Vai al contenuto
TWF MAGAZINE N°18 è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
Mister P

[309/310] La Minaccia Invisibile

Voto alla storia  

20 voti

You do not have permission to vote in this poll, or see the poll results. Si è pregati di collegarsi o iscriversi per poter votare in questo sondaggio.

Messaggi consigliati/raccomandati

Mn4BTYUkK1DI0ll9VUQ2--.jpg



Soggetto e sceneggiatura : Mauro Boselli e Giovanni Luigi Bonelli
Disegni: Guglielmo Letteri
Periodicità mensile: Luglio 1986 è Agosto 1986
Inizia nel numero 309 a pag. 44 e finisce nel numero 310




A San Francisco si scatena un maniaco omicida chiamato Maestro, che uccide con una misteriosa sostanza che deturpa in maniera orribile il volto delle vittime! Tex e Carson, convocati dal capo della polizia Devlin, indagano con l'aiuto di Lefty Potrero e di Pat Mac Ryan. Mentre a San Francisco c'è qualcuno che incolpa la comunit? orientale degli avvelenamenti e mette a ferro e fuoco Chinatown, il diabolico Maestro, manovrando la sua rete di scagnozzi e utilizzando travestimenti e passaggi segreti, elabora un piano infernale: appestare con i suoi letali batteri l'acquedotto cittadino. Grazie alla soffiata del moribondo Volker, un tirapiedi scaricato dal bieco Maestro, Tex e Carson stanano il criminale dal suo insospettabile covo.




© Sergio Bonelli Editore





_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ 


 

Come già svelato da Boselli stesso, quest'episodio porta parzialmente la sua firma, assieme a quella di GLB, di Giorgio Bonelli e del revisore Sclavi, oltre che del grande Letteri ai disegni. L'episodio introduce una sorta di 'mad doctor', il Maestro appunto, che per i suoi fini non esiterebbe ad avvelenare la condotta idirica d'un'intera città come San Francisco. La complessit? della vicenda è sottolineata quando i due pards e Devlin hanno a che fare col criminale sotto mentite spoglie, senza niente sospettare. Peccato che del soggetto originale sia rimasto ben poco; ma la storia cmq rimane godibile. Letteri al suo meglio nelle atmosfere cittadine.

Insomma:

TESTI: 7+
DISEGNI: 7,5

Dissi.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il ritorno ha soddisfatto poco anche me. Anche se quest'episodio è diverso dall'idea originale di Giorgio Bonelli e Borden, è cmq godibile :) .

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sul sito del forum è disponibile un articolo che spiega meglio la genesi di questa storia. Consigliatissimo: http://texwillersite.altervista.org/artico... hostwriters. htm

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il soggetto originario prevvedeva l'infezione di Pat Mac Ryan con i bacilli contenuti nell'asciugamano. Terribilmente interessante sarebbe stato questo sviluppo della storia, ma G. L. Bonelli, troppo affaticato e forse spaventato dalla complessit? dell'intreccio prefer? rinunciare... Questa storia resta in ogni caso una delle più belle del quarto centinaio e dispiace il fatto che Boselli abbia abbandonato del tutto il filone "cittadino" ( se escludiamo il texone di Font ).

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Questa è la mia storia preferita, non le ho dato 10 perchè c'è qualche imperfezione, come in tutte le storie. Il Maestro un cattivo naturale, molto interessante sotto il profilo psicologico,

che infetta la città con i bacilli di questo virus, per quasi tutta la storia resta nell'ombra e solo alla fin si scopre la sua ver? identit? ovvero Stone alias Andrew Liddell, la morte del suo assistente e l'ambizione di diventare padrone della città.
Non è forte dal punto di vista fisico ma da quello del cervello è veramente un "maestro". Ci sono degli errori sul viso di alcune persone ma l'accoppiata Letteri-Boselli d' quel tocco in più alla storia. Voto: 9

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Come ricordato più volte alla realizzazione di questa storia hanno partecipato diverse menti: Boselli, Giorgio Bonelli, Gianluigi Bonelli, in piccola parte anche Sclavi!A me è sempre piaciuta. Ottima l'atmosfera che si coglie quà e là tra le pagine, così come geniale e originale su Tex, l'idea di utilizzare l'arma chimica del Maestro come minaccia per i suoi loschi e folli sogni!Naturalmente è sempre bello rivedere vecchi personaggi ritornare: Pat McRyan, Angelo, Lefty Potrero, Bingo, Tom Devlin e pure Lim - You dalla vecchia storia "Il Laccio Nero"!! :inch: Sul Maestro cosa dire? Per me uno dei più grandi cattivi dell'intera serie. Forse nel ritorno è ancora più temibile, perchè il lettore sa già cosa potrebbe combinare se solo riuscisse a mettere i suoi bacilli mortali in circolo. Parecchio inquietante ad esempio la scena in questa storia, all'interno della villa alla festa privata. Tutto sono in pericolo, nessuno può dirsi veramente al sicuro perchè non si sa assolutamente nulla di come il Maestro comincer? ad agire. Ma la storia è ricca, vale davvero la pena di riprenderla in mano e di correre insieme a Tex per i vicoli di Frisco o per le fogne sotterranee della città. Molto bello e carico di tensione il finale, quando i bacilli stanno per essere gettati nella rete idrica. Naturalmente Tex riuscir? a sventare un massacro epocale e il temibile avversario finir? orrendamente sfigurato in attesa del successivo ritorno. Da leggere!! ::evvai:: Voto: 9 :trapper:

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il soggetto è interessante ma durante la lettura non sono riuscito a trovarlo interessante più di tanto. Una cosa che mi ha sorpreso è il fatto che Pat McRyan viene tenuto ai margini, il suo coinvolgimento è marginale. La scena di Tex e Carson impegnati a fronteggiare le bestie feroci nella villa è un p? banale, praticamente li fanno fuori come niente fosse avendoli avvistati per tempo e dovendoi affrontare uno alla volta. Voto 8.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non posso che rimanere impressionato in positivo da questa storia che ho avuto occasione di leggere con la ristampa di recente in edicola. La lunghezza ridotta non incide affatto sullo sviluppo della vicenda e i lunghi dialoghi non annoiano affatto. Molto interessante è il soggetto con un cattivo doc come al maestro, in questa storia più concreto e cinico rispetto che nel suo secondo ritorno. L'ambientazione di Frisco e la presenza di amici storici dei pards fa il resto. Letteri ancora ad alto livello. Soggetto 8,5Trama 8Disegni 7,5

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Bella storia, senza buchi narrativi e molto ben riuscita nonostante, come fatto notare dalla Tigre, la lunghezza assai esigua (appena un albo e mezzo). La sola cosa che avrei evitato è far spacciare Tex e Carson per due esperti di conduzione idrica, in quanto risultano ben poco credibili in questa veste, con le loro pistole ai fianchi e col loro tipico abbigliamento nel più tipico stile western :trapper: . Che poi il Maestro già sapesse chi fossero è un altro paio di maniche.... Per dirla con un voto, 8 sia alla sceneggiatura che ai disegni di Letteri

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una storia scritta a otto mani :indianovestito: Chissà come sarebbe stata se avessero approvato l'idea originale di boselli, quella con pat contaminato dai bacilli, ma direi che è andata bene lo stesso, a me è piaciuta moltissimo, un autentico thriller perfettamente riuscito. Voto 8Imo l'unico difetto o stranezza è la scomparsa di pat mac ryan per quasi tutto il secondo albo per poi ricomparire nel finale. Probabilmente la causa è da attribuire agli interventi che questa storia ha avuto nel corso della sceneggiatura. Cmq bella lo stesso ::evvai::

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una storia bellissima sotto ogni aspetto, sia dal punto di vista grafico che da quello letterario, in cui si mescolano, insieme al Western, altri svariati generi narrativi come il giallo, l'horror e la fantascienza. _ahsisi Avvincente ed emozionante, rimane senza ombra di dubbio una delle migliori storie texiane firmate da Gianluigi Bonelli e da Mauro Boselli. :trapper: clap

Assai intrigante e ben articolata la trama.
Tex e Carson, in trasferta a San Francisco, se la devono vedere con uno spietato criminale chiamato "Il Maestro" (alias Andrew Liddel), che minaccia di sterminare tutti gli abitanti della città con l'aiuto dei bacilli di un morbo sconosciuto. I due pards, supportati dal capo della polizia Tom Devlin, dal cinese Su-Ling, dall'irlandese Pat McRyan e da Lefty Potrero e i suoi uomini, riescono, dopo una fittissima serie di agguati e peripezie, a catturare il diabolico scienziato e a farlo rinchiudere in una cella del Manicomio Criminale. :shock:
Impossibile dimenticare scene incredibilmente sensazionali e avventurose, come ad esempio

la sequenza iniziale che va da pagina 44 a pagina 49 del primo albo, in cui i due pescatori di frodo scoprono la tragedia della nave "Shangay Lady", l'irruzione dei poliziotti nel Quartiere Cinese e la rissa nel locale di Lim-You (da pagina 82 a pagina 93), l'agguato ai due pards nella baia di San Francisco, l'attacco delle belve nella villa del Maestro e tante altre ancora...:rolleyes:


Una storia incorniciata da una narrazione scorrevole e fluida, da una buona struttura sequenziale e da dialoghi emozionanti, dettagliati e perfettamente intagliati alla trama, caratterizzati da esclamazioni e risvolti comici in quantit?. :soldatoS:

Niente da dire per i disegni di Letteri, freschi, puliti e molto accattivanti come il primo giorno, in linea con l'ambientazione cittadina e la cupa atmosfera. Non mancano delle tavole suggestive molto ben disegnate dal fumettista romano, come l'agguato a Tex e Carson nella baia e l'attacco delle belve feroci del fantomatico Maestro. Dinamici e ben rappresentati anche gli scontri a fuoco e i vari corpo a corpo. ::evvai::

VOTO: 9 ai testi, 9 ai disegni.

BK

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia felicissima e avvincente, mescola come già detto varie atmosfere dando vita a un cocktail molto gustoso.

La scena della Shangay Lady, con l'equipaggio che man mano si ammala e muore, descritta dal capitano della nave mi ha ricordato tantissimo un'analoga scena presente nel romanzo Dracula: anche qui c'è un capitano che scrive un diario spaventoso, in cui si narra di come i membri dell'equipaggio vengano colti da una strana pestilenza (che in realtà sono ovviamente i morsi del vampiro) che li lascia esangui fino ad ucciderli. Anche l' i marinai credono che la peste sia veicolata da qualcosa o qualcuno che c'è a bordo, e anche l' il Capitano termina le sue ultime parole con un "che Dio ci aiuti".

Chiedo a Borden, se si trova a passare da queste parti, se ci ho visto giusto.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Storia felicissima e avvincente, mescola come già detto varie atmosfere dando vita a un cocktail molto gustoso.

La scena della Shangay Lady, con l'equipaggio che man mano si ammala e muore, descritta dal capitano della nave mi ha ricordato tantissimo un'analoga scena presente nel romanzo Dracula: anche qui c'è un capitano che scrive un diario spaventoso, in cui si narra di come i membri dell'equipaggio vengano colti da una strana pestilenza (che in realtà sono ovviamente i morsi del vampiro) che li lascia esangui fino ad ucciderli. Anche l' i marinai credono che la peste sia veicolata da qualcosa o qualcuno che c'è a bordo, e anche l' il Capitano termina le sue ultime parole con un "che Dio ci aiuti".

Chiedo a Borden, se si trova a passare da queste parti, se ci ho visto giusto.

Claro que sè!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Una storia breve,ma fenomenale...Il Maestro è uno dei cattivi meglio riusciti dell intera serie.Appare solo nel finale,appunto,ma agisce dietro le quinte sfruttando la devozione e la paura dei suoi complici.la sua perfidia,unita alla sua intelligenza,alle sue conoscenze scientifiche e al suo amore per il crimine ne fanno un personaggio unico nella saga texiana,che mi ricorda un altro perfido protagonista di un altra fortunata saga:il Professor Moriarty.

Il suo punto debole è rappresentato dai complici,soprattutto dal pavido Volker...

da brividi la lettura del diario di bordo!

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Poteva essere la mia prima storia di Tex! Ricordo che stavo cominciando a leggerla e poi per qualche motivo non sono andato oltre le primissime pagine. Non avevo nemmeno 6 anni.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Alla terza lettura, parzialmente rivalutata. Ovviamente non è un capolavoro, ma si lascia leggere senza stancare, il che è già in contraddizione con un giudizio negativo. Il personaggio del Maestro è ben caratterizzato, anche se il ricatto da cento milioni di dollari mi sa tanto di film americano anni '80/'90 (me ne viene in mente uno con Bruce Willis).

Peccato, infine, per la morte di Kalang. Sarebbe stato un bel ritorno.
Voto alla storia: 6,7

Voto ai disegni: 7

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Eccellente storia, il mio voto è 9. Il Maestro ecellente sotto tanti punti di vista: ottima la creazione del personaggio e la sua psicologia. Mi è piaciuto che la sua persona sia nascosta fino all'ultimo ed il finale è una delle parti migliori dell'intera storia. Sono contento che il soggetto originale non sia stato intrapreso perchè non mi sembrava una grande idea, differente invece la trama di GLB che, pur essendo anziano, ha saputo dare tutto sé stesso! L'intreccio e l'atmosfera cittadina di Frisco fanno il resto, belli i personagi è l'idea dello scimmione. Ho gradito tantissimo i dialoghi dei due pards e la presenza degli uomini di Lefty Potrero.

Disegni di Letteri Molto validi anche se non a livello del Letteri che tutti amiamo...

Storia riletta dopo alcuni anni e devo dire che mi è piaciuta maggiormente rispetto alla prima volta!

VOTO 9, un 10 non se lo merita perchè piccolissime cadute di trama ci sono (messaggi sulla scrivania di Tom comparsi dal nulla e un agguato iperscontato) ma sono tanto microscopiche da non avermi affatto infastidito. 

Modificato da JohnnyColt

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, borden dice:

Soggetto

?! Ma che ne sai del soggetto originale?...

Non ne so nulla e sinceramente, non mi interessa conoscerlo nei dettagli. Ho riletto la storia e l'ho trovata davvero molto bella. Se sia nata con un altro soggetto poco mi importa o cambia perchè la storia pubblicata questa è e va valutata per quallo che abbiamo letto. 

Il termine "originale" non è mio, l'ho preso a piene mani dai precedenti messaggi ma come le ho detto non mi interessa sapere se fosse differente dalla storia poi pubblicata.

On 2/3/2007 at 22:52, Mister P dice:

soggetto originale

On 3/3/2007 at 19:07, Mister P dice:

idea originale

On 8/9/2007 at 17:33, ymalpas dice:

soggetto originario

On 31/10/2012 at 22:35, Pablo Contreras dice:

idea originale

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

No, calma.Tu dici

21 ore fa, JohnnyColt dice:

Sono contento che il soggetto originale non sia stato intrapreso perchè non mi sembrava una grande idea, 

 

 

E' un giudizio di merito. Un giudizio negativo.Ripeto: come fai a esprimerlo? 

 

Se

 

 

3 ore fa, JohnnyColt dice:

Non ne so nulla e sinceramente, non mi interessa conoscerlo nei dettagli.  

 

 

 

C'è qualcosa che si chiama LOGICA o COERENZA o qualsivoglia che dovrebbe essere implicita in un discorso.o no?  Spiegati. 

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">46 minuti fa</span>, borden dice:

Spiegati. 

Presto detto. Dai piccoli dettagli che sono scritti qui sopra non mi è apparsa una storia che potesse intrigarmi, a differenza di quella che è stata poi mandata alle stampe. Indipendentemente da come fosse il soggetto originario la storia pubblicata mi piace molto, le indiscrezioni sul precedente suo scritto possono incuriosire qualcuno e non incuriosire qualcun'altro. Personalmente, conoscendo poi la bontà della storia che abbiamo potuto leggere, queste indiscrezioni non mi incuriosicono affatto e mi portano a dire che non sarebbero state una grande idea dal mio punto di vista.

Per Ymalpas "Terribilmente interessante sarebbe stato questo sviluppo della storia", a me invece non mi avrebbe affatto interessato. Non è né un parere negativo nè un affronto nei suoi confronti, semplicemente una piccola opinione riguardo delle indiscrezioni.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Non c'è nessun accenno al soggetto da nessuna parte, quindi non puoi averne nessuna idea.

 

La storia, come tutti sanno eccetto te, l'ho scritta io sino a pag. 100 e rotti con un paio di scene di Giorgio Bonelli (quella del mah-jong e quella della trappola in mare .- e dunque fin lì era totalmente conforme al soggetto- poi ci sono una sessantina di tavole di Bonelli, con un intervento ai dialoghi di Sclavi (la morte di Slimey) e, dopo le belve, il finale è di nuovo mio.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, borden dice:

Non c'è nessun accenno al soggetto da nessuna parte, quindi non puoi averne nessuna idea.

 

La storia, come tutti sanno eccetto te, l'ho scritta io sino a pag. 100 e rotti con un paio di scene di Giorgio Bonelli (quella del mah-jong e quella della trappola in mare .- e dunque fin lì era totalmente conforme al soggetto- poi ci sono una sessantina di tavole di Bonelli, con un intervento ai dialoghi di Sclavi (la morte di Slimey) e, dopo le belve, il finale è di nuovo mio.

Sapevo che è una storia nata a più mani, lessi tempo fa un intervista sul Tex Willer Blog mi sembra e c'è scritto anche qui sopra ma questo non c'entra col fatto che non mi sarebbe piaciuto Pat infetto. Comunque non ho intenzione di proseguire oltre 1 perche non ho voglia e 2 perchè è palese la reciproca incomprensione.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

La chiudo io perché sono testone:lol:. Pat in pericolo era solo un elemento del soggetto, NON TUTTO il soggetto, che al settanta per cento è rispettato nella sceneggiatura finita. E quell'elemento l'ho ripreso nel finale della storia di New York. La storia iniziale del Maestro soffre del fatto (strano che nessuno lo noti) che Pat compare all'inizio e poi non c'è più.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.