• Avvisi

    • TexFanatico

      BUON NATALE   24/12/2017

      BUON NATALE e felici Festività a voi!
bressimar

[518] Pioggia

Voto alla storia  

37 voti

  1. 1. Voto alla storia

    • 10 - 6
      6
    • 9 - 5.5
      4
    • 8 - 5
      5
    • 7 - 4.5
      7
    • 6 - 4
      7
    • 5 - 3.5
      0
    • 4 - 3
      1
    • 3 - 2.5
      0
    • 2 - 2
      0
    • 1 - 1.5
      0


Messaggi consigliati/raccomandati

SfLTjDtemuFtPL5EFr2Oe8hH5mISO0BwlzoKvoqQ
 

 


Soggetto e sceneggiatura: Claudio Nizzi
Disegni: Raul e Gianluca Cestaro
Periodicità mensile: Dicembre 2003
Albo autoconclusivo n° 518



Jimmy Evans, un ranger messo prematuramente a riposo per via di una brutta ferita che lo ha azzoppato per sempre, scopre che suo figlio Steve si è incamminato su una brutta strada, associandosi a una banda di pendagli da forca guidati da Ray Sheldon. Ma il peggio deve ancora venire, poich? la banda Sheldon si è resa responsabile di una sanguinosa rapina a Glendale, vicino al confine con il Messico, e l'imputazione per tutti i suoi membri è di omicidio. Anche per il giovane Steve, che si è limitato soltanto a badare ai cavalli?




© Sergio Bonelli Editore

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Bravi i fratelli, anche se si nota che è un esordio. La storia di per sè è una delle tre nizziane post 500 a meritarsi la sufficienza ai testi (le altre sono MESCALERO STATION comparsa nell'Almanacco del 2006 -7- e ATHABASCA LAKE -6-). A questa do 6,5 ai testi e 8,5 ai disegni.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

"Pioggia" a me è piaciuta, considerando anche che e' racchiusa in un unico albo con tutti i pro e i contro che si possono avere con una storia cosi' breve.
Il soggetto è buono, anche se si riscontra qualche buco nella sceneggiatura ma tutto sommato in confronto alle altre storie di Nizzi di quel periodo questa puo' passare.
Gradevole la sparatoria al buio e in mezzo alla pioggia tra Tex e i fuorilegge, e soprattutto la paura che incutono i passi del ranger a Sheldon.
Per quanto riguarda i disegni, ottima la prova dei fratelli Cestaro
considerando che e' la loro prima volta su Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io non capisco che cosa si trovi di tanto positivo in questa storiella. Come al solito Tex fa la figura del piccione e i banditi si sconfiggono da soli sentendo il suo nome. C'è dietro la soluzione un piano assurdissimo e incomprensibile, e non vi è traccia dei valori del ranger, che alla fine fa filgi e figliastri. io direi 4 e sono generoso.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non solo non esagero ma sono pure generoso. I disegni sono molto belli è vero, ma la storia fa acqua da tutte le parti, forse per questo è stata chiamata pioggia. Non riesco a capire dove stia la grandezza dei testi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non me la prendo affatto, figurati, siamo qui per discutere. Se ai lettori giovani piace il piccione allora questa è una bella storia per i giovani, io preferisco l'aquila e qui l'aquila non c'è. Sono vecchio, reprobo e tradizionalista texiano. Torniamo sempre al discorso della modernit? vs innovazione-tradizione, in fondo. :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho capito... Mi tocca riprendere nuovamente le difese del buon Claudio... chissà se mi pagherà mai una parcella... ha ha ha ha ha ha... La storia pioggia è vero, non è niente di speciale, ma dobbiamo tener conto del fatto che è stata costretta in un unico albo; i presupposti per una buona storia c'erano eccome... la Banda di Sheldon è composta da personaggi per una volta tanto profondi e ben definiti, peccato che li abbiano "strizzati" in un numero misero di vignette. Lo stesso Sheldon come cattivo è abbastanza ben fatto; molto bella l'idea di fargli crollare i nervi alla fine è sicuramente una bella pensata ( anche se come ha detto giustamente Bressi è più Boselliana che Nizziana come cosa...) . Tex è opaco, non splende e non brilla come in molte altre storie texiane; e questo è grave... Avrei anche accettato la cosa se avessero tolto spazio al ranger per darne ai cattivi... ma le poche pagine hanno mozzato il tutto! Bellissimi i disegni dei fratelli Cestaro!! L'albo, dal punto di vista grafico almeno, è un vero capolavoro!! Per tirare le somme... Direi un 7... anche se con qualche meno al seguito... l'idea è buona ma poco sfruttata... fosse dipeso da me avrei lasciato al buon Claudio qualche centinaio di pagine in più su cui scrivere....

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho capito... Mi tocca riprendere nuovamente le difese del buon Claudio... chissà se mi pagherà mai una parcella... ha ha ha ha ha ha... La storia pioggia è vero, non è niente di speciale, ma dobbiamo tener conto del fatto che è stata costretta in un unico albo; i presupposti per una buona storia c'erano eccome... la Banda di Sheldon è composta da personaggi per una volta tanto profondi e ben definiti, peccato che li abbiano "strizzati" in un numero misero di vignette. Lo stesso Sheldon come cattivo è abbastanza ben fatto; molto bella l'idea di fargli crollare i nervi alla fine è sicuramente una bella pensata ( anche se come ha detto giustamente Bressi è più Boselliana che Nizziana come cosa...) . Tex è opaco, non splende e non brilla come in molte altre storie texiane; e questo è grave... Avrei anche accettato la cosa se avessero tolto spazio al ranger per darne ai cattivi... ma le poche pagine hanno mozzato il tutto! Bellissimi i disegni dei fratelli Cestaro!! L'albo, dal punto di vista grafico almeno, è un vero capolavoro!!Per tirare le somme... Direi un 7... anche se con qualche meno al seguito... l'idea è buona ma poco sfruttata... fosse dipeso da me avrei lasciato al buon Claudio qualche centinaio di pagine in più su cui scrivere....

 

Mi associo completamente a te, Jim Brandon!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

BEh.. io invece al "buon" Claudio avrei requisito la penna, altro che spazio. La storia, lo ammette pure Jim, è una pizza insipida e polpettosa, e non brillano nè Tex ne' i suoi nemici. Se questa fosse una bella storia, diciamo da 8, storie come arizona meriterebbero 25 e El Muerto o Sulle piste del nord dovrebbero ricevere 35. Quel piccione e quei nemici da operetta sono davvero anni luce dal personaggio e dal suo mondo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Per una volta concordo col buon Wasted Years... la storia è soporifera, allietata solo dai disegni dei fratelloni Cestaro. A livello di soggetti, altre storie dello stesso periodo meritano più di questa insipida "Pioggia", che guadagna qualche punto solo a livello di sceneggiatura, nel senso che non presenta i classici strafalcioni dell'ultimo Nizzi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Anche se tex non risalta particolarmente, resta il fatto che è una buona storia, peccato perchè veramente è stata forse troppo poco sfruttata. I banditi erano tutti ben caratterizzati, ma non sufficentemente in grado di dare del filo da torcere al ranger. Peccato davvero per una storia, che, secondo me, poteva rivelarsi davvero ottima, o, almeno, migliore di alcune decisamente più scontate.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io non so se inizialmente quest'albo era stato pensato per essere una storia di qualche almanacco, dato le poche tavole. Comunque sia e' una storia leggera e neanche tanto orrenda, sicuramente in un albo di 114 pagine non si puo' aspettare certo un capolavoro perche' non lo e'. E' vero' che i dialoghi non sono un granche' e Tex non brilla, ma personalmente e' stata una gradevole lettura, forse influenzata dagli splendidi disegni dei Cestaro(ancora condizionati da Villa)che esordiscono magnificamente sulle pagine di Tex. Mi piace molto quell'immagine di Tex che percorre le strade polverose del villaggio confondendosi con la pioggia, mi da' una sensazione di "giustiziere". Sicuramente e' da salvare la caratterizzazione di Ray Sheldon, con la sua nevrosi e le sue crisi di panico nel sapere che il ranger si trova alle sue calcagne. Da notare, specie all'inizio dell'albo, gli spolverini indossati da tutta la banda Sheldon che mi ricorda molto quelli usati da Cheyenne(Jason Robards)e la sua banda nel capolavoro western di Sergio Leone "C'era una volta il West". Probabile che sia una citazione esplicita. In definitiva mi sento di dare una sufficienza piena all'albo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena finito di leggere questo riempitivo. Nei suoi limiti ( specie di spazio ) non mi è parso malvagio: certo Tex non deve impegnarsi allo spasimo per avere ragione della banda Sheldon ( che non è troppo numerosa nè composta di membri troppo abili: anche se Tex è solo contro 5 banditi, questi lo affrontano separatamente con esiti abbastanza prevedibili ), ma la storia guadagna un certo sapore dal motivo che spinge Tex ad agire, ossia salvare Steve Evans, figlio di un suo vecchio amico ex - ranger ed imbrancatosi coi banditi e dalla caratterizzazione di diversi comprimari, in primo luogo Ray Sheldon sconfitto dai suoi sensi di colpa prima ancora di esserlo dal nostro ranger, ma anche il giovane Evans e l'improvvisato alleato che Tex trova a Los Alamitos, il taverniere Tomasito, curiosa versione "positiva" dei subdoli osti così frequenti nella saga texiana. Anche la mezza "piccionata" che si può rimproverare a Tex che rischierebbe di essere liquidato da Sheldon con una Derringer se il giovane Evans non lo avvertisse potrebbe IMHO essere giustificata tanto a livello logico che sul piano narrativo: quando Sheldon si arrende a Tex gettando la sua Colt scarica sembra ed è proprio un cane bastonato, da cui non ci si aspetterebbe certamente un guizzo del genere; inoltre, come mi pare sia stato osservato da qualcuno su altri spazi informatici, la cosa serve a evidenziare il ravvedimento del giovane Steve, dandogli una parte significativa nella vicenda. I disegni dei fratelli Cestaro rivelano abbastanza chiaramente l'influsso di Villa, ma rimangono sempre di buon livello. Insomma, a mio giudizio:

 

soggetto 6,5

sceneggiatura 7+

disegni 7,5

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Io in questo albo trovo piu aspetti positivi che negativi. La trovo gradevole anche se sicuramente non può trattarsi di un capolavoro. Proprio per questo penso che non si possa comparare con altre avventure epiche. Per spiegarmi faccio un esempio stupido:non si puo comparare una berlina ad un utilitaria perchè hanno dimensioni diverse e scopi diversi. Ma entrambi possono avere dei pregi. Cosi in questo caso "pioggia" assume il ruolo da utilitaria e "sulle piste del nord" o ALTRE fungono da berlina. Questo discorso semplicemente per dire che è normale che il 7 che merita tale storia non puo essere equiparata ad un 8-9-10 di un capolavoro. Perchè inevitabilmente le scale sono diverse per la qualità che ogni storia puo dare. Per me che come molti non apprezzano le storie corte trovo che questo albo da il massimo di quello che avrebbe potuto dare una storia con certi paletti editoriali (appunto la lunghezza)Di altro si è gia parlato(come la caratterizzazione di Sheldon) aggiungerei solo il tema centrale della storia (seguendo il titolo) LA PIOGGIA. Infatti non si fa notare per la sua consistenza ma per la sua DURATA. Infatti inizia quando comincia lo scontro e termina con essa(anche se non lo si puo dire con certezza perchè dopo lo scontro si passa direttamente al mattino seguente, ma tutto lo fa presagire). Quindi breve ma intensa come è stato la "battaglia". I disegni li trovo anch'io positivi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.