Vai al contenuto
il 17° Numero del TWF è online! Leggi di più... ×
TWF - Tex Willer Forum
TexFanatico

Il Mercato Di Tex

Messaggi consigliati/raccomandati

2 ore fa, Kershaw dice:

Caro Borden,

devo convenire che tu eccelli davvero nell'arte dello scarica barile. Non ti riguarda, sei in ferie, sei solo il curatore di Tex, non hai tempo et similia, questi sono i tuoi alibi quando ti pungono sul vivo. Digita su Google: Bonelli Preview 35, ti si presenta un cataloghino che devi sfogliare e a pag. 25 trovi il colonnino incriminato. A quante pare tu non ne sei al corrente! Ma mettiamo pure che non fosse vostro: ti segnalano che per una vostra pubblicazione si dicono delle fregnacce e tu non ti senti in dovere di farle emendare? Mai sentito parlare di brand, di immagine aziendale, di come ci si deve porre nei confronti degli esterni? Sarà che dove lavoravo mi hanno fatto una testa così con riunioni settimanali su questi particolari aspetti della quotidianità aziendale. Invece sembra che a te o ai tuoi capi non importi un accidente che la SBE faccia la figura del peracottaro sul web, l'importante è vendere gadgets e sfornare storie a iosa! Ti ricordo che Sergio si scusava sempre in prima persona quando gli facevano notare le topiche come quella del disegno errato sulla città di Washington. Comunque, stante a ciò che sostieni, sono propenso a credere che sia vero quanto riferito da un profondo conoscitore del mondo dei fumetti, in quel di Reggio, ovvero che ormai alla SBE ognuno guarda al proprio orticello, e se altri sbagliano cavoli loro!

 

 

Ti ripeto, non sono il  direttore né' l'editore. Ergo, non sono il tuo interlocutore. E quando l'ho detto prima, qualcuno ha pure pensato che dicessi un'ovvietà. Non per Kershaw, a quanto pare. 

 

 

1 ora fa, gilas2 dice:

@borden : assumi Kershaw in prova alla Bonelli come correttore di bozze IN PROVA per sei mesi di TUTTE le pubblicazioni Bonelli con annessi e connessi, e vediamo quanti refusi riesce a sgamare e quanti gliene sfuggono... :laughing:

 

 

Aridagli. Chi dovrei assumere? Sono un DIPENDENTE!

 

E magari di far notare gli errori (cosa che ai colleghi non appare simpatica) mi sono anche stufato, visto che non ho né la qualifica né l'autorità conferitami per farlo. Questo lo capisci?

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Stai scherzando vero? Ma come, il curatore di Tex, uno che non si fa scrupolo di vituperare i rari forumisti che osano criticare il suo operato, usando epiteti di ogni genere, che si fa riguardo a far notare gli strafalcioni ai suoi collaboratori? Non ti facevo così mammoletta; caso mai il problema sarebbe l'inverso, ovvero quis custodiet ipsos custodes? Chi controlla il tuo di operato? Quanto al fatto che sei solo un mero dipendente, non mi pare che il tuo capoguerra sia solito leggere il forum, altrimenti è certo che mi rivolgerei direttamente a lui per le rimostranze. Comunque vedo che come al solito rispondi solo alla parte di post che ti fa più comodo; io ti ho scritto molto altro quindi potresti almeno dirmi se il colonnino di Dick l'hai poi trovato nel vostro sito. Quanto al resto mi pare assodato che del brand dell'azienda te ne frega assai poco. Contento tu!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Continui a non capire. Siamo in parecchi e facciamo cose diverse. Perché diamine dovrei prendermi la responsabilità degli errori altrui? Ah, questa è proprio bella!

 

E' chiaro che gliel'ho DETTO, dopo la tua segnalazione. Ma l'albo è STAMPATO. Un PDF tratto da un albo CARTACEO.

 

E comunque, ripeto, non sono il custode dei custodi. In quando a controllare il mio operato, non credo che il  compito sia stato affidato a te. 


Penso anche, davvero, che dopo la scomparsa di Decio e Sergio e l'abbandono di Marcheselli, non esista ahimè una figura che possa "controllare" il mio operato. Sono il più qualificato io stesso per farlo.Non è ottimale, ma è così. Un qualsiasi redattore o manager ne saprebbe più di me su Tex? Chi?  

Non è presunzione, è un fatto.  Triste, ma un fatto.

 

 

 

Modificato da borden

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, borden dice:

Continui a non capire. Siamo in parecchi e facciamo cose diverse. Perché diamine dovrei prendermi la responsabilità degli errori altrui? Ah, questa è proprio bella!

 

E' chiaro che gliel'ho DETTO, dopo la tua segnalazione. Ma l'albo è STAMPATO. Un PDF tratto da un albo CARTACEO.

 

E comunque, ripeto, non sono il custode dei custodi. In quando a controllare il mio operato, non credo che il  compito sia stato affidato a te. 


Penso anche, davvero, che dopo la scomparsa di Decio e Sergio e l'abbandono di Marcheselli, non esista ahimè una figura che possa "controllare" il mio operato. Sono il più qualificato io stesso per farlo.Non è ottimale, ma è così. Un qualsiasi redattore o manager ne saprebbe più di me su Tex? Chi?  

Non è presunzione, è un fatto.  Triste, ma un fatto.

 

 

 

 

Se mi permetti, perché perdi tempo a rispondere a quel... troll?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Caro  professor Monni, troll sarà tuo nonno! So che ti piace pontificare alquanto in questo sito, forte del tuo sapere, ma quando evidenziano i tuoi di "refusi" te ne guardi bene dal commentarli. Lascia perdere, che è meglio! Borden se e quando lo ritiene opportuno non ha bisogno di difensori d'ufficio, ne tantomeno di paladini!

Quanto alla simpatia, egregio Borden, non credo sia tu quello che può dare lezioni al prossimo!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Beh, tu sei il campione... Intanto tiri il sasso e nascondi la mano, perché non hai risposto alla mia ultima.Forse allora Monni non ha torto...

 

E poi non si può certo definire simpatico uno che non perde occasione per trovare errori e magagne (a volte lambiccate) nel lavoro altrui. E non parlo di critiche, ma di maligna soddisfazione nel riscontrare presunti errori o baggianate.

 

Come ha detto bene Letizia, sono solo canzonette.Tu la prendi troppo sul tragico.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa fammi capire, ma a cosa non avrei risposto? Se uno mi chiede qualcosa cerco sempre di rispondergli, su tutto, non come fai tu che rispondi solo a quello che ti fa comodo.

La maligna soddisfazione ce la vedi tu, che hai la coda di paglia, io che per tua definizione sono un pignolo, quando leggo le fregnacce me ne dispiaccio e segnalandole vorrei che non si ripetessero. Vero è che sei abituato a tutta la tua claque di incensatori, per cui se trovi uno che ti fa le pulci te ne risenti assai. Quanto alle critiche lambiccate, magari prima o poi compatibilmente con i tuoi numerosi impegni, potresti segnalarmene almeno una, te ne sarei grato. In quanto ai PDF non pensi che, se del caso, si possano emendare?

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Ci stanno provando.

 

Bene. La risposta mia che non hai commentato è che non sono il direttore quindi di grazia non capisco perchè dovrei essere responsabile di tutto...:blink:

 

 

Se davvero ci siamo capiti male ripartiremo col piede giusto. Alla prossima!

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Sono solo canzonette, ma devono essere fatte bene. Non facciamo niente di serio, ma lo facciamo in modo serio, diceva qualcuno. L'albetto lascia davvero troppo a desiderare. Ho finito di leggerlo quando ho letto la presentazione di Carson, con il gravissimo errore segnalato da Kershaw: Tex che chiama Carson "tizzone d'inferno". Chiunque di noi, in questo forum,  sarebbe stato in grado di correggere questo refuso. Non parliamo poi di Kit Killer. Questo significa che nessuno, ma proprio nessuno, ha riletto nulla. Perché se "Kit killer" è un evidente refuso, quello su Carson è qualcosa di peggio, denota una totale misconoscenza del personaggio. Dispiace, e molto. Per correggere l'albetto non c'era bisogno di un pozzo di scienza su Tex, non era necessario un Canzio, o un Marcheselli. 

 

Ma il settantennale non è stato solo l'albetto, è stato anche lo splendido albo a colori. Se una pallottola di quelle ti prende di striscio altro che graffietto, dice Kershaw. E vabbe, l'avrà solo sfiorato. Gli sarà passata lontano e quello si è ferito lo stesso ;). Ma la qualità della storia resta buona, se non ottima. Prendiamo il buono del settantennale. Che la SBE non sia quella di Sergio è ormai evidente, così come la FIGC non è quella di quindici anni fa e così come tutto il nostro paese, in tanti campi, ormai fa acqua. Mancano Canzio e Marcheselli, e nessuno riesce a sostituirli? Segno di decadenza, senza dubbio, di impoverimento di un'azienda storica del paese. Peccato davvero. Non si può non dare ragione a Kershaw, ma c'è modo e modo di criticare: i toni sono troppo aspri, davvero, e sicuramente indirizzati alla persona sbagliata. Dove finisce il ruolo di curatore di Tex?  Quali sono i suoi confini? Quali i suoi limiti? L'albetto era sua responsabilità? Se anche lo fosse,  credo che gli elogi per la storia dovrebbero superare di gran lunga i refusi di un prodotto minore che in fin dei conti è comunque un regalo, per quanto mal riuscito.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">2 minuti fa</span>, gilas2 dice:

Comunque sono abbastanza sicuro che, sebbene sia abitualmente Carson a dare a Tex del "tizzone d'inferno", in qualche (rara) occasione sia stato anche Tex a farlo nei confronti di Carson.

 

Non è questo il punto. "Tizzone d'inferno" abitualmente è Tex. E' lui l'incontenibile che tempesta di pugni gli avversari (o qualcosa del genere, non mi va di riprendere l'albetto). Carson è il "Vecchio Cammello". E' un errore che fa cadere le braccia.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">1 ora fa</span>, Leo dice:

 

Non è questo il punto. "Tizzone d'inferno" abitualmente è Tex. E' lui l'incontenibile che tempesta di pugni gli avversari (o qualcosa del genere, non mi va di riprendere l'albetto). Carson è il "Vecchio Cammello". E' un errore che fa cadere le braccia.

 

L'albetto non l'ho nemmeno aperto, è finito direttamente nella carta da riciclare.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Il curatore di Tex potrà non avere la responsabilità delle iniziative collaterali,

però, come abbiamo fatto noi, penso abbia il diritto di lamentarsi con chi di dovere.

 

Altrimenti il suo lavoro viene mortificato pur per esigenze editoriali.

 

Quando ho finito di imballare le cose che costruisco e poi mi accorgo che

i trasportatori non le caricano sul camion con le dovute maniere, corro in

magazzino, pronto alla rissa.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Caro Borden,

credo che urga una spiegazione da parte mia, perché mi pare che i forumisti in generale credano che mi sia iscritto per rompere le scatole a te in primis, da qui le varie definizioni di hater, troll et similia. L'ho già detto e lo ribadisco, non sono su FB, su Instagram o su Twitter, non partecipo ad alcun forum, salvo questo di recente, perché come dice il grande Clint sono convinto che " Le opinioni sono come il buco del.... ognuno ha le proprie" e quindi ci sarebbe sempre da questionare. Se mi rivolgo a te con le critiche generalistiche alla SBE non lo faccio perché ti odio ma solo perché sei l'unico interlocutore inserito nella casa editrice: va da sé che non ti ritengo responsabile per qualsivoglia testata che non sia Tex; è solo che essendo un fedele lettore di Bonelli da almeno cinquantanni mi spiace vedere che sempre più spesso fate la figura dei peracottari, anche se la mia impressione è che ai tuoi capi non gliene possa frega' de meno. Però se la rete vi sta ridendo addosso perché nell'ultimo numero delle Storie l'autore non sa neanche quando è iniziato il fascismo, segnalandolo a te magari giri la news al tuo collega Contro, mi pare sia lui che cura la serie, affinché in futuro faccia un minimo di revisione. Quanto alla faccenda delle tavole di Frisenda, magari non lo sai che gira voce che sul cartonato andrà tutto a posto, dando adito ai sopliti sospetti. Questo per fare degli esempi. 

Per quanto ti riguarda direttamente, come avrai capito, il taglio che stai dando al tuo Tex non mi trova d'accordo, però so bene che alla stragrande maggioranza dei lettori non interessa, agli strafalcioni non badano o manco se ne accorgono, oppure come a qualche forumista paiono solo divertenti, insignificanti o semplici canzonette. Al proposito ricordo al genio che si cela dietro il nickname di Letizia, che evito sempre di commentare, che dagli anni '60 in poi fior di semiologi (Eco) e sociologi hanno cercato di dimostrare come i fumetti avessero una loro dignità e non si potesse liquidarli come letteratura di scarto o figli di un dio minore. Di certo ti rammenti di come i primi collezionisti si riunissero in segreto nelle cantine, come i carbonari, per discutere o scambiare pezzi delle varie serie.

Comunque hai ragione quando mi esorti a non prendermela per questo o quel refuso: se si trattasse solo di Faraci (che Dio ce ne scampi!) o Ruju non ci farei bado più di tanto, ma tu sei la colonna portante della serie, quindi l'asticella si alza, ne consegue che non riesco a perdonarti alcunché. Tex per me è stato il primo amore (con Pecos Bill) e di certo l'avrò idealizzato, per cui quando mi pare che non lo trattino come si deve ne sono un po' tanto attapirato. Comunque facendo tesoro del tuo consiglio cercherò di essere più politically correct.

Quanto alla mia iscrizione al forum credevo che gli argomenti di discussione non si limitassero al solo Tex, ma spaziassero anche alla letteratura e al cinema, dove avrei potuto dire la mia, così non è e quindi è giocoforza fare di necessita virtù.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

Kershaw, con sono certamente un genio perché non sono riuscita a capire se la tua era un'esagerazione oppure una presa per i fondelli.

Nel primo caso mi viene da pensare che sei un ingenuo galante, nel secondo che invece l'educazione non è nel tuo vocabolario.

Ma forse i miei limiti non mi fanno vedere altre eventuali possibilità.

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">4 ore fa</span>, Letizia dice:

Quando si ha ragione, è così facile passare alla parte del torto che, quando succede, quasi sempre non ce ne si accorge.

Ma cara L'Etizia, questa è filosofia allo stato puro.......magari anche un po' gassoso!

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti
<span style="color:red;">21 ore fa</span>, Leo dice:

Sono solo canzonette, ma devono essere fatte bene. Non facciamo niente di serio, ma lo facciamo in modo serio, diceva qualcuno. L'albetto lascia davvero troppo a desiderare. Ho finito di leggerlo quando ho letto la presentazione di Carson, con il gravissimo errore segnalato da Kershaw: Tex che chiama Carson "tizzone d'inferno". Chiunque di noi, in questo forum,  sarebbe stato in grado di correggere questo refuso. Non parliamo poi di Kit Killer. Questo significa che nessuno, ma proprio nessuno, ha riletto nulla. Perché se "Kit killer" è un evidente refuso, quello su Carson è qualcosa di peggio, denota una totale misconoscenza del personaggio. Dispiace, e molto. Per correggere l'albetto non c'era bisogno di un pozzo di scienza su Tex, non era necessario un Canzio, o un Marcheselli. 

 

Ma il settantennale non è stato solo l'albetto, è stato anche lo splendido albo a colori. Se una pallottola di quelle ti prende di striscio altro che graffietto, dice Kershaw. E vabbe, l'avrà solo sfiorato. Gli sarà passata lontano e quello si è ferito lo stesso ;). Ma la qualità della storia resta buona, se non ottima. Prendiamo il buono del settantennale. Che la SBE non sia quella di Sergio è ormai evidente, così come la FIGC non è quella di quindici anni fa e così come tutto il nostro paese, in tanti campi, ormai fa acqua. Mancano Canzio e Marcheselli, e nessuno riesce a sostituirli? Segno di decadenza, senza dubbio, di impoverimento di un'azienda storica del paese. Peccato davvero. Non si può non dare ragione a Kershaw, ma c'è modo e modo di criticare: i toni sono troppo aspri, davvero, e sicuramente indirizzati alla persona sbagliata. Dove finisce il ruolo di curatore di Tex?  Quali sono i suoi confini? Quali i suoi limiti? L'albetto era sua responsabilità? Se anche lo fosse,  credo che gli elogi per la storia dovrebbero superare di gran lunga i refusi di un prodotto minore che in fin dei conti è comunque un regalo, per quanto mal riuscito.

Caro Leo, non solo l'albetto non l'ho visto neppure di striscio, ma NON SAPEVO NEPPURE CHE CI SAREBBE STATO!  E, a differenza della raccolta di figurine d qualche anno fa, epoca Marcheselli, stavolta nessuno mi ha chiesto nulla! Chiaro?

 

Io sono responsabile solo della storia.

Per Kershaw: Quando c'è qualcosa che non va ne Le Storie, non è affar mio, chiaramente, perché tocca a qualcun altro: curatore e direttore, per esempio. E' tanto difficile per te capire che quando non si ha titolo per intervenire, farlo è scorretto e antipatico? Nelle scuole, un professore non può criticare un altro professore. Solo il Preside può farlo.

 

Nessuno mi ha appuntato sul petto la stella di sceriffo difensore della Bonelli, perché  è un ruolo che non esiste, e, se un tempo pensavo di averla (o se, per la fiducia in me riposta da Bonelli Canzio e Marcheselli, talvolta - ma di rado- un parere mi veniva richiesto) beh, era solo un abbaglio ottico, quel ruolo non è nell'organigramma, visto che neppure abbiamo attualmente un caporedattore.

Quando ci fu il caso della Casa bianca sbagliata, ero da più di dieci anni in redazione, già scrivevo Tex, ma nessuno mi mostrava le copertine. Fui IO, ad albo stampato, a rivelare l'errore a Canzio e Bonelli. Loro considerarono che fosse un errore grave e se ne rammaricarono. In cambio, mi diedero la lettura delle cianografiche di Tex e da quel momento anche il controllo (con loro) delle copertine. Quindi, come vedi, all'epoca avevo degli interlocutori cui dire le cose... Che ascoltavano. Ora ci sono troppe cose in ballo, forse, che ne so. Io mi occupo di Tex e Dampyr. A te non sta bene neppure quello. Amen. Io ho la coscienza in pace perché faccio del mio meglio.

 

Condividi questo messaggio


Collegamento al messaggio
Condividi su altri siti

  • Recentemente attivi qui   0 Membri

    Nessun membro registrato sta visualizzando questa pagina.

×

Informazione importante

Termini d'utilizzo - Politica di riservatezza - Questo sito salva i cookies sui vostri PC/Tablet/smartphone/... al fine da migliorarsi continuamente. Puoi regolare i parametri dei cookies o, altrimenti, accettarli integralmente cliccando "Accetto" per continuare.