• Avvisi

    • TexFanatico

      BUON NATALE   24/12/2017

      BUON NATALE e felici Festività a voi!
Sam Stone

[604/605] Attacco Alla Diligenza

Voto alla Storia?  

53 voti

  1. 1. Voto alla Storia?

    • 10 - eccellente
      0
    • 09 - ottimo
      6
    • 08 - buono
      6
    • 07 - discreto
      18
    • 06 - sufficiente
      4
    • 05 - mediocre
      4
    • 04 - insufficente
      5
    • 03 - scarso
      1
    • 02 - pessimo
      2
    • 01 - illeggibile
      1


Messaggi consigliati/raccomandati

Sulla storia non mi pronuncio, anche perchè ho visto le tavole senza fumetti e nonostante in molte parti si capiva quasi tutto quello che accadeva, non voglio toglermi e togliervi il piacere della lettura.

Il piacere o il...(dis)piacere, caro Sam ?! :_sigh :rolleyes: :asf:
Se un fumetto si capisce anche senza baloons,? un buon fumetto... Jason Ducaux
Un buon fumetto a livello di disegni, ma fin quando non leggi la storia non potrai mai sapere se sarà o meno un buon fumetto in assoluto!
Per me,70% disegni e 30% soggetto\sceneggiaturaJason Ducaux

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sulla storia non mi pronuncio, anche perchè ho visto le tavole senza fumetti e nonostante in molte parti si capiva quasi tutto quello che accadeva, non voglio toglermi e togliervi il piacere della lettura.

Il piacere o il...(dis)piacere, caro Sam ?! :_sigh :rolleyes: :asf:
Se un fumetto si capisce anche senza baloons,? un buon fumetto... Jason Ducaux
Un buon fumetto a livello di disegni, ma fin quando non leggi la storia non potrai mai sapere se sarà o meno un buon fumetto in assoluto!
Per me,70% disegni e 30% soggetto\sceneggiaturaJason Ducaux
concordo con jason . se i disegni in un fumetto fossero pessimi o raggiungessero a sguincio la sufficienza non varrebbe la pena leggerli e dovremmo anteporre per le nostre letture dei libri :old:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Bellissima copertina, e tavole in anteprima che catturano e fanno venire voglia di leggere. Puro western, direi, con quel po' di giallo che non guasta e la ricomparsa di un personaggio che ha sempre accompagnato ottime storie di intrighi militari. Visto che a quanto mi è sembrato di capire non ci saranno molte occasioni di vedere Nizzi, mi auguro con tutto il cuore che questo lavoro del bravo Claudio sia superiore ai più recenti. Una piccola promessa, inoltre, di "texianit?" anche nelle battute. Almeno, così mi lascia sperare il breve scambio tra Tex e Carson, mentre il primo si appresta a calarsi in una buca. :generaleN:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Perchè,Lupo, cosa c'è che non va?...? una classica espressione alla Kit Carson che brontola, che forse sta sentendo qualche piano pazzesco di Tex e si lascia andare a considerazioni pessimistiche. Un'espressione come, per esempio in Ticci, ce ne sono tante, e anche più grottesche!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sulla storia non mi pronuncio, anche perchè ho visto le tavole senza fumetti e nonostante in molte parti si capiva quasi tutto quello che accadeva, non voglio toglermi e togliervi il piacere della lettura.

Il piacere o il...(dis)piacere, caro Sam ?! :_sigh :rolleyes: :asf:
Dico solo questo, poi dalla mia bocca non uscir? altro! :)Da quel che si capiva sfogliando il librone di Monni, nella storia non dovrebbero esserci eccessive figuracce da parte dei due pards. Secondo me la storia sarà un p? sul livello di "La rivolta dei Cheyenne - Tre Lunghi Giorni", ma ovviamente questa affermazione è da prendere con le molle finch? non avremo letto il finale!! :):trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me la storia sarà un p? sul livello di "La rivolta dei Cheyenne - Tre Lunghi Giorni",

... il che, se si rivelasse vero, mi soddisferebbe appieno!Sinceramente, io nemmeno mi aspetto un qualcosa di memorabile;e nemmeno lo voglio da queste ultime storie di Nizzi:mi bastano delle solide storie "classiche", anche piuttosto semplici e senza troppe pretese, proprio come "La rivolta dei Cheyennes". E soprattutto mi aspetto che lo sfacelo di "Oltre il fiume" non si ripresenti!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

I disegni hanno uno stile che mi piace moltissimo; molto puliti e precisi, perciò dal punto di vista grafico mi aspetto un fumetto ottimo; mentre per quanto riguarda la sceneggiatura spero che Nizzi ci proponga una storia sul livello almeno di " soldi sporchi"che a mio avviso è stata davvero una bella storia.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente, io nemmeno mi aspetto un qualcosa di memorabile;

Io, invece, mi aspetto una MEMORABILE recensione di Michela Feltrin. :asf: Ma se la storia sarà davvero del livello di "La rivolta dei Cheyennes", tale delizia ci verr? risparmiata...

spero che Nizzi ci proponga una storia sul livello almeno di " soldi sporchi"che a mio avviso è stata davvero una bella storia.

No, Soldi Sporchi no!!! ::P:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

non vedo l'ora di leggermi questo primo albo per poi ipotizzare un finale tutto mio ! :)

Caro e giovane amico, ti auguro solo una cosa: che tu possa leggere sempre Tex con questi occhi, perchè è davvero la cosa più bella che possa capitare a un lettore! :)Fino a quando lo farai, credimi, non ci sarà nessuno che potr? dire di divertirsi di più.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letto oggi. La storia è abbastanza semplice e intrigante nello stesso tempo. Precisi e puliti i disegni di Rossi che tra l'altro delinea benissimo il contesto geografico in cui la storia stessa si svolge. Nizzi ha creato un'ottima suspence sulla scomparsa del generale Davis. Mi aspetto una prosecuzione e un finale degni di questo primo albo.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Letto ed apprezzato nel complesso.

Partendo dalla copertina che trovo ottima, con una inquadratura azzeccata e un Tex un p? più defilato che per una volta ci sta eccome.

I disegni sono invece ottimi a mio avviso, molto particolareggiati ed il Tex di Rossi l'ho trovato più che dignitoso!

Per quanto riguarda la storia, non mi è dispiaciuta affatto; se escludiamo qualche paginata di troppo come citato da altri (quattro pagine (quattro) per vedere la diligenza che precipita nel burrone) di puro disegno, dove bastavano 2 vignette, ed il solito deus ex machina che indirizza i pards nella direzione giusta.

L'intreccio narrativo è intrigante e lascia quella giusta curiosità per le sorti del passeggero della carrozza e dei motivi che hanno spinto il cattivo di turno ad architettare un piano così particolare.

Un solo errore ma pacchiano della storia (almeno mi pare):

spoiler
Quando uno dei cattvi entra nella diligenza per controllare che i passeggeri siano tutti morti, uno di loro (quello con il fiocco nero al collo) è ancora vivo e si lamenta debolmente, alch? il cattivo lo fredda a bruciapelo (si sente lo sparo)).
Quando nella stessa carrozza entra Tex poco dopo, l'uomo che viene mostrato nella vignetta come freddato a bruciapelo con tanto di foro nella testa è l'altro!!!
Errore madornale o c'è qualche colpo di scena (!?!?) in attesa?
fine spoiler

Riassumendo:

COPERTINA : voto 7,5
DISEGNI: voto 7,0
STORIA: voto 6,5
SCENEGGIATURA: voto 7-

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comprato questa mattina e letto or ora!Giudizio più che positivo finora per la storia e i disegni: un Nizzi ritornato (quasi) ai fasti antichi, perfettamente assecondato da Rossano Rossi. Ho gustato il battibecco iniziale tra i due pards, adoro quando fingono di litigare tra di loro per poi trovarsi d'accordo davanti alla prospettiva di "mettere le zampe sotto il tavolo" ( non è la sola trovata linguistica dell'albo che profuma di texianit? ) per una bella mangiata alla vicina locanda di Mamma Malone, ovviamente a base di bistecconi alti due o tre dita, teneri come il burro, annaffiati da una cascata di birra! Lo so, è rimasto solo Nizzi a parlarcene ancora, ma sono topoi efficaccissimi per entrare nella giusta atmosfera di un albo di Tex. Di sprazzi d'ironia è infarcito l'albo intero, il culmine è però raggiunto a pagina 80 con l'incontro con il vecchio e simpatico Caleb, con una pagina che rientrer? facilmente nell'antologia delle più comiche della serie. Nizzi in una recente intervista ha affermato la predilezione per il Vecchio Cammello e in quest'albo riesce a caratterizzarlo al meglio: falso spilorcio, menagramo, cuore d'oro. Per il resto, è vero, non fa niente durante tutto l'albo ( anzi si limita a qualche domanda banalotta che l'autore avrebbe potuto evitare ) ma in compenso Tex è sempre centrale e primeggia in tutte le 110 tavole. Gli elementi del " Intrigo militare", titolo di lavorazione della storia, dovrebbero essere tutti facilmente definibili e intuibili, la storia cioè è un giallo che si dipana già nel primo albo, ma questo non toglie nulla all'efficacia della narrazione, con continui colpi di scena. Resta comunque un mistero, che è quello che ruota intorno alla figura del generale Davis: lo si ritrover? vivo oppure andr? ad allungare la lista dei personaggi nizziani passati a miglior vita ?Qualche riga per parlare dei disegni, indubbiamente buoni soprattutto nelle scene in notturna, nei primi piani e negli ambienti cittadini, mi convincono poco invece negli "esterni", da un lato mi sembrano anche poco curati, dall'altro lontani dalla maestria ed efficacia di un Ticci. Rossi è un ottimo acquisto per Tex ma dovr? ancora lavorare a lungo per raggiungere la perfezione tecnica del maestro Civitelli. Voto alla prima parte e ai disegni: otto.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Comprato questa mattina e letto or ora!Giudizio più che positivo finora per la storia e i disegni: un Nizzi ritornato (quasi) ai fasti antichi....

:shock: Da me dovrebbe uscire domani. Vedremo se Nizzi ci regaler? qualche ultimo colpo di coda perchè, finora, le speranze sono andate sempre deluse....... :rolleyes::trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Giudizio decisamente positivo da parte mia, anzi anche più delle aspettative.
Infatti mi aspettavo un livello simile al primo albo de "La Rivolta dei Cheyenne", invece questo mi pare nettamente superiore.

Metto lo spoiler anche se non riveler? come sempre granch?


S
P
O
I
L
E
R


Nonostante l'azione sia ridotta al minimo e i nostri due per ora si limitano ad indagare senza trovare particolari difficolt? n° tantomeno scontri col "nemico", Nizzi è riuscito a creare un bel giallo, interessante e che richiama l'attenzione del lettore.
Non dico che siamo ai livelli dei suoi migliori gialli che ci regal' all'inizio della sua attività texiana, ma sicuramente non siamo al confronto di Soldi Sporchi (storia che era abbastanza carina, ma piena di difetti e cadute già dal primo albo)!

E' presente il solito "beninformato" (Caleb), ma questa volta utilizzato e caratterizzato davvero bene.
Grazie a lui Tex e Carson riescono a ritrovare la cassetta contenente le rondelle di ferro" e cominciano quindi ad annusare che qualcosa comincia a "puzzare" di marcio!

Davvero bello l'attacco alla diligenza, reso spettacolare dai disegni di Rossi, che, come avevo già visto al raduno bolognese a Novembre mi sembra notevolmente migliorato ed ispirato.
Buonissima quindi la sua prova, soprattutto nei volti dei pards e nelle ambientazioni Western!
Un grande acquisto davvero!! :inch: ::evvai::

Per una volta da molto tempo, Nizzi non spiega e rispiega il piano dei cattivi.
Ho trovato davvero molta più cura da parte sua, forse se fosse stato meno oberato di lavoro avrebbe potuto continuare in modo tranquillo a scrivere buone storie ancora per qualche tempo! _ahsisi

Attendo molto di leggere la seconda parte, non tanto per scoprire il complotto ma per vedere che fine ha fatto lo scomparso generale Davis.
Dai disegni che vidi non ricordo assolutamente nulla, spero proprio non abbia fatto una brutta fine, ma non penso proprio!! -_nono

Venendo al complotto penso che il sergente Dagan non sia il solo colpevole, secondo me quasi sicuramente è coinvolto anche il Colonnelo Fairmont, che si è voluto liberare di Davis dopo che questi nel suo controllo d'ispezione aveva scoperto qualcosa che non andava.
Ma è solo una mia supposizione.


Per ora sono soddisfatto, spero nella seconda parte!! :D -ave_ :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Come rovinare una bella storia.

Fino a pag. 78 ero molto contento di questa lettura. Qualche spiegazione di troppo, soprattutto nelle prime pagine, dove l'autore ci illustra il proprio marchio di riconoscibilit? fatto di cavalcata, stomaco di Carson, bistecche e birra e, purtroppo, spiegazioni inutili e anticipazioni superflue degli eventi. Le spiegazioni continuano col sicario che allude a questo generale messicano che troveremo nel secondo albo. Tutto sommato, però, l'eccessivo spiegazionismo non mi disturba più di tanto, visto che la trama, semplice e lineare, funziona bene e c'è in sospeso la sorte del generale, che non si sa che fine abbia fatto. Forse un'unica ingenuità, il sicario che non si preoccupa di frugare nella diligenza, vedi borsa del generale che potrebbe risultare importante in seguito. Fin qui storia molto migliore di Faccia di Cuoio, mi stava piacendo anche più di Vegas, veramente una bella sorpresa, quando mi vedo arrivare il vecchietto, e subito penso male, addio storia. Infatti ci troviamo di fronte al solito spione-informatore che sa tutto e ha visto tutto, anche più del dovuto. E al solito culo di Tex, che, incapace di scoprire qualcosa senza l'aiutino, lo incontra. Non sarà il culo flaccido di grande attualit? nelle cronache giudiziarie, ma sempre di culo si tratta. Insomma, come si dice a Firenze, un Tex con più culo che anima. Qui mi sono cascate le braccia e anche qualcosìaltro più in basso. Cosèavete capito? La pancia. _ahsisi Per completare l'opera, Tex che per prudenza, grazie al suo ?proverbiale? fiuto, come viene puntualmente sottolineato, dice di non voler rivelare al colonnello (che mi sembra più che coinvolto) cosìha scoperto e che due secondi dopo gli spiattella tutto. Titoli di coda. Frutta. Caff?. A nanna. Mi casca anch?i?dindon. :shock: I disegni mi sono piaciuti, sembra un Civitelli un po' meno rotondo. Eccezionale il primo piano di Tex a pag. 92.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

S
P
O
I
L
E
R



Su quello che ha scritto Jack concordo solo in un punto: il fatto che Tex che prima fa: "Meglio non dire niente al colonnello Fairmont, magari è coinvolto" e dopo due-minuti-due "Ma provi a indovinare caro colonnello cosa ho scoperto?" Anche se a dire il vero nel bel testone del Nostro potrebbe esserci un motivo - ancora ignoto - per procedere in quel modo.

Che Tex trovi un aiuto esterno (il classico personaggio che si trovava "proprio l'"), sinceramente non mi crea nessun problema. Il detective - e il Tex di Nizzi lo è in gran parte - lavora su indizi e informazioni, e la bravura consiste nel mettere insieme il puzzle.
A me sinceramente è piaciuto, lo ritengo migliore de "La rivolta dei Cheyennes" e trovo intrigante la scomparsa di Davis soprattutto alla luce della presenza di un generale messicano che mi chiedo se sia veramente un generale dell'esercito regolare o uno di quei ricchi personaggi di frontiera che grazie al suo denaro si arroga un titolo e il comando di uno pseudo esercito (e pensate se saltasse fuori anche Montales, in tutto questo ambarad'n :shock: )

Speriamo che il seguito sia degno dell'inizio. Per adesso, bravo Nizzi!
Ah, i disegni (sempre da grande profana): non mi sembrano malaccio. C'è un accenno di Ticci nei paesaggi, o è una mia impressione?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Quello che mi lascia dubbioso è il fatto che

Davis non venga mostrato mentre la diligenza precipita, anzi ci vengono fatti vedere gli altri passeggeri mentre lui sembra scomparso. Che sia sceso prima? L'ipotesi potrebbe anche essere plausibile. Probabilmente ha chiamato Tex per rivelargli qualcosa di importante, tipo di aver scoperto del marcio dietro l'apparente "pulizia ed onest?" del Colonnello Fairmont!Poi sentendosi bersaglio di qualche attentato alla sua vita, abbia finto di partire per poi ridiscendere. La valigietta rimasta all'interno della diligenza, potrebbe averla lasciata per due motivi:1- in modo che tutti pensano sia davvero morto e scomparso2- far si che Tex riconoscendo la borsa e i documenti, sia spronato a far luce su quello che non va. Però mi chiedo: se era al corrente di un attentato alla sua vita, come può aver fatto correre dei rischi ai passeggeri della diligenza?Oppure potrebbe essere davvero scomparso nel fiume e trovarsi ferito da qualche parte!
@Cheyenne: Rossano Rossi è ispirato chiaramente al modello di Ticci e Civitelli, però mi sembra che abbia trovato un suo segno personale... davvero molto bravo!! -ave_ :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.