• Avvisi

    • TexFanatico

      ! Perdita Dati !   23/09/2017

      I motivi dell'assenza sono elencati nella seguente discussione:   In breve:   Sono stati persi tutti i dati da inizio agosto ad oggi Chi si fosse registrato in quel frangente dovrà rifarlo   Scusandomi per il disagio, vi ringrazio per la comprensione, pazienza e, spero, indulgenza.
bressimar

[423/425] L'uomo Senza Passato

Voto alla storia  

48 voti

  1. 1. Voto alla storia

    • 10 - 6
      22
    • 9 - 5.5
      13
    • 8 - 5
      7
    • 7 - 4.5
      1
    • 6 - 4
      0
    • 5 - 3.5
      0
    • 4 - 3
      0
    • 3 - 2.5
      0
    • 2 - 2
      0
    • 1 - 1.5
      0


Messaggi consigliati/raccomandati

evBuoKUANzW9OyWJIIbRXmBGALoF+XNy6qDCkzkj  r093Sz3TjQ8w=--.jpg  ABGM7qYOE2tHHncC1yypBdV6yO9N4BifxRRWhbUe

 

 

Soggetto e sceneggiatura: Claudio Nizzi
Disegni e copertina: Claudio Villa

Periodicità mensile: Gennaio / Marzo 1996


In Arizona, Tiger Jack cade in mano ai trafficanti d'armi di Simon Gentry! Durante l'assalto al covo della banda, Kit Willer, colpito alla testa, precipita nel Little Colorado e viene trascinato via dalla corrente. Gentry fugge e Tex spedisce all'inferno il farabutto che aveva sparato a Kit. A nulla valgono le ricerche di Piccolo Falco e Tex giura vendetta sulla tomba di Lilyth! Ma Kit è stato tratto in salvo da Fiore di Luna, la bella figlia del sakem ute Naso Piatto, e ribattezzato Tonkawa, che significa "portato dalle acque". Il figlio di Tex è dunque vivo, ma privo di memoria del suo passato! Fiore di Luna ama Kit, ma Falco Nero, un guerriero che odia i bianchi e i navajos, è geloso: in combutta con il trafficante Gentry e con il rinnegato Orso-in-Piedi, uccide Naso Piatto e, per accendere gli animi degli Utes, incolpa Tex! Quando poi l'infame scopre chi è Tonkawa, avverte i Navajos per attirare Willer nel villaggio, ucciderlo e scatenare l'esercito! Ma il gracile Piccolo Coyote sa tutto e parte con Fiore di Luna ad avvertire Kit, impegnato a braccare suo padre! Kit recupera la memoria, uccide in duello il vile Falco Nero, mentre Fiore di Luna, proprio per salvare l'amato Piccolo Falco, muore intercettando il proiettile del bieco Gentry, il cui conto sarà comunque saldato.

 

 

 

© Sergio Bonelli Editore

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia bellissima e magistralmente rappresentata, soprattutto a livello delle espressioni emotive!! A mio parere il volto di Tiger Jack deformato dal dolore provocatogli dalla lama rovente che gli incide il petto e il volto triste e sconsolato di Tex quando apprende da Carson che il corpo figlio è sparito nelle acque del fiume sono degli autentici capolavori!! Molto bella anche la "scazzottata" iniziale che sembra strizzare l'occhio ai film di Bud Spencer e Terence Hill!!!!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ym ha già detto quanto andava detto :indianovestito: A parte ciò, tengo a fare pure io la mia piccola analisi della storia, pregandovi di considerare tale messaggio come frutto di puri e semplici ricordi. Il tocco di Villa è magistrale e quindi sfogliare l'albo assaporando le varie vignette è qualcosa di veramente gradevole. La storia si basa su una trama unica... la perdita di memoria. Tale fatto rende ulteriormente unica (tranne erroraccio da parte mia) questa storia, che vede Tex alle prese con il suo peggior nemico. La paura di perdere il figlio. Kit Willer infatti, come ben si capisce dalla copertina di "Sfida Infernale", si rivela l'antagonista da battere. Il problema? Una pallottola in testa di sicuro è fuori discussione e bloccare il nemico questa volta non risolver? tutto quanto. Come potr? Tex ritrovare il figlio amato?Una storia che si muove tra azione e sentimenti. Una storia che segue un buon ritmo, estremamente ben bilanciato tra ricerca e fasi delicate. Che dire, una storia da leggere.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Lo spunto che mi era venuto per la storia era proprio questo: com'? un eroe quando va in crisi?Se Tex pensasse di aver perso il figlio come reagirebbe?E se il figlio perdesse la memoria e si ritrovasse a combattere contro suo padre , credendolo malvagio... sarebbe una lotta tra Titani... Cosè ho scritto un soggettino della prima parte... non è che ci credessi molto, ma la cosa mi piaceva e avevo deciso di farmi avanti con Nizzi. Lui l'ha letta e gli è piaciuta, così ha cominciato a lavorarci su. Nella mia idea la scazzottata del saloon c'era già stata e la storia cominciava con i quattro pards al galoppo che inseguivano i banditi. Mentre sparavano , dai loro dialoghi avremmo capito cosa era successo prima... Cosa che li avrebbe portati dritti dritti verso il luogo dove kit sarebbe stato ferito. Dal momento in cui kit finiva nel fiume le cose si facevano importanti. Sono intervenuto nella sceneggiatura per modificare la scena del duello, che in origine prevedeva una sola tavola con tre striscie sovrapposte: nella prima i due uno di qua e l'altro di l', nella seconda BANG/BANG, nella terza il cattivo che cadeva... Mi sembrava doveroso spiegare meglio come doveva sentirsi Tex, il bandito e Carson. ho scenggiato fino alla pagina in cui il bandito cade al "rallentatore" svelando il buco nel medaglione che portava al collo, segno che Tex, ferito o no, ti becca sempre... La storia di Kit avrei voluto che fosse più "difficile", e doveva sfociare in una lotta tra lui e Tex epica, con un numero di tavole sufficiente a far capire quanto fossero "tosti" tutti e due. Kit si sarebbe arreso a fatica, ma avrebbe reso difficile la vita al padre, chi , se non lui potrebbe riuscirciòE il suo recupero sarebbe stato doloroso, segnato da continue fitte alla testa e sprazzi di memoria che tornavano. Il finale andava orchestrato bene con un uso del tempo per "incastrare" gli avvenimenti che si sarebbero susseguiti in un crescendo che sarebbe finito con il colpo di winchester preso in pieno da Fiore di Luna...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La storia di Kit avrei voluto che fosse più "difficile", e doveva sfociare in una lotta tra lui e Tex epica, con un numero di tavole sufficiente a far capire quanto fossero "tosti" tutti e due. Kit si sarebbe arreso a fatica, ma avrebbe reso difficile la vita al padre, chi , se non lui potrebbe riuscirciòE il suo recupero sarebbe stato doloroso, segnato da continue fitte alla testa e sprazzi di memoria che tornavano. Il finale andava orchestrato bene con un uso del tempo per "incastrare" gli avvenimenti che si sarebbero susseguiti in un crescendo che sarebbe finito con il colpo di winchester preso in pieno da Fiore di Luna...

Grande cvilla :indianovestito: !Una storia così sarebbe stata fin troppo bella! Toglimi una curiosità, l'idea di uno scontro "vero" tra padre e figlio è stato bocciato da Nizzi o da Sergio Bonelli ?Ci aiuterebbe a capire fino a che punto i "paletti" redazionali possono intralciare il lavoro di uno sceneggiatore... ne stiamo discutendo sulla discussione dedicata al conservatorismo e alla modernit? su Tex.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

questa è una delle storie che leggo e rileggo sempre con piacere.
Mi aggiungo a tutti i complimenti e le emozioni che condivido pienamente.
volevo aggiungere una cosetta che ho notato..... per il duello tra TEX e il figlio c'è stata un po' d' ispirazione dai grandi padri Bonelli e Galep?
tempo fa rileggendo il n.14 (nella storia della pantera) ho trovato questo duello....
Immagine postata

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Eccomi!Allora...vedo anch'io una certa somiglianza, ma penso dipenda dal "tipo" di lotta: quando un uomo con il coltello affronta un uomo senza coltello le mosse rischiano di assomigliarsi sempre... per quanto mi riguarda non ho guardato quei disegni... cercavo di raccontare la scena nel modo migliore possibile, se notate la scelta delle inquadrature, controcampi, dettagli ( volevo dare un narrazione a "strappi") ma come già detto, non posso fare tizi che volano se non hanno le ali... La conclusione ( molto affrettata) simile dei due duelli è segno che Nizzi, probabilmente, aveva "assorbito" un modo di raccontare nel numero di vignette del grande G. L. Bonelli... tra l'altro avevo qualche difficolt? con la sceneggiatura perchè, se notate, dopo che Kit viene "scalciato" via da Tex sentivo il bisogno di raccontare che Kit atterrava, girava su se stesso e scattava in piedi... invece... ho dvotuo disegnarlo già in piedi davanti a Tex, perdendo, IMHO, la sensazione dell'effetto del calcio di Tex... Avrei voluto un duello moooooolto più lungo: sono due "titani", forti e scaltri. Kit ha dalla sua l'età e l'agilit?, Tex la forza e l'esperienza... sarebbe stato uno spettacolo da far durare... Notate le "stelline" attorno al capo dell'indiano.. oggi, francamente, la stessa cosa farebbe affiorare sorrisi... si cerca di renderla il più "seria" possibile... Ma all'inizio della mia avventura Texiana, avevo già allungato un'altro duello tra Tex e un indiano... perchè mi divertono le scazzottate, i duelli e le scene d'azione e, se posso, le faccio durare...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Come ti capisco Claudio!Non sei l'unico al quale sarebbe piaciuto veder tale scena durare più a lungo. Peccato che c'è stata quella fretta nel "chiudere la faccenda". Concordo con le stelline, però pure le "didascalie" oggi giorno son ridotte all'osso. Ti ringrazio e... bh?, a prima vista avevo avuto la medesima sensazione di Daniela, ma effettivamente una lotta ad armi bianche necessita per forza di cosa un contatto tra gli antagonisti, e per l'effetto sorpresa la "caduta" dall'alto rimane praticamente l'ultima. In ogni caso rinnovo i complimenti per i disegni dell'albo, pregustando il prossimo :)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Beh, forse una delle migliori storie di Tex mai viste, complice anche un Villa ai vertici, ricca di momenti emozionanti, dal duello tra Galvez e Tex alla scena da brivido del giuramento dello stesso Tex sulla tomba di Lilith, con Carson e Tiger a guardare il nostro ranger per la prima volta dopo anni davvero straziato (scena che, dal punto di vista grafico, supera anche quella di Galep), per finire alle lacrime di Kit per la morte dell'amata. Peccato che, da quel che leggo qui , la storia non sia stata sviluppata a dovere, anche perchè di spunti interessanti ce n'erano, primo tra tutti quello di poter rilanciare Kit, dandogli una cert indipendenza, senza quindi più renderlo una semplice appendice paterna, alla narrazione stessa, che avrebbe potuto essere ben più profonda ed introspettiva, soprattutto da parte del nostro Tex. Peccato, ripeto, perchè la storia è già stupenda così, figuriamoci se l'avessero fatta come diceva Villa...... Saluti

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho riletta, e l'ho ritrovata fantastica. Si è già detto tutto, su questa storia, non mi dilungo, so solo che è disegnata da Dio e che Fiore di luna rimarr? nei nostri cuori. Il tema dell' amante indiana diventa il pretesto per un lotta tra padre e figlio, ed una perdita di memoria si traduce in una perdita molto più dolorosa. Grande storia, memorabile. Doveva finire con un matrimonio!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

L'ho riletta oggi, voglio riportare pari pari quanto scrissi tempo fa su un altro forum.


.... per una volta voglio travestirmi da ipercritico e sottolineare quelle che sono tutte le incongruenze di questa storia, che ripeto per me è un mancato capolavoro, un soggetto ottimo rovinato da una sceneggiatura nizziana che qui anticipa tutti i difetti che caratterizzeranno le storie a venire:

L'UOMO SENZA PASSATO

Pagina 11 prima incongruenza, se l'intento di Tex era quello di pedinare Joe Galvez che bisogno c'era di provocare una rissa, bastava far giungere all'orecchio della cameriera la voce che lo stavano cercando, così il bandito sarebbe fuggito senza prendere troppe precauzioni, invece sembra inverosimile che sapendo di essere inseguito non si volti nemmeno indietro per vedere che ha Tiger alle calcagna...

Pagina 88 Carson ordina a Tiger appena torturato e appeso al carro senz'acqua di costruire per Tex una lettiga....

Pagina 113 primo origliatore....

NELLA TERRA DEGLI UTES

Pagina 34 Carson si lamenta della vecchiaia e del mal di schiena.....

Pagina 58 Falco Nero scopre "casualmente" che
il giovane che si trova al suo villaggio è il figlio di Tex, i dialoghi sono innaturali e verbosi, l'indiano si stupisce del fatto che nonostante gli abbiano distrutto il covo i pards continuino a cercarlo, e perchè non avrebbero dovuto farlo?Il contrabbando di armi è comunque un reato!!

Pagina 108 Falco Nero passa "casualmente" davanti alla tenda di Fiore di Luna mentre Piccolo Coyote gli sta spifferando tutto ciò che ha visto(secondo origliatore)

Pagina 111 nel mezzo di una ampia radura Fiore di Luna non si preoccupa di girarsi a guardare verso chi ha sparato a Piccolo Coyote che può avvicinarsi verso di lei e colpirla alle spalle tranqiillamente....

SFIDA INFERNALE

Pagina 25 ridicolo il fatto che Kit dopo una seconda botta si ricordi perfettamente del padre, al limite lo si poteva far riavere nuovamente immemore subendo questa volta l'"imprinting" del padre che gli avrebbe fatto riacquistare la memoria gradualmente....


P. S. Aggiungiamo a questi episodi alcuni classici nizziani più volte criticati ultimamente come un paio di mancati agguati(pagina 46 e pagina 88 di NELLA TERRA DEGLI UTES)

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Fai bene a prenderlo,(penso che lo comprer? anch'io) i disegni sono splendidi e comunque la storia ha anche aspetti positivi, primo fra tutti la capacità di emozionare(tutto al contrario dell'insipido SUL SENTIERO DEI RICORDI)

Tex ferito che riceve la notizia della scomparsa di Kit, la figura estremamente dolce di Fiore di Luna, la morte di Fiore di Luna sono trattate da Nizzi in modo convincente ed appassionato.
Modificato da Wasted Years

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

se vogliamo c'è anche il fatto di Falco Nero che parte dal villaggio DOPO fiore di Luna e l'indianotto e si ritrova ad aspettarla PRIMA che passi lei sul sentiero...vabene le scorciatoie, ma doveva avere una ferrari da guidare alle sei di mattina sulla circonvallazione...

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Mah, a quest'ultima osservazione si può replicare facilmente: le popolazioni amerindiane riservavano i cavalli più forti e veloci ai guerrieri; per inciso, ai ragazzini (tanto più se imbranati haha ) si davano cavalli con "più esperienza" (leggi : più vecchi). Quindi, visto che il paradosso di Achille e la tartaruga è soltanto pura teoria, un focoso destriero non avrà problemi a superare un brocco, anche se quest'ultimo parte in anticipo. Magia Nera, hai inserito uno spoiler senza "spoilerarlo" ;) !

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.