bressimar

[518] Pioggia

Voto alla storia  

37 voti

  1. 1. Voto alla storia

    • 10 - 6
      6
    • 9 - 5.5
      4
    • 8 - 5
      5
    • 7 - 4.5
      7
    • 6 - 4
      7
    • 5 - 3.5
      0
    • 4 - 3
      1
    • 3 - 2.5
      0
    • 2 - 2
      0
    • 1 - 1.5
      0


Messaggi consigliati/raccomandati

Una storiella godevole, che probabilmente sa un p? di già visto, ma non per questo è da buttare, anzi: a sua favore giocano gli ottimi disegni e il crescendo di tensione che ruota attorno al cattivone Roger Sheldon e alla sua paura. Mi è anche piaciuta la figura del vecchio ranger che vuole ri-incontrare suo figlio, invece mi ha lasciato quasi indifferente la figura di tomasito e sua moglie, visto che non mi ha convinto del tutto il fatto che i banditi lo abbiano lasciato andare in giro da solo la prima volta che incontra tex. Dei rapinatori con una rapina con omicidio alle spalle non possono correre certe rischi. Comunque la storia è approvata, direi con un bel 7 largo di manica. :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Riporto qui un breve commento di Luca Raffaeli riguardante lo stile dei Cestaro in questa loro prima prova su Tex:

"Il loro segno e' pulito, chiuso, un evoluzione realistica della cosiddetta linea chiara. Si potrebbero confrontare le loro tavole con quelle di Fabio Civitelli e si vedrebbe che, a differenza di quanto fa l'artista aretino, i Cestaro non trasformano la realta' con il loro stile. Oppure con quelle di Andrea Venturi, che pero' ci mostra le scene attraverso una lente cinematografica deformante. O ancora con quelle di Villa, disegnatore con il quale i Cestaro hanno molti punti in contatto, anche se l'artista comasco incanta con la sua ricerca di veridicita', mentre i fratelli volano piu' leggeri alla ricerca di una efficacia fatta di immediatezza e semplicita'."

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Beh che dire è la mia storia preferit? quindi potrei solo parlarne bei.. le sparatorie, la pioggia che offuscava la vista e rendeva difficile il tiro, la storia dvvero bene fatta la trama, i chiaro scuri davvero ben fatti e tex che sta da solo ma ne vale per 20, io amo le storie di tex solitario, e amo quest albo con una storia che mi ha messo i brividi e che mi è così piaciuta che la leggo una volta al mese minimo!beh fantastica, non poteva essere altrimenti visto che ha come sceneggiatore nizzi e come disegnatore cestaro. complimenti

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non concordo con chi critica questa storia che io ho trovato molto piacevole e interessante forse anche per merito dei fantastici disegni dei fratelli Cestaro che seppur al loro debutto offrono un ottima prova. Concordo invece con chi dice che questa storia poteva forse essere sviluppata su una lunghezza da almeno due albi. Ottima la caratterizzazione di tutti i componenti della banda Sheldon. A fine storia ci si ricorda ancora nomi e aspetti dei fuorilegge. Come detto da alcuni questa caratterizzazione dei cattivi rende la storia simile a quelle di Boselli. Davvero bello il finale con Tex che da solo sgomina tutta la banda. Ci lamentavamo mica che Tex era in balia degli eventi ultimamente? Qui invece fa la figura del leone. Voto 8 alla tramaVoto 9 ai disegni

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

storia sufficiente, non di più. Vicenda molto semplice che, a mio modesto parere, perde d'interesse con la configurazione psicologica che Nizzi ha voluto conferire a Sheldon: intendo quello della parte finale della storia, quando il capobanda si rende conto di essere rimasto solo a combattere contro Tex e, per questo, inizia ad avere vere e proprie "turbe" psichiche. Secondo me, questo ha reso la storia poco interessante, visto l'esito eccessivamente scontato. Già con questa storia, i fratelli Cestaro si dimostrano ampiamente all'altezza per restare nella scuderia di disegnatori di Tex. Voto 6

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

premetto col dire che le storie di un albo non mi dispiacciono, e anche questa non e' male.... un po' tirata via, sopratutto non si spiega il perche' il figlio del vecchio ranger abbia intrapreso la strada del crimine belli i disegni davvero una ventata di novita' molto positiva, io avrei una domanda per lo sceneggiatore, ma che ci fa' una posada in un paese fantasma???e sopratutto perche' e' fantasma che fine hanno fatto gli abitanti???

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Pur non essendo un amante delle storie riempitivo, devo dire che questa mi è davvero piaciuta, e mi dispiace vedere le tante critiche che le sono "piovute" :P addosso. Innanzitutto l'ambientazione: paesino tipico del sudovest, case basse e bianche, main street (si fa per dire) unica strada del villaggio e per di più sonnacchiosa. Una banda di fuorilegge in cui, nonostante il limitatissimo numero di pagine, si intravedono almeno tre bei personaggi: il figlio del ranger, Jess e Sheldon. Dei primi due è ben delineato il rapporto d'amicizia. Prima nel dialogo tra i due in cui Evans si "confida" con Jess manifestandogli il suo desiderio di andarsene, poi con la scena in cui Evans si rammarica di dover tradire Jess, ed infine con Jess che, sentendosi tradito, scarica il suo ex amico Evans. Ray Sheldon è senza dubbio un personaggio boselliano. Un bandito senza scrupoli, che non si perita di minacciare di tagliare la gola ad una signora pur di ottenere ciò che vuole, ma anche un codardo, uno che, all'udire i primi spari, si acquatta alle pareti sperando che sia tutto finito. Significativo il suo flashback, rivelatore di una fragile psicologia tormentata dalle parole del vecchio padre, parole che evidentemente hanno fatto breccia nel cuore del figlio, senza che quest'ultimo voglia ammetterlo. E intanto aspetta, spera che sia tutto finito, ma lo attende invece l'uomo del destino, perchè prima o poi deve arrivare, come dice il vecchio, quello che spara più veloce. La vita del bandito è una vita di perdizione, alla fine della pista c'è il nulla, il suo vecchio gliel'aveva detto, lo aveva avvertito, ed ora era l', all'appuntamento con "quello più veloce": molto bello, il personaggio di Ray Sheldon. E nel frattempo, durante questa tempesta di sensazioni e ricordi che travolge il biondo bandito, un'altra tempesta, quella degli elementi, infuria l' fuori, e tra la pioggia fitta che tutto oscura, si intravede l'ombra, semi invisibile eppure netta e decisa, di un giustiziere in spolverino col collo alzato. Entr?e molto cinematografica, il nostro appare e scompare, e confonde gli avversari, già annebbiati dalla pioggia e dalla fama del loro imprevisto avversario. Il tutto, reso magnificamente da due grandi esordienti. Decisamente non mi piacciono le avventure di un albo, ma questa è una bellissima eccezione.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

non mi è dispiaciuta e secondo me la cosa + interessante è proprio la debolezza di Ray Sheldon che alla fine perde la calma sentendo nella testa le parole profetiche del padre, un taglio psicologico originale. Se i disegni erano firmati da Villa io ci avrei creduto, non so se questo è un complimento o una critica ai cestaro bros, ognuno può pensarla a seconda dei propri gusti.voto 7

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Devo essere onesto: la storia non mi ha entusiasmato tanto, il finale è a mio parere scontato, non vedo molta azione e trovo tutto lineare. Ho apprezzato il lato psicologico alla fine relativo a Ray Sheldon in preda al panico. Molto buoni invece i disegni che rappresentano un Tex Willer reso bene.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ma che gioiellino è questo "Pioggia" ? Simile ad una di quelle deliziose storie "tappabuchi" cui ci aveva abituati GLB,questo racconto di un albo è fresco,scorrevole,ricco di spunti evocativi (la banda degli spolverini e Tomasito di Leoniana memoria,la figura di Tex/giustiziere che cammina fra il sibilo del vento ed il mulinare dei tumbleweeds),di sparatorie e di personaggi indovinati,come la figura del collega ranger ormai fuori servizio ed appiedato (in tutti i sensi),ma capace ancora di un minuzioso lavoro di raccolta di indizi che si riveleranno importantissimi,il tutto poi impreziosito dai mirabili disegni dei fratelli Cestaro (fratelloni,dove siete ????). Voto 10,a dispetto di qualche "stupefacente" recensione del passato che ho avuto la dabbenaggine di leggere (Tex piccione ??? Ma dove ???? ).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Dopo un paio di storie decisamente sottotono, qui Nizzi ci regala una bella avventura di Tex in solitaria (un evento abbastanza raro) ottimamente disegnata dai fratelli Cestaro. I personaggi sono ben delineati, non mancano i colpi di scena e l'azione. Insomma un Tex in gran forma in quest'occasione... Il tutto è valorizzato da una stupenda copertina. Voto 9.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La migliore storia del centinaio!  Incredibile come Nizzi sia riuscito a sfornare una perla in così  poche pagine! Lo spunto iniziale può  sembrare banale,  ma è  invece gestito benissimo. Lo scontro finale è  da oscar i disegni dei fratelli Cestaro sono M-A-G-N- I -F- I -C -I. :inch: ( peccato che nelle storie successive siano peggiorati.) Ho molto apprezzato i personaggi" boselliani" di  Jessie e di Ray Sheldon, il vero punto di forza della storia. Ma è  molto bello  anche vedere un Tex determinato e sucuro di sé, che  può  sbagliare ma che si riscatta subito. Simpatici anche Tomasito  e sua moglie. Sissignore, Nizzi ha saputo creare veramente una bella atmosfera di tensione. Ogni tanto è  bello vedere Tex agire da solo.

La storia  entra di diritto nella mia top ten. voto 10 e lode!:inch: 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
47 minuti fa, Grande Tex dice:

La migliore storia del centinaio!  Incredibile come Nizzi sia riuscito a sfornare una perla in così  poche pagine!

 

Indubbiamente una storia appena sufficiente, cosa riconosciuta già ai tempi di  TWO, il forum anti - Nizzi per eccellenza, Che sia la storia del centinaio , come commento, si presta a mooooolte critiche. Che dire infatti di certe storie che sono indubbiamente migliori? ne cito qualcuna:

 

Il mecante francese

Ritorno a Culver City

I lupi rossi

Athabasca lake

La valle dellì'odio

Colorado Belle

Puerta del diablo...

 

Caspita, non sono arrivato nemmeno alle prime cinquanta e guarda quante storie DECISAMENTE  migliori di quella che ritengo una storia mediocre di Nizzi, Si certo sono opinioni, lasciamo stare "Puerta del diablo", che per me è superiore a "Pioggia", ma "I lupi rossi", "Athabasca lake" inferiori al quella che ritieni la migliore del centinaio ? Ma le hai lette le storie successive ? E non parliamo delle storie dal 550 al 600 dove ci sono diverse perle di Boselli e Faraci. D'accordo che le opinioni sono personali, però  OGGETTIVAMENTE che sia la migliore del centinaio è un'opinione moooolto, ma moooooolto estrema, direi quasi da troll, ma sicurameeeeente mi sbaglio?

 

47 minuti fa, Grande Tex dice:

Lo spunto iniziale può  sembrare banale,  ma è  invece gestito benissimo.

 

No, guarda. Io sono un profondo ammiriatore di Nizzi, aggiungo che Nizzi anche mi conosce, ma lo spunto iniziale come d'altronde  il resto della storia è BANALE. E questo aggettivo, BANALE, da solo, basterebbe  ad escludere questa storia dal novero delle migliori del centinaio.

 

47 minuti fa, Grande Tex dice:

Lo scontro finale è  da oscar i disegni dei fratelli Cestaro sono M-A-G-N- I -F- I -C -I. :inch: ( peccato che nelle storie successive siano peggiorati.)

 

Si, dopo abbiamo avuito come autori MONTI ( e Brindisi) e TICCI. Disegni secondo te peggiorati ? Monti e Ticci inferiori ai Cestaro ? D'accordo il de gustibus, ma l'idea che tu sia un troll si fa sempre più certa. Com'è che il tuo amico fraterno, alias Barbanera, cioè l'altro nickname che usi sul forum per darti manforte, non si fa più sentire per darti ragione e appoggio ?

 

47 minuti fa, Grande Tex dice:

Ho molto apprezzato i personaggi" boselliani" di  Jessie e di Ray Sheldon, il vero punto di forza della storia.

 

Chi minchia se li ricorda alzi la mano. Basta solo questo, non devo aggiungere altro. 

 

47 minuti fa, Grande Tex dice:

 è  molto bello  anche vedere un Tex determinato e sucuro di sé, che  può  sbagliare ma che si riscatta subito.

 

Scusa ma non ricordo questo Tex così sicuro. Mi resta impresso di più il Tex bambino di "Nueces Valley". E poi non gradisco a priori perchè antitexiano il Tex che sbaglia, è vero che succede anche con il Tex GLbonelliano, specie con i soggetti suggeriti sciaguratamente dai figli, ma non lo ritengo di certo un punto a favore della, secondo te, migliore storia del centinaio.

 

47 minuti fa, Grande Tex dice:

Simpatici anche Tomasito  e sua moglie.

 

Chi minchia sono ? E simpatici perché ? spiega un po'.

 

<span style="color:red;">48 minuti fa</span>, Grande Tex dice:

La storia  entra di diritto nella mia top ten. voto 10 e lode!:inch: 

 

Ah, scusa, già la ritenevi la migliore del centinaio, adesso è diventata ADDIRITTURA una delle migliori dieci dei settecento numeri finora (quasi ) pubblicati ?

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Se qualcuno insiste a non voler ritenere Grande Tex un troll sono pronto a rassegnare le dimissioni da moderatore, ma di moderare certi commenti, come i 50 che l'hanno preceduto, mi scasso troppo le balle. Adesso giudicate.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Lo so che è  un opinione mooolto estrema ma non ci posso fare niente. Comunque ho detto che entra nella MIA top- ten. Se poi a molti altri utenti ( compreso te) non piace questo è  un altro discorso. Le storie di questo centinaio le ho lette tutte, ma questa rimane la mia preferita. A molti non piace, d' accordo, ma a me moltissimo. Per quanto  riguarda i Cestaro, trovo         ( opinione personale!) che il loro  stile non sia più  bello come una volta. Ma è  un' opinione, ripeto, strettamente personale.

Comunque io non ho mai detto che Monti e Ticci sono inferiori ai Cestaro.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mah, ok per i Cestaro, grandi interpreti dei disegni, ma dove si veda questo Tex maiuscolo e questo soggetto fenomenale non capisco.  Un fesso fa il palo a dei banditi che si macchiano le mani di sangue e il papino chiede a Tex di ricondurlo entro il recinto della legalità. Veramente originale, veramente innovativo, veramente trito e ritrito, in verità. I cattivi sono dei birilli da un certo punto in avanti e per essere messo in difficoltà il ranger deve abbassare la guardia fino a sembrare l'ennesimo fesso di questa storia fenomenale. La cosa che aiuta a leggere è il pathos, che dà un tocco di autenticità e rende la storia meno noiosa delle precedenti dello stesso autore.

Io me la ricordo così, l'ho riletta questa estate. Qualche simpatico scambio di piombo e scene bagnate. Se la dovessi rileggere oggi magari eviterei di rispondere così a memoria e capace pure che mi ricordo a rovescio. Ma me la sono guardata tante volte nel tempo, solo per i giudizi positivi che ha suscitato. E tutte le volte non me lo sono spiegato.

Dove sta il capolavoro non riesco a comprendere. 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Oh, beh, lo so che  l' idea di partenza non è  originale, ma a me invece è  piaciuto molto come Nizzi l' ha sviluppata, soprattutto per quel pathos che hai segnalato. In effetti so che a molti non piace, ma, chissà  perché, io invece l' ho proprio adorata. 

Vedrò  di prenotarmi  un controllo psichiatrico...:P

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 25/11/2017 at 17:12, ymalpas dice:

 

Indubbiamente una storia appena sufficiente, cosa riconosciuta già ai tempi di  TWO, il forum anti - Nizzi per eccellenza, Che sia la storia del centinaio , come commento, si presta a mooooolte critiche. Che dire infatti di certe storie che sono indubbiamente migliori? ne cito qualcuna:

 

Il mecante francese

Ritorno a Culver City

I lupi rossi

Athabasca lake

La valle dellì'odio

Colorado Belle

Puerta del diablo...

 

Caspita, non sono arrivato nemmeno alle prime cinquanta e guarda quante storie DECISAMENTE  migliori di quella che ritengo una storia mediocre di Nizzi, Si certo sono opinioni, lasciamo stare "Puerta del diablo", che per me è superiore a "Pioggia", ma "I lupi rossi", "Athabasca lake" inferiori al quella che ritieni la migliore del centinaio ? Ma le hai lette le storie successive ? E non parliamo delle storie dal 550 al 600 dove ci sono diverse perle di Boselli e Faraci. D'accordo che le opinioni sono personali, però  OGGETTIVAMENTE che sia la migliore del centinaio è un'opinione moooolto, ma moooooolto estrema, direi quasi da troll, ma sicurameeeeente mi sbaglio?

 

 

No, guarda. Io sono un profondo ammiriatore di Nizzi, aggiungo che Nizzi anche mi conosce, ma lo spunto iniziale come d'altronde  il resto della storia è BANALE. E questo aggettivo, BANALE, da solo, basterebbe  ad escludere questa storia dal novero delle migliori del centinaio.

 

 

Si, dopo abbiamo avuito come autori MONTI ( e Brindisi) e TICCI. Disegni secondo te peggiorati ? Monti e Ticci inferiori ai Cestaro ? D'accordo il de gustibus, ma l'idea che tu sia un troll si fa sempre più certa. Com'è che il tuo amico fraterno, alias Barbanera, cioè l'altro nickname che usi sul forum per darti manforte, non si fa più sentire per darti ragione e appoggio ?

 

 

Chi minchia se li ricorda alzi la mano. Basta solo questo, non devo aggiungere altro. 

 

 

Scusa ma non ricordo questo Tex così sicuro. Mi resta impresso di più il Tex bambino di "Nueces Valley". E poi non gradisco a priori perchè antitexiano il Tex che sbaglia, è vero che succede anche con il Tex GLbonelliano, specie con i soggetti suggeriti sciaguratamente dai figli, ma non lo ritengo di certo un punto a favore della, secondo te, migliore storia del centinaio.

 

 

Chi minchia sono ? E simpatici perché ? spiega un po'.

 

 

Ah, scusa, già la ritenevi la migliore del centinaio, adesso è diventata ADDIRITTURA una delle migliori dieci dei settecento numeri finora (quasi ) pubblicati ?

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Se qualcuno insiste a non voler ritenere Grande Tex un troll sono pronto a rassegnare le dimissioni da moderatore, ma di moderare certi commenti, come i 50 che l'hanno preceduto, mi scasso troppo le balle. Adesso giudicate.

Ciao coach...mi.dispiace deluderti ma io non c entro una mazza con Grande Tex.manco so chi sia.comunque nn scrivo più da un po per evitare discussioni.e non sono un troll...nulla di personale con nessuno

adios y suerte

<span style="color:red;">5 minuti fa</span>, Barbanera dice:

Ciao coach...mi.dispiace deluderti ma io non c entro una mazza con Grande Tex.manco so chi sia.comunque nn scrivo più da un po per evitare discussioni.e non sono un troll...nulla di personale con nessuno

adios y suerte...in ogni caso,anche io giudico Pioggia una storia minore di Nizzi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
On 26/11/2017 at 18:23, Barbanera dice:

Ciao coach...mi.dispiace deluderti ma io non c entro una mazza con Grande Tex.manco so chi sia.comunque nn scrivo più da un po per evitare discussioni.e non sono un troll...nulla di personale con nessuno

adios y suerte

 

Esimio Generale Lee, come adesso ti fai chiamare nell'altro forum, buon viaggio!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.