "I guerrieri del fuoco", anche se potrebbe essere cambiato prima della pubblicazione, tra circa un anno.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

sono felice per il futuro texone di Villa. sui texoni devono passare tutti i più grandi disegnatori del mondo italiani e stranieri, quindi non poteva mancare Villa dopo Galep e Ticci. ritengo la serie dei Texoni una delle più grandi serie a fumetti mai fatte e spero in futuro che ci siano altri grandi autori del fumetto mondiale

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Tra le anteprime possiamo accorgerci che ci sara' per la serie regolare, il ritorno di Nizzi(il ritorno della Tigre Nera negli albi di Settembre/Ottobre e nei mesi di Novembre/Dicembre con Del Vecchio ai disegni), sia per il rimanente 2009 e sia nel 2010, dove dovrebbe essere pubblicata la storia del ritorno di Cane Giallo con Ortiz ai disegni o la storia di Filippucci o magari entrambe. Boselli invece dovrebbe essere meno presente nel 2010, dove a parte l'Almanacco di Gennaio e il Texone, nella regolare dovremmo verdere solo una sua storia presumibilmente a Luglio/Settembre 2010 con disegni di Font. Grande attesa invece, per la terza prova di Faraci su Tex, che dovrebbe essere pubblicata a Gennaio/Febbraio e vede il debutto di Bruzzo ai disegni. Inoltre il 2010 e' un anno in cui l'autore e' molto presente nelle edicole, infatti ci sara' anche il suo Maxi(disegni di Diso) e se tutto va bene, nei mesi di Novembre/Dicembre ritornera' nella regolare con l'attesissima storia disegnata dai Cestaro Bros. Infine, non meno importante, ci sara' il debutto nella serie regolare, di Ruju con una storia in due albi disegnata da Sejas, che dovrebbe essere pubblicata nei mesi di Marzo/Aprile.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sono daccordo con the lord , il texone con i disegni di Villa sarebbe un vero evento e un riconoscimento al suo talento, come fu a suo tempo con galep. IL fatto che esordisca Ruju nella serie regolare invece non mi esalta tanto, il maxi disegnato da lui mi e piaciuto poco.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Su Ruju sono un bel p? perplesso... su Dylan Dog secondo me ha scrittoun bel p? di schifezze... e i suoi due almanacchi non mi sono sembrati niente di eccezionale.. speriamo bene;e comunque non credo che la storia si possa intitolare "il ranger del texas".. molta molta attesa invece per la storia tripla di Boselli e Font, una delle coppie migliori viste su Tex

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Su Ruju sono un bel p? perplesso... molta molta attesa invece per la storia tripla di Boselli e Font, una delle coppie migliori viste su Tex

Nel suo debutto alla sceneggiatura di Tex nell'Almanacco del West del 2004("Nella terra dei Klamath") e del 2008("La palude nera")Ruju neanche a me ha convinto moltissimo. Ma non si puo' giudicare un autore per una sola prova. E poi quando si scrive una storia per la serie inedita di Tex, si presta piu' attenzione sia per il soggetto che per la sceneggiatura. Ne e' la testimonianza il salto di qualita' che ha fatto Manfredi con la sua storia per la serie inedita("La grande sete") rispetto al suo Maxi di qualche anno fa'("La pista degli agguati").

Per quanto riguarda l'accoppiata Boselli/Font, a prescindere dalla storia che potra' essere, i disegni dell'artista spagnolo non mi hanno mai convinto, soprattutto vedendo la sua ultima prova per la serie inedita("Terre maledette").
Molta attesa invece, per la terza prova di Faraci (dal titolo provvisorio "In corsa con la morte")che vede il debutto di un certo Bruzzo ai disegni. E da quel poco che si sa, dovrebbe essere una storia con un soggetto abbastanza particolare.
Sono molto fiducioso per il lavoro che sta svolgendo Faraci su Tex.

Modificato da Anthony Steffen

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La prima storia di Tex di Ruyu è in realtà "Nella terra dei Klamath"nell'almanacco 2004... riletta oggi, sicuramente molto migliore di quella dell'ultimo almanacco.. speriamo bene... Qualcuno saprebbe dirmi in quali storie future sono previsti tutti e quattro i pards, o in cui almeno ci sono Kit o Tiger?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio... spero che Faraci non punti le sue carte solo su Tex-Carson o Tex-solitario... comunque sono molto fiducioso per le sue storie!Strano:un altro autore che, come Venturi e Ruju, su Dylan Dog mi era sembrato piuttosto mediocre, me lo ritrovo nel mio fumetto preferito... e finora l'ho sempre promosso a pieni voti, specalmente per "Lo sceriffo indiano"... forse è l'aria di Tex che fa bene :cowboy: Tito, continua così e non potrai che migliorare!!!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mi trovo d'accordo con Paco Ordonez. L'acquisto di Faraci nella scuderia degli sceneggiatori di Tex e' uno di quegli acquisti che non puo' far che bene e lo dimostrano le sue prime due storie per il ranger. Faraci e' al lavoro su diverse storie che vedranno la loro pubblicazione sin gia' dall'anno prossimo. Io spero vivamente che sia lui che Boselli, nei prossimi lavori, attuano una politica di recupero dei quattro pards al completo, soprattutto per quanto riguarda Tiger. Qualcosa si e' gia' fatto con "Patagonia" per Kit Willer e dall'anteprime dei soggetti delle storie in lavorazione, sembra che Boselli voglia "rispolverare" il mitico quartetto. Si e' troppo insistito sull'accoppiata Tex/Carson negli ultimi anni e mi sembra che adesso sia il momento di cambiare ogni tanto formula. I quattro pards hanno contribuito a far diventare Tex il fumetto che noi tutti conosciamo e si deve far di tutto per rinnovare il MITO del quartetto!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

sulla questione dei 4 pards sono completamente d'accordo con Antony.. sicuramente per uno sceneggiatore non è facile far intergire sempre e bene 4 personaggi del genere... e devo dire che finora Boselli ci è riuscito bene... e in ogni caso, un p? di sforzo, per tutti i diavoli!! :cowboy:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

per uno sceneggiatore non è facile far intergire sempre e bene 4 personaggi

Se GLB riusciva a farli interagire scrivendo degli autentici capolavori, perchè non dovrebbero riuscirci gli altri sceneggiatori?

Il problema di avere negli ultimi anni, poche storie che vedono i quattro tizzoni d'inferno al completo non e' solo colpa degli sceneggiatori, ma va' anche ricercato nella difficolta' da parte del disegnatore di turno nel raffigurare in quasi tutte le vignette i quattro pards, rendendo estenuante il compimento di ogni tavola nonche' rallentando notevolmente il lavoro. G. L. Bonelli scriveva piu' storie con i quattro per il semplice motivo che i vari Letteri,Ticci,Fusco,Nicolo'Galep erano molto piu' veloci dei disegnatori di adesso. Modificato da Anthony Steffen

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non per voler spezzare a tutti i costi una lancia a favore dei disegnatori attuali..... ma Galep, come è stato più volte ricordato, poteva contare su un buon numero di disegnatori e inchiostratori ( Corrias, i fratelli Gamba, Cormio ecc. ) che alleggerivano i suoi spossanti impegni; più di recente, Nicol' si è spesso giovato dell'aiuto di Gamba, mentre Ticci ha affidato l'inchiostrazione parziale o totale di alcune sue storie a suo fratello Alfio e a Monti. Anche disegnatori come Letteri e Fusco, che non si servivano della collaborazione altrui, potevano però contare su un certo "campionario" di fisionomie facciali e di "inquadrature" che rendevano più semplice e rapido disegnare una storia ampia e con molti personaggi. Un disegnatore attuale che ricorresse a tali metodi verrebbe IMHO accusato di pressappochismo e superficialit?. Di conseguenza, la media di tavole al mese realizzate dai disegnatori texiani ha subito un nettissimo calo e anche una storia con molti personaggi e con tutti e quattro i pards è divenuta meno semplice da realizzare.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io credo che un Tex disegnato in fretta e con inquadrature standardizzate sia davvero accusabile di pressappochismo. Quando leggo una storia di Tex, la sceneggiatura è sè importante, ma essenziali sono i disegni. Ora, se questi ultimi si rivelano ricercati, ricchi ed elaborati, ciò mi aiuta a calarmi meglio nell'azione. Non amo così Letteri, un disegnatore sè rapido e prolifico, bensì secondo me banale e noioso. Pertanto se un disegnatore impiega un anno per duecento tavole mi va più che bene: il fumetto è per me una laboriosa opera d'arte e merita tempo e pazienza.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Credo di trovarmi completamente d'accordo con Peppino, sia per quanto riguarda Letteri e sia per l'importanza della grafica in un fumetto. Io credo che i disegni di adesso sono molto piu' curati nei particolari, sia per la vasta documentazione disponibile e sia perche' gli sceneggiatori sono piu' esigenti nel richiedere ai disegnatori l'esatta rappresentazione delle locations, gli arredamenti dell'epoca etc... Il tutto, naturalmente, rallenta di molto il carico di lavoro, ma sicuramente la qualita' delle tavole ci guadagna. Adesso, rispetto a 30 anni fa', lo staff dei disegnatori di Tex e' piu' numeroso proprio per supplire a questa "lentezza" delle giovani leve. Negli anni '70 un disegnatore poteva garantire 2 albi all'anno, cosa che al giorno d'oggi e' praticamente impossibile.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

okay, i disegni di oggi saranno anche più curati (Letteri noioso?.. bah :huh: Se è normale metterci tanto tempo, visto che ormai lo sappiamo, se ne prendessero un p? di più, con tutta la calma del mondo, in modo da realizzare storie in tre albi... E in ogni caso chi comincia a disegnare Tex dovrebbe saperlo di star disegnando Tex, un fumetto cioè che per natura prevede storie lunghe, e che ha 4, dico 4 protagonisti!!!... se tutto ciò non è contemplato da un dato disegnatore, ebbene non disegnasse Tex!!!.. ce ne sono tanti di fumetti... :angry: Il metodo di usare altri inchiostratori potrebbe essere un ottimo sotterfugio:ancora oggi gli inchiostratori sono utilizzati sempre nei curatissimi comics usa...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letteri banale e noioso? Un disegnatore che ha realizzato un numero straordinario di storie, con una capacità di "raccontare" eccezionale, e con una qualità media incredibile nonostante la rapidit??Rapidit? dovuta a cosa? Ad un lavoro INDEFESSO, ricordo una sua intervista in cui diceva di lavorare almeno 10 o 12 ore su una tavola 7 giorni su sette. Ecco da cosa nasceva la sua rapidit?. Non condivido questo giudizio, AFFATTO. Un amore ed una abnegazione per un personaggio, che hanno anche concesso a Galep e Ticci di esprimersi meglio, dato che una storia su tre era del GRANDE GUGLIELMO. Tutti i disegnatori di una certa epoca hanno un campionario di facce, in Nicol' e Galep è evidentissimo, in Galieno Ferri ugualmente. Anche in Ortiz, Marcello, Donatelli e Bignotti. in Alessandrini e in Magnus. Disegnatori forse di un'altra epoca, in cui si disegnava in fretta e c'era meno tempo per studiare l'aspetto dei personaggi. Ma Letteri, sin dalle sue prime storie, colpisce per la varietà di inquadrature e per l'ordine nella vignetta, pulita, chiara e capace di colpire. Io adoro le sue storie e amo il suo segno da una vita. Credo, ma è una mia impressione, che sarebbe opportuno che rivalutassi il suo lavoro. Io, dal canto mio, sono supportato da un grande numero di suoi estimatori nel mio giudizio. I nuovi disegnatori sicuramente nascono in un contesto dove il lettore pretende di più (salvo poi accettare certe tavole di disegnatori che su Tex non vanno affatto e dire anche che sono BELLE), ma il lavoro di Letteri su Tex non può essere giudicato SBRIGATIVO solo perchè rapido nei giorni e nei mesi. Ma non certo nella cura e nelle ore di lavoro. Ad averne di Letteri. Inoltre, per es. Civitelli è accuratissimo ma è uno dei meno lenti OGGI. Chiediamoci il perchè.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Anche secondo me Wasted ha ragione, Letteri è decisamente uno dei miei disegnatori preferiti: non sapevo di quell'intervista dove ha dichiarato di lavorare così tanto, evidentemente quei tempi e i disegnatori nati in quell'epoca sono qualcosa di totalmente diverso rispetto a quelli di oggi, infatti penso che al giorno d'oggi sia impensabile per chiunque disegnare tutto quel tempo... Per questo fatto della lentezza dispiace anche a me che alcuni disegnatori siano di fatto impossibilitati a disegnare storie di tre albi! Però penso che l'aumento della lentezza dei disegnatori di Tex non sia esattamente andato di pari passo con l'aumento della cura dei particolari: non voglio dire che non siano curati, e posso immaginare il tempo che porta via il fatto di documentarsi, però di questo passo vedremo tutti e quattro i pards solo negli albi centenari o già di li, visto che questo elemento rallenta ulteriormente il lavoro. Comunque, ormai si tratta del problema dello scegliere tra qualità o quantit?.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ed io preferisco certamente la qualità. Sono un lettore di Tex da poco tempo, e non ho certamente la vostra "secolare" esperienza e mi posso definire un lettore moderno. Proprio per questo i disegni di Guglielmo Letteri mi sono sempre sembrati molto semplici e poco studiati. E' senz'altro una mia impressione, che probabilmente deriva dal fatto che ho letto poche storie (non più di 230 albi). Credo che disegnatori come Civitelli migliorino di albo in albo, per questo Civitelli è diventato sempre più rapido (se non sbaglio è entrato in scuderia nel 1985).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

non sapevo di quell'intervista dove ha dichiarato di lavorare così tanto, evidentemente quei tempi e i disegnatori nati in quell'epoca sono qualcosa di totalmente diverso rispetto a quelli di oggi, infatti penso che al giorno d'oggi sia impensabile per chiunque disegnare tutto quel tempo...

ti assicuro che anche oggi un disegnatore è costretto a lavorare per più di 10 ore al giorno, pur di rispettare le scadenze.

Però penso che l'aumento della lentezza dei disegnatori di Tex non sia esattamente andato di pari passo con l'aumento della cura dei particolari: non voglio dire che non siano curati, e posso immaginare il tempo che porta via il fatto di documentarsi, però di questo passo vedremo tutti e quattro i pards solo negli albi centenari o già di li

sono i tempi ad essere cambiati. Oggi ad un disegnatore viene richiesta una maggiore padronanza tecnica rispetto al passato. Anche il pubblico è cambiato. Oggi i lettori sono più esigenti di una volta, e pretendono un disegno molto curato, cosa che richiede molto più tempo al disegnatore. C'è da considerare anche che disegnatori estremamente realistici come Villa, Spada, Venturi o i Cestaro, pagano a caro prezzo il loro tratto così dettagliato, poich? si nota facilmente ogni piccola imprecisione.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.